Cerca

Under 18

Si continua a sognare lo scudetto: seconda vittoria e semifinale conquistata

I piemontesi vincono anche contro i campioni della Lombardia grazie al terzo gol di Ruci nelle fasi finali

La festa dell'Acqui Under 18

La gioia dei piemontesi per la vittoria in Lombardia

L'Acqui prosegue la corsa allo scudetto e dopo aver vinto contro il Mestre, campione del Veneto, si ripete con la Varesina, detentrice del titolo lombardo. I piemontesi si impongono 0-1 con il gol di Ruci al 25' del secondo tempo. Il numero 11 segna di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Cadario. In precedenza, al 15', sempre del secondo tempo, gli ospiti avevano sbagliato un rigore assegnato dall'arbitro per un fallo su Mazzarello. Dal dischetto Morganti non riesce a superare Griggio che salva i padroni di casa e mantiene temporaneamente il risultato sullo 0-0. I locali hanno una buona occasione nel primo tempo e, nella ripresa, dopo essere passati in svantaggio, hanno delle altre opportunità, ma non riescono a trovare la rete anche per degli ottimi interventi del portiere ospite. L'Acqui, dunque, mantiene l'imbattibilità in stagione e conquista la semifinale

SOSTANZIALE EQUILIBRIO

La Varesina è obbligata a vincere per proseguire il suo cammino in quanto i piemontesi hanno una migliore differenza reti. Basta un minuto per la prima emozione con i ragazzi di Moscardini Malvicino che si conquistano una punizione sulla sinistra. Alla battuta va Cadario che costringe Griggio a prolungare il pallone in calcio d'angolo. Le squadre mostrano fin da subito buone trame di gioco, grande ordine e compattezza. Difficile trovare spiragli vista la buona occupazione degli spazi da entrambe le parti. I lombardi ci provano con Carrino che calcia alto dalla lunga distanza. Al 23' arriva la miglior occasione della prima frazione di gioco: un cross dalla sinistra pesca in area Ruzza; il tentativo del numero 9 di casa viene abilmente respinto da Ivaldi e sul pallone arriva Sali che non trova il tap-in vincente. Trovare varchi nelle due aree di rigore è molto complicato e allora le squadre tentano delle conclusioni da fuori area come al 33' quando a provarci è Di Palma. Nel finale Moscardini Malvicino inverte le ali per cercare di non dare punti di riferimento alla Varesina. Al 40' i locali concludono per la seconda volta in porta ma la botta di Cardace è centrale e non crea problemi a Ivaldi. Due minuti dopo i piemontesi rispondono con la stessa moneta e il tiro di Ruci viene respinto in tuffo dall'estremo difensore di casa. L'ultimo tentativo del primo tempo è ancora degli ospiti. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Cadario svetta Francesco Martino, ma Griggio blocca in presa sicura. 

RUCI IPOTECA LA SEMIFINALE

Anche nella ripresa le emozioni non tardano ad arrivare. I piemontesi conquistano una punizione dalla sinistra da cui arriva il colpo di testa di Morganti che non crea problemi al numero 1 locale. Al 5' i ragazzi di Brandazza ci provano su punizione, ma la conclusione di Cardace termina ampiamente fuori. Con il passare dei minuti la Varesina perde un po' di brillantezza e l'Acqui prova ad approfittarne. Al 7' gli ospiti arrivano al tiro con Massucco che, dopo essere stato servito da Mazzarello, manda alto da posizione centrale. Al 15' l'Acqui conquista un calcio di rigore per un fallo sul numero 9. Dal dischetto va Morganti il cui tiro viene respinto dall'ottimo Griggio. Scampato il pericolo, i lombardi tornano a farsi vedere: prima con una conclusione debole dal limite dell'area del subentrato Metti e poi con un tentativo da fuori di Cardace che finisce alto. Al 25' si sblocca la partita sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Alla battuta va Cadario; il numero 10 pesca Ruci che angola bene il colpo di testa e porta in vantaggio gli ospiti. Nei minuti successivi i locali faticano a organizzare una reazione anche perché gli ospiti sono messi molto bene in campo. L'ultimo tentativo dei ragazzi di Moscardini Malvicino è una punizione alta calciata da Taddeo Martino. Nel finale i padroni di casa spingono con forza e hanno delle buone occasioni. Al 46' una bella incursione sulla destra di Sosto termina con una conclusione prontamente respinta da Ivaldi e pochi secondi dopo, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Carrino manda alto di testa dopo la sponda del subentrato Colombo. Al 51' arriva l'ultima occasione della partita con la Varesina che trova ancora una volta sulla sua strada un grande Ivaldi. Il portiere ospite devia abilmente in angolo un colpo di testa di Lazar

IL TABELLINO

VARESINA-ACQUI 0-1
RETE: 25' st Ruci (A).
VARESINA (4-3-3): Griggio 8, Sosto 7.5, Lanza 6.5, Di Palma 6.5 (10' st Fall 6), (34' st Marino sv), Lazar 7, Carrino 7, Sali 6.5 (36' st Boy sv), Marin 6.5, Ruzza 6.5 (10' st Colombo 6), Pastori 6 (10' st Metti Nicolas 6), Cardace 6.5 (20' st Vaccani 6). A disp. Maiocchi, Bigoni, Brunati. All. Brandazza 7.
ACQUI (4-3-3): Ivaldi 8, Arecco 6.5, Sciutto 6.5, Martino F. 7, Contrafatto 7, Morganti 7 (49' st De Alexandris sv), Massucco 6 (20' st Costa Pisani 6), Martino T. 7, Mazzarello 6.5 (43' st Gallo sv), Cadario 7 (34' st Piccardo D. sv), Ruci 7.5. A disp. Vecchiattini, Parisio, Garello, Lakraa, Crescentini. All. Malvicino 8.
ARBITRO: Pasculli di Como 7.
ASSISTENTI: Severini di Seregno e Longoni di Seregno.
AMMONITI: Morganti (A), Cardace (V), Lazar (V).

LE PAGELLE

VARESINA

Griggio 8 Sventa diversi tentativi ospiti mostrando grande sicurezza e reattività. Para un rigore e capitola solo sul colpo di testa di Ruci.  
Sosto 7.5 Pregevoli le sue iniziative sulla destra. Quando parte palla al piede è difficile da contenere e supera con velocità e destrezza diversi avversari. Bene anche in fase difensiva. 
Lanza 6.5 Anche lui si propone in avanti con buona continuità e tiene bene botta in difesa.
Di Palma 6.5 Svolge un buon lavoro in entrambe le fasi ed è autore di buoni break che fanno conquistare metri alla squadra.
10’ st Fall 6 Prova a portare fisicità e qualità, ma si vede poco. (34’ st Marino sv).
Lazar 7 Presidia bene l’area di rigore, copre bene tutti gli spazi centrali e si rende pericoloso di testa.
Carrino 7 Vince diversi duelli aerei, è quasi sempre attento e concentrato e con un’incornata impegna Ivaldi alla parata.
Sali 6.5 Quando riesce a sprigionare la sua velocità crea grattacapi agli avversari. Gioca con grande determinazione ed energia. (36’ st Boy sv).
Marin 6.5 Accompagna bene l’azione, macina tanti chilometri e si rende utile in entrambe le fasi.
Ruzza 6.5 Nell’unica occasione che ha costringe Ivaldi a una grande parata. Fa tanto movimento ma è difficile trovare spazi.
10’ st Colombo 6 Prova a dare maggiore peso all’attacco ma i compagni faticano a trovarlo.
Pastori 6 Viene ben contenuto, prova qualche giocata, mostra intraprendenza ma non trova gli spunti giusti.
10’ st Metti Nicolas 6 Tenta qualche sgasata sulla sinistra, in un’occasione si libera al tiro ma calcia debole e non crea problemi a Ivaldi.
Cardace 6.5 Cerca di liberarsi dalla marcatura per offrire appoggio ai compagni. Prova a dare qualità alla manovra e in qualche occasione commette degli errori di misura.
20’ st Vaccani 6 Prova a dare qualità e dinamismo ma non incide particolarmente.
All. Brandazza 7 La squadra gioca un buon primo tempo, nella ripresa perde un po’ di brillantezza e va sotto nel punteggio. Nel finale i suoi ragazzi spingono con forza e hanno delle buone occasioni ma non riescono a trovare la via del gol.

