Cerca

Under 19

Lainatese-Mazzo: un gol a testa, un punto a testa; a Balistrieri (portiere rigorista) risponde Sottile e al vertice non cambia nulla

Nel big match del Comunale, Bilotti e Casnaghi si dividono la posta; il Mazzo mantiene così la vetta, la Lainatese insegue da vicino

Lainatese Mazzo under 19 - Balistrieri

Federico Balistrieri, portiere del Mazzo, autentico protagonista della partita

Era il big match del girone, tra due squadre che con ogni probabilità lotteranno fino alla fine per il vertice assoluto. E la partita non ha tradito le attese, con Lainatese e Mazzo che hanno messo in campo tutta l’intensità, l’agonismo, l’organizzazione e la qualità necessarie per affrontare una sfida di tale portata. I ragazzi di Bilotti, dopo la vittoria in casa della Pro Juventute, cercano un altro successo per scavalcare proprio il Mazzo e trovare la vetta della classifica; dall’altra parte la squadra di Casnaghi arriva da cinque successi in altrettante partite e va alla ricerca della sesta sinfonia consecutiva. I padroni di casa si presentano con un 3-4-3 che vede Garbagnati e Gadeschi cominciare ai lati di Garavaglia, con Sottile e Brindani a cercare di costruire gioco in mezzo al campo. Il Mazzo invece schiera Garziano-Casnaghi-Bargagni a supporto dell’unica punta Beretta, con cerniera di centrocampo formata da Spadone e Muciaccia.

A sbloccarla è… il portiere La Lainatese parte con atteggiamento più aggressivo fin dalle prime battute, mettendo in mostra fin da subito la vivacità di Gadeschi, che da sinistra si accentra spesso palla al piede per poi provare quasi sempre la soluzione personale. L’occasione migliore l’esterno di casa ce l’ha però su pressing offensivo, riconquistando palla in posizione favorevole e trovando Balistrieri a sbarrargli la strada. Gagliano non vuole essere da meno del collega e poco più tardi esibisce una gran parata su Borghi, su sviluppi di corner. Dopo i primi minuti di difficoltà, il Mazzo prende però campo, con gli esterni di centrocampo di Bilotti che badano a tenere la posizione, formando praticamente una difesa a cinque. Gli ospiti, nonostante il predominio territoriale, non riescono però a portare minacce dalle parti di Gagliano, ma a cinque minuti dal termine del primo tempo si accende Bargagni: il 10 va via a Polizzi e una volta in area sterza davanti a Latronico, che lo stende. Rigore, e sul dischetto si presenta Balistrieri, freddo nel battere il collega della Lainatese e nel portare avanti i suoi.

Bilotti la cambia, i suoi rispondono Dopo l’intervallo la Lainatese presenta subito un cambio, con Basile che lascia il campo a Cerri: Bilotti cambia la disposizione tattica dei suoi, passando anch’egli ad un 4-2-3-1 che vede Garbagnati spostato centralmente sulla trequarti. È la mossa che cambia l’inerzia del match, unita al fatto che i padroni di casa si ripresentano dagli spogliatoi più agguerriti che mai. E trovano ancora più fiducia quando, dopo soli due minuti e su sviluppi di calcio piazzato, Sottile trova il sinistro vincente che non lascia scampo a Balistrieri. La Lainatese allora alza il baricentro e si mantiene aggressiva e in pressing per tutta la ripresa, esaltando le notevoli qualità tra i pali di Balistrieri: l’estremo difensore ospite infatti disinnesca, in sequenza, il mancino dal limite di Brindani e i due tentativi di Gadeschi, di cui il secondo in piena area. Gli ospiti si fanno invece nervosi, con tanti falli che obbligano Renna ad estrarre ben cinque cartellini ai danni dei ragazzi di Casnaghi; il Mazzo fatica a ripartire, vincendo pochi duelli in mezzo al campo e non riuscendo a sfruttare gli spazi alle spalle dell’alta linea difensiva di casa. Balistrieri, poi, nel finale, si supera, su gran mancino di Garbagnati che trova una splendida risposta del giovane portiere. Finisce senza vincitori né vinti, quindi, con il Mazzo che mantiene la vetta e Lainatese ad inseguire a breve distanza.   

IL TABELLINO

Lainatese-Mazzo 1-1
RETI (0-1, 1-1):
41' rig. Balistrieri (M), 2' st Sottile (L).
LAINATESE (3-4-3): Gagliano 7, Polizzi 5.5, Fornasari 6, Brindani 6.5, Colombo 6, Latronico 5.5, Basile 5.5 (1' st Cerri 6.5), Sottile 7, Garavaglia 6, Garbagnati 7, Gadeschi 6.5. A disp. Bisceglia, Borsani G., Roselli, Spagnolo. All. Bilotti 6.5.
MAZZO (4-2-3-1): Balistrieri 7.5, Borghi 6.5 (14' st Costarella 6), Caruso 6, Muciaccia 5.5, Brunello 6, Ferreri A. 6, Spadone 7 (27' st Bressi 6), Garziano 5.5 (41' st Belingheri sv), Beretta 5.5, Bargagni 6.5 (20' st Montoli 6), Casnaghi 5.5. A disp. Mollica, Paonessa, Lo Presti, Ferrari, Gjino. All. Casnaghi 6.5.
ARBITRO: Renna di Saronno 6.5.
AMMONITI: Ferreri A. (M), Beretta (M), Muciaccia (M), Montoli (M), Garbagnati (L), Brunello (M).

LE PAGELLE

LAINATESE
Gagliano 7 Contrariamente forse alle previsioni, è quasi inoperoso. Splendido però sul colpo di testa di Borghi; intuisce e tocca anche il rigore, ma non basta.
Polizzi 5.5 Da terzo di difesa è in affanno; non tiene Bargagni, che poi conquista il rigore. Soffre meno nella ripresa, complice la verve della squadra.
Fornasari 6 Sia da quinto di centrocampo che da quarto di difesa, bada a tenere la posizione piuttosto che spingere. Buona dedizione, manca in fase di spinta.
Brindani 6.5 Gara dai due volti: nel primo tempo perde numerosi duelli, nel secondo arriva prima su molti palloni e sfoga più volte il mancino da fuori, impegnando Balistrieri.
Colombo 6 Senza luci né ombre, prova a guidare la difesa sia da braccetto a tre che in mezzo a quattro. Non soffre granché.
Latronico 5.5 Troppo irruento su Bargagni, commette un fallo evitabile e concede rigore. Prova a rifarsi da terzino nel secondo tempo, spingendo parecchio, ma l'errore resta.
Basile 5.5 Da esterno di centrocampo, ha compiti prettamente difensivi. Non riesce a mettere in mostra né gamba né qualità, lascia all'intervallo per questioni tattiche.
1' st Cerri 6.5 Entra per dare più vivacità all'attacco; si muove molto, interscambiandosi spesso la posizione con Gadeschi. Molto attivo, buon impatto.
Sottile 7 Primo tempo difficile, in mezzo al campo soffre. Da vero capitano trascina i suoi nella ripresa, con tanto di gol che regala il pareggio ai suoi.
Garavaglia 6 Pur non calciando mai, lotta molto tra i difensori ospiti. Sfrutta il fisico per far salire i suoi, riuscendoci spesso.
Garbagnati 7 Da esterno a destra è poco nel vivo del gioco; spostato centralmente, però, si accende e si vede negato da Balestrieri un gran gol.
Gadeschi 6.5 Sin dalle prime battute è il più attivo dei suoi, provandoci spesso da fuori. A volte pecca di egoismo, è però sempre nel pieno del gioco.
All. Bilotti 6.5 Bravo a ribaltare l'inerzia nella ripresa. Un solo cambio, ma quello che serve a sistemare tatticamente la squadra; nell'intervallo evidentemente si fa sentire, i suoi nella ripresa cambiano volto.

MAZZO
Balistrieri 7.5 Migliore in campo per distacco. Si presenta, insolitamente per un portiere, dal dischetto ed è freddissimo nel trasformare; nella ripresa alza il muro e si esibisce in grandi parate.
Borghi 6.5 Sempre pericoloso sui calci piazzati offensivi; dietro tiene bene la posizione, anche perché Gadeschi si accentra quasi sempre.
14' st Costarella 6 Si piazza al centro della difesa con buona attenzione e aggressività, non lascia passare quasi nulla.
Caruso 6 Un po' troppo falloso, contiene però bene Garbagnati nel primo tempo. Tiene con ordine la posizione, senza mai andare in affanno.
Muciaccia 5.5 Non riesce a prendere possesso della metà campo, perde tanti contrasti ed è poco lucido nelle scelte.
Brunello 6 Senza infamia e senza lode sia da centrale che da terzino, mette tanta aggressività ma a volte è in ritardo.
Ferreri A. 6 Bada alla sostanza, con tanta intensità nei contrasti; non è sempre però preciso in impostazione
Spadone 7 Lotta come un leone dall'inizio alla fine; paga in termini fisici con gli avversari, rimedia con corsa continua e tantissima intensità.
27' st Bressi 6 Si piazza davanti, ma vede pochi palloni. Il Mazzo nel finale non riparte mai, lui non viene coinvolto.
Garziano 5.5 Sulla trequarti destra fatica ad accendere il motore, nella ripresa deve pensare più alla fase difensiva che a quella offensiva (41' st Belingheri sv).
Beretta 5.5 Non tiene mai su un pallone, perde quasi tutti i contrasti con gli avversari. Poco movimento, non aiuta i compagni.
Bargagni 6.5 Va a sprazzi; ha però il gran merito di conquistare, con azione solitaria, il rigore che sblocca il match. Cala alla distanza.
20' st Montoli 6 Entra con buon piglio, che lo porta però anche a commettere parecchi falli. Luci e ombre.
Casnaghi 5.5 Sulla trequarti, centralmente, non illumina; fatica a tenere palla e a sfruttare il fisico, non trova imbucate importanti per i compagni.
All. Casnaghi 6.5 A fine partita è giustamente soddisfatto; la squadra soffre, ma lotta con tutte le forze e porta a casa un punto preziosissimo.

LE INTERVISTE

A parlare, per la Lainatese, è il dirigente Giuseppe Polizzi, che analizza così il match: «È stata una bella partita, tra due squadre importanti; sapevamo che l'avversario sarebbe stato difficile, ma abbiamo dimostrato di potercela pienamente giocare. Anzi, forse avremmo meritato qualcosa in più. Abbiamo la consapevolezza di poter lottare fino all'ultimo per la vittoria del girone».

Dario Casnaghi, allenatore del Mazzo, commenta invece così la partita: «Abbiamo approcciato male la partita, i primi minuti non mi sono piaciuti. Poi però abbiamo messo in campo la cattiveria giusta, adatta per un match del genere. La concentrazione è stata sui massimi livelli per novanta minuti, dobbiamo dare continuità ad una prestazione come questa. Non ci possiamo più nascondere, l'obiettivo deve essere il successo finale».

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400