Cerca

Oratori Alzanese Under 19: l'importanza fondamentale del ritmo partita e l'efficacia tattica della difesa a tre spiegate dal tecnico Roberto Cassina

Oratori Alzanese U19
Gli Oratori Alzanese Under 19, allenati dal tecnico Roberto Cassina, avevano esordito nell'ormai lontana prima di campionato di questa stagione con una vittoria casalinga battendo per 3-2 il Ranica. A segno l'attaccante Christian Parmeggiani con un gran destro in area avversaria dopo aver ben dribblato il portiere, il centrocampista Manuel Signori mediante un colpo di testa su un cross proveniente dalla trequarti, e Tommaso Mazzoleni, su un traversone rasoterra da parte di Simone La Rossa. Nella formazione ospite, che ha siglato due reti in contropiede nella ripresa, giocavano alcuni ragazzi nati nel 2000, più grandi d'età ed esperti in campo, che avevano partecipato anche al Bonacina. L'allenatore ricorda con molta soddisfazione, ma con particolare senso critico quella gara, osservando e raccontando: « I ragazzi hanno giocato molto bene, meritando la vittoria, concludendo il primo tempo in vantaggio di un gol. L'hanno dominata, tentando anche di calare il poker, ma nel secondo tempo ho notato che erano un po' stanchi, e hanno subito le due realizzazioni avversarie. Il nostro è un calcio rivolto all'attacco, e credo che avremmo dovuto essere molto più coperti e concentrati in difesa, allo scopo di evitarle». Il capitano della formazione di Cassina è il maturo Christian Parmeggiani, autorevole, buon motivatore e coordinatore. Il vice è il valido Manuel Signori, e sono entrambi già aggregati alla Prima Squadra. Gli Oratori Alzanese hanno degli efficienti reparti, ma il conclusivo è molto dinamico, grazie anche agli esterni Filippo Mazzoleni e Jacopo Valetti. Tra i protagonisti del reparto difensivo il centrale Nicola Tombini, molto rapido e bravo nelle marcature a uomo, che imposta bene le azioni di gioco. Nicola Franchini, promettente classe 2003, gioca bene anche adattato a terzino destro. Anche l'alto Daniele Tateo e Luca Guarneri sono solidi e promettenti difensori centrali. Il tecnico: « I nostri attaccanti dovrebbero essere più precisi e vigorosi mentre effettuano i tentativi a rete, e i difensori dovrebbero contrastare gli avversari con più grinta, ed essere più presenti mentalmente». Cassina parla della sua lunga, interessante e coinvolgente avventura sulla panchina: « Alleno ormai da dieci anni, e questa era la mia quarta stagione alla guida degli Oratori Alzanese. L'impatto con i ragazzi educati, volenterosi e diligenti fu molto buono. In precedenza ero vice-allenatore, dai Giovanissimi alla Prima Squadra dello Scanzorosciate, all'epoca militante in Prima Categoria, e ho seguito anche i Giovanissimi dello Scanzorosciate-Pedrengo. Sono stato al timone dei Giovanissimi e degli Allievi del La Torre, e infine degli Allievi e della Juniores degli Oratori Alzanese, di cui rammento con molta gioia la vittoria degli Allievi per 2-1 nello scontro diretto per il terzo posto in classifica contro la Nembrese, e il bel 4-2 della Juniores contro l'allora capolista Cenate Sotto nel Bonacina, nelle quali i ragazzi dimostrarono un intenso impegno nel gioco. In passato ho giocato a calcio da portiere dai Pulcini fino agli Allievi dello Scanzorosciate, e da giocatore ricordo bene la finale del CSI, persa ai rigori al Campo Utili contro la Fiorente Colognola, nella quale parai ben due tiri dagli undici metri. Adesso lavoro da ferramenta navale a Seriate». Tra i pali il reattivo e dal fiuto della parata Stefano Brignoli, bravo anche a giocare con i piedi, e il giovane Alexis Singh, efficace soprattutto nelle uscite. Entrambi gli estremi difensori sono preparati in allenamento da Alessandro Pezzotta. A centrocampo, il centrale Giacomo Lorenzi, adattabile anche da interno e da mezzala, intelligente dal punto di vista tattico, Manuel Signori, che effettua anche validi tentativi a rete, e l'esterno mancino Simone La Rossa, che giunge spesso alla conclusione. L'allenatore: « I nostri centrocampisti sono fisicamente prestanti, molto vigorosi, hanno un buon senso del ritmo e recuperano molti palloni, ma dovrebbero migliorare soprattutto nelle ripartenze». Cassina spiega: « Gli attuali allenamenti congiunti daranno ai ragazzi la possibilità di riabituarsi al ritmo partita, che è essenziale nel calcio, perché è la migliore esercitazione a livello psicologico, e consolida la velocità e il dinamismo nei giocatori, migliorandoli anche dal punto di vista tecnico. Adotto il 3-4-3, perché ci permette di occupare meglio tutto il campo, sia in fase difensiva che in quella realizzativa, e per merito delle tre punte si fronteggiano meglio gli avversari. A volte muto il sistema di gioco in base alle condizioni dei giocatori, e all'andamento della gara. La difesa a tre privilegia molto le marcature a uomo, vi sono adattabili anche i centrocampisti esterni, e facilita l'impostazione dell'azione in fase conclusiva. Il suo difetto è che a volte si rischia di essere scoperti in occasione dei lanci lunghi da parte degli avversari. Apprezzo il tecnico atalantino Gian Piero Gasperini, che attribuisce molta importanza alla buona prestazione della Dea, in cui segnano spesso anche i difensori. Condivido la buona gestione del gruppo da parte dell'ex allenatore juventino Massimiliano Allegri, e anche Roberto De Zerbi alla guida del Sassuolo, che intende ottenere buoni risultati mediante il buon gioco. A livello europeo, oltre ai lavori proficui dello spagnolo Josep Guardiola del Manchester City, e del francese Zinedine Zidane del Real Madrid, anche il tedesco Thomas Tuchel al timone del Chelsea, schiera i suoi giocatori nei loro rispettivi ruoli, permettendo loro di dimostrare più evidentemente delle prestazioni migliori. Nonostante l'esonero dal Paris Saint Germain a metà stagione, nella scorsa, il celebre club transalpino vinse lo scudetto in Ligue1 anche per merito di Tuchel». Il vice-allenatore è Achille Carrara e i collaboratori sono Mauro Gritti e Ivan Alborghetti. Il tecnico: « Con Achille, Mauro e Ivan ci consultiamo in merito alla situazione della squadra, e ai titolari da schierare in partita. Svolgo anche il ruolo di preparatore atletico, avendo appena conseguito il patentino Uefa C». Il dirigente accompagnatore Camillo Brignoli accoglie le squadre ospiti in occasione dei match, e fa rispettare le regole previste dai protocolli. Il responsabile del settore giovanile Pietro Saporito segue le convocazioni dei giocatori nelle diverse categorie. Il presidente della società Ilvo Bonadio è sempre presente agli allenamenti e alle partite, è una persona molto disponibile, che supporta moralmente anche i ragazzi.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400