Cerca

Union Oratori Castellanza-Mocchetti Under 19: Porta e Tamborini fanno gioire i padroni di casa

Union Oratori Castellanza-Mocchetti Under 19
L'Union Oratori Castellanza non stecca contro la new entry Mocchetti. Se nel primo tempo a regnare è un sostanziale equilibrio, con le due squadre che vanno alla ricerca del vantaggio, la ripresa è condizionata da vari episodi. Dopo un quarto d'oro dall'inizio della seconda frazione di gioco Carboni viene espulso per fallo da ultimo uomo su Mata, lasciando la Mocchetti in inferiorità numerica. La squadra di Tamborini "prende la palla al balzo" e al 16' è Porta a sbloccare la gara e a portare i padroni di casa in vantaggio. Al 25' Francesco Tamborini segna il definitivo 2-0. La Mocchetti di Simone Abate, formazione composta interamente da classe 2003, resta sempre in partita e lascia veramente poco al caso, mentre l'Union Oratori Castellanza si conferma una candidata al titolo finale. [caption id="attachment_226909" align="alignnone" width="900"] Le due squadre in campo pronte per la partita[/caption]

IL TABELLINO

U.O.Castellanza 2 Mocchetti 0 RETI: 16' st Porta (U), 25' st Tamborini Francesco (U). U.O.CASTELLANZA: Restelli, Borsani, Porta, Barella, Dal Sasso, Tamborini, Fiore, Moroni, Mata, Tamborini Francesco, Bosco. A disp. Borroni, Miraj, Rossi, Signorini, Spina, Passerini. All. Tamborini. MOCCHETTI: Solivardi, Morgana, Solbiati, Ballabio, Carboni, Solbiati, Azzariti Fahd, Giulioni, Buscemi, Bosotti, Tabita. A disp. Diam, Colombo, Vivanco, Branca, Todaj Rafael, Interrante. All. Abate. ESPULSO: 15' st Carboni (M)

LE INTERVISTE

Soddisfatto Giovanni Tamborini, tecnico dell'Union Oratori Castellanza, che racconta: «Abbiamo cominciato con il piede giusto, sono davvero contento. Il gruppo è molto valido, e anche i ragazzi nuovi si sono integrati alla perfezione. Ovviamente molti dei 2001 sono saliti in prima squadra (Terza Categoria), ma ripeto che ho a disposizione una squadra buona. Abbiamo preso anche due pali, di cui uno nel primo tempo; direi che siamo stati superiori, ma tengo a precisare che loro non sono assolutamente una brutta squadra. Sicuramente l'inferiorità numerica ha condizionato la partita. Quest'anno alleno anche i miei due figli, non ho mai voluto, ma ora hanno 18 anni e diciamo che si può fare». Dall'altra parte Simone Abate, allenatore della Mocchetti, spiega: «Il gruppo è formato da tutti 2003, le diversità a livello fisico ci sono. Anche oggi, nonostante l’inferiorità numerica, abbiamo retto. Come società abbiamo voluto fortemente una formazione composta da tutti 2003, e quindi avere anche una squadra pronta per l’anno prossimo, e per la prima squadra in futuro. Gli episodi ci hanno un po’ condizionato, abbiamo avuto tante occasioni, quindi non posso che essere soddisfatto di questi ragazzi».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400