Cerca

Santo Stefano Ticino-Vela Under 19: Colombo e Fusè abbattono un Santo Stefano che dura troppo poco

lorenzo fuse, autore del 2-0

lorenzo fuse, autore del 2-0

Colombo apre e Fusè chiude. Il Vela è superiore e porta a casa i primi tre punti stagionali. Tra due squadre ancora alla ricerca della prima vittoria in campionato, a spuntarla sono gli uomini di Gianotti, che si mettono alle spalle i 5 gol subiti lo scorso week-end. il 4-3-3 di Veronese, mette inizialmente in difficoltà gli ospiti, che subiscono l'inferiorità a metà campo. Nella ripresa però il Santo Stefano, non ancora al meglio fisicamente, scompare dal campo. E grazie anche alle intuizioni di Gianotti, il Vela, consolida il vantaggio iniziale di Colombo. L'avvio di gara è subito vivace, e i due portieri sono immediatamente chiamati in causa. Perego deve disinnescare un tiro di Caputo imbeccato da Corallo, mentre Giordani al 5', salva in bagher un angolo di Ingianni che stava per finire in rete. Il botta e risposta delle due squadre, permette di sbloccare la partita dopo solo 8 minuti. Quando Colombo stacca più in alto di tutti, e riesce a girare in porta una bella punizione dalla trequarti di Corallo. Il vantaggio galvanizza gli ospiti, che continuano a essere pericolosi, soprattutto da calcio piazzato. Il Santo Stefano però tiene botta, e il match inizia a svilupparsi soprattutto nella parte centrale del campo, dove avvengono molti duelli che portano spesso all'interruzione del gioco. Le due squadre giocano alla pari, e la partita vive di fiammate improvvise. Al 32' Nebuloni, che nel frattempo è passato sull'esterno destro con Bianco seconda punta, si fionda su una palla vagante in area, ma la sua sforbiciata volante termina a lato. L'occasione più grande di tutta la prima frazione però, è per i padroni di casa. Al 36' Grassini riesce ad anticipare l'uscita di Giordani, che non può fare altro che stenderlo e procurare il calcio di rigore. Sul dischetto di presenta Ingianni. Il numero 9 sceglie la potenza, ma la mira è alta, e sciupa l'opportunità per pareggiare i conti. Gli uomini di Veronese però non demordono, e continuano a cercare il pari. Che per poco non trovano al 40', quando Saracchi sfiora la traversa con una rovesciata stilisticamente perfetta ma purtroppo inefficace. La frazione si chiude con un opportunità per Dedato, ma Perego è bravo a chiudere ancora una volta la porta, e mantenere invariato lo svantaggio. Veronese torna in campo con gli stessi undici, ma con una novità tattica: Donà davanti alla difesa. Con Cislaghi, poco efficace in quella posizione durante i primi 45 minuti, spostato come mezzala. Al contrario Gianotti, lascia Bianco negli spogliatoi per far spazio a Marella. Il numero 13 si posiziona davanti alla difesa, con Tolotti e Li sacchi ai suoi lati, Nebuloni e Dedato agiscono sulle corsie esterne e Caputo rimane unica punta. Il Vela non solo cambia modulo, ma anche la partita. Una volta stabilita la parità numerica in mezzo al campo, i gialloneri diventano padroni del gioco. Il Santo Stefano non riesce più a creare occasioni pericolose, e al contrario rischia più volte il doppio svantaggio. In avvio di ripresa il più pericoloso per la difesa ospite è Caputo. Prima di far spazio a Fuse, il numero 9 si ritrova tre volte sui piedi la palla del raddoppio. Ma se al 5' è bravo Perego a respingere, e al 11' è sfortunato e il suo tiro si infrange sul palo. Al 25' da solo davanti al portiere avversario, perde troppo tempo e si fa ipnotizzare. I padroni di casa subiscono sia su palla in gioco che su calci piazzati. Proprio su sviluppi di corner, al 9', Marella trova Li Sacchi che schiaccia di testa. Il pallone rimbalza sul terreno e sembra dirigersi verso l'incrocio, ma Perego è provvidenziale e con un colpo di reni salva la sua squadra. Per vedere il raddoppio del Vela bisognerà aspettare il 38'. Il gol però vale l'attesa, o come si suol dire, il prezzo del biglietto. A chiudere la partita ci pensa il neo entrato Fusè. Il 2003 riceve palla tra le linee, e dai trenta metri lascia partire un tiro che termina nel sette. Nei minuti finali la partita si innervosisce. Un severo Zekaj, ammonisce per due volte nel giro di 120 secondi Li Sacchi. Che lascia i suoi in inferiorità numerica negli ultimi 5 minuti. Con l'uomo in più i padroni di casa tentano l'ultimo disperato assalto. Al 44' Donà in area avrebbe anche l'opportunità per dimezzare le distanze. Ma il numero 8 non centra la porta, e il risultato rimane invariato.

