Cerca

Under 18

Inter, il terzino del futuro ce l'hai in casa ed ha 18 anni: Alessandro Marocco, il baby diamante nerazzurro

Classe 2004 da Milano, è uno dei fedelissimi del Biscione e il prossimo anno sarà aggregato alla Primavera di Chivu

Alessandro Marocco

Alessandro Marocco, terzino classe 2004 in forza all'Inter

Dammi la velocità di Dumfries, la progressione di Hakimi, la tecnica di Cancelo e il tempismo di Maicon. Quattro dei terzini destri più iconici dell'ultimo decennio nerazzurro per provare a fotografarne uno che ha tutto per rappresentare il futuro dell'Inter. 18 anni compiuti lo scorso 1 aprile, interista doc e talento fuori dall'ordinario: Alessandro Marocco. Classe 2004 da Milano, è reduce da una brillante stagione con l'Under 18 di Andrea Zanchetta: 30 presenze (di cui 23 da titolare), 4 gol e una media voto di 6.7. Il tutto unito a un apporto importante in termini di assist, avendo a disposizione un destro educatissimo il quale, assieme a una progressione degna del miglior Hakimi, lo rendono una vera spina nel fianco quando parte sulla sua corsia. Caratteristiche che non sono passate inosservate allo stesso Zanchetta, che lo ha provato a più riprese anche nei tre di centrocampo come mezzala di destra.

Alessandro Marocco in maglia Inter

MODERNO

«Corri ma non hai i piedi? Vai a fare il terzino» si diceva qualche decennio fa, ma oggi la musica è decisamente cambiata: spesso, tolti i fantasisti e alle volte i registi, sono proprio i difensori esterni gli uomini di maggiore qualità, tant'è che da qualche anno a questa parte sta prendendo sempre più piede la definizione di terzino moderno. L'Inter uno ce l'ha in casa e non ha alcuna intenzione di lasciarselo sfuggire, nonostante le avanches di altri club di Serie A - italiani ma anche esteri, su tutti i francesi - non manchino affatto. Quanto fatto con l'Under 18 è un biglietto da visita niente male per la sua prossima avventura in viale Liberazione, visto che il grande salto in Primavera è praticamente certo: dato l'addio imminente di Mattia Zanotti, probabilmente destinazione Avellino, sarà Alessandro Marocco ad avere le chiavi della corsia di destra di Cristian Chivu. 

I NUMERI DI ALESSANDRO MAROCCO

  • PRESENZE: 30
  • MINUTI GIOCATI: 2201
  • MEDIA VOTO: 6.7
  • GOL: 4
  • MINUTI/GOL: 528
  • SOSTITUZIONI IN: 7

Alessandro Marocco ai tempi della Pro Sesto

VETERANI

Archiviata la delusione di Firenze, con i nerazzurri sconfitti con un netto 3-0 contro la Fiorentina ai playoff per accedere alla final four Scudetto, per il classe 2004 è ora tempo di staccare la spina fino all'inizio della preparazione. Quella che inizierà il prossimo luglio sarà per lui la stagione numero 6 in maglia Inter, l'ennesima dopo l'approdo ai nerazzurri dell'estate del 2016: un percorso iniziato agli Esordienti, proseguito nell'agonistica e culminato con l'approdo in Primavera. Dopodiché sarà vietato porsi limiti, per lui ma anche per gli altri veterani classe 2004: da Dennis Curatolo (probabilmente in partenza) a Simone Bonavita (probabilmente di ritorno dopo un anno in prestito alla Sampdoria), passando per Nicolò Perin e Andrea Pelamatti, colleghi di sinistra nella retroguardia nerazzurra.

LA SCHEDA DI ALESSANDRO MAROCCO

  • NOME: Alessandro Marocco
  • ANNO: 2004
  • PIEDE: Destro
  • RUOLO: Terzino destro
  • CARATTERISTICHE: Tecnica, velocità e progressione

PASSATO

Se il futuro è ancora tutto da scrivere, il passato racconta di sudore, sacrificio e passione. Tutte qualità messe in campo dai tempi dell'oratorio fino al passaggio all'Inter: nel mezzo le esperienze in maglia Accademia Inter, Lombardia Uno, Pro Sesto e Atalanta. Il rapporto con la Dea porta con sé una storia tutta da raccontare. Corre la stagione 2015/2016 e Marocco, in maglia Pro Sesto, vive una delle sue migliori stagione a livello personale: al sabato si scende in campo per il campionato, poi vinto imponendosi con forza contro realtà ben più blasonate; alla domenica è invece tempo di test match, rigorosamente contro squadre professionistiche. Le sue prestazioni del Breda non passano attirano gli occhi di molti, su tutti quelli di Mino Favini, storico dirigente dell'Atalanta prematuramente scomparso il 23 aprile del 2019 all'età di 83 anni: tempo qualche settimana e Alessandro veste la maglia della Dea per allenamenti e amichevoli. Lo fa ininterrottamente da gennaio a giugno, fin quando l'Inter - dopo averlo contattato e provato nel mese di gennaio, dopodiché mesi di silenzio - non gli propone di metterlo sotto contratto. Alessandro, interista e milanese doc, non ci pensa due volte e dice sì.

Alessandro Marocco in uno scatto mentre giocava a rugby

STORIA

È il primo anno di liceo e il classe 2004 inizia a toccare con mano cosa significhi fare il calciatore: nel bene, vestendo una delle maglie più blasonate del calcio mondiale, ma anche nel male, visto che i primi sei mesi vede pochissimo il campo. La svolta arriva con lo spostamento sulla corsia di destra, salutando - col senno di poi definitivamente - il ruolo di difensore centrale. È l'inizio di una scalata strepitosa, resa ancora più magica dal suo passato. Dopo i primi anni all'oratorio Nord-ovest, piccola realtà in zona Certosa a Milano, passa prima all'Accademia Inter - scuola calcio Inter - e poi al Lombardia Uno. Sono anni splendidi per Alessandro: gol a valanga, crescita esponenziale e un processo di innamoramento al mondo del calcio che si fa sempre più rapido. Calcio ma non solo, visto l'amore per un altro sport: il rugby. Fino al passaggio alla Pro Sesto, formalizzato il 24 agosto del 2015 dopo l'addio al Lombardia Uno, passava nel giro di qualche ora dal pallone rotondo a quello ovale. Quest'ultimo è stato poi messo da parte per concentrarsi totalmente al calcio. Mai scelta fu più azzeccata, visto il percorso che l'ha è portato fino alla Primavera dell'Inter, a un passo dalla prima squadra: ma il bello deve ancora venire...

LA CARRIERA DI ALESSANDRO MAROCCO

  • ORATORIO NORD-OVEST
  • ACCADEMIA INTER
  • LOMBARDIA UNO
  • PRO SESTO
  • INTER
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400