Cerca

Under 19

Osl Garbagnate - Mascagni: Assamou non basta, Gorini si gode la doppietta di Sala e conquista in rimonta

Vittoria di carattere per gli ospiti che restano in dieci contro undici per 55 minuti, ma riescono a portarsi a casa i tre punti

Garbagnate-Mascagni

Squadre in campo per Osl Garbagnate-Mascagni

Partita piena di emozioni quella tra Garbagnate e Mascagni valevole per la quarta giornata del Girone C del campionato Under 19 di Legnano. Nel primo tempo la squadra di casa domina in lungo e in largo, senza concedere praticamente nulla agli avversari, segnano una rete e rischiando più volte di raddoppiare. Il cartellino rosso sventolato in faccia ad Agugliari è il colpo di grazia per una squadra che si trovava già in netta difficoltà. Il calcio però è uno sport strano, imprevedibile e a volte basta un episodio per cambiare le sorti di una partita che sembrava finita. Nella ripresa gli ospiti - in dieci contro undici per quasi un'ora - riescono a pareggiare subito i conti su calcio di rigore e, al termine di un secondo tempo magico, completano la rimonta portando a casa tre punti clamorosi e dimostrando un carattere forte e decisamente invidiabile. A cinque dalla fine, è importantissimo l'intervento del portiere Cortes che para il calcio di rigore a Basilico, mettendo il punto esclamativo sul match.

Nel primo tempo parte molto forte la squadra che al 7' si guadagna una punizione dal limite dell'area pericolosa: ad incaricarsene è Maggi che calcia bene la palla superando la barriera, ma trovando la risposta pronta di Cortes che toglie la palla dall'incrocio dei pali. Al 12' è un lancio lungo di Castaldo a mandare in profondità Assomou che corre più veloce di tutti, arriva sul fondo e mette al centro, ma è bravissimo Girotto a leggere la traiettoria e chiudere in corner. Passano pochi minuti ed è ancora il Garbagnate a rendersi pericoloso con una percussione centrale di De Donato che arrivato al limite scarica il pallone a destra per Assomou che mette il cross sul secondo palo per Frigerio che da due metri al volo calcia altissimo, sciupando l'ottima opportunità. Dopo pochi istanti è un rimpallo al limite dell'area a favorire la conclusione di prima di Maggi di piattone sinistro, parata facile da Cortes. Alla mezzora riescono finalmente a fare male i padroni di casa. De Donato verticalizza verso il limite dell'area cercando Assomou; il centravanti fa sfilare il pallone con una finta di corpo che disorienta Girotto e da solo davanti al portiere calcia forte con il sinistro: Cortes tocca, ma non basta per evitare il gol del vantaggio Garbagnate. Dopo cinque minuti sono troppe le proteste di Agugliari con il direttore di gara che in pochissimi istanti estrae due volte il cartellino giallo nei confronti dell'esterno, allontanandolo anzitempo dal terreno di gioco. Prima frazione totalmente dominata dalla squadra di casa che deve affrontare il secondo tempo anche con un uomo in più. 

Dopo cinque minuti nella ripresa cambia tutto al Comunale di Garbagnate Milanese: al primo spunto offensivo della squadra ospite, un'ingenuità clamorosa di Pulvirenti costa carissimo ai padroni di casa il cui terzino, intervenendo in scivolata in area in modo goffo e inutile, fa cadere Sala e costringendo il direttore di gara ad indicare il dischetto. Dagli 11 metri è lo stesso Sala a trasformare il penalty spiazzando Ghirardi con il destro e pareggiando i conti. Da questo momento in poi è quasi una gara a senso unico con i padroni di casa che non riescono più a rendersi davvero pericolosi nonostante il vantaggio della superiorità numerica. Al 28' Rizzi disegna un filtrante alto meraviglioso per Sala che al limite dell'area supera Edouou con un sombrero e calcia forte con il destro: pallone che colpisce il palo e dopo una danza sulla linea di porta si insacca lentamente in rete siglando il gol della rimonta. A cinque minuti dalla fine succede di tutto: il neo entrato Basilico mette al centro il cross per il colpo al volo di Silvestre che trova un'incredibile traversa; sulla respinta è Assomou a lottare per il possesso della palla, ma viene steso in area da Pucci e per il direttore di gara non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Dal dischetto va Basilico che calcia forte di mancino nell'angolo, ma Cortes come un gatto ci mette le manone e nega agli avversari il gol del pari. I padroni di casa ci provano anche nel finale con qualche pallone in mezzo, ma la difesa avversaria è ben organizzata e non permette loro di fare il miracolo nel finale. Il triplice fischio dell'arbitro sancisce la fine di una partita pazza ma spettacolare.

IL TABELLINO

OSL GARBAGNATE-MASCAGNI 1-2
RETI: 32' Assomou (O), 5' st Sala (M), 28' st Sala (M).
OSL GARBAGNATE (4-3-3): Ghirardi 6, Pulvirenti 5.5, Caputo 6, Castaldo 7, Edouou 6, Viteritti 6.5, Serati 6.5 (10' st Silvestre 6.5), Maggi 6.5, Assomou 7, De Donato 7.5, Frigerio 6 (22' st Basilico 5.5). A disp. Pallini Andrea, Volpe, Di Maria, Eid, Ilhami. All. Della Grana 5.5.
MASCAGNI (4-4-2): Cortes Rostran 8, Pucci 6, Panetta 7, Girotto 6.5, Chiesa 6.5 (10' st Meneghin 6.5), Zona 6.5 (22' st Marcuzzo sv), Tortorelli 6, Rizzi Alberto 7, Sala 8.5, Massari 5.5 (22' st Rigamonti 6), Agugliari 5. A disp. Gallucci. All. Gorini 7.
ESPULSI: 37' Agugliari (M).
AMMONITI: Sala (M), Panetta (M), De Donato (O), Pulvirenti (O).

