Cerca

Under 18

Inter, la lasagna alla bolognese è ancora indigesta: Owusu e Sarr salvano Zanchetta

Come accaduto a Simone Inzaghi, anche i baby nerazzurri sbattono contro i rossoblù

Inter, la lasagna alla bolognese è ancora indigesta: Owusu e Sarr salvano Zanchetta

A sinistra Owusu e a destra Sarr, in gol per l'Inter

Gli infrasettimanali tra Inter e Bologna: quello che sarebbero potuto essere, ma non è stato. Per i nerazzurri di Simone Inzaghi, sconfitti in terra emiliana e costretti ora ad inseguire i cugini del Milan. Per i baby nerazzurri di Andrea Zanchetta, fermati sul pari (2-2) al Suning dal Bologna - emiliani avanti una volta per tempo con Anatriello ma puntualmente ripresi da Owusu prima e Sarr poi - e incapaci di inanellare la terza vittoria consecutiva dopo gli 8 gol in due partite tra Ascoli e Sassuolo. Resta dunque tutto invariato in zona playoff: il Toro mantiene il secondo posto, la Fiorentina un piazzamento sul podio (ora a pari merito proprio coi rossoblù), la Spal l'ultimo posto utile per sognare la final four a una lunghezza dai nerazzurri. Tutto rimandato invece per Inter e Bologna, che torneranno in campo l'una contro l'altra il prossimo 8 maggio: un punto a testa che serve solamente a muovere la classifica, sebbene la seconda piazza - che vorrebbe dire accesso diretto alla final four - sia ancora decisamente alla portata.

VINCERE

Bologna 49, Inter 47: rossoblù al quarto posto, nerazzurri al quinto. Quando mancano 270 minuti alla fine della regular season e in palio c'è la possibilità di avvicinare il secondo posto, attualmente occupato dal Torino e ultimo valido per qualificarsi direttamente alla final four, non c'è bisogno di calcoli particolari: serve vincere. Lo sanno bene sia Zanchetta che Magnani, i cui tridenti offensivi sono uno spettacolo e offrono di tutto: qualità con Sarr e Corsi; estro con Curatolo e Mazia, senso del gol con Owusu e Anatriello. I sigilli messi a segno nel primo tempo sono due, uno per parte: a sbloccarla è il Bologna con Anatriello, letale nel battere Calligaris - miracoloso sul tentativo precedente dello stesso centravanti - finalizzando al meglio un assist al bacio di Mazia (8'); il pari dell'Inter arriva alla mezz'ora, quando Owusu raccoglie l'invito di Uberti e da fuori non lascia scampo ad Albieri con un rasoterra preciso sul secondo palo. Nel mezzo una partita aperta su entrambi i fronti, a tratti divertente e decisamente incerta: il 4-3-1-2 di Zanchetta, come dimostrato dalle numerose occasioni create (Curatolo dopo due minuti, Owusu al 5' e al 20', Kamate al 13' e Sarr al 14') e da quelle concesse agli ospiti, funziona bene prevalentemente dal centrocampo in su; discorso simile per il 3-4-1-2 di Magnani, visti gli enormi rischi corsi dietro ma la mole di gioco creata, quest'ultima capace di portare vicini al gol sia Karlsson al 13' che Anatriello al 21' (in entrambi i casi grandi interventi di Calligaris).

PUM-PUM

Il copione nella ripresa non cambia, almeno nei primi minuti. Quanto accade nei primi dieci minuti è un film già visto: gol dopo 8 minuti, firma di Anatriello e Bologna in vantaggio. Questa volta il centravanti rossoblù lo fa splendido: un destro chirurgico che, nonostante la leggera deviazione di Calligaris, sfiora la parte bassa della traversa e finisce in porta. Le differenze si intravedono nella restante mezz'ora di gioco, quando inevitabilmente cambiano le priorità: Inter alla ricerca disperata del pari, Bologna in controllo e senza la fretta di dover fare gol. Le sostituzioni a cavallo tra il 10' e il 30' lo confermano: sponda Inter, oltre agli ingressi di Marocco e Di Pentima, spicca l'avvicendamento Quieto-Owusu sulla trequarti e quello Esposito-Curatolo in avanti; sponda Bologna fuori Corsi e Acquah per fare spazio ale forze fresche Dimitrijevic-Hodzic. Appena rientrato dall'esperienza in Nazionale, il più incisivo è senza dubbio Quieto che ci mette appena cinque minuti per prendersi la scena: prima raccoglie l'invito di Sarr, calcia a botta sicura ma colpisce clamorosamente il palo (18'); poi si mette in proprio dopo un assist di Biral e impegna Albieri con un tentativo da fuori (19'). L'eroe di giornata è però Sarr, fuori dal gioco per 85 minuti abbondanti ma capace di tenere a galla i nerazzurri: è suo il mancino su calcio di punizione che rimette le cose a posto a cinque dalla fine, approfittando di una leggerezza dell'estremo difensore rossoblù costata carissima agli emiliani.

IL TABELLINO

INTER-BOLOGNA 2-2
RETI:
8' Anatriello (B), 30' Owusu (I), 8' st Aatriello (B), 40' st Sarr (I).
INTER (4-3-1-2): Calligaris 6.5, Peretti 5.5, Perin 7, Uberti 6 (13' st Di Pentima 6.5), Stante 6 (13' st Marocco 6.5), Stankovic 6.5, Biral 5.5, Kamate 6, Curatolo 6.5 (31' st Esposito 6), Owusu 6.5 (13' st Quieto 7), Sarr 7. A disp. Raimondi, Motti, Pelamatti, Straccio, Clerici. All. Zanchetta 6.5.
BOLOGNA (3-4-1-2): Albieri 7, Karlsson 6, Panzacchi 6.5, Maltoni 6, Brandt 7, Crociati 7, Corazza 6.5 (45' st Busato sv), Corsi 7 (25' st Dimitrijevic 6), Anatriello 7.5, Mazia 6.5 (45' st Di Turi sv), Acquah 5.5 (28' st Hodzic 6). A disp. Verardi, Zaffi, Owusu, D'Almeida, D'Agostino. All. Magnani 6.
ARBITRO: Diop di Treviglio 6.5.
ASSISTENTI: Marchese di Pavia e Consonni di Treviglio. AMMONITI: Acquah (B), Biral (I).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400