IL TABELLINO

SANTO STEFANO TICINO-VELA: 0-2 RETI: 8' Colombo (V), 38' st Fuse (V) SANTO STEFANO (4-3-3): Perego 7, Ranzani 6.5, Prifti 6, Grassini 6 (30' st Fanchini 6.5), Ferrari 6, Fabbris 6.5, Abdelsamad 6 (38' st Magistrelli s.v.), Donà 7, Ingianni 6.5, Cislaghi 6, Saracchi 6.5 (19' st Sansotera 6.5) A Disp. Stefanut, De Luca, Antonino, Piscitello  All. Veronese 6.5 VELA (4-4-2): Giordani 6.5, Frigerio 6.5, Corallo 6.5, Fontana 7, Colombo 7.5, Li Sacchi 6.5, Dedato 6.5, (40' st Calabria s.v.), Nebuloni 6.5 (48' st Lubreglia s.v.), Caputo 6.5 (30' st Fusè 7.5), Tolotti 6.5, Bianco 6.5 (1' st Marella 6.5) A Disp. Calcaterra, Romeo, Gentili, Vergani  All. Gianotti 7.5 ARBITRO: Zekaj della sezione di Busto Arsizio 6.5 AMMONITI: Frigerio (V), Caputo (V), Marella (V), Lubreglia (V), Ranzani (S), Dona (S), Franchini (S) ESPULSO: 40' st Li Sacchi (V)

LE PAGELLE

PAGELLE SANTO STEFANO: Perego 7 Incolpevole sui gol chiude la porta infaccia più volte agli avversari. Provvidenziale nel togliere dalla porta il potenziale 2-0 di Li Sacchi al 9' st. Ranzani 6.5 Corre molto ed tra gli ultimi ad arrendersi. Bene in fase difensiva, difficilmente i pericoli arrivano dalla sua parte Prifti 6 Come il opposto ci mette tanto impegno, però è leggermente più impreciso nella gestione del pallone Grassini 6 Non fa la differenza in mezzo al campo, forse la forma non è ancora delle migliori. Però non tira mai indietro la gamba e si procura il rigore del potenziale pareggio. 30' st Franchini 6.5 Entra per dare qualità alla squadra e lo fa. Molto pericoloso sui calci piazzati. Al 36' st Giordani è bravo a sventare una sua punizione, che altrimenti sarebbe finita in rete. Ferrari 6 Come il suo compagno di reparto, fatica un po' a contenere Caputo. Se il 9 giallonero non è andato a segno però, c'è anche il suo zampino. Fabbris 6.5 Subisce la un po' la velocità di Caputo, ma quando il duello va sul piano fisico è difficile superarlo Abdelsamad 6 Corre molto e si sacrifica ma non riesce a incidere in fase offensiva, dove è ben curato da Corallo. Dona 7 A centrocampo è sicuramente il più in palla. Corre e lotta anche per i suoi compagni di reparto. Sul finale avrebbe anche l'occasione per la gioia personale, ma arriva stanco e la mira è scarsa. Ingianni 6.5 Cala nella ripresa ma nel primo tempo è sicuramente il più attivo la davanti. Peccato per il rigore sbagliato, che forse ha inciso anche sulla sua partita. Cislaghi 6 Quando si accende illumina la squadra. Ma sono più i momenti di buio che quelli di luce.  Anche lui parso un po' in affanno fisicamente. Saracchi 6.5 Parte da sinistra ma si muove molto. Al 40' delizia il pubblico con una rovesciata da cineteca, ma è sfortunato e la palla sfiora la traversa. 19' st Sansotera 6.5 Quando entra da un vivacità all'attacco. Arriva anche due volte alla conclusione ma Giordani è bravo in entrambe le occasioni. 38' st Magistrelli s.v. All. Veronese 6.5 La tattica iniziale è giusta. La sua squadra parte bene ma si perde con il tempo. Quando la partita si mette male non riesce a rigirarla dalla sua parte, ma come ammesso da lui stesso «le soluzioni erano poche purtroppo». PAGELLE VELA: Giordani 6.5 Non deve sporcarsi più di tanto i guanti, soprattutto nella ripresa. Ma quando viene chiamato in causa risponde presente. Solo una piccola indecisione in uscita alta, che per sua fortuna non porta conseguenze. Frigerio 6.5 Fatica un po' quando Saracchi rientra sul destro ma tutto sommato lo tiene bene. Sempre presente sia in difesa che in attacco confeziona una buona prestazione. Corallo 6.5 Annulla Abdelsamad ed è in costante proiezione offensiva. Bene entrambe le fasi sia tecnicamente che tatticamente. È suo l'assist dell' 1-0. Fontana 7 Mai un indecisione, mai una sbavatura. Chiude ovunque e insieme a Colombo forma un muro insuperabile per il Santo Stefano. Colombo 7.5 Il gol è solo la ciliegina sulla torta di una partita impeccabile. Insuperabile sia nei duelli aerei che negli 1v1. Dà la carica a tutti per 90 minuti, è leader non solo della difesa ma di tutta la squadra. Capitano vero. Li Sacchi 6.5 Unisce quantità e qualità. Peccato per l'espulsione che, seppur un po' severa, condiziona un voto che poteva essere anche più alto. Dedato 6.5 Non si vede molto in fase offensiva ma è sempre pronto a dare una mano a Corallo. La prestazione non è appariscente ma importante. Nebuloni 6.5 Inizia in attacco e termina sull'esterno. Corre tantissimo e la fatica talvolta gli annebbia un po' la vista negli ultimi metri. In campo da tutto se stesso, ed esce esanime colpito da crampi. Caputo 6.5 Si muove tanto, dovunque va mette in difficoltà chi prende in carico la sua marcatura. Pecca però sotto porta. Ha due occasioni limpide per chiudere la partita e non le sfrutta. 18' st Fuse 7.5 Entra e mette in chiave la partita. E non lo fa in modo banale. Il suo gol fenomenale è provvidenziale per non soffrire nei minuti finali. Tolotti 6.5 Un po' nascosto nel primo tempo, esce alla grande nella ripresa. La qualità dell'azione la da lui, ed è difficile togliergli palla dai piedi. Bianco 6.5 La sua duttilità gli permette di dividersi tra esterno e attacco. Purtroppo per lui non è in campo nel momento migliore della sua squadra. 1' st Marella 6.5 Il suo è il cambio che svolta la partita. Con lui il Vela ritrova la parità a metà campo e porta il match dalla sua parte. La prestazione non è appariscente ma utile alla squadra. 40' st Calabria s.v. 48' st Lubreglia s.v All. Gianotti 7.5 I suoi cambi svoltano la partita. Capisce la difficoltà in mezzo al campo e lascia negli spogliatoi una punta a favore di Marella. Il nuovo sistema di gioco permette alla sua squadra di prendere in mano il campo e il gioco. Poi mette Fuse e 8 minuti dopo sigla il 2-0. Non sbaglia una mossa. PAGELLA ARBITRO: Zekaj 6.5 Gestisce bene la tensione per gran parte del match. Deciso nell'assegnare il rigore. Forse l'espulsione è un po' severa ma non decide le sorti della partita

