Cerca

Under 19

Le parate prodigiose dell'esordiente Pellegrini mantengono vive le speranze di titolo

La rete di Nazzaro e gli interventi del portiere classe 2005 donano i tre punti ai giallorossi e mantengono il primo posto a poche lunghezze

Francesco Luca Pellegrini Zibido

Prima partita in Under 19 per Francesco Luca Pellegrini e subito decisivo per lo Zibido

Serviva una vittoria contro la terza forza del campionato per conquistare i tre punti e portarsi quindi a meno quattro dalla capolista Casorate. Lo Zibido riesce nel suo compito superando in rimonta per 2-1 il Real Trezzano. Ospiti in vantaggio dopo soli cinque minuti con il destro da fuori area di Roselli, pareggio che arriva con un goffo intervento difensivo di Imparato che spedisce il pallone nella propria porta, permettendo così ai padroni di casa di chiudere in parità la prima frazione. Nella ripresa bastano solo due minuti ai giallorossi per mettersi davanti: Insalaco si invola sulla fascia e mette in mezzo per Nazzaro che deve solo spingere in rete. Le parate di un Pellegrini insuperabile fanno il resto: vittoria e corsa al primato ancora aperta.

NON BELLI MA EFFICACI

La partita si sblocca dopo solo cinque minuti. Il pallone lo gestisce la squadra di casa, ma a segnare sono gli ospiti. Roselli riceve il pallone sulla fascia sinistra, si accentra e senza venir disturbato dalla pressione avversaria calcia a giro da fuori area. Il pallone, complice il forte vento, prende una traiettoria che si rivela imparabile per Pellegrini. La partita si fa nervosa, con lo Zibido che sbatte spesso contro la coriacea difesa avversaria. Tanti duelli fisici e poca precisione nei passaggi. Solo al 17’ arriva uno squillo dei padroni di casa: Graffagnini scatta sulla fascia destra e riceve un lancio lungo dalla difesa, trovandosi davanti una prateria, poi riesce a calciare una volta arrivato dentro l’area ma trova la respinta di Cappellini, pallone che finisce tra i piedi di Capuano che prova a calciare in girata ma senza successo. Fatica lo Zibido a controllare le fasce, dove Roselli e Kazadi hanno sempre spazio e possibilità di mettere palloni pericolosi in area. Davanti mancano precisione e movimenti per riuscire a rendersi pericolosi. L’unico spunto offensivo, al 27', è una spizzata di testa di Leonardi nato da una punizione conquistata a metà campo, troppo poco per rimettere il risultato in parità. Il Real Trezzano si limita a difendersi ordinatamente aspettando di poter colpire in contropiede. Al 36’ lo Zibido ci prova con un lancio lungo: Danza crossa dalla trequarti destra, sul secondo palo sbuca Capuano che colpisce di prima senza trovare la porta. Non passa nemmeno un minuto che ancora Capuano viene imbeccato da un altro lancio. Questa volta servono i riflessi di Cappellini per negargli il gol. La rete sembra nell’aria ma arriva in maniera clamorosa: su un innocuo cross di Graffagnini Imparato interviene mettendo il pallone nell’angolino della propria porta. Lo Zibido acquista fiducia e inizia a spingersi in avanti alla ricerca dell’immediato raddoppio. Allo scadere ultima occasione per i padroni di casa: ancora l’imprendibile Capuano viene lanciato a rete e serve l’ennesima parata di Cappellini per evitare di chiudere il primo tempo in svantaggio.

NAZZARO ILLUMINA, PELLEGRINI È SUPERBO

Bastano due minuti ai giallorossi per passare in vantaggio: volata di Insalaco sulla fascia destra e assist rasoterra per Nazzaro che deve solo spingere in rete. Il gol affossa il morale degli ospiti e lo Zibido spinge alla ricerca della terza rete. Per una nuova nitida occasione da gol è necessario attendere un contropiede del Real Trezzano al 19': una sponda di Danelli permette a Zordan di lanciare verso la porta Schifone, l'attaccante non riesce però a calciare con forza e Pellegrini può respingere di piede. Passano cinque minuti e l'estremo difensore di casa compie un'altra sontuosa parata sulla conclusione da pochi passi del subentrato Brogi. Lo Zibido si chiude cercando di mantenere il vantaggio, ma lascia troppo campo agli avversari e allora deve nuovamente fare affidamento sul proprio portiere. Al 31' Zordan riesce a passare tra due avversari e penetrare nell'area di rigore ma ancora una volta trova sulla sua strada Pellegrini che blocca il tiro. Il Real Trezzano è ormai stabilmente nella metà campo avversaria, ma manca la precisione negli ultimi tocchi. L'ultima occasione per il pareggio è per Abruzzese, servito da Brogi sulla sinistra l'esterno calcia a giro sul secondo palo con il pallone che esce di pochissimo. Nel finale tanti lanci lunghi verso l'area dello Zibido ma tutti prontamente rispediti al mittente dalla difesa. I padroni di casa sprecano diversi contropiedi che avrebbero portato il gol della sicurezza, ma riescono a mettere sottochiave tre punti fondamentali per continuare a sperare un sorpasso in vetta.

IL TABELLINO

Zibido-Real Trezzano 2-1
RETI: 6' Roselli (R), 37' aut. Imparato (R), 2' st Nazzaro (Z).
ZIBIDO (4-3-3): Pellegrini 7.5, Graffagnini 6.5, Zamfir Bares 6 (1' st Sepe 6), Danza 6.5, Festa 6.5, Diaferia 6, Insalaco 7  (44' st Agostinacchio sv), Puricelli 6.5 (30' st Leonardi sv), Nazzaro 7, Di Tinco 6.5, Capuano 6.5 (1' st Zanni 6). A disp. Brandino, Gallarati, Fina. All. Castelli 6.5. Dir. Beltrami.
REAL TREZZANO (4-4-2): Cappellini 6.5, Sergi 6, Zordan 6.5, Dimola 6 (33' st Belluccio), Cammarano 6, Imparato 6, Roselli 7 (11' st Riccio sv), Piano 6, Danelli 6, Kazadi 6.5 (17' st Brogi 6), Abruzzese 6.5. A disp. Re Cristiano, Fusetti, Serra, Schifone. All. Di Stasio 6. Dir. Di Stasio.
ARBITRO: Barbieri di Milano 6.5.
AMMONITI: Riccio (R), Danelli (R), Cammarano (R), Sergi (R), Puricelli (Z).

LE PAGELLE

ZIBIDO 
Pellegrini 7.5 All'esordio con i "grandi" sembra giocare come se fosse una partita qualsiasi. Incolpevole sul gol subito, nella ripresa sforna una serie di parate che permettono allo Zibido di vincere una partita delicatissima. Splendida quella da terra sulla conclusione da pochi passi di Brogi
Graffagnini 6.5 Instancabile, corre lungo tutta la fascia per novanta minuti, fornendo supporto sia in fase offensiva che difensiva. Ha l'occasione del pari ma si vede negare il gol da Cappellini.
Zamfir Bares 6 Gioca maggiormente in difesa, marcando a uomo. Si fa notare poco in avanti lottando sulla corsia di sinistra.
1' st Sepe 6 Entra quando servono forze fresche aiutando la squadra a conservare il vantaggio nella ripresa.
Danza 6.5 Il pilastro difensivo dei giallorossi. Presente su ogni palla alta, aiuta la squadra anche in fase di impostazione. Danelli non riesce mai a superarlo.
Festa 6.5 Assieme al compagno di reparto sforna un'ottima prestazione limitando i rischi che si presentano dalle sue parti.
Diaferia 6
Nessuna delle due squadre è riuscita a gestire bene il pallone al centro del campo. Riesce bene nel disturbare la circolazione di palla avversaria intervenendo su ogni pallone.
Insalaco 7 
Una freccia sulla fascia destra. Sua la volata e l'assist per Nazzaro che portano al gol del pareggio. Una costante spina nel fianco per la difesa avversaria(44' st Agostinacchio sv).
Puricelli 6.5
Difficile far circolare il pallone con ritmi così elevati. Riesce a dare ordine alla manovra dello Zibido mettendoci il fisico quando serve nel finale(30' st Leonardi sv).
Nazzaro 7
Va più volte vicino al gol riuscendo infine a farsi trovare pronto sull'accelerazione di Insalaco. Corre e lotta fino all'ultimo minuto aiutando la squadra a rifiatare quando ha lui il pallone.
Di Tinco 6.5
Mezzala talvolta trequartista, non riesce a trovare la via della rete ma è sempre pericoloso e la sua presenza crea diversi grattacapi alla retroguardia del Real Trezzano.
Capuano 6.5
Tantissimi sgroppate sulla fascia nel primo tempo, le occasioni da gol nascono tutte dalla sua corsia. Viene sostituito nella ripresa per dare freschezza alla fascia.
1' st Zanni 6
Il suo inserimento serviva a prendere per stanchezza la difesa avversaria, peccato che lo Zibido segni subito e la partita prenda una piega differente.
All. Castelli 6.5 
I suoi ragazzi vanno sotto ma è bravo a motivarli e trasformare la squadra all'uscita degli spogliatoi per la ripresa.

