Cerca

Under 19

Gariboldi e Zapelli l'hanno fatta grossa: 7.5, Goldoni e Berno non mollano mai: 6.5

Bene tra i ragazzi di Quintini anche Anania: 7, Olivier fa un lavorone ma non basta: 6.5; le pagelle della Finale

Quintini e Cucciniello Franco Scarioni Under 19

Marco Quintini con il suo capitano Giorgio Cucciniello, appena mediagliati

La Franco Scarioni l'ha fatto ancora. Ennesimo trionfo della stagione per i ragazzi di Quintini, che con il 3-1 alla Masseroni si aggiudicano anche il Titolo Provinciale. Una gara tesa e rovente giocata dall'undici di Viola e dagli arancioneri, avanti di un uomo e di due gol grazie a due colpi da maestro di Gariboldi e Zapelli. Poi Goldoni tiene accese le speranze dei suoi accorciando il punteggio grazie ad un tap-in di testa, ma non è abbastanza. Il neo entrato Niccolò Rossi la insacca e chiude definitivamente i giochi. Di seguito, le pagelle di Franco Scarioni-Masseroni
 


 
FRANCO SCARIONI
Cighetti 6.5 Chiamato in causa dopo solamente quattro minuti, reagisce con prontezza alla sassata tirata da due passi da Berno. Forse non perfetto nel deviare il pallone poi insaccato da Goldoni in piena area, ma trasmette comunque tanta sicurezza ai compagni.
Domeniconi 7 Terzino fluidificante ma soprattutto di spinta, è un pericolo costante per i difensori della Masseroni che sono costretti a stare più bassi per arginarlo. Ben Accorto anche in fase difensiva
Rossi S.6.5 Meno arrembante e pressante rispetto a Domeniconi, ma altrettanto solido in fase difensiva. Si aggiunge al centro della difesa in fase di possesso palla (47’ st Turchio sv).
Anania 7 Come il suo collega della corsia opposta, non si risparmia in quella che è l'ennesima partita importante e decisiva della sua stagione. Quando la Masseroni viene fuori alza gli scudi e si erige a muro.
Fulvi 7 Prestazione solida e concreta contro dei clienti per nulla facili e che gli danno filo da torcere sin dai primissimi istanti di gara. Assieme a capitan Cucciniello forma una coppia granitica, che scoraggerebbe anche il miglior attacco.
Cucciniello 6.5 A volte non bada eccessivamente al sodo come dovrebbe, ma non gli si può rimproverare nulla per la prestazione. Tira fuori gli attributi da vero leader e guida la sua difesa con grande senso della posizione.
Rossi N. 6.5 Ennesima prestazione di altissimo livello per il classe 2006, che davanti alla difesa fa un grandissimo lavoro. Perfetto anche quando deve impostare l'azione. 
Zapelli 7 Se la Masseroni fatica enormemente a tessere il gioco a centrocampo, e a manovrare l'attacco, è anche merito suo. Si piazza davanti alla difesa e non lo sposta più nessuno.
Bucci 6.5 Si sacrifica ardentemente per la sua squadra, andando a correre su ogni pallone. Il pressing che apporta sulla retroguardia della Masseroni è costante e repentino, alla fine si rivela vincente.
30’ st Vitali 7.5 Ha un solo quarto d'ora a disposizione per mettere la sua firma alla gara, e lo fa in maniera indelebile. Perché nell'unica occasione pericolosa capitatagli sui piedi, fa secco Peli e chiude i giochi. Sarà pur sotto età, ma quando lo si vede giocare la sensazione è tutt'altra.
Parapini T. 7 La sua posizione di trequartista non gli mette alcun vincolo, e di fatto lo vede spaziare dall'esterno all'interno del campo. È un tramite perfetto per le giocate offensive della Scarioni, pericoloso soprattutto quando parte dalla fascia (36’ st Giussani sv).
Gariboldi 7.5 Serviva un colpo da campione per sbloccare la finale, e così è stato. La sua punizione da oltre 25 metri è un gioiello raro che va ad incastonarsi all'incrocio dei pali. I difensori della Masseroni faticano sempre a leggerne i movimenti, lui ne approfitta andandosene via in dribbling con facilità irrisoria (39’ st Battaini sv).
All. Quintini 8 Ennesima grandissima prestazione dei suoi ragazzi, che nonostante i due "titoli" conquistati dimostrano di non essere sazi. Approcciano nel miglior dei modi pressando come forsennati i propri avversari. Un successo meritato, sia per la gara giocata che per una stagione tremendamente vincente.