LE INTERVISTE

Ancora una sconfitta per il Santo Stefano di Veronese, che può però ripartire dalla prestazione del primo tempo: «Nel primo tempo meritavamo di più. Forse il risultato dei primi 45 minuti è ingiusto. Poi nella ripresa siamo calati anche per una condizione fisica che purtroppo non è delle migliori». Grande rammarico anche per il rigore sbagliato: «Se fosse entrato avrebbe svoltato la partita a livello emotivo, di voglia e di carattere. Però ci sta sbagliare, e ci farà crescere anche quello». «Da lunedì si riprende a testa bassa e si lavora -chiosa Veronese- questo è quello che dobbiamo fare, lavorare lavorare e lavorare...». [caption id="attachment_232046" align="alignnone" width="900"] veronese vincenzo veronese vincenzo[/caption] Primi tre punti in campionato invece per il Vela: «Vittoria un po' sofferta -ammette Gianotti- nel primo tempo bravi gli avversari, ma nella ripresa siamo venuti fuori noi grazie a qualche innesto. Anche se alla fine abbiamo dovuto stringere i denti per un'espulsione a mio parere immeritata. poteva finire anche con più scarto ma l'importante sono i tre punti». Fondamentali sono state le scelte di Gianotti per svoltare il match: «Io sostengo che in primis un allenatore deve saper leggere le partite. Stavamo soffrendo in mezzo al campo e ho preferito togliere una punta per aggiungere un centrocampista. E questo ha aiutato molto la squadra». Vittoria che serve anche per lasciarsi alle spalle i 5 gol presi nell'ultima partita: «Sicuramente serve anche per questo. Settimana scorsa gli avversari avevano qualcosa in più. Anche se poi hanno dilagato solo nel finale. Però quando gli avversari si dimostrano più bravi bisogna solo battere le mani». [caption id="attachment_232053" align="alignnone" width="900"] gianotti alberto gianotti alberto[/caption]  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400