Cerca

Under 18

Lucento ad un passo dall'impresa. Il gol di Romano lancia il Gattinara di Pavero

Dopo un match sofferto in balia dello strapotere rossoblù, Romano risolve la contesa e proietta i bianconeri allo sprint finale

Lucento ad un passo dall'impresa. Il gol di Romano lancia il Gattinara di Pavero

Il Gattinara di Pavero che ha espugnato il Franco Riconda

L'immagine della sfida del Riconda tra Lucento e Gattinara sta tutta nell'espressione di delusione sul volto di Osayi Kerry simbolo di un collettivo che al fischio finale si dirige a capo chino e lo sguardo perso, verso gli spogliatoi. Il risultato finale che premia la stoicità degli ospiti, abili a capitalizzare l'unica e grande occasione da rete con Romano, non restituisce in modo fedele la realtà del campo, che racconta tanto, anzi troppo Lucento. Ma la ferrea legge del calcio per quanto cinica è la stessa da sempre, riassunta meravigliosamente dalle parole di Max Pezzali: «È la dura legge del gol, fai un gran bel gioco però se non hai difesa gli altri segnano e poi vincono». L'esplosione finale del tecnico Pavero e delle maglie bianconere vale molto più della semplice vittoria, racconta come questa è arrivata, dopo 75 minuti di sofferenza in balia dello strapotere dei padroni di casa, racconta la tenacia e voglia di crederci dei ragazzi di Pavero. La magia di Romano è uno di quei gol che cambiano una stagione, dopo il pesante pareggio casalingo con il Rebaudengo che aveva frenato clamorosamente la corsa dei bianconeri, questa vittoria rilancia la squadra di Pavero che si presenta agli scontri decisivi con Strambinese, Quincitava e Arona con il coltello fra i denti e con la forza e la voglia di lottare fino all'ultimo contrasto per la vittoria finale.

Egemonia Lucento. dalle parti di corso Lombardia c'è fame di punti, la sqaudra sembra esprimere un buon calcio ma i risultati stentano ad arrivare. Con queste premesse Ussia prepara la sfida casalinga contro i rampanti bianconeri del Gattinara con delle importanti novità tattiche. Se il 4-3-3 è un must have indiscutibile per il tecnico rossoblù, lo stesso non si può dire degli interpreti, con la rivoluzione tattica che passa appunto per il nuovo ruolo ritagliato ad Osayi, indietreggiato sulla linea di centrocampo nei panni di playmaker con Canu e Ussia esterni alti ad affiancare l'unica punta Capola. Più pragmatico il tecnico Pavero che per la trasefrta torinese si affida al più neutro 4-4-2 con Romano e Savio terminali offensivi.
Il primo tempo è totale appannaggio dei padroni di casa, i rossoblù infatti dimostrano fin da subito di saper interpretare al meglio la strategia del proprio tecnico: palleggio veloce e palla smistata da Osayi sulle corsie laterali. E proprio sulle corsie che i padroni di casa sfoggiano la propria superiorità, con la catena di destra composta da Ussia-Lala-Secreriu che sfonda con estrema facilità gli argini bianconeri. Al 22' l'egemonia dei padroni di casa rischia di concretizzarsi in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto corto da Lala, Ussia riceve palla sull'out di destra, penetra dentro l'area di rigore e dopo aver saltato l'avversario con un dribbling ad uscire lascia partire un tiro a giro dal vertice dell'area di rigore che si stampa sulla traversa, danza sulla linea e schizza via. Gli ospiti sembrano mostrare un atteggiamento passivo, le iniziative offensive sono circoscritte all'estro solitario di Romano e Trif Aris che spesso poco assistiti dai compagni risolvono le azioni con blandi tiri da fuori.
Al 43' ci riprovano i padroni di casa stavolta dalla fascia opposta, Canu dribbla un avversario e scappa via sull'out di sinistra scodellando un traversone forte e teso al centro dell'area di rigore che manca l'impatto con Osayi solo grazie all'eccelsa lettura difensiva di Campo che spazza via pulendo l'area. Il primo tempo si chiude con poche emozioni ma comunque con il Lucento assoluto padrone del gioco.

Emanuele Romano Gattinara

Emanuele Romano del Gattinara uomo partita e match winner della partita



Stoccata Romano. Il secondo tempo si riapre sullo stesso canovaccio del primo ma con una novità tattica targata Ussia nella speranza di dare più peso all'attacco: un 4-3-1-2 con Ussia jr arretrato nel ruolo di trequartista e Osayi avanzato nel ruolo di centravanti al fianco di Capola. La mossa tattica sembra dare subito i suoi frutti e i padroni di casa sfiorano il vantaggio come mai prima nel match: Osayi riceve palla sull'out di sinistra, si accentra, fa fuori due avversari, con una finta siede il portiere e con un tocco morbido ad incrociare piazza la sfera all'angolino basso sinistro con il gol che viene sventato da un magistrale intervento di Campo che in spaccata alla Roberto Bolle salva sulla linea. A questo punto il Lucento ci crede e spinge sull'acceleratore alla ricerca frenetica del vantaggio, al 15' su un rinvio sbagliato di Porzio Bodolo, Capola intercetta la sfera, si accentra e calcia potente e angolato ma fuori. A questo punto I bianconeri di Pavero cercano di riorganizzarsi ricompattando i reparti e difendendo in modo più organico. I rossoblù allora tentano la soluzione da calcio da fermo, al 20' infatti un pallonetto sublime di Secreriu pesca dentro l'area di rigore bianconera Dascanio che controlla la sfera e da pochi passi calcia sull'esterno della rete ignorando Osayi solo all'altezza del dischetto. Gli ospiti però non ci stanno e nel tentativo di alleviare la pressione sul reparto arretrato provano il lancio lungo sulle punte lanciate in profondità. In uno di questi tentativi al 25' Savio viene pescato in posizione defilata alla destra della tre quarti rossoblù e dopo aver messo giù la sfera prova un diagonale di prima intenzione che si spegne di poco fuori alla sinistra del portiere. Da numero 9 a numero 9, su ribaltamento di fronte i padroni di casa conquistano una punizione, Lala scodella con un pallonetto la sfera oltre la linea difensiva avversaria, Capola scatta in posizione di presunto fuorigioco, brucia i difensori avversari e a tu per tu con Porzio Bodolo cerca il diagonale angolato che lambisce il palo e finisce fuori. «Gol mangiato gol pigliato» si dice, così al 32' il Gattinara capitalizza l'unica vera grande occasione da gol fino a quel momento. Dopo un'azione convulsa nella metà campo rossoblù, Savio cerca e trova con un filtrante alto Romano che taglia in due la difesa avversaria e con un diagonale secco trafigge Braccia e fa 0-1. Il gol arriva come un fulmine al ciel sereno che taglia le gambe ma ancor più lo spirito dei ragazzi di Ussia. Sull'entusiasmo del gol trovato gli ospiti si spingono in avanti e provano a chiuderla, dopo un azione perpetrata sulla sinistra, Pozzato mette in mezzo un pallone pulito che viene intercettato da Savio che con un colpo di testa ad incrociare colpisce secco spedendo all'angolino basso, ma un intervento in tuffo plastico di Braccia disinnesca la sfera tenendo vive le speranze dei suoi. Speranze che si riveleranno inattese, infatti al 44' Ussia jr ci prova su punizione da posizione defilata, con la sfera, che nonostante la pericolosa curvatura della traiettoria, si spegne poco fuori consegnando all' almanacco l'ultimo sussulto rossoblu e l'incredibile vittoria bianconera.    

IL TABELLINO

LUCENTO-GATTINARA 0-1

RETI: 33' st Romano (G).

LUCENTO (4-3-3): Shahini sv (22' Braccia 8), Secreriu 7.5 (38' st Russo sv), Novello 6.5, Osayi 7, Mangione 6, Centurelli 6.5, Canu 6.5 (15' st Leone 5.5), Lala 6.5, Capola 6 (32' st Cabiaglia 5.5), Ussia 6.5, Dascanio 6. A disp. Cannata, Musa, Khaldi. All. D'Ambrogio 7. Dir. Novello.

GATTINARA (4-4-2): Porzio Bodolo 7.5, Monferrino 6, Cametti 5.5, Vidoni 5.5, Campo 7.5 (32' st Bertoncini sv), Nobile 6, Franzon 6, Pozzato 6, Savio 6, Romano 7.5 (42' st Ramella sv), Trif Aris 6 (25' st El Moutawakill 6). A disp. Crescenzio, Boccardo. All. Pavero 7.

ARBITRO: Odasso di Torino 7

AMMONITI: 39' Campo (G), 2' st Lala (L), 41' st Nobile (G).


Odayi del Lucento e Vidoni del Gattinara

Duello fisico tra Kerry Osayi (Lucento) e Mattia Vidoni (Gattinara)

LE PAGELLE

LUCENTO

Shahini sv
Costretto ad abbandonare il campo per infortunio a pochi minuti dal calcio d'inizio
22' Braccia 8  Gioca quasi 50 minuti da spettatore non pagante, gli avversari non si affacciano mai in modo pericoloso dalle sue parti. Sul gol non ha responsabilità, la parata che sfoggia sul colpo di testa ravvicinato di Savio infamma gli spalti oltre a dare prova di grande preparazione atletica e di grandi riflessi. 
Secreriu 8 È l'assoluto dominatore della fascia sinistra, martella sulla corsia come fosse un propulsore, non perde mai una marcatura sull'attaccante di riferimento e in fase offensiva sfodera dalla manica un  paio di assist invitanti per i compagni che purtroppo non vengono sfruttati. (38' st Russo sv)
Novello 6.5  Gioca con Ordine e lucidità scegliendo sempre la giocata giusta. Più attento alla fase difensiva e meno propenso a quella offensiva gioca comunque con grande intensità non concedendo nulla
Osayi 7 Croce e delizia dei rossoblù, giocatore dotato di grande tecnica ed eccellenti doti fisiche, il tecnico lo avanza per dare più peso all'attacco e lui si comporta egregiamente sfiorando il gol in diverse occasioni. Purtroppo per i suoi sfiora solamente il gol.
Mangione 6 Attento, lucido e caparbio regge ottimamente la linea difensiva non rischiando mai nulla. Una leggera disattenzione in uscita su savio concede il filtrante decisivo che ha portato al gol
Centurelli 6.5 Gioca da vero capitano, non perde un contrasto e guida la linea difensiva con vigore e autorità. Superiore sia in copertura aerea che in mezzo al campo riuscendo a trovare spesso l'anticipo sugli attaccanti avversari.
Canu 6.5 Longilineo, veloce e tecnico. Quando punta l'avversario lo salta sempre creando superiorità numerica in mezzo al campo. Prezioso nel ruolo di rifinitore 
15' st Leone 5.5 Non riesce ad imprimere lo stesso dinamismo del compagno sostituito. Purtroppo per lui la gara si complica e le energie collettive vengono meno.
Lala 6.5 Governa il centrocampo con intelligenza tattica e visione di gioco degne di altri palcoscenici. Amministra la sfera con saggezza dispensando assist ai compagni che non sempre vengono sfruttati. sfiora il gol in un paio di occasioni grazie alla conclusione da fuori.
Capola 6 Costantemente stretto nella morsa difensiva avversaria si comporta bene riuscendo spesso a smarcarsi e a dare profondità alla squadra. Sfiora il gol in diverse occasioni alcune delle quali peccando forse dell'egoismo del bomber.
32' st Cabiaglia 5.5 Entra a gara in corso quando il risultato è già compromesso, purtroppo non riesce ad imprimere  il piglio giusto al match risultando goffo e in affanno
Ussia 6.5  Per tutto il primo tempo è la vera spina nel fianco del Gattinara, sulla corsia di sinistra agisce come un vero dominatore sfruttando forse troppo poco la supremazia e la libertà che gli avversari gli concedono. Nel secondo tempo cerca di mantenere alta la concentrazione dei suoi soprattutto sul finale quando la squadra si perde un po'.
Dascanio 6 Gioca una partita composta e attenta in entrambe le fasi concedendo poco agli avversari e innescando spesso ripartenze funzionali. 

All. Ussia 7 Agisce da vero stratega, modella l'assetto tattico della squadra con lungimiranza e raffinatezza. La sua squadra gioca un calcio vivace e offensivo, mancando il gol per poco. Paga a caro prezzo l'unica vera occasione gol degli avversari.


GATTINARA

Porzio Bodolo 7.5
 Gioca una gran partita, dimostrandosi sempre attento e puntuale nelle uscite. A differenza del portiere avversario può godere dell'aiuto dei legni e della compagnia di uno strepitoso Campo
Monferrino 6
Composto e attento in fase difensiva manca però della fase offensiva mancando nel supporto ai compagni
Cametti 5.5
I compagni fanno grande affidamento su di lui e il ragazzo dimostra di avere qualità da vendere, purtroppo per lui la giornata non è di quelle giuste, sempre in ritardo sull'attaccante di riferimento. I crampi pregiudicano la sua capacità di corsa
Vidoni 5.5 C
hiamato ad essere il metronomo della squadra purtroppo gioca una partita in costante affanno mancando spesso di lucidità nei passaggi e  e nelle ripartenze
Campo 7.5
Infinito, magistrale, Higlander. Con i suoi interventi tiene a galla la squadra nei momenti più difficili del match. Sventa un gol sicuro con un intervento in spaccata che vale più di un gol. (32' st Bertoncini sv)
Nobile 6
 Guidato dal compgano di reparto gioca una partita attenta e composta. Si rivela fondamentale soprattutto nel finale quando riesce a reggere bene l'assalto finale dei rossoblù
Franzon 6
 Gioca una partita di quantità e qualità agendo bene da filtro nella fase difensiva tralasciando forse troppo la fase offensiva
Pozzato 6
Più vivace del compagno di reparto soprattutto nella fase offensiva anche lui gioca una partita di quantità con atteggiamento quasi stoico, agendo bene nel ruolo di interdittore
Savio 6 Abbandonato dai compgani Gioca una partita di sacrificio per via dei pochi palloni giocabili che tocca. nelle rare occasioni in cui risce a trovare spazio dimostra di poter essere letale
Romano 7.5
In fin dei conti è il vero eroe del match, come i grandi bomber tocca pochi palloni ma anche se ha poche occasioni trasforma quell'unica in oro. Il gol è di pregevole fattura a cominciare dal movimento smarcante per finire con il diagonale con il quale non lascia scampo a Braccia. Eroe! (42' st Ramella sv)
Trif Aris 6
Come i compagni di reparto gioca una partita di sacrificio. Da apprezzare i tentativi da fuori con i quali cerca di di cambiare l'inerzia del match, prima di essere risucchiato dalla marcatura della difesa avversaria
25' st El Moutawakill 6
Entra a partita in corso dando una mano ai compagni e risultando funzionale al contenimento dell'assalto finale degli avversari 

All. Pavero 7.
 La sua squadra è un mix di tenacia, caparbietà e forza di spirito. Nonostante la partita non fosse delle più facili riesce a trasmettere convinzione alla sua squadra e un atteggiamento stoico. Torna a casa con una gran vittoria guardando ai prossimi scontri diretti con ottimismo. 


ARBITRO: Odasso di Torino 7 Attento, puntuale e deciso. Gestisce la gara con intelligenza e lucidità dando prova di grande maturità 
 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400