MASSERONI
Peli 6.5 Nulla da dire sulle reti subite, perché nei primi due casi si tratta di due colpi imparabili di pregevole fattura. Nell'occasione del 3-1 si vede battuto da distanza troppo ravvicinata per poter tentare una parata. Fa quel che può intercettando con ottimi interventi le conclusioni dell'armata arancionera.
Vanetti 5.5 Dalle sue parti Rossi N. e Gariboldi tempestano, costringendolo a rimanere bloccato più di quanto dovrebbe. Il furente attacco della Franco Scarioni gli fa vivere una giornata complicata.
Mozzi 5.5 Anche sulla fascia di sinistra non è giornata, perché Parapini T. e Anania sono due lancinanti spine nel fianco. No dà il suo apporto in fase di spinta, prova a rimediare in copertura ma non con risultati eccezionali (3’ st Bevilacqua 6).
Borsatti 6 Lo abbiamo detto più volte che è stata una giornata complicata per i difensori della Masseroni. Lui è forse quello ad emergere un po' di più rispetto agli altri, con ottimi spunti anche in fase propositiva.
Di Nola 5.5 Non altrettanto efficace come Borsatti, fatica enormemente a reggere il passo delle frecce arancionere. Quando viene puntato spesso è superato, lasciando spazi importanti alle sue spalle. Fatale ai fini dell'andamento della gara, l'ingenua espulsione rimediata a fine primo tempo.
Vergeat 6 Non è facile giocare in mezzo ad un centrocampo quasi completamente dominato dagli avversari. Anche lui ne risente parecchio, ma per merito suo fatica a mostrare segni di cedimento (24’ st Calabrese 6).
Bernava 5 Dovrebbe dare quella qualità offensiva in più alla manovra della Masseroni, ma non riesce mai veramente a sfondare. Spreca tantissime energia per rientrare in copertura, e da questo ne risente la sua prestazione (38’ Lozupone 6.5).
Goldoni 6.5 L'utimo a mollare, letteralmente. Non solo perché è grazie ad una sua deviazione sottoporta che la Masseroni ci spera fino all'ultimo, ma anche per la grinta dimostrata. Nel momento in cui saltano tutti gli schemi, si butta in avanti interpretando a pieno il ruolo di mezz'ala di inserimento.
Berno 6.5 Potrebbe portare i suoi in vantaggio dopo una manciata di minuti, ma Cighetti gli cancella il gol con un grande intervento. Con le vie centrali intasate, sceglie di spostarsi sull'esterno per avere maggiori possibilità di colpire, e i risultati sono discreti.
Bello 5.5 Non riesce praticamente mai a calciare verso la porta di Cighetti, perché pochissimi sono i palloni da lui giocabili. Rincorre la palla da una parte all'altra del campo, ma lo fa invano (11’ st Bensi 6).
Olivier 6.5 Si sbatte alla grande per cercare di forzare la difesa della Scarioni, con giocate intelligenti e ben calibrate. Gli manca solo il gol, che avrebbe meritato per quanto dimostrato (45’ st Musanti sv).
All. Viola 6.5. Sicuramente l'episodio chiave per la gara dei suoi ragazzi è l'espulsione di Di Nola, che lo costringe a cambiare in corsa. Paradossalmente la squadra, sotto di un uomo, sembra avere una nuova linfa, che però non dura a tal punto da riequilibrare definitamente la partita.

ARBITRO
El Kater di Milano 6 Inizia la finale dirigendo con fermezza e autorità. Poi la gara si infiamma con l'espulsione commissionata a Di Nola e sembra perdere la tranquillità. Svolge un secondo tempo non al meglio delle condizioni mentali.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400