Cerca

Virtus Rondinelle Under 19, Roberto Savoldi parla dei suoi biancorossi: «Io grande amico di De Zerbi»

Roberto Savoldi, Virtus Rondinelle U19

Roberto Savoldi, Virtus Rondinelle U19

Il campionato Under 19 provinciale è fermo dalla prima giornata, precisamente dal 10 ottobre 2020: probabilmente non ripartirà più. Quel giorno non fu un esordio facile per la Virtus Rondinelle di Roberto Savoldi (nella foto). I biancorossi soffrirono la Bagnolese e persero la gara. Nonostante ciò, le Rondinelle per bocca del loro tecnico torneranno a volare nuovamente non appena si potrà ritornare sui campi. In questa intervista Savoldi ( ex trequartista con trascorsi nelle giovanili dell' Ospitaletto con tanto d'esordio in C e sulle panchine già da un decennio dopo le esperienze con Montirone, Flero, Lograto e Fornaci) ha raccontato qualche dettaglio delle sue sedute d’allenamento. Allora, Savoldi, come sta nella Virtus Rondinelle? È una società con un bel progetto? «Diciamo che mi lasciano lavorare bene». Questa è un’ottima premessa. Soddisfatto dell’organico? Anche se al di là del primo turno di fatto il campionato non è mai partito. «Sì, non posso lamentami, in squadra sono in tanti ad avere qualità, anche se spesso non la sanno usare a dovere» Chi sono i giocatori più rappresentativi della sua rosa? «Ma per esempio Andrea Marchiori, il nostro centrocampista classe 2002, oppure Davide Barbieri, altro centrocampista del 2002, o ancora Niza Daoudi, che anch’esso gioca a centrocampo». Come gioca la sua squadra il sabato? E c’è un modulo che preferisce rispetto ad un altro e quali sono i principi fondamentali che vuol vedere applicati durante le partite dai suoi? «Durante le partite cerco di fare capire soprattuto i movimenti: per esempio i ragazzi devono capire che con il movimento senza palla danno la possibilità al compagno con la palla di avere più soluzioni. Poi principalmente adottiamo due moduli: il 4-3-2-1 o il 4-2-3-1, dipende». Quale sarebbe stato secondo lei l’obiettivo stagionale, qualora si fosse giocato o magari quando si riprenderà? Se si riprenderà... «Sicuramente far crescere il più possibile tutti i ragazzi e prepararli al meglio per la prima squadra, soprattutto i migliori del gruppo. E comunque le partite bisogna sempre provare a vincerle tutte». La sua metodologia di allenamento cosa prevede? «Un'ora e tre quarti secca, con poche pausa e sempre sul pezzo. In più tanto possesso palla in vari quadrati e diversi schemi, più ancora giochi con tocchi e altri compiti». Nello specifico? «Divido i ragazzi in 2 gruppi. Per esempio prendo solo i difensori e faccio 10 minuti di sincronizzazione, 5 minuti di stretching, un esercizio con giro palla fra i 4 difensori, altro stretching, provo delle uscite e delle coperture e per finire dopo altro stretching 6 giri di metà campo con diagonali. Mentre con l’altro gruppo faccio tecnica individuale e a coppie: palleggi, lanci, esercitazioni a coppie e partitelle con possesso nei vari settori e con le porticine». Il suo sogno? «Il sogno è sempre quello di migliorare ma da qualche anno mi piacerebbe far parte dello staff del mio amico Roberto De Zerbi, difatti sono tanti gli allenatori che ammiro ma De Zerbi insegna il calcio che hanno insegnato a me, e mi piace. Anche se non tengo Sassuolo ma Inter!». Ora le chiedo una partita che vorrebbe rigiocare e un’altra che ricorda volentieri. «Vorrei rigiocare Triestina-Ospitaletto Beretti perché quella volta venni espulso. Inoltre la finale del torneo di Cellatica Ospitaletto-Lumezzane. Un'altra partita da rigiocare sarebbe Brescia-Sampdoria Primavera: era il torneo ad Arco di Trento ed io ero in prestito al Brescia: in quell’occasione ebbi una distorsione dopo solo 7 minuti di gioco. Di fatto lì è finita la mia carriera». Le auguro un pronto ritorno sui campi, vuole chiudere con un commento finale? «Sì, vedo che nessuno insegna più niente a questi ragazzi infatti questa è una cosa avvertita in tutta la nazione. Abbiamo bravi allenatori in giro, facciamogli insegnare calcio!».

VIRTUS RONDINELLE UNDER 19 - 2020/2021

STAFF ROBERTO SAVOLDI, ALLENATORE PORTIERI 2000 LUCA SALOGNI 2001 MICHELE CASTALDO 2002 FRANCESCO POZZA 2003 MICHELE FEDERICI DIFENSORI 2001 MATTIA DAMONTI 2001 ANDREA DOLCI 2002 FEDERICO BEGNI 2002 SAMUEL KATAN 2002 PAOLO POSSENTI 2002 GIANLUCA PAGANI 2002 CRISTIAN GOZZOLI CENTROCAMPISTI 2001 FEDERICO BONDASCHI 2002 NIZAR DAOUDI 2002 ALESSANDRO DI GIORGIO 2002 DAVIDE BARBIERI 2002 FILIPPO GARBELLI 2002 ENRICO GRECHI 2002 ANDREA MARCHIORI 2002 PRINCE STEVEN ALLOMO ATTACCANTI 2001 CARLO COMINCINI 2001 NICOLAS SCIRÈ 2001 SOULEYMANE TOURE 2002 ANDREA PIALORSI 2002 MATTEO ZAMBONI 2002 MATTEO USMANI
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400