Cerca

Under 19

U.O.Castellanza - San Marco: Il big match di testa lascia il San Marco a Boccaperta, ma il pareggio lo firma Borsani in chiusura

Una partita di fisico e carattere, quella dello scontro diretto fra l'Union e il San Marco, che rimane in testa ma con un po' d'amaro bocca

U.O.Castellanza

Foto d'archivio dell'Union Castellanza del tecnico Tamborini, in posa sul campo

Trema la testa del Girone A di Under 19: il big match tra l'Union Oratori Castellanza di Tamborini e il San Marco di Croci si chiude con un pareggio combattutissimo, sia sul piano mentale che fisico, che non dispiace alle due formazioni, entrambe però convinte - a vario livello, nel corso della gara - di potersi portare a casa il bottino più consistente. Un risultato che lascia la classifica d'andata sostanzialmente invariata: i biancoblù salgono a 22 punti, mantenendo la medesima distanza dall'Union adesso a 17 a braccetto con l'Acad.Legnano. 

Campo di battaglia. È da subito sfida a viso aperto tra le due squadre in campo; forse un po' troppo, vista la quantità di gialli che fioccano dal taschino dell'arbitro già nel corso del I parziale. Ad aprire la partita è Mota al 20', direttamente da calcio di punizione. Il pareggio dei Leoni arriva circa un quarto d'ora dopo: è Boccaperta, dopo una punizione dalla fascia ribattuta in area, ad insaccare in rete. La ripresa è a parti invertite: è il San Marco a trovare il vantaggio con un colpo di testa di Vergari da calcio d'angolo, mentre il pareggio arriva stavolta da un ribaltamento di fronte repentino che innesca la corsa di Borsani, che non si fa sfuggire l'occasione e sigla il punto per i suoi su una disattenzione biancoblù. 

Tamborini è soddisfatto della prestazione dei suoi: «Speravamo quasi di vincerla, vista qualche occasione in più che ci siamo presi», e aggiunge «Devo dire che tutti hanno mostrato grande impegno in campo e, alla fine, la partita l'abbiamo gestita come dovevamo. È un bel gruppo: alcuni di loro si conoscono da quando facevano i Pulcini, per cui l'affiatamento c'è e si vede. Devono andare avanti così, perché stanno facendo bene».

Una partita estremamente «fisica», ribadisce poi Croci dalla panchina ospite: «È stata tosta e purtroppo ne abbiamo risentito anche a livello di gioco: un po' perché l'arbitro, giovane, trovandosi in difficoltà in più situazioni, ha fermato spesso il gioco, e questo ha chiaramente contribuito a rinforzare un certo nervosismo presente in campo; un po' perché l'abbiamo talvolta subìta, giocando noi più di tecnica che di fisicità e soffrendo quindi molto le loro costanti palle alte. In questo, abbiamo sbagliato probabilmente l'approccio: siamo rimasti cioè troppo dietro al loro gioco. Mi aspettavo di più, perché, anche se non facile, era alla nostra portata». Sul prossimo turno col Busto 81, invece, non ha dubbi: «Dobbiamo assolutamente vincerla».

IL TABELLINO

U.O.CASTELLANZA - SAN MARCO 2-2

RETI: 20' Mota (C), 35' Boccaperta (S), 25' st Vergari (S), 35' st Borsani (C).

U.O.CASTELLANZA: Dal Sasso P., Banfi, Barella, Moroni, Dal Sasso C., Tamborini M., Borsani, Richetto, Mota, Tamborini F., Porta. A disp.: Mastromatteo, Ciceri, Ramella, Bernardini, D'Alesio. All. Tamborini. Dir. Bosco.

SAN MARCO: Cherchi, Soardi (18' st Rossini), Noci, Iacovino, Pilo (18' st Vergari), Boccaperta, Bosotti, Liano (36' st Campanile), Lamperti (16' st Perotta), Gavazzoni, Martel. A disp.: Milano. All. Croci. Dir. Montorio.

AMMONITI: Banfi (C), Dal Sasso C. (C), Tamborini M. (C), Mota (C), Pilo (S), Rossini (S), Vergari (S).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400