Cerca

Under 18

Ritmi altissimi e stagione che parte a razzo: botta e risposta esaltante

Termina in pareggio una gara che vede i ritmi affievolirsi con l'andare dei minuti ma che emoziona nelle prime fasi

SANT'ALESSANDRO UNDER 18 REGIONALE BRUSAFERRI

UNDER 18 SANT'ALESSANDRO: Jonathan Brusaferri, l'instancabile esterno del Sant'Alessandro

Pareggio per 1-1 giusto tra Sant'Alessandro e Casorate. Una gara d’esordio ricca di spunti interessanti nonostante l’evidente, e comprensibile, ritardo di condizione atletica mostrato da entrambe le compagini. Il match parte subito fortissimo con le due reti siglate entrambe prima del decimo minuto. Dopo una prima frazione partita a razzo grazie alla magia di Sarchi, i ragazzi di Perja hanno visibilmente accusato la risposta di Benetollo, smettendo di convincere fino al duplice fischio. Padroni di casa a cui è servito l’intervallo per risistemarsi e giocare un secondo tempo gagliardo, maggiormente convincente e tecnicamente valido. Prestazione altrettanto valida per gli ospiti, i quali si affacciavano ai nastri di partenza della stagione con numerose assenze tra i ranghi difensivi, e catapultati al primo campionato regionale dopo essersi barcamenati a fondo classifica provinciale lo scorso anno.

BOTTA E RISPOSTA

Il campionato parte con il botto. Osservando la cattiveria agonistica ed il furore che entrambe le formazioni profondono, non è un mistero che si arrivi al settimo minuto con ben due reti all’attivo. Sono i biancoblù a fare gli onori di casa e ad aprire il match con un’autentica perla dell'ala destra Mattia Sarchi. Il numero 7 è, infatti, abilissimo a smarcarsi e raccogliere un lungo rilancio di Pizzo, puntare e saltare in maniera perentoria Cornalba, e sparare un sinistro a rientrare sotto l’incrocio lontano. Una rete che lascia di stucco tutti, tranne i giocatori ospiti. Perché dopo appena una manciata di minuti di pura aggressione tattica, il Sant’Alessandro pareggia grazie all’intuito del proprio centravanti. Benetollo è bravo sfruttare una fatale, benchè minima, indecisione di Maggi sulla trequarti, fiondandosi rapidamente verso Pizzo e piazzando, con estrema freddezza, la sfera sotto la traversa con un mancino preciso. Il pareggio galvanizza i bianchi, che caricano a testa bassa sull’energie garantite dall’immediata reazione. Prima è Ghigliani a sfiorare la traversa con un velenoso destro da fuori e successivamente è lo scatenato Brusaferri a divorarsi il vantaggio, dopo una manovra magistrale orchestrata dal centrocampo di Vitaloni. I padroni di casa provano a rispondere timidamente sfruttando qualche saltuaria insicurezza difensiva avversaria, come quella che porta Scamarda a calciare da posizione defilata addosso a un Mastroni in uscita.

PORTE STREGATE

Dopo la prima mezz’ora a ritmo forsennato, carica agonistica di entrambe le formazioni si affievolisce sotto il sole, e il caldo, del pomeriggio. In questo clima sfibrante, un solo ragazzo sembra emergere particolarmente, ed è il laterale di sinistra, Jonathan Brusaferri. Il numero 3 dei pavesi comincia ad incendiare la fascia di competenza con accelerazioni brutali e spunti di qualità, impegnando Pizzo in pregevoli interventi e seminando preoccupazione tra le maglie difensive biancoblù con la propria capacità di dribbling. Ed è da uno di questi spunti che si sviluppa l’azione corale migliore della gara, ormai giunta al tramonto della prima frazione: Benetollo raccoglie una serie di scambi stupendi con i propri centrocampisti, ma calcia a lato, presentatosi dinanzi ad un preoccupato Pizzo. Al rientro dagli spogliatoi, la freschezza iniziale del Casorate sembra magicamente ritrovata, anche grazie agli aggiustamenti del proprio tecnico. Le offensive di Scamarda, Chiavetta e Ambrosini trovano quasi sempre i guanti di Mastroni, e neppure un’uscita infelice di quest’ultimo, che regala pallone e specchio della porta a Salouji, viene convertita in rete dai ragazzi di Perja. La gara perde comprensibilmente in spettacolo nell’ultimo quarto d’ora, con i ragazzi svuotati di energia, dal caldo e dai residui della preparazione che pesa sulle loro gambe, e si chiude con un pareggio che fa da specchio all’equilibrio complessivo tra i due tempi.

IL TABELLINO

CASORATE-S.ALESSANDRO PV 1-1
RETI (1-0, 1-1): 5’ Sarchi (C), 7’ Benetollo (S).
CASORATE (4-3-3): Pizzo 6.5, Tempesta 6.5 (12’ st Santagostino L. 6), Santagostino Ratti 6, Maggi 6, Maravigna 6.5, Salouji 7, Sarchi 7.5, Di Maria 6 (16’ st Chiavetta 6.5), Scamarda 6.5, Ambrosini 6.5, Maione 6 (16’ st Scardoni 6). A disp. Canini, Guerini, Adamo, Leone, Passafaro, Di Maria Francesco,. All. Perja 6.5.
S.ALESSANDRO PV (3-5-2): Mastroni 6.5, Fruci 6.5, Brusaferri 8, Carbonara 6.5, Cornalba 6 (7’ st Cabras 6), Calio 7, Reali 6.5, Perduca 6.5 (33’ st Manfredi sv), Benetollo 7, Simeone 7, Ghigliani 6.5 (25’ st Tilocca sv). A disp. Anelli, Sciandra. All. Vitaloni 7.
ARBITRO: Vismara di Lomellina 6.5.
AMMONITI: Maione (C), Tempesta (C), Perduca (S), Brusaferri (S).

