Cerca

Under 18

Battuta la capolista! Il Milan rinvia la festa della Roma

Anane firma la vittoria del Diavolo, i giallorossi non festeggiano il primo posto

Milan-Roma Under 18

Simone Condello, attaccante del Milan, entra nella ripresa e dà il via all'azione che porta al gol decisivo

Dopo il 4-0 a Verona, il Milan porta a casa un'altra vittoria senza subire reti: stavolta a cadere sotto i colpi del Diavolo è niente meno che la Roma capolista. Una squadra, quella giallorossa, non solo prima ma pure in fuga: tant'è che vincendo al Vismara, in attesa dei risultati del pomeriggio, i ragazzi di Scurto avrebbero potuto festeggiare il primo posto matematico con una giornata di anticipo. Niente da fare: la squadra di Terni mette insieme un'altra grande prova dopo quella di giovedì con l'Hellas e inchioda la prima della classe sull'1-0. Dopo un primo tempo bloccato, a decidere il match è un gol di Anane al 18' della ripresa.

NON SI PASSA

Nel primo tempo succede poco o nulla. Ma non perché manchino le idee, ma perché i due sistemi di gioco si annullano a vicenda: il 3-5-2 di Terni sbilanciato a destra, con Piantedosi a sinistra a fare da contraltare rispetto alle discese di Boni, permette al Milan di tenere meglio il campo rispetto al 4-2-3-1 di Scurto, con Koffi che fa da motorino in posizione di trequartista portando i giallorossi, con il suo dinamismo, al 4-3-3 in fase difensiva. La gara, bloccata, non trova sbocchi: né sulla fasce, con Joao Costa volenteroso ma contenuto da Incorvaia e con Liburdi marcato stretto da Heffernan, né centralmente dove Marshage da una parte e Vetkal dall’altra tengono in piedi le rispettive mediane senza andare mai in affanno; i rossoneri ci provano con qualche palla ferma, ma dietro Chesti e Muratori fanno buona guardia su Anane e Omoregbe. La Roma è in cerca del match point per certificare il suo primo posto, ma il Diavolo - dopo il 4-0 sul campo del Verona - è in fiducia e a furia di provarci un paio di palle gol arrivano: prima con con un cross di Piantedosi che aziona Boni sul secondo palo (respinge Del Bello, 36’), poi con un colpo di testa di Pluvio su piazzato di Incorvaia che il portiere giallorosso blocca senza problemi (36’). La Roma è incartata, e le uniche due conclusioni verso Nava - Gante alto al 28’, Liburdi altissimo al 44’ - sono acqua fresca per la difesa rossonera.

Assemian Emmanuel Janvier Anane, centravanti del Milan: sua la zampata che vale i tre punti dei rossoneri

MERITATAMENTE MILAN

Nella ripresa la musica cambia. Ma non per merito della Roma prima in classifica, ma di un Milan che già sul finire di ripresa aveva fatto capire le sue intenzioni, confermate dopo appena 3 minuti con Boni che pizzica la traversa con un gran destro, decisiva la deviazione quasi impercettibile di Del Bello. Scurto, che nell'intervallo aveva sostituito Gante inserendo Ruggiero e accentrando Liburdi nel ruolo di punta, si sgola perché capisce che c'è qualcosa che non va e al 18' i suoi timori vengono confermati: angolo dalla sinistra di Condello (entrato poco prima insieme a Montalbano al posto di Eletu e Omoregbe), Anut colpisce di testa, sul secondo palo arriva la zampata di Anane con Del Bello che respinge quando ormai la palla aveva superato la linea di porta (sarebbe stato gol lo stesso con il successivo tap-in di Marshage). L'1-0 del Milan costringe la Roma a rincorrere, ma nemmeno gli ingressi di Ciuferri e Lilli consentono ai giallorossi di arrivare dalle parti di Nava. Anzi sono i padroni di casa ad andare più volte vicini al raddoppio: prima con un mancino velenoso di Condello innescato da Montalbano e messo in angolo con un miracolo da Del Bello (26'), poi con un destro da fuori sempre di Condello con il numero uno romanista che mette di nuovo in corner (32'). La capolista, al netto delle difficoltà incontrate oggi, però, è sempre la capolista e di qualità nelle giocate ne trova anche nelle giornate più difficili. E così negli ultimi dieci minuti un paio di occasioni per pareggiare arrivano: al 35' è bravo Nava in uscita su Koffi, al 37' è mastodontico l'errore di Falasca che arriva bene sul secondo palo sul cross dalla destra di Leonardo D'Alessio ma calcia incredibilmente a lato da due metri. Qui di fatto svaniscono le speranze della Roma, col Milan che nel finale butta via un'altra palla del 2-0 con Condello, scatenato, che si libera di Muratori ma poi mette a lato una volta arrivato davanti al portiere. Ma per il Milan va bene uguale: altra vittoria e altro clean sheet, e contro la prima in classifica.

IL TABELLINO

MILAN-ROMA 1-0
RETE: 18' st Anane (M).
MILAN (3-5-2): Nava 6.5, Heffernan 6.5, Piantedosi 6.5 (38' st Di Maggio sv), Anut 7, Incorvaia 7, Marshage 7, Boni 7.5, Pluvio 6.5, Anane 7.5 (38' st Pandini sv), Eletu 6 (15' st Montalbano 6), Omoregbe 6 (15' st Condello 6.5). A disp. Bartoccioni, Elia, Chiesurin, Zeroli, Dadie. All. Terni 7.5.
ROMA (4-2-3-1): Del Bello 7, D'Alessio L. 6.5, Falasca 5.5, Chesti 6, Muratori 6, Vetkal 6.5, D'Alessio F. 6.5 (20' st Lilli 6), Koffi 6, Gante 5 (1' st Ruggiero 5.5), Joao Costa 6 (38' st Graziani sv), Liburdi 5.5 (20' st Ciuferri 6). A disp. Brondbo, Ienco, Karagiorgis, Mancini, Fulvi. All. Scurto 5.5.
ARBITRO: Gemelli di Messina 7.
ASSISTENTI: El Filali di Alessandria e Marchese di Pavia.
AMMONITI: Falasca (R), Eletu (M), Boni (M).

3-5-2 classico per il Milan di Terni, ma con due innesti da 90: Omoregbe affianca Anane in attacco, Eletu dà qualità al centrocampo piazzandosi alla destra di Marshage. Davanti a Nava linea a tre con Heffernan-Anut-Incorvaia, Boni e Piantedosi sulle fasce e mediana completata dall'insostituibile Pluvio

Scurto sceglie il 4-2-3-1: i due D'Alessio in catena di destra con Joao Costa alto, dall'altra parte Falasca con Vetkal e Liburdi in attacco. Gante riferimento centrale, con Koffi a lavorare sia da trequartista che da mezzala sinistra: Del Bello tra i pali, Muratori-Chesti la cerniera centrale di difesa

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400