LE PAGELLE

OSL GARBAGNATE:
Ghirardi 6 Nel primo tempo è spettatore non pagante, mai impegnato; nella ripresa ne prende due, ma in entrambi i casi poteva fare poco. Nel finale tenta il miracolo andando a saltare nella mischia, ma non va.
Pulvirenti 5.5 Dopo una prima frazione leggermente in ombra si fa notare nel secondo tempo, ma in negativo: causa ingenuamente il calcio di rigore che di fatto riapre la gara.
Caputo 6 Zona lo mette un po’ in difficoltà sulla fascia, ma solamente nel secondo tempo; per i primi 45 lo contiene e si propone anche in sovrapposizione in avanti più di una volta.
Castaldo 7 Mediano davanti alla difesa fa ciò che chiunque chiederebbe ad un regista: disegna calcio. Lancia continuamente Assomou in profondità e gestisce il possesso nel finale di primo tempo; qualità.
Edouou 6 Veloce e bravo nelle chiusure nella prima frazione. Poi la squadra cala nel rendimento e lui segue il gruppo.
Viteritti 6.5 L’unico a non perdere la lucidità anche quando il team si ritrova incredibilmente sotto; primo tempo perfetto.
Serati 6.5 Parte dalla sinistra, ma lascia spesso spazio ad Assomou allargandosi a destra. Si divora due volte il gol del raddoppio, ma tatticamente si muove bene e aiuta anche in fase di copertura (10' st Silvestre 6.5 Subentra e cerca subito di lasciare il segno con tante sponde e giocando in velocità. Sfortunato a colpire la traversa con un colpo al volo quasi a botta sicura da dentro l’area).
Maggi 6.5 Si inserisce in area di rigore da vera mezzala e va spesso alla conclusione; complice un po’ di imprecisione e un po’ di bravura di Cortes, non trova il gol.
Assomou 7 La sua tecnica in velocità è un serio problema per la retroguardia avversaria. A volte si intestardisce perdendo palla in azione personale, ma la finta in occasione del gol è talento puro.
De Donato 7.5 Di gran lunga il migliore in campo dei suoi. Porta palla sempre a piccoli passi e alza la testa per servire i compagni liberi. Va anche al tiro, ma non è fortunato; trequartista vero.
Frigerio 6 Nel primo tempo partecipa spesso alle azioni offensive, anche se si divora il gol del vantaggio da pochi metri. Nella ripresa scompare e viene sostituito (22' st Basilico 5.5 Entra con la voglia di spaccare la partita. Si prende la responsabilità di calciare il penalty nel finale; non lo indirizza benissimo, ma è bravo Cortes a respingerlo).
Della Grana 5.5 Da una squadra che domina per 45 minuti e si ritrova in vantaggio di un gol e con un uomo in più ci si aspetta una ripresa di gestione del risultato, ma con la voglia di chiudere il discorso. I suoi invece rientrano in campo con l’idea di avere già vinto e subiscono la reazione straordinaria ed eroica degli avversari.

MASCAGNI:
Cortes 8 Sul mancino di Assomou non può nulla: il tiro gli piega le mani. Il rigore parato nel finale è il lieto fine di quella che sembra una favola.
Pucci 6 Nel primo tempo è messo in difficoltà da Serati e Assomou, ma nel secondo riesce a farsi vedere in avanti e a partecipare anche ad un contropiede. Non attento in occasione del fallo in area sul centravanti avversario; Cortes gli salva la faccia.
Panetta 7 Da vero capitano ci crede fino alla fine, è lui che per 90 minuti incita i compagni a credere nell’impossibile. Contiene benissimo Assomou nel secondo tempo.
Girotto 6.5 La velocità non è il suo forte e contro uno come Assomou può risultare un problema. Se la cava giocando d’anticipo e leggendo le traiettorie dei filtranti; ottima prova.
Chiesa 6.5 Bravissimo nel primo tempo a chiudere più volte su Serati, poi esce perché visibilmente stanco (10' st Meneghin 6.5 Entra con il piglio giusto, è uno di quelli che accompagna sempre l’azione e si fa vedere sempre per gli scarichi di Sala).
Zona 6.5 Attento e bravo ad anticipare gli avversari per evitare ripartenze nel secondo tempo, ma nella prima frazione soffre tanto (22' st Marcuzzo sv).
Tortorelli 6 Nel primo tempo è praticamente un fantasma, nella ripresa si risveglia e aiuta il reparto offensivo con voglia e determinazione.
Rizzi 7 La qualità che ha nei piedi è semplicemente invidiabile. Nel secondo tempo è padrone del centrocampo, ogni azione di qualsiasi genere passa attraverso le sue giocate.
Sala 8.5 Nel primo tempo non riceve palloni giocabili. Nella ripresa si guadagna il rigore, lo trasforma e con una giocata da vero fenomeno porta anche in vantaggio i suoi; uomo partita e centravanti vero.
Massari 5.5 Si vede pochissimo anche quando i suoi sono bene in campo e giocano a calcio; prestazione insufficiente (22' st Rigamonti 6 Entra e ci prova; non si rende protagonista, ma fa bene nei disimpegni e quando serve spazza).
Agugliari 5 Dopo 37 minuti di niente si fa espellere per proteste e presunte frasi irriguardose nei confronti del direttore di gara; poco furbo.
Gorini 7 Dopo un primo tempo da dimenticare i suoi ragazzi si rendono protagonisti di una rimonta straordinaria. Con un uomo in meno per tutto quel tempo non ha smesso di crederci e riesce a strappare tre punti su un campo difficilissimo; impresa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400