LE PAGELLE

CASORATE

Pizzo 6.5 Sempre attento sulle uscite in presa alta, trasmette sicurezza ai propri difensori con carattere.
Tempesta 6.5 Brusaferri è un fulmine, lui non demorde e cerca di contenerlo dando fondo alla sua intelligenza tattica. Personalità nel far provare a far partire l’azione.
12’ st Santagostino L. 6 Come il predecessore si esibisce bene in fase di contenimento, senza aggiungere nella in termini di spinta offensiva.
Santagostino 6 Svolge una prova ordinata, controllando, con alterne fortune, la vivacità di Reali. Praticamente nullo in fase di spinta.
Maggi 6 Usa egregiamente la propria stazza in fase di marcatura. Costa, però, cara l’indecisione che spalanca l’area a Benetollo.
Maravigna 6.5 Il migliore del comparto arretrato biancoblù. Presenza di spicco, ottime letture e notevoli capacità di impostazione.
Salouji 7 Granitico centrocampista difensivo dei padroni di casa, stoppa le avanzate ospiti con chiusure puntuali ed è abile a far ripartire l’azione con qualità.
Sarchi 7.5 Sigla la splendida rete che stappa la gara. In generale si dimostra un’ingombrante, in positivo, presenza in zona offensiva, in grado di generare chance grazie al suo brillante intuito.
Di Maria 6 Prova sofferta ma generosa. Risulta spesso risucchiato dal folto centrocampo degli ospiti.
16’ st Chiavetta 6.5 Il suo ingresso vitalizza le offensive biancoblù. Eccelle per iniziative e velocità sulla trequarti.
Scamarda 6.5 Soffre nella prima frazione, scattando a vuoto in profondità. Molto più concreto nella ripresa. È lui a guidare il reparto offensivo alla ricerca del nuovo vantaggio.
Ambrosini 6.5 Anch’egli disputa una prima frazione in cui fatica ad eccellere tra le linee. Risvegliato dall’intervallo, prende per mano la squadra come un vero leader tecnico.
Maione 6 Un’ora senza mai riuscire veramente a spiccare per le sue doti tecniche.
16’ st Scardoni 6 Nessun particolare grattacapo difensivo da dover sbrogliare nella mezz’ora finale.
All. Perja 6.5 I suoi sono in evidente difficoltà nell’impostare l’azione, nonostante la rete iniziale. Bravo a risistemare tatticamente i ragazzi dopo l’intervallo, rinfrescando le idee e la manovra di gioco.

SANT'ALESSANDRO PV

Mastroni 6.5 Uno dei più giovani e sicuramente il meno esperto. Nonostante ciò, si prodiga encomiabilmente, con qualche insicurezza ma coraggio da vendere.
Fruci 6.5 Attentissimo difensivamente, Limita perfettamente Maione, con estrema compostezza.
Brusaferri 8 Nulla da imputare all’inesauribile esterno degli ospiti. Onnipresente in entrambe le fasi di gioco, è la vera anima della squadra.
Carbonara 6.5 Davvero portentoso nella puntualità con cui si fa trovare a centrocampo, pronto per gestire al meglio la sfera.
Cornalba 6 Si perde nettamente Sarchi in occasione del vantaggio di padroni di casa. Si riprende con il passare dei minuti, controllando con attenzione il suo diretto avversario.
7’ st Cabras 6 Apporto pressoché identico a quello del collega che è andato a sostituire.
Calio 7 Altro ragazzo apparentemente fondamentale per la formazione ospite. Giganteggia in difesa recuperando prontamente, e imposta con innata lucidità.
Reali 6.5 Mette al servizio dei compagni la propria velocità e la propria intelligenza tattica con grande dedizione.
Perduca 6.5 Insieme a Simeone è letteralmente un vero e proprio dominatore del centrocampo. Protagonista di giocate mai banali per smarcare e servire i compagni. (33’ st Manfredi sv).
Benetollo 7 Centravanti difficilissimo da contenere. Sigla il pareggio da rapace vero, e mette a ferro e fuoco per un’ora abbondante il reparto arretrato dei padroni di casa.
Simeone 7 Il vero uomo in più su tutta la linea mediana. Scambia bene con i centrocampisti, è abile nel dribbling e vede gli inserimenti del proprio reparto d’attacco.
Ghigliani 6.5 Svaria bene su tutto il fronte offensivo con generosità, applicandosi tatticamente con discreti risultati. (25’ st Tilocca sv).
All. Vitaloni 7 I suoi ragazzi si rendono protagonisti di una prova corale di alto livello. Un esordio tutto sommato positivo, per una compagine che l’anno scorso navigava a fondo classifica dei provinciali.

ARBITRO

Vismara della Lomellina 6.5 Direzione complessivamente molto valida, di polso e senza particolari sbavature. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400