Cerca

Under 19

Sempione-Palazzolo Milanese: Trombini è sempre più decisivo per l'orchestra perfetta di Merra

Moia mantiene in partita gli ospiti per 34 minuti ma alla prima rete del numero 9 la formazione di Invernizzi si è sciolta

Christian Trombini Sempione Under 19

Christian Trombini sigla una tripletta che lo porta a quota sei in campionato

È un Sempione show quello che va in scena contro il Palazzolo, superato agevolmente per 6-0 e che rimane in partita fino al 34’ quando Trombini riesce a battere un Moia che fino a quel momento sembrava insuperabile. Il numero 9 di Merra va a segno per la quarta partita consecutiva di campionato dopo aver siglato un gol per gara. Troppo molle e timida la formazione ospite che alla fine dei conti non calcia quasi mai in porta.

Primo minuto e grande occasione per i padroni di casa con un palla recuperata in posizione avanzata da parte di Martinazzi, servizio centrale per Pisapia, che si porta la palla sul destro e da dentro l’area incrocia con il destro sulla pressione di tre difensori, ma trova la pronta respinta di Moia. Ma è al 4’ che la formazione di Merra va vicinissimo all’1-0. Bella triangolazione sulla sinistra fra Melluso e Martinazzi, cross basso per Trombini sul secondo palo, ma il numero 9 non riesce a inquadrare la porta da pochi metri. È un Sempione scatenato con tanti attacchi alle spalle alla linea difensiva di Invernizzi che è in difficoltà. Al 7’ Melluso lancia nello spazio Pisapia che riesce ad anticipare in uscita Moia, ma si allarga troppo sulla destra, palla dietro per Trombini, ma il tiro-cross del numero 9 non trova nè un compagno nè il bersaglio grosso. È caldissimo l’asse Melluso-Pisapia, ma ancora una volta la conclusione del numero 10 trova pronto Moia, che apre le mani sul tiro centrale e respinge. Continuano i tentativi dei ragazzi di Merra, questa volta ci prova al 18’ Brighenti dal limite, ma il suo destro incrociato si spegne sul fondo. Palazzolo che fatica a reagire e al 19’ perde anche Danelli, sostituito da D’Onghia che si piazza a centrocampo con Di Scanno che passa al centro della difesa e Langella a fare il terzino destro. Un minuto più tardi contiua il duello personale fra Pisapia e Moia, vinto ancora dall’estremo difensore bravo a intercettare a mano aperta il sinistro dal limite della prima punta di casa. Il portiere del Palazzolo salva ancora sempre su Pisapia al 24’ ma questa volta in piena area, dopo una bellissima imbucata in mezzo a due di Trombini. Ennesima occasione sprecata dal Sempione con Merra che sfoga la sua rabbia sulla panchina del centro sportivo di via Aldini. Al 29’ è ancora super Moia che dice no anche a Martinazzi e alla conclusione dal limite, innescato da Trombini dopo un recupero palla di capitan Ferrari. Al 33’ arriva anche il primo, timido, sussulto del Palazzolo con Alinotu, ma il suo tiro dai 25 metri è in realtà un passaggio per Sonori. Ma questo piccolo sussulto sveglia il Sempione che nel giro di due minuti trova la rete per due volte e sempre con il solito Trombini. Due azioni fotocopie con due percussioni prima di Pisapia, a sinistra, e poi di Melluso a destra, concluse sempre con quello che gli spagnoli chiamano ‘passaggio della morte’ che trova Trombini entrambe le volte pronto a insaccare e a non lasciare scampo a Moia. Il numero 9 di casa ha la possibilità di siglare la tripletta qualche istante dopo, ma davanti al portiere calcia debolmente e centrale. Se il Sempione segna lo fa con Trombini. L’azione al 41’ ne è la prova visto che Pisapia si scontra ancora con Moia, Melluso raccoglie e prende la traversa, il pallone arriva a Trombini che di sinistro infila all’angolino. Palazzolo ormai al tappeto e che un minuto dopo deve ancora raccogliere il pallone dalla propria rete. Martinazzi conclude dai 20 metri e il suo tiro deviato beffa Moia e si insacca all’angolino destro. Poco prima del duplice fischio si iscrive alla festa anche il capitano Andrea Ferrari con un bellissimo tiro dai 20 metri che termina la propria corsa a pochi centimetri dal palo alla sinistra di Moia. Nel recupero il Sempione cala la sestina con Brighenti che sfrutta le praterie e si presenta a tu per tu con il portiere e lo batte con un interno destro preciso sul secondo palo.

