Cerca

Under 18

Un super Samuel Cabiaglia ne fa quattro e D'Ambrogio può festeggiare

Oltre a lui anche Simone Capola e Simone Ussia si aggiungono alla festa, inutili le reti di di Casabianca e Gaye

Simone Capola, Simone Ussia e Samuel Cabiaglia, Lucento

I tre marcatori della partita

"Rimonta, contro rimonta, e contro contro rimonta". Così commentava Riccardo Trevisani in un Torino-Napoli del 30 marzo 2013 finito 3-5 per la squadra partenopea. Questa frase è giusta giusta per la gara che si è disputata tra il Lucento e il Rebaudengo: infatti i padroni di casa nella gara di oggi sono andati in vantaggio, si sono fatti recuperare dagli avversari, ma alla fine sono riusciti a ribaltare il risultato e a portare i tre punti a casa. Con questo risultato la squadra di Rocco Dambrogio allunga proprio sul Rebaudengo, e raggiunge quota 9 punti, accorciando sulle Torri Biellesi, che hanno perso 0-2 contro la Strambinese. Una sconfitta amara per il Rebaudengo che, nonostante fossero andati sotto dopo un minuto (rete di Simone Ussia), sono stati bravi a non disunirsi e a chiudere il primo tempo in vantaggio per 2-3 grazie ai gol di Ivan Casabianca e Assane Gaye (doppietta), ma nella seconda frazione di gioco è calata l'intensità e la sconfitta ne è la conseguenza.


Controllo Rebaudengo. Nella prima frazione di gioco gli ospiti sono stati autori di una prestazione superlativa, con il Lucento che non riusciva a contenere le avanzate del Reba. Nonostante tutti però, a siglare la prima rete della gara sono stati i padroni di casa, che sbloccano la partita con Simone Ussia, che, dopo aver ricevuto palla in uno scambio su calcio d'angolo, mette in mezzo un cross, che attraversa tutta l'area di rigore, e finisce in porta. Una mazzata che poteva buttare giù chiunque, ma il Rebaudengo ha reagito ed è riuscito a ribaltare lo svantaggio. La rete del pari è arrivata con Ivan Casabianca, che approfitta di una respinta della difesa in maglia gialla, e al volo colpisce la palla che scheggia prima la traversa, e poi termina in porta. Assane Gaye è invece l'autore della rete dell'1-2: pasticcio a centrocampo del Lucento, la palla finisce tra i piedi del numero 11, che dopo aver vinto un rimpallo, entra in area e calcia dritto in porta. I padroni di casa però hanno avuto ancora la forza di pareggiarla con Samuel Cabiaglia: percussione palla al piede da centrocampo da parte di Maxwell Musa, che, dopo aver saltato diversi uomini, si ritrova a tu per tu Matteo Ammirati, che para con un gran intervento la conclusione dell'esterno, ma non può nulla sulla ribattuta del numero 4, che con la porta spalancata non può mancare il bersaglio. Sembrano finite le emozioni per quanto riguarda il primo tempo, ma Assane Gaye non era dello stesso avviso: il capitano del Lucento, Roberto Centurelli, si fa rubare palla dall'esterno, che a due passi dalla porta difesa da Gioele Braccia apre il piattone e piazza la palla nell'angolino sinistro.

Cabiaglia Show. Nella seconda metà di gioco il Lucento, dopo un primo tempo non proprio entusiasmante, è entrato con un piglio diverso, e infatti la differenza si è vista, soprattutto nell'atteggiamento, più aggressivo e più propositivo, e questo ha portato i padroni di casa a rimontare il gol di svantaggio e a vincere la partita. Dopo pochi minuti arriva già la rete del 3-3 con Simone Capola, che riceve palla da fuori area, dopo una mischia in area di rigore, e con una botta al volo, fa secco il portiere avversario e spedisce la sfera in rete. Da questo momento in poi inizia lo spettacolo di Samuel Cabiaglia, che al suo gol siglato nel primo tempo, ne aggiunge altri 3: la prima è arrivata in seguito a una papera di Matteo Ammiati, che non controlla la palla, e rapido come un fulmine, si avventa l'esterno destro, che segna un gol facile facile; la seconda proviene tutto da un tiro di Zakaria Hafid, che finisce tra i piedi del numero 4, che davanti al portiere non sbaglia e centavi ancora una volta la porta. L'ultima rete è la dimostrazione della sua fisicità e della sua potenza: assist di Capola, che spedisce in porta il suo compagno, che con una botta allucinante fa secco il portiere e mette il punto esclamativo sulla sua prestazione e anche sulla partita.

IL TABELLINO

LUCENTO-REBAUDENGO 6-3 RETI (1-0, 1-2, 2-2, 2-3, 6-3): 1' Ussia (L), 4' Casabianca (R), 7' Gaye (R), 34' Cabiaglia (L), 45' Gaye (R), 6' st Capola (L), 10' st Cabiaglia (L), 16' st Cabiaglia (L), 33' st Cabiaglia (L).
LUCENTO (4-4-2): Braccia 6, Russo 6 (26' st Dascanio 6), Hafid 6.5, Cabiaglia 9 (35' st Khaldi sv), Longobardi 6, Centurelli 6.5, Musa 6 (19' st Canu 6), Novello 6.5, Osayi 5.5 (12' st Fatihi 5.5), Ussia 7.5, Capola 7.5. All. D'Ambrogio - Ussia 7. Dir. Novello.
REBAUDENGO (4-2-3-1): Ammirati 5, Nezha 6.5, Saghri 6 (31' st Motta 6), Depaoli 6, Unia 6.5, Assouli 6.5, Casabianca 7.5 (20' st Ruzza 6), Girardi 6, Rhimi 5.5 (31' st Sanchez 6), Sigaudo 6 (27' st Hasantari 6), Gaye 7.5. All. Testoni 6.
ARBITRO: Scotto di Torino 6.5.

Man Of The Match



Samuel Cabiaglia, esterno del lucento autore di 4 gol

Il premio di migliore in campo non poteva che vincerlo lui, i quattro gol parlano da solo è stato autore di una partita fuori dal comune con ben quattro reti a referto. Ottimo negli inserimenti, in ogni azione della sua squadra non si è ami tirato indietro e hai sempre spinto, e i gol ne sono solo le conseguenze

CLICCA QUI PER LEGGERE LE PAGELLE!

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400