Cerca

Under 19

Il tris è servito: la Franco Scarioni è nella storia di Milano

Dopo il girone e la Coppa Lombardia conquistata, i ragazzi di Quintini si portano a casa anche il Titolo Provinciale contro una non mai doma Masseroni

Franco Scarioni Under 19

Terzo traguardo raggiunto per la Franco Scarioni: primato del girone, Coppa Lombardia e Titolo Provinciale

Il tris è servito. La Franco Scarioni conquista il Titolo Provinciale, dopo il primato del girone e la Coppa Lombardia. Gli arancioneri di Quintini passano in vantaggio già nel primo tempo con un capolavoro su punizione di Gariboldi. Masseroni che rimane in 10 per l’espulsione di Di Nola, ammonito due volte nel giro di poco più di mezz’ora. Nella ripresa la Scarioni raddoppia con un bel destro di Zapelli e la partita sembra essere in ghiaccio, ma il cuore Masseroni riapre la partita. Goldoni mette dentro da due passi di testa, ma è solo un'illusione. Anche se il gol che chiude la pratica arriva al 37' grazie al 2006 Vitali.

GARIBOLDI, MA CHE HAI FATTO!


Inizia subito forte la finale con Berno che già al 4’ ha sul sinistro il gol del vantaggio, ma davanti a Cighetti non riesce ad angolare la conclusione con il portiere della Scarioni che salva. Poco dopo arriva un cartellino giallo, nonostante i pochi minuti trascorsi, per il recuperato Di Nola della Masseroni, che già fine primo tempo avrà una rilevanza negativa per i bianconeri. Al 14’ la risposta degli arancioneri di Quintini è affidata al 2006 Niccolò Rossi. Conclusione dai 20 metri, chiamando a una parata non banale Peli, bravo ad alzare la traiettoria sopra la traversa. Scarioni che prova a prendere in mano le redini dell’incontro, ma di fronte a sé trova una Masseroni, che ha recuperato Di Nola rispetto la semifinale di ritorno di Casorate, attenta e pronta subito a pungere quando ne ha la possibilità. Superata la metà campo, la gara rappresenta alla perfezione lo stereotipo della finale: tanti duelli a centrocampo e qualche errore tecnico di troppo da una parte e dall’altra. A spezzare questo equilibrio non poteva che essere una magia. Punizione da oltre 25 metri per la Franco Scarioni dopo una manata involontaria di Mozzi sul pressing offensivo di Bucci, anche lui recuperato all’ultimo. Sul pallone va Gariboldi: mezzo esterno destro e pallan che si insacca sotto la traversa e dove Peli non può arrivare in tuffo. I ragazzi di Viola accusano il colpo, mentre Parapini e compagni provano ad approfittarsene con qualche bel fraseggio sulla trequarti, ma a mancare e la stoccata finale. A complicare la situazione in casa Masseroni, al 40’ arriva il secondo giallo della serata di Di Nola, intervenuto in completo ritardo su Anania. Viola non muove la panchina, per il momento, e arretra Goldoni in difesa. Proprio i bianconeri chiudono il primo tempo con una bella iniziativa: Berno difende palla come al solito, tacco per l’inserimento centrale di Lozupone, subentrato a Bernava, ma il destro del 17 finisce alto sopra la traversa.

CUORE MASSERONI, MA NON BASTA


Inizio di ripresa che non porta buone notizie per la Masseroni. Capitan Borsatti perde un brutto pallone sulla propria trequarti sulla pressione di Zapelli. Il numero 8 entra in area dal lato corto destro e, aprendo il piattone, insacca sul secondo palo, dove Peli non può intervenire. Colpo durissimo per le speranze dei bianconeri, che ora, sotto di un uomo, devono rimontare ben due gol. I ragazzi di Viola provano, comunque, a gettare il cuore contro l’ostacolo, ma, ovviamente, la Scarioni è pronta a sfruttare gli spazi, come fa Gariboldi al 7’. Il numero 11, decentrato sulla destra, prova il sinistro a incrociare, ma Peli ci arriva con la mano di richiamo. Berno prova a scuotere i suoi e guadagna una bella punizione dal limite. Sul pallone va lo stesso numero 9, ma a tentare la conclusione è Olivier. Tiro sul palo del portiere, Cighetti non trattiene, ma Borsatti non riesce ad approfittarne prima della spazzata della difesa della Scarioni. I calci piazzati sono le occasioni migliori per la Masseroni e questa volta la punizione, più o meno dalla stessa posizione di prima, è di competenza di Berno: sinistro che termina però alto. Ma è il momento dei ragazzi di Viola, complice anche quasi di appagamento della Franco Scarioni. E al 16’ ecco il gol che riapre tutto. Ed è ancora un calcio piazzato, questa volta un calcio d’angolo a far preoccupare la difesa di Quintini. Dalla bandierina di destra va Lozupone, palla sul secondo palo per la testa di Borsatti, sponda vincente per Goldoni che insacca da due passi, sempre di testa. Ora la Masseroni ci crede ancora di più e anche gli arancioneri si rimettono in partita, ma ancora con diversi errori, che permettono agli avversari di continuare ad alzare la pressione, senza dimenticare che entrambi i terzini arancioneri sono entrambi ammoniti. E anche il pubblico di fede bianconera inizia a crederci sempre di più alzando il volume. Scarioni che fatica a risalire la corrente in una ripresa che si è improvvisamente messa in salita dopo il raddoppio di Zapelli. Ma gli arancioneri non hanno vinto a caso il proprio girone e la Coppa Lombardia e al 37’ chiude i conti con un altro 2006 a disposizione di Quintini, Vitali. Azione di contropiede azionata proprio dal numero 19 sulla destra, cross sul secondo palo, destro al volo di Gariboldi, palla sulla traversa, due difensori della Masseroni non riescono a rinviare e sul pallone vagante in area piccola arriva Vitali che insacca. 

IL TABELLINO

Franco Scarioni-Masseroni 3-1
RETI: 30’ Gariboldi (F), 4’ st Zapelli (F), 16’ st Goldoni (M), 37’ st Vitali (F).
FRANCO SCARIONI (4-2-3-1): Cighetti 6.5, Domeniconi 7, Rossi S.6.5 (47’ st Turchio sv), Anania 7, Fulvi 7, Cucciniello 6.5, Rossi N. 6.5, Zapelli 7, Bucci 6.5 (30’ st Vitali 7.5), Parapini T. 7 (36’ st Giussani sv), Gariboldi 7.5 (39’ st Battaini sv). A disp. Nicosia, Caso, Galli, Scaramozzino, Ferraloro. All. Quintini 8. Dir. Anania.
MASSERONI (4-3-3): Peli 6.5, Vanetti 5.5, Mozzi 5.5 (3’ st Bavilacqua 6), Borsatti 6, Di Nola 5.5, Vergeat 6 (24’ st Calabrese 6), Bernava 5.5 (38’ Lozupone 6.5), Goldoni 6.5, Berno 6.5, Bello 5.5 (11’ st Bensi 6), Olivier 6.5 (45’ st Musanti sv). A disp. Aquino, Ramaroli, Galasso, Dodi. All. Viola 6.5. Dir. Goldoni.
ARBITRO: El Kader di Milano 6.
ESPULSO: 40’ Di Nola (M) per doppia ammonizione.
AMMONITI: Domeniconi (F), Rossi (F), Parapini (F), Anania (F), Gariboldi (F), Bevilacqua (M).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400