Cerca

Coppa Under 19

Sonori è decisivo anche quando i rigori li para e basta: 7.5; Trestini recupera e pulisce palloni come una lavatrice: 7

Brighenti, Rossetti e Martinazzi i migliori del Sempione: 7.5; Orlando si batte come una furia, ma è suo l'errore decisivo: 6.5

Andrea Sonori Sempione Under 19

Andrea Sonori, portiere del Sempione, che ha ipnotizzato Orlando all'ultima azione della gara e anche dal dischetto

Ancora una volta i rigori sono i protagonisti di questi Quarti di finale della Coppa Lombardia Under 19. Ed è il Sempione a gioire alla fine, eliminando il Casorate, dopo il 2-2 nei 90 minuti regolamentari, grazie al proprio portiere Sonori e al rigore decisivo di Zayed. Per i biancazzurri pavesi il rammarico di essere usciti dopo aver ribaltato lo svantaggio iniziale, gol di Brighenti, con Orlando e Ferro, con il primo che si è fatto ipnotizzare dal portiere avversario nella lotteria dei calci di rigore.

LE PAGELLE

SEMPIONE

Sonori 7.5 Decide di non calciare nei 5 rigori dei suoi, ma è decisivo anche questa volta parando il quarto di Orlando e fornendo l'assist per Zayed di chiudere l'incontro. Cala la parata a tempo scaduto sempre su Orlando che manda le squadre ai rigori.
Casati 7 Primo tempo da stantuffo implacabile con Ferro che deve più correre indietro che provare a far male alla difesa avversaria. Ripresa più guardinga anche perchè trova meno spazio con l'abbassamento del baricentro dei suoi per la spinta maggiore da parte del Casorate.
Aretano 6 Calcia due punizioni in modo sballato nella ripresa e dal suo sinistro ci si aspetta di più. Qualche chiusura frettolosa, ma in una partita del genere si bada più alla sostanza che al resto.
Centurione 6.5 La prima mezz'ora di gioco sfiora i limiti della perfezione con una gestione palla impeccabile e un'organizzazione dei tempi delle azioni dei suoi ottima. Da un suo errore nasce la prima grande occasione per gli avversari e da lì gioca un po' con il freno a mano tirato, ma pur sempre ben al di sopra della sufficienza.
45’ st Chinzi 6.5 Vero entra praticamente a partita finita, ma è da premiare il fatto che si presenta sul dischetto praticamente da freddo e non sbaglia. Sicuramente Merra lo ha inserito per calciare uno dei rigori e la sua mossa è stata ripagata appieno.
Javier Medina 5.5 Si fa aggirare da Orlando in occasione del gol dell'1-1. Vero che l'attaccante del Casorate fa della fisicità la sua arma migliore, ma da un difensore centrale, in occasione di una rimessa laterale, è un errore da matita blu.
Fallanca 6 Anche lui soffre il duello con Orlando, anche se più attrezzato sotto il punto di vista fisico rispetto al compagno. Gioca quasi per l'intera sfida con un cartellino giallo sulle spalle che lo costringe a rimanere più ancorato alla linea di difesa e provare l'anticipo più raramente.
Brighenti 7.5 Il capitano è una furia nel primo tempo: lotta su ogni pallone, si inserisce sempre facendo esaurire i centrocampisti avversari e sforna un gran tiro dal limite che sigla l'1-0. Nella ripresa usa tanto la voce per dare la sveglia ai suoi che hanno approcciato male la ripresa facendosi rimontare dagli avversari.
33’ st Rossetti 7.5 Entra e praticamente al primo pallone toccato segna. E non in maniera banale. Fuga sulla destra e scavetto sull'uscita bassa di De Simone che firma il 2-2 quando sembrava che il Casorate avesse centrato la vittoria con la rimonta.
Bruno 6.5 Pronti e via e ha sul destro la volée che De Simone gli stoppa in faccia. La sua agilità nello stretto è di difficile lettura per la difesa avversaria che deve sudare sette camicie per fermarlo sulla destra.
18’ st Melluso 6 Entra per dare più copertura sulla fascia dove agisce Ferro e assolve al compito con diligenze e proteggendo Casati.
Trombini 6 Spara verso la porta a partita appena iniziata, ma il suo colpo di testa è troppo centrale per sorprendere De Simone. Prova a giocare spalle alla porta facendo qualche sponda per i compagni, anche se difetta di precisione.
Zayed 7 Il voto si alza soprattutto per aver siglato il rigore che manda i suoi in semifinale. Nei 90 minuti entra ed esce dalla gara dove fatica a d accendersi quando il Casorate alza il livello dell'agonismo.
Martinazzi 7.5 Quando si accende i ragazzi di Foresti si ammassano per fermarlo, ma faticano a prenderlo. Inizia con il piede sull'acceleratore e alla seconda palla dentro trova Brighenti per il gol del vantaggio. In pieno recupero chiama De Simone alla grande parata con il suo sinistro a incrociare velenosissimo.
All. Merra 7 L'inizio è ai limiti della perfezione per aggressività e giocate veloci che mandano il Casorate alle corde. Da rivedere l'approccio al secondo tempo che permette al Casorate di ritornare in partita e ribaltare il punteggio. Bravo e fortunato a far entrare subito dopo il gol dell'1-2 Rossetti che lo riporta quasi immediatamente sul pari.