Sosto (a sinistra) e Griggio (a destra), i due migliori in campo della Varesina

ACQUI

Ivaldi 8 Vola con grande agilità per tenere la porta inviolata. Si erge a muro e disinnesca diversi tentativi della Varesina. 
Arecco 6.5 Prestazione solida, concede poco o nulla in fase difensiva e non si fa mai sorprendere. 
Sciutto 6.5 Tiene bene botta, è difficile da superare ed è autore di buone chiusure. 
Martino F. 7 Legge bene tutte le situazioni, non va quasi mai in difficoltà e interviene con tempismo e precisione. 
Contrafatto 7 Insieme a Francesco Martino forma una coppia collaudata. Come il numero 4 è autore di numerose chiusure importanti. 
Morganti 7 Gioca con grande qualità ed eleganza. Mostra un grande controllo di palla ed è autore di giocate di pregevole fattura. L'unica pecca è il rigore sbagliato, ma può capitare a tutti. (49' st De Alexandris sv). 
Massucco 6 Non è molto coinvolto nella manovra ma quando il pallone transita dai suoi piedi lo gestisce quasi sempre bene. 
20' st Costa Pisani 6 Contribuisce a dare solidità alla squadra e ordine alla manovra. 
Martino T. 7 Nel primo tempo non si vede molto, cresce sensibilmente nella ripresa con maggior coinvolgimento nella manovra e giocate di qualità. 
Mazzarello 6.5 Con un bello spunto si conquista il rigore. Per il resto viene ben contenuto, ma tiene sempre impegnata la difesa avversaria. (43' st Gallo sv).
Cadario 7 Batte bene quasi tutti i calci piazzati, che siano corner o punizioni e serve l'assist a Ruci. (34' st Piccardo D. sv). 
Ruci 7.5 Realizza il gol che decide la partita con un bel colpo di testa angolato. Nel primo tempo minaccia la porta di Griggio con un tiro da fuori area. 
All. Malvicino 8 La squadra cresce alla distanza, il secondo tempo oltre al gol vede in precedenza un rigore sbagliato. Anche nella prima frazione di gioco la prestazione non è mancata, sebbene con qualche difficoltà nella creazione di occasioni. Prosegue un cammino eccezionale che li vede imbattuti in stagione. 

Cadario (a sinistra) e Ruci (a destra), assist del primo e gol del secondo

ARBITRO

Pasculli di Como 7 Direzione di gara sicura e puntuale. Giusta l'assegnazione del rigore e buona la collaborazione con gli assistenti.

LE INTERVISTE

Brandazza, all. Varesina: «Abbiamo disputato una buona partita, soprattutto nel primo tempo. Complimenti all'Acqui che ha dimostrato il suo valore ed è imbattuto in stagione. La partita è stata decisa da una palla inattiva ed è stato un incontro equilibrato. Nella ripresa il loro portiere ha fatto due belle parate ed è stato bravissimo». 

Moscardini Malvicino, all. Acqui: «Questa è stata una gara durissima, la Varesina nel primo tempo ci ha impegnato molto. Siamo stati bravi a resistere e a uscire nel secondo tempo. Tanti complimenti alla Varesina che mi ha impressionato molto. Nel secondo tempo abbiamo cambiato strategia e li abbiamo aspettati un po' di più. Nel finale ci siamo abbassati un po' troppo ma comunque ce l'abbiamo fatta». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400