Cerca

Under 19

Casorate-Zibido: Minacapelli apre e Maggi spedisce i biancazzurri al primo posto solitario in classifica

Un gol per tempo permettono ai ragazzi di Maurizio Foresti di fare loro lo scontro diretto contro la formazione di Castelli che ha peccato sul piano della grinta e della concretezza

Giovanni Maggi Casorate Under 19

L'autore del gol del definitivo 2-0 del Casorate, Giovanni Maggi

Prestazione maiuscola del Casorate che in casa si impone per 2-0 contro lo Zibido grazie a un gol per tempo e si guadagna la vetta solitaria della classifica. Minacapelli sblocca il risultato poco dopo la mezz’ora della prima frazione e Foresti indovina la mossa Maggi che al 32’ della ripresa chiude il match. Non influenza l’andamento della gara l’espulsione diretta a La Notte al 41’. 

Che Mina. Pari punti e stesso schieramento in campo per le due squadre che gli allenatori schierano con un iniziale 4-3-3. Brivido per lo Zibido all’8’ con una punizione battuta dalla sinistra da Minacapelli, per fortuna di Valerio, scivolato sul terreno insidioso, la traiettoria del pallone termina a lato di un soffio. Il numero uno si riscatta immediatamente sul tiro ravvicinato, anche se centrale di Ferro, innescato dalla fuga solitaria sulla destra di Samuele Foresti, bravo a vedere il compagno a rimorchio in piena area di rigore. 10 minuti più tardi anche lo Zibido si fa vedere dalle parti di De Simone con una bella combinazione veloce dei tre attaccanti con Insalaco che riesce a mandare nello spazio Nazzaro. Il numero 9 perde l’occasione per calciare defilandosi sulla sinistra, ma è bravo a vedere il rimorchio di Di Tinco, il numero 10 non ci pensa due volte e lascia partire il tiro dal limite, nessun problema per l’estremo difensore del Casorate che blocca a terra. La più grande occasione è però del Casorate e capita sul sinistro di Gaudino. Solita fuga sulla sinistra di Ferro, con Sepe che fa fatica a tenerlo. Cross basso sul dischetto dell’area di rigore dove arriva Gaudino a botta sicuro, purtroppo per i biancazzurri il suo sinistro termina sul palo e sulla ribattuta la seconda conclusione, sempre di Gaudino, termina a lato di pochissimo. È il preludio al vantagio dei ragazzi di Foresti che arriva al 32’. Percussione centrale di Gaudino che viene fermato da due difensori, il pallone rimane in area e viene accolto dal destro potente di Minacapelli che si insacca sotto la traversa dove Valerio non può arrivare. Casorate in pieno controllo del match sfruttando la maggior fisicità dei suoi calciatori. Samuele Foresti al 35’ riesce in qualche modo a fare sponda verso Gaudino, destro di prima intenzione dal limite, Valerio si stende alla sua destra e respinge una conclusione velenosa. Zibido che fatica a reagire e al 40’ rischia di subire il raddoppio con un colpo di testa di Cattaneo in piena area piccola su cross dalla bandierina di Samuele Foresti. Al tramonto del primo tempo lo Zibido va vicinissimo al pari. Dalla destra Graffagnini fa partire un cross basso che De Simone non riesce a trattenere, sul pallone vagante arriva Di Tinco che non riesce a dare abbastanza forza alla sua girata e si vede il tiro respinto a pochi metri dalla linea di porta, rimasta sguarnita. 

Maggi la chiude. Zibido totalmente cambiato rispetto a quello timoroso della prima frazione. Pronti via e Zamfir va vicinissimo al pareggio con un bel destro dal limite che termina di un soffio alla destra di De Simone dopo una leggera deviazione di un difensore nella traiettoria. Ripresa inizia a tutto ritmo con ribaltamenti di lato continui come quelli a cavallo del 5’ con Gaudino che reisce a saltare Valerio, ma viene stoppato all’ultimo sulla linea da Sepe. Sul ribaltamento scappa via Nazzaro, che arrivato al limite prova il sinistro, ma la conclusione è troppo debole e De Simone può bloccare senza alcun problema. Al 13’ Di Tinco ha la possibilità di scatenare il suo sinistro da un calcio di punizione centrale dai 18 metri, ma la sua conclusione termina alta sopra la traversa sprecando così un’ottima conclusione. Zamfir sbaglia il rinvio sulla propria trequarti e apre la strada al 18’ alla velocità di Peritore, uno due con Samuele Foresti, e il numero 5 si presenta a tu per tu con Valerio ma spara incredibilmente alto. Proporzionalmente alla crescita dell’intensità delle due squadre scende anche la visibilità per colpa della nebbia. Alla mezz’ora ancora Casorate  vicinissimo al raddoppio con Cattaneo che approfitta dell’uscita a vuoto di Valerio e di testa indirizza sotto la traversa, ma sulla linea di porta è appostato Graffagnini che salva. L’appuntamento con il 2-0 è solo rinviato di qualche minuto visto che al 32’ il neo entrato Maggi si infila fra terzino e centrale su un rilancio del suo centrocampo, anticipa Valerio con un tocco sotto e porta avanti i suoi di due gol. Le reti potrebbero diventare tre ma Triestini, dopo una fuga centrale palla al piede al 36’ sbatte su Valerio in uscita. Quando sembrava portare tutto a un tranquillo finale per il Casorate, al 41’ La Notte commette un brutto fallo in ritardo a centrocampo con il piede a martello su Diaferia che stava portando palla uscendo dalla linea difensiva. Per sua fortuna e per quella del Casorate la partita non si riapre e i biancazzurri sono primi in classifica. 

Giovanni Maggi Casorate Under 19

IL TABELLINO

Casorate-Zibido 2-0
RETI: 32' Minacapelli (C), 32' st Maggi (C).
CASORATE (4-3-3): De Simone 6.5, Ferro 7, Gaudino 6 (43' st Devecchi sv), Cattaneo 6.5, Peritore 6.5, Barbaro 6.5, Foresti S. 7 (28' st Maggi 8), Orlando 7.5, Minacapelli 7 (14' st La Greca 6.5), Trestini 6.5, La Notte 5. A disp. Ragolia, Aattal, Fasani, Firpi, Foresti D., Greco. All. Foresti M. 7. Dir. Bonomi.
ZIBIDO (4-3-3): Valerio 6.5, Graffagnini 6.5, Sepe 6.5, Panza 6.5, Zamfir Bares 5.5 (43' st Gismundi sv), Diaferia 6, Insalaco 6 (19' st Agostinacchio 6), Festa 6 (34' st Zanni sv), Nazzaro 6, Di Tinco 5.5, Capuano 5.5. A disp. Di Comite, Gallarati, Marabelli, Fina, Puricelli, Ferrario. All. Castelli 6.5. Dir. Beltrami.
ARBITRO: Ordanini di Abbiategrasso 7.
ESPULSO: 41' st La Notte (C).
AMMONITI: Minacapelli (C), Panza (Z), Diaferia (Z).

LE PAGELLE

CASORATE
De Simone 6.5 La poca precisione degli avanti dello Zibido non lo costringe a nessuna parata importante. Mostra sicurezza e attenzione su diversi palloni alti provenienti dalle fasce.
Ferro 7 Solita spina nel fianco per tutte le difese. Sgomma e dribbla sulla destra come se fosse una fuori serie. I pericoli maggiori nella prima frazione arrivano dalla sua parte e il motivo è più che evidente.
Gaudino 6 Ha sul sinistro la palla che potrebbe aprire le marcature molto prima di quanto avvenga realmente. È più sfortunato che impreciso a dire la verità, ma ha sui piedi tre opportunità nitide, la seconda nella stessa azione del palo, che avrebbero meritato un esito ben diverso. (43' st Devecchi sv).
Cattaneo 6.5  Con le squadre che si allungano attende nella propria posizione sulla fascia destra, quando ne ha l'occasione riparte a tutto gas spezzando l'avanzata dello Zibido che deve rincorrerlo in più di una occasione.
Peritore 6.5 Riconquista tanti palloni e li gestisce al meglio in mezzo al campo. Mezzo punto in meno per quella occasione sciupata, dopo un ottimo uno-due con Samuele Foresti, tutto solo davanti a Valerio.
Barbaro 6.5 Insalaco quando lo punta lo mette in difficoltà, anche se lui non si fa mai saltare così nettamente da permettere all'avversario di dirigersi tutto solo verso l'area di rigore. Uscendo il numero 7 giallorosso ha un pensiero in meno anche se non lascia mai scoperta la sua fascia.
Foresti S. 7 Velocità al servizio della squadra. Gestisce al meglio le energie strappando in avanti quando è necessario e appoggiando molto bene le iniziative di Gaudino.
28' st Maggi 8 Ha solo 17 minuti più recupero a disposizione? Nessun problema dopo 4 minuti mette il punto esclamativo alla partita, sfruttando una indecisione difensiva al massimo, e ogni volta che parte, sia palla al piede che nello spazio, è un pericolo.
Orlando 7.5 Torna al centro della difesa e con la fascia da capitano fornisce una prestazione ai limiti della perfezione. Pulito e privo di qualsiasi svolazzo ferma ogni iniziativa che Nazzaro e compagni provano a portare in avanti.
Minacapelli 7 Libera il destro appena ne ha la possibilità e insacca il gol che sblocca la gara. Tante giocate di fisico, ma anche tocchi dolci in mezzo al campo che mandano a vuoto il pressing avversario.
14' st La Greca 6.5 Entra bene e dà sostanza e qualità alla manovra del Casorate che iniziava a diventare esclusivamente basata sui lanci lunghi.
Trestini 6.5 Nonostante abbia il 10 sulle spalle non si concede nessuna giocata priva a se stessa. Sa che la partita è una di quelle da guadagnarsi con le unghie e con i denti e si applica alla perfezione.
La Notte 5 Brutto intervento in ritardo che gli costa il rosso. Sicuramente non lo voleva fare apposta visto che cerca la palla, ma il punteggio di 2-0 doveva indurlo a temporeggiare su una uscita difensiva a centrocampo e con i suoi comunque posizionati bene per difendersi.
All. Foresti M. 7 «Facciamo di necessità virtù visto i tanti infortunati». Il commento a fine partita non fa altro che dare ancora più meriti ai suoi giocatori che mettono in campo grinta e concentrazione e si fanno a prendere la vetta solitaria della classifica. 

ZIBIDO
Valerio 6.5 Il destro di Minacapelli lo fulmina da pochi metri e il buco difensivo lo porta a un'uscita spericolata sul gol di Maggi. Forse le uscite sono le uniche pecche di giornata, visto che tiene in vita i suoi in più di una circostanza.
Graffagnini 6.5 Salva sulla linea il colpo di testa del potenziale 2-0 di Cattaneo e tiene bene botta quando il Casorate prova a sfondare sulla sua fascia.
Sepe 6.5 Anche lui è autore di un salvataggio sulla linea. Riscatta così un pomeriggio difficile per via della vivacità di Ferro che lo salta più di una volta anche se mai in maniera decisiva.
Panza 6.5 La sua prestazione è da 7, come quella di Graffagnini, fino al gol del raddoppio del Casorate dove loro due si fanno infilare da Maggi. Fino a quel momento è il baluardo difensivo che non permette al Casorate di dilagare.
Zamfir Bares 5.5 Un errore grossolano poteva mandare in soffitta la gara ben prima del gol del raddoppio. Con il pallone fra i piedi non è propriamente a suo agio. Molto meglio quando deve difendere lo spazio di competenza e anche nell'uno contro uno. (43' st Gismundi sv).
Diaferia 6 Davanti alla difesa prova una volta a destra e una volta a sinistra ad aprire la difesa del Casorate, che però è in formato super. Il campo sintetico di Zibido lo ha abituato troppo bene e quando qualche zolla biricchina gli fa perdere un tempo di gioco, gli avversari hanno già chiuso quello spazio che lui voleva sfruttare.
Insalaco 6 È quello che inizia meglio la gara dei suoi. La sua velocità fa rimanere basso il Casorate e crea qualche brivido sulla sinistra dei biancazzurri. Ai primi segnali di fatica Castelli lo tira fuori forse un po' troppo presto.
19' st Agostinacchio 6 Prova a trovare qualche spazio per vie centrali usando anche il fisico e non solo la tecnica. Ma i risultati che porta non permettono allo Zibido di spostare l'inerzia della gara dalla sua parte.
Festa 6 Insieme a Diaferia prova a dare una logica al gioco della sua squadra e il compito alla fine lo completa. Manca quella gioca decisiva che permetta agli attaccanti di presentarsi davanti alla porta. (34' st Zanni sv)
Nazzaro 6 Sponde, sportellate e poco altro. Non per colpa sua viene risucchiata nella morsa dei due centrali avversari. Quando ha la possibilità di infilarli i velocità deve fare troppi metri per arrivare in area.
Di Tinco 5.5 Insolitamente impreciso il numero 10 ospite che ha anche la possibilità del pari a inizio ripresa. Il calcio di punizione termina alto ed è l'immagine perfetta della sua partita.
Capuano 5.5 Fatica ad attivarsi e nell'uno contro uno non riesce mai a sfondare. Capito l'andazzo si preoccupa almeno di non lasciare troppo campo al Casorate.
All. Castelli 6.5 Il giro pallo c'è e si vede ma, come ammesso da lui stesso a fine gara, è mancata quella grinta e concretezza che sono valse al Casorate di portarsi a casa i tre punti.

LE INTERVISTE

Non può che essere soddisfatto a fine partita Maurizio Foresti, tecnico del Casorate: «Abbiamo affrontato una bellissima squadra che fa del possesso palla la sua caratteristica principale, mentre noi abbiamo altre armi e siamo riusciti a sfruttarle a dovere, nonostante le troppe occasioni sciupate che potevano farci chiudere prima la partita. Continuiamo ad avere diverse assenze e anche oggi abbiamo giocato con un solo difensore di ruolo (La Notte, ndr) mentre gli altri tre erano tutti centrocampisti, anche con doti di impostazione. Avendoli 10-15 metri indietro anche la nostra manovra di gioco ne ha risentito. Dobbiamo fare di necessità-virtù e i ragazzi stanno affrontando questo periodo al meglio».

Sconfitto, ma non abbattuto, l'allenatore dello Zibido Fabio Castelli: «Abbiamo disputato una buona gara anche se siamo partiti abbastanza timorosi, mentre il Casorate ci ha aggredito sempre molto alto e ha dimostrato una grinta e una concretezza superiori alla nostra. Ci è mancata la finalizzazione, visto che arrivavamo abbastanza facilmente ai 20 metri, ma non trovavamo nè lo spazio nè il tempo giusto per andare a calciare in porta in maniera pulita. Sono soddisfatto della prestazione nonostante la sconfitta e sono convinto della qualità della mia squadra».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400