Cerca

Under 19

Murè conclude una grande Opera firmata da due perle di Pezzi e di Hensemberger

Sotto di un gol, firmato al 9' da Vignotto, i ragazzi di De Cillo iniziano la rimonta con i colpi di autore nel primo tempo e usando letteralmente la testa nella ripresa

Bescapè, Murè, Pezzi, Manca e Hensemberger Opera Under 19

Tutti i marcatori della serata per l'Opera di Andrea De Cillo più il migliore in campo: il portiere Murè

Torna a vincere l’Opera dopo tre settimane e lo fa in grande stile. I ragazzi di De Cillo superano sul campo di casa, anche se ad Assago, il Basiglio per 4-1 e in rimonta. Al gol al 9’ di Vignotto, rispondono Pezzi su punizione, Hensemberger in pieno recupero del primo tempo, Bescapè,appena entrato, e Manca di testa. Sull’1-1 l’episodio chiave che indirizza l’inerzia della gara è il rigore sbagliato dallo stesso Vignotto, che si è fatto deviare sul palo il rigore da un super Murè. Clamoroso, invece, l’errore di Giannettino sulla ribattuta, dove calcia a lato da 5 metri e con il portiere a terra. 


Due grandi opere. Inizia meglio il Basiglio, grazie a un ispirato Giannettino che mette apprensione Spizzi dal primissimo minuto, ma il numero 17 non ha zampata giusta, anche perchè viene ben chiuso all’ultimo istate da Chersoni e Noselli. Ma i due centrali non possono difendersi dal fuoco amico e al 9’ gli ospiti trovano il vantaggio. Noselli perde un brutto pallone sulla destra, Giannettino scappa e mette in mezzo di esterno destro con Vignotto che gira di prima intenzione di sinistro e insacca sul secondo palo. Opera che fatica a organizzare una risposta anche per l’aggressività del Basiglio, prontissimo a colpire in contropiede con il suo tridente formato da Ragazzi, Vignotto e Giannettino. Ci prova al quarto d’ora, Hensemberger che prende palla a centrocampo e lancia Manca, ma è favoloso l’intervento capitan Piantoni che chiude in angolo, quando l’attaccante era pronto per calciare verso la porta di Iuculano. Basiglio che usa sempre la sinistra per rendersi pericoloso. Al 27’ Melina mette il turbo e scappa via, entra in area, uno-due veloce con Vignotto, e sinistro violento sul primo palo che centra il montante, sfera che va in mezzo, e dopo un tentativo fiacco di Vignotto, arriva sul destro di Giannettino che incredibilmente, dal limite dell’area piccola, spara alto. Dall'altra parte, Gaudio ha per la prima volta la possibilità di liberare il tiro verso la porta avversaria, ma il suo sinistro a incrociare viene deviato bene in angolo da Iuculano. Proteste del Basiglio per un contrasto, giudicato regolare dall’arbitro Polimeni, sulla trequarti poco rima del tentativo della punta di De Cillo. È un momento buono per l’Opera e al 34’ arriva il pareggio. Punizione vicina al vertice sinistro dell’area di rigore, provvedimento accolto con qualche protesta dai giocatori del Basiglio. Sul pallone va Pezzi che disegna una parabola dolce ma letale per Iuculano, che si tuffa ma non può arrivare sulla sfera che si insacca sotto la traversa. Sfida che sembra essere passata sotto la gestione dell’Opera e al 40’ i gialloblù vanno vicinissimi al vantaggio. Manca scappa via dopo una serie di rimpalli con i due centrali avversari e si presenta a tu per tu con Iuculano, l’estremo difensore del Basiglio rimane in piedi e respinge. Ribaltamento di fronte e Culcasi si guadagna il rigore al 43’. Sul dischetto va Vignotto, ma Murè si allunga alla sua destra e tocca, palla che sbatte sul palo e torna al centro, ma Giannettino, arrivato di corsa, sbaglia incredibilmente il tap-in allargando troppo il destro e mandando incredibilmente a lato. Al terzo minuto di recupero Hensemberger tira fuori dal cilindro una conclusione pregevole, quando ormai si attendeva il duplice fischio dell’arbitro, e insacca la sfera sotto la traversa. Come se fosse un golden gol, che ha caratterizzato i primi anni 2000, l’arbitro fischia la fine, ma solo del primo tempo.

L'Opera usa la testa. Ripresa che inizia subito forte, come era terminata la prima frazione, per l’Opera. Manca scappa via sulla sinistra, entra in area e mette in mezzo per Hensemberger, ma il numero 7 è troppo avanzato per colpire verso la porta di Iuculano, riuscendo solamente a sfiorare il pallone nel tentativo estremo di colpirlo con uno scorpione. Non riuscendo a trovare spazi con la manovra, il Basiglio si affida al calcio piazzato. Al 17’ Muccio prova dai 25 metri una conclusione forte ma centrale, che Murè riesce a bloccare dopo essersela fatta battere sul petto. Appena entrato, Bescapè, al 23’, da rapace dell’area di rigore si fionda su un cross dalla trequarti e di testa, totalmente solo, insacca alla destra di Iuculano, che viene battuto dalla capocciata che ha prima rimbalzato sul palo. Il tris taglia le gambe al Basiglio, che tre minuti più tardi incassa il gol del poker. Ancora di testa, ma dal giocatore più piccolo in campo: Manca. Calcio d’angolo dalla destra, palla che rimbalza in area, con il numero 11 che senza staccare gira di testa nello stesso angolino perforato qualche istante prima di Bescapè. Opera che viaggia sul velluto e poco dopo la mezz’ora Hensemberger va vicinissimo a un gol da antologia. Il numero 7 di casa controlla al limite, vede Iuculano fuori dai pali, e fa un pallonetto che si spegne sull’esterno della rete dando l’illusione del gol. A mettere il punto esclamativo sulla vittoria dell’Opera è Murè, che ferma l’ultimo tentativo di Giannettino, che quasi sicuramente si sognerà il portiere avversario. Altro intervento poco prima del triplice fischio, questa volta su Vignotto, che non riesce a girare in rete il cross basso di Melina dalla destra. 

IL TABELLINO

Opera-Basiglio MI3 4-1
RETI (0-1, 4-1): 8' Vignotto (B), 34' Pezzi (O), 48' Hensemberger (O), 23' st Bescapè (O), 26' st Manca (O).
OPERA (4-3-1-2): Murè 8.5, Spizzi 6, Spada 7, Pezzi 8 (22' st Capone 6), Chersoni 7.5, Noselli 5.5 (1' st Negri 6.5), Hensemberger 8, Gallinardi 7 (35' st Lutchmun sv), Del Gaudio 6 (20' st Bescapè 7.5), Leonardis 7.5, Manca 8 (38' st Dati sv). A disp. Quirci, Califano, Nappi. All. Di Cillo 7. Dir. Tangari.
BASIGLIO MI3 (4-3-3): Iuculano 6.5, Culcasi 6, Muccio 6.5 (37' st Ruberto sv), D'Angella 5.5 (30' st Mesiano 6), Melina 6.5, Vignotto 6, Ragazzi 6.5, Giannettino 5.5, De Michele 6, Piantoni 6.5, Bernardo De Camargo 6. A disp. Lorusso, Paoletti. All. Sgura 6. Dir. Vicentini.
ARBITRO: Polimeni di Milano 6.5.
AMMONITI: Manca (O), Piantoni (B), Hensemberger (O).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400