Il secondo tempo scorre via con qualche sussulto e anche da parte del Palazzolo che però non chiama mai in causa Sonori. dall’altra parte continuano le trame di gioco tutte in velocità nonostante l’uscita di Trombini e Martinazzi. Pisapia però non riesce a trovare il gol colpendo il palo al 18’ con un bel destro a incrociare. Stessa conclusione ma con esito diverso che permette a Rossetti tre minuti più tardi di iscriversi sul tabellino dei marcatori. E al 27’ Pisapia compie la sua personale missione ribadendo in rete una respinta di Moia sul tiro di Bruno, dopo una bella percussione sulla sinistra del numero 15. Pisapia dieci minuti più tardi si trasforma in assist man con un pallonetto sulla destra per Razzini che controlla con la testa, conta i rimbalzi e di destro pesca l’incrocio lontano.

IL TABELLINO

Sempione-Palazzolo Milanese 10-0
Reti: 34’ Trombini, 35’ Trombini, 41’ Trombini, 42’ Martinazzi, 44’ Ferrari, 45’ Brighenti, 21’ st Rossetti, 27’ st Pisapia, 37’ st Rossetti 46’ st Bruno (S).
Sempione (4-3-3): Sonori 6, Torchio 7.5, Stelluti 6.5 (18’ st Aretano 6.5), Ferrari 8.5 (8’ st Assini 6.5), Ghabraoui 7, Javier 7, Melluso 8, Brighenti 8, Trombini 9 (1’ st Bruno 7), Pisapia 8, Martinazzi 8 (11’ st Rossetti 8). A disp. Ebali, Aretano, Chinzi. All. Merra 8.5.
Palazzolo Milanese (4-2-3-1).: Moia 7.5, Danelli 5.5 (19’ D’Onghia 5.5), Lescano 6, Di Scanno 6.5, Langella 5.5 (1’ st Puccio 5.5), Bianchini 5.5, Alitonou 6, Benini 5.5, Zambon 6, Clemeno 6, Nucci 5.5. A disp. Falzone, Ronzoni, Pede, Di Pierri, Montoya. All. Invernizzi 5.5.
Arbitro: Ennaghmi di Milano 7.

LE PAGELLE

SEMPIONE
Sonori 6
Conclude la partita con i guanti praticamente intonsi. Si nota solo quando applaude i compagni e li incita dopo ogni gol.
Torchio 7.5 Il classico motorino fatto terzino. Spinta continua e anche qualche bella chiusura sui timidi tentativi di Alinotu.
Stelluti 6.5 Deve rimanere in posizione per bilanciare la grande spinta offensiva dei suoi. Bravo a trovare spesso Martinazzi sulla corsa.
Ferrari 8 Lotta e sdradica numerosi palloni in mezzo al campo e si toglie anche la soddisfazione del gol personale. Un bellissimo tiro dalla distanza dopo numerosi inserimenti in avanti.
Ghabraoui 7 Serata tranquilla per lui e la difesa del Sempione vista l’intensità messa in campo da tutta la squadra che non lascia possibilità di replica agli avversari.
Javier 7 Leggasi il commento per Ghabraoui. Lui ci mette qualche parola in più per guidare la linea, che rimane sempre altissima.
Melluso 8 Una mezzala box to box che taglia la difesa del Palazzolo con le sue percussioni palla al piede e con i numerosi lanci in profondità per i compagni. Mette il punto esclamativo al primo tempo sfruttando le praterie.
Brighenti 8 Sostanza e qualità in mezzo al campo a coronamento di una prestazione maiuscola.
Trombini 9 Tripletta a confermare un momento magico con la sesta rete in campionato in quattro partite. Anzi tre e mezza visto che all’intervallo Merra lo tiene negli spogliatoi. Decentrato sulla destra dialoga bene con Pisapia e sfrutta gli spazi per accentarsi e infatti i primi due gol sono da prima punta.
1’ st Bruno 7 La sua velocità mette ancora in apprensione il Palazzolo e sigla la rete della doppia cifra poco prima della fine della partita.
Pisapia 8 Ingaggia un duello personale con Moia che però lo vede uscire sconfitto, visto che il portiere gli compie almeno due parate importanti. Nella ripresa si prende una parziale rivincita siglando il gol dell’8-0.
Martinazzi 8 Quando scatena i cavalli sulla sinistra è imprendibile per qualunque calciatore del Palazzolo. Fa la giocata che apre e di fatto chiude la partita per la prima rete di Trombini.
11’ st Rossetti 8 Due gol da subentrato e di pregevole fattura, soprattutto il secondo dove trova l’incrocio con un destro al volo.
All. Merra 8.5 Squadra corta e ad altissima intensità. Imposta la gara con l’intento di prendere alle spalle il Palazzolo e il piano gara riesce perfettamente.

PALAZZOLO MILANESE
Moia 7.5
Compie almeno cinque parate di altissimo livello che mantengono in partita la sua squadra per una quindicina di minuti di più del reale andamento della gara.
Danelli 5.5 In difficoltà fin dal primo momento sugli inserimenti di Martinazzi che lo prende quasi sempre di infilata e alle spalle. Proprio nel tentativo di recuperarlo si fa male poco prima della metà del primo tempo.
19’ D’Onghia 5.5 Entra praticamente a freddo e si ritrova in mezzo alla mareggiata firmata Sempione.
Lescano 6 Trombini è un cliente scomodossimo soprattuto quando taglia centralmente. Prova a farsi vedere anche con qualche sortita offensiva ma da solo può poco.
Di Scanno 6.5 Prova ad accendere la luce in mezzo al campo con qualche uscita palla al piede. Poi viene dirottato in mezzo alla difesa dopo l’uscita di Danelli.
Langella 5.5 Soffre maledettamente la vivacità dell’attacco dei padroni di casa e si fa prendere alle spalle quasi sempre, specialmente a inizio gara.
Bianchini 5.5 Stessa serata difficile vissuta da Langella anche se mette tutto se stesso per respingere gli attacchi di cui si perde il conto con il passare dei minuti.
Alitonou 6 Prova a mettere in difficoltà gli avversari con la sua fisicità e velocità, ma alla fine dei conti si ritrova a combattere in assoluta inferiorità numerica. È l’autore dei tiri più pericolosi del Palazzolo.
Benini 5.5 La sua posizione in mezzo alle linee trova un attimo di pericolosità nei primissimi minuti dove non si sa chi deve marcarlo. Quando il Sempione alza i giri del motore fa in difficoltà.
Zambon 6 Molto lavoro sporco nonostante porti il numero 9 sulla maglia. Prova a portare i suoi qualche metro più in avanti, ma oggi contro questo Sempione c’è poco da fare.
Clemeno 6 Prova qualche giocata nello stretto per spaccare in due la pressione alta degli avversari, ma sono troppo poche le volte in cui ci riesce e non per demeriti suoi.
Nucci 5.5 Una serata priva di soddisfazioni per il giovanissimo attaccante classe 2006, che si trova di fronte una squadra organizzata e di livello.
All. Invernizzi 5.5 Che fosse una serata difficile lo si era visto dai primi 5 minuti. Non riesce a cambiare la rotta e l’infortunio di Danelli complica ulteriormente le cose.

ARBITRO 
Ennaghmi di Milano 7 Partita facile ma lui mostra la bella predisposizione a lasciar giocare molto fischiando pochissimo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400