Cerca

Cavenago-Casati Arcore Under 19: Saccani illude Miniussi, colpaccio finale dei neroverdi

Cavenago-Casati Arcore, Capone

Cavenago-Casati Arcore, Capone

Nel primo match ufficiale della stagione la Casati Arcore agguanta nel finale la vittoria per 3-1 ai danni del Cavenago. Coppa indigesta quest’oggi per i ragazzi di Miniussi, nonostante un inizio a razzo con gol nei primi minuti; infatti la gara entra subito nel vivo al 3’ grazie ad una splendida rete di Saccani, il quale su sviluppi da rimessa laterale riesce a girarsi in un fazzoletto e a trafiggere all’angolino basso il portiere con un fendente in diagonale. Il vantaggio immediato genera una forte carica nei padroni di casa, tanto che essi esercitano un pressing forsennato cercando di indurre all’errore gli avversari. A supporto di ciò vi è lo schieramento di gioco che passa da un 4-3-3 in fase di possesso ad un 4-5-1 nella fase opposta, il tutto garantito dal sacrificio in termini di corsa dei due esterni. La Casati, invece, fatica leggermente di più nel primo spezzone di primo tempo non riuscendo ad avanzare con il possesso palla da dietro, a causa della pressione del Cavenago. Tuttavia, grazie ad una carambola nata da un corner battuto da Mauri al 17’, gli ospiti riescono a segnare un gol fortuito e a trovare il pareggio. L’1-1 inietta una notevole dose di fiducia nei ragazzi di Frosio che, iniziando a giocare più sciolti, riescono a crearsi un paio di occasioni per tentare il sorpasso. La prima di queste nasce al 27’ da un ottimo colpo di tacco di Mauri, che innesca il fraseggio tra Perego e Guerrisi, quest’ultimo calcia di prima senza però centrare il sette per un soffio. Al 43’ c’è bisogno di un super riflesso di Balconi per mantenere il risultato invariato e per evitare l’autogol a Sotgiu, che non interviene in maniera pulita su un cross basso. A terminare una prima frazione scoppiettante e ricca di emozioni vi è la chance per Ravaglia, che viene imbeccato splendidamente da Selvaggio, ma vedendo il portiere fuori dai pali si fa tentare da un tentativo di pallonetto che, però, termina alto. Nella ripresa i ritmi calano vistosamente a causa sia della condizione fisica non ancora ottimale, sia delle temperature molto elevate. Infatti anche le occasioni create diminuiscono e le squadre sembrano aspettare un errore dell’avversario. Tuttavia a crederci di più sembra essere la Casati che continua a macinare gioco partendo dal basso e a cercare di sfruttare la combo micidiale sull’out di destra composta da Capone e Mauri. Anche i calci piazzati diventano un’opportunità per ambedue le compagini, tanto che sono necessari due grandi interventi di entrambi i portieri su altrettanti tentativi diretti da punizione. Quando ormai la partita sembra essere destinata a concludersi sul pareggio arriva il gol del vantaggio ospite: al 37’ Daloiso serve in area Perego, il quale lascia sfilare il pallone trovandosi così a tu per tu con Balconi ed insacca alle sue spalle. Nell’arrembaggio finale del Cavenago alla ricerca della disperata parità, con ampi spazi scoperti arriva pure la rete del 3-1 grazie ad un fantastico cucchiaio di Carrubba. Si dichiara soddisfatto sia della prestazione che del risultato mister Frosio, fiducioso di poter raggiungere traguardi ambiziosi sia in coppa che in campionato; qualche rammarico invece per Miniussi per non essere riusciti a ripetere nel secondo tempo quanto mostrato di buono nel primo. CAVENAGO-CASATI ARCORE 1-3 RETI (1-0, 1-3): 3’ Saccani (C), 17’ Doti (A), 37’ st Perego (A), 49’ st Carrubba. CAVENAGO (4-3-3): Balconi 7, Selvaggio 6.5 (29’ st Carrieri 6), Corti 5.5 (12’ st Carