Cerca

Under 18

Che assist! Un ex Renate e Lecco protagonista al Viareggio con gli argentini del Don Torcuato

Simone D'Avino, in prestito dal Chiasso, decisivo nella vittoria contro l'APIA Leichhardt: qualificazione ancora aperta

Don Torcuato

Foto di squadra per gli argentini del Club Atletico Don Torcuato (foto: instagram viareggiocupofficial)

C'è anche un po' di Italia nella vittoria dell'Atletico Don Torcuato contro l'APIA Leichhardt, un 2-0 con cui la formazione argentina tiene aperti i giochi per la qualificazione agli ottavi di finale della Viareggio Cup. Punto cardine della squadra sudamericana è Simone D'Avino, calciatore italianissimo (è di Arosio, provincia di Como), arrivato in prestito dal Chiasso per rinforzare la rosa dell'allenatore Alexandro Gabriel Gorno. Classe 2004, ruolo centrocampista e con la fascia da capitano addosso, è stato uno dei migliori in campo con diverse occasioni create e soprattutto con il bellissimo assist per il gol di Cassinelli che ha aperto le danze a fine primo tempo: a chiudere il risultato ci ha pensato poi Caceres su punizione all'ultimo minuto.

VIAREGGIO CUP • I RISULTATI DI OGGI

TUTTO ANCORA APERTO

La vittoria era fondamentale per continuare a sperare nella qualificazione: dopo l'esordio non felice contro il Sassuolo (10-0 per gli emiliani), i 3 punti erano imprescindibili e proprio grazie a D'Avino gli argentini non hanno fallito. Il numero 11 ha giocato una grande partita, e adesso il passaggio del turno è ancora possibile anche se la sfida di lunedì contro il Bologna sembra proibitiva. Ma nel calcio, si sa, mai dire mai.

SIMONE D'AVINO "pizzicato" durante il ritiro del Club Atletico Don Torcuato, società argentina che lo ha preso in prestito dal Chiasso per giocare la Viareggio Cup

CHI È SIMONE D'AVINO

18 anni compiuti il 20 gennaio di quest'anno, Simone D'Avino è un centrocampista di qualità che oggi gioca nel Chiasso, la cui prima squadra milita nella terza serie in Svizzera (Promotion League). Classe 2004, muove i primi passi nei campetti comaschi prima di approdare al Renate. Nella stagione 2016-2017 comincia il suo percorso nell'agonistica, giocando con la maglia delle Pantere nel campionato Under 13 agli ordini dell'allenatore Cristiano Veronese; dopo la parentesi con l'Under 14 di Silvio Tribuzio, ecco la prima avventura elvetica con la maglia del Lugano. Dopo due anni, nel 2020-2021 si riavvicina a casa accasandosi al Lecco, dove viene inserito nella formazione Under 17 di Uberto Tomanin. È la stagione dello stop, e il richiamo della Svizzera - e del Chiasso stavolta - è troppo forte e così Simone torna di nuovo oltre al confine.

Don Torcuato e APIA Leichhardt schierate in campo al "Benelli" di Lido di Camaiore, in provincia di Lucca

OCCASIONE DA NON PERDERE

Per D'Avino questa partecipazione alla Viareggio Cup può essere una grande occasione, una vetrina nella quale farsi notare. E il ragazzo, per adesso, l'occasione non se l'è fatta sfuggire: nella prima partita infatti non è stato schierato (si è data precedenza al gruppo degli argentini), ma nella sfida di oggi contro gli italo-australiani dell'APIA Leichhardt si è distinto con grandi giocate - bellissimo il destro a girare con con cui ha sfiorato il gol poco prima dell'1-0 - e sfornando, appunto, l'assist per il gol che ha messo in disceso la gara. Si dice sempre che confermarsi sia la cosa più difficile: appuntamento a lunedì allora, quando il Don Torcuato si giocherà le sue carte per una qualificazione che sarebbe storica. Gli argentini proveranno il tutto per tutto per passare: e a guidarli ci sarà un ragazzo italiano.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400