Cerca

AFG Azzano Under 19: Fabio Castellani è il tecnico di una squadra che non sa perdere

Afg Azzano Under 19

Afg Azzano Under 19

L’ Azzano Fiorente Grassobbio è la capolista del Girone E dell'Under 19 Bergamo, e ha quattro punti di vantaggio nei confronti del Lallio, secondo. L’allenatore dell’Azzano Fiorente Grassobbio Fabio Castellani racconta soddisfatto: «Il momento di svolta della stagione è arrivato con la vittoria per 4-1 nello scontro diretto contro il Lallio. All’inizio abbiamo subito un gol che ci ha motivato e abbiamo ribaltato il risultato già nel primo tempo. Nel secondo abbiamo gestito il vantaggio e difeso il risultato, memori del pareggio all’andata per 2-2, in cui nella ripresa abbiamo subito la rimonta in soli cinque minuti». Diversi giocatori dell’Azzano Fiorente Grassobbio, nati nel 2001, si allenano con la prima squadra e durante le partite giocano con maggior intensità. La prima classificata del girone ha realizzato per adesso 76 reti e ne ha subite 16. Castellani ritiene: «I ragazzi in partita si impegnano al massimo, abbiamo il miglior attacco e la miglior difesa e questo vorrà pur dire qualcosa». A mandare in orbita la squadra sono stati i gol di Massimiliano Gafforelli e i difensori Vescovi e Cattaneo, che nonostante gli infortuni ha saputo dare il suo contributo. Il tecnico Castellani è entusiasta anche del portiere, Nicola Malanchini: «È molto reattivo anche sulle uscite alte, ma dovrebbe essere concentrato in tutta la partita e dovrebbe evitare alcune distrazioni. Ha anche parato due rigori, quindi non posso che essere soddisfatto anche di lui come di tutta la squadra». Altro momento cardine di questo campionato è stato il doppio scontro col Loreto: l’Azzano Fiorente Grassobbio ha vinto 1-0 all’andata in trasferta, e ha pareggiato 0-0 al ritorno: «Le due partite contro il Loreto erano molto toste - spiega Castellani - perché sono contro una squadra dal gioco molto fisico che ci ha dato del filo da torcere. All’andata abbiamo vinto grazie alla conclusione di Mirko Gualandris. In casa al ritorno non siamo riusciti a realizzare a causa della buona difesa del Loreto». L’obiettivo sportivo dell’Azzano Fiorente Grassobbio è tornare nei Regionali B: «Dobbiamo migliorare sotto l’aspetto tecnico e tattico, e non dobbiamo guardare solo il risultato e la prestazione, con lo scopo di preparare i ragazzi per farli giocare in prima squadra e far sì che non soffrano il salto di categoria». Unico motivo di rammarico, se così si può dire, è forse il pareggio per 0-0 nel derby contro l’Uso Zanica: «I nostri avversari hanno giocato con maggior impegno, noi avremmo dovuto attaccare con maggior velocità e intensità, nonostante tutti gli spazi chiusi». Un'altra pedina fondamentale di questa squadra è sicuramente Gualandris: «È il nostro centrocampista di riferimento, se riesce a velocizzare ulteriormente le sue giocate ha un buon futuro davanti». Il giovanissimo Andrea Casati è una punta molto promettente, dal tiro di sinistro interessante. E le prossime partite?: «Affronteremo due derby contro squadre molto toste, lo Zanica e il Grassobbio. Credo che l’avversario più ostico sarà però il Grignano. Non dovremo mai sottovalutare gli avversari, perché il risultato di una partita può essere condizionato anche dall’assenza di due o tre titolari o giocatori importanti».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400