CASORATE

De Simone 7.5 Prestazione di assoluto livello per il portiere dei pavesi che per poco non raggiunge la perfezione parando un rigore nella lotteria finale. Grandissimo intervento su Martinazzi che cancella il gol del 3-2 per il Sempione.
Santafede 6.5 Soffre terribilmente Martinazzi nella prima frazione. Quando Foresti gli cambia fascia, mettendolo dietro a Ferro, cambia vita e anche tenore della sua prestazione. Bravo e sveglio a servire Orlando con le mani in occasione del gol del pareggio.
Devecchi 6.5 Stare dietro a Martinazzi in velocità è difficile e allora usa il fisico, ragione per cui il suo allenatore lo sposta a destra dopo l'intervallo. 
La Greca 6 Inizio difficile, non solo per lui, visto che il Sempione va a mille all'ora. L'uscita di Gaudino costringe Foresti a spostarlo per il campo in attesa della posizione migliore e questo lo condiziona parecchio. Nella ripresa, trascinato dall'atteggiamento più aggressivo della squadra, riesce a salire in cattedra anche lui fra recupero palla e verticalizzazioni verso le punte. (41’ st Scarano sv)
Rancati 6 Segue Trombini come un'ombra non facendolo mai girare e costringendolo a lavorare solo di sponda. Chiamato al raddoppio su Martinazzi, che ogni tanto però gli scappa via, anche se in posizione defilata.
Cattaneo 6 Il capitano viene fuori alla distanza, dopo essere stato anche lui 'frullato' dalla prima parte di gara da parte del Sempione. A furia di urlare riesce a svegliare i suoi, con cui se la prende, e molto, per non essere stati alti dopo aver trovato il vantaggio.
Barbaro 6.5 Secondo tempo da vera e propria spina nel fianco del Sempione. È lui, insieme a Orlando, quello più cercato della squadra, anche se ha di fronte avversari più grossi di lui e per questo la mette sulla velocità giocando palla a terra.
Gaudino 6 La sua partita inizia e finisce al 29'. Prima semina il panico nella difesa avversaria, firmando così la vera palla gol del primo tempo del Casorate, e poi si fa male. Un risentimento muscolare che lo aveva tenuto fuori fino alla gara con lo Zibido in campionato, dove ha segnato, e che forse non aveva ancora supera al 100%.
29’ Firpi 6.5 Entra a freddo e una volta in partita, con il suo sinistro, trova varchi invitanti per i suoi attaccanti. L'esempio principe è l'ultima azione della partita, dove manda in profondità Orlando che, se non fosse stato per un super Sonori, avrebbe portato il Casorate in semifinale. 
Orlando 6.5 Spostato a fare la prima punta, dopo l'infortunio di Gaudino, fatica a trovare il pertugio giusto, anche perché scarsamente supportato dalla squadra. Si inventa il gol del pareggio usando furbizia, fisico e maestria nel pallonetto per firmare l'1-1. Scarica il sinistro al 50' della ripresa, ma gli esce troppo centrale, come il rigore che Sonori gli blocca.
Trestini 7 Il 10 di Foresti è dappertutto. Nella ripresa recupera un numero di palloni impressionante che permettono ai suoi di coprire meno campo nelle ripartenze e sorprendere il Sempione, che con la difesa schierata non concede nulla.
Ferro 6.5 Un campo più stretto rispetto a quello di Casorate ne condiziona l'inizio di gara. Prende le misure e piazza qualche accelerata che costringe la difesa avversaria a spazzare. Sul colpo di testa di Sonori in uscita e al posto giusto ed è freddissimo a disegnare una parabola perfetta che si insacca nella porta vuota.
All. Foresti 6.5 Inizio complicato per i suoi che vengono sopraffatti da un Sempione che va almeno più veloce di un paio di marce. Predica calma ben consapevole che rimanendo in partita ci sono chances per ribaltarla e così è. La sua squadra esce trasformata, e ben più simile a quella ammirata fin qui in campionato, e ribalta il risultato.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400