Cerca

Under 18

L'Inter non sa più vincere: Anatriello e Mazia stendono i nerazzurri

I due assi del Bologna complicano al vita a Zanchetta: decisiva la sfida contro la Sampdoria

L'Inter non sa più vincere: Anatriello e Mazia stendono i nerazzurri

Stankovic, classe 2005 in forza all'Inder

Inter, la lasagna alla bolognese è ancora indigesta. Dopo il 2-2 di dieci giorni fa del Suning (clicca per la cronaca), questa volta la prelibatezza culinaria è andata proprio di traverso ai nerazzurri: in Emilia vince il Bologna con un netto 3-1, trascinato da uno straordinario Anatriello (doppietta) e dal suo fuoriclasse Mazia, con i due tenori rossoblù che hanno risposto senza diritto di replica al sigillo iniziale di Quieto. La rincorsa alla final four dei nerazzurri ora si complica pericolosamente: dopo il pari senza reti di domenica scorsa contro la Lazio (clicca per la cronaca) Zanchetta si ferma ancora e, pur mantenendo ancora nelle mani il proprio destino, sarà costretto a non fallire la sfida contro la Samp per evitare un possibile sorpasso del Parma, attualmente distante una sola lunghezza e appena fuori dalla zona playoff. 

VANTAGGIO

A partire forte è l'Inter, schierata con l'ormai collaudato 4-3-1-2 e capace di creare non pochi grattacapi al Bologna. L'asse che funziona meglio è quello di destra, con Marocco - rientrato negli undici titolari già domenica scorsa contro la Lazio - a fare il bello e il cattivo tempo, dimostrandosi attento dietro e uomo in più in avanti. Chi ne approfitta è Sarr, vista l'occasionissima capitatagli poco dopo la mezz'ora: Marocco lo serve in profondità, lui salta di netto Brandt e calcia a botta sicura verso la porta difesa da Franzini, costretto agli straordinari per mantenere il parziale in parità. Tempo cinque minuti e l'Inter passa meritatamente. Andersen s'inventa un lancio di trenta metri per Quieto, che in una giocata dimostra tutta la sua qualità tecnica: pallonetto d'esterno destro, Franzini beffato, pallone in rete e gol del vantaggio (36'). Il Bologna non ci sta e prima dell'intervallo la riprende con Mazia e passa con Anatriello, il tutto nel giro di un minuto d'orologio. Il gol del pari è un qualcosa da vedere e rivedere: Anatriello lascia sul posto Di Pentima e offre un cioccolatino a Mazia, che come Messi nella finale di Champions League del 2009 vola in cielo e di testa beffa con un pallonetto Calligaris (39').

STREPITOSI

Il vantaggio è altrettanto strepitoso, vista l'azione che porta Anatriello a raddoppiare: Biral perde un pallone rovinoso e favorisce Diop, bravo nel cercare e trovare lo stesso numero 9 tra le linee che, con un colpo di tacco da favola, serve Mazia il quale calcia a botta sicura. A porta sguarnita è Stankovic a metterci una pezza, ma nulla può sul secondo tentativo di Anatriello che senza indugi fa 2-1 (40'). Se i primi due sigilli passeranno alla storia come due perle sopraffine, il definitivo 3-1 merita quantomeno una candidatura al premio Puskas. Il protagonisti sono ancora Mazia e Anatriello: il primo raccoglie l'invito di testa ad opera di Corsi e serve il secondo, che con uno splendido mancino da fuori area scheggia il palo e batte per la terza volta Calligaris, anche questa volta non esente da colpe (15'). La reazione nerazzurra non porta risultati rilevanti, tant'è che anche gli ingressi di Owusu ed Esposito - in campo rispettivamente per Curatolo e Quieto - non bastano per quantomeno accorciare le distanze in vista di un possibile assalto finale.

IL TABELLINO

BOLOGNA-INTER 3-1
RETI (0-1, 3-1): 36' Quieto (I), 39' Mazia (B), 40' Anatriello (B), 14' st Anatriello (B).
BOLOGNA (3-4-1-2): Franzini 6.5, Karlsson 6 (30' st Hodzic sv), Panzacchi 6, Maltoni 7, Brandt 6 (33' Cricca 6), Amey 7, Diop 6 (24' st Dimitrijevic 6), Corsi 6.5, Anatriello 8, Mazia 7.5, Acquah 6. A disp. Raffaelli, Omoregie, Zaffi, Owusu, D'Almeida, D'Agostino. All. Magnani 7.
INTER (4-3-1-2): Calligaris 5.5, Marocco 7, Perin 6, Andersen 6.5 (20' st Uberti 6), Stankovic 6, Di Pentima 6, Biral 5 (9' st Stante 6), Kamate 5.5, Curatolo 5.5 (9' st Owusu 5.5), Quieto 7 (30' st Esposito sv), Sarr 6. A disp. Raimondi, Ronco, Peretti, Maiullari. All. Zanchetta 5.
ARBITRO: Zanotti di Rimini 7.
ASSISTENTI: Barcherini di Terni e Brunozzi di Foligno.
AMMONITI: Stante (I), Stankovic (I), Di Pentima (I), Corsi (B).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400