REAL TREZZANO
Cappellini 6.5
 Le sue parate tengono vivo il vantaggio per tutto il primo tempo. Incolpevole sulla sfortunata autorete del compagno e sul tap-in di Nazzaro.
Sergi 6 Fatica a contenere i continui scatti di Capuano. Più sicuro nella ripresa quando lo Zibido rimane più nelle retrovie.
Zordan 6.5
 L'ultimo a mollare dei suoi. Corre e lotta a tutto campo creando occasioni per i compagni e sopratutto a titolo personale. Solo uno straordinario Pellegrini fra lui e la gioia del gol.
Dimola 6 Buon primo tempo in cui riesce a limitare gli avversari. Viene però bruciato da Nazzaro sul gol del vantaggio giallorosso (33' st Belluccio sv).
Cammarano 6
Corre, lotta e intercetta palloni al centro del campo. Cala drasticamente nella ripresa non riuscendo più ad imporsi sugli avversari.
Imparato 6
L'autorete macchia una prestazione fino a quel momento convincente, con molti interventi importanti.
Roselli 7
Nella prima frazione è una spina nel fianco della difesa avversaria, che non riesce a prendergli le misure. Il gol che apre la gara è un colpo di genio vista la velocità d'esecuzione una volta visto Pellegrini fuori dai pali (11' st Riccio sv).
Piano 6
Anche lui svanisce nell'ingorgo che si è creato in questa gara a centrocampo, fornendo pochi spunti ai propri compagni.
Danelli 6
Troppo timido davanti, non riesce a vincere i duelli con i centrali avversari. Meglio nella ripresa quando fornisce spunti ai compagni.
Kazadi 6.5
Anche lui nel primo tempo sembra imprendibile come Roselli, nella ripresa viene spostato dietro a Danelli e non riesce più ad entrare nel vivo del gioco.
17' st Brogi 6
La palla gol che gli capita sui piedi è clamorosa, ma altrettanto clamorosa è la respinta di Pellegrini.
Abruzzese 6.5
Meglio rispetto al compagno di reparto Danelli. Nella ripresa si sposta sulla sinistra creandosi un'ottima occasione da gol fuori di pochissimo. L'unica conclusione su cui non sarebbe arrivato Pellegrini nella ripresa.
All. Di Stasio 6
La squadra gestisce il vantaggio nella prima frazione. Le due reti affossano il morale della squadra che riesce a riprendersi solo nel finale.

ARBITRO
Barbieri di Milano 6.5 
Partita combattuta, con molti interventi fallosi, la gestisce bene usando i cartellini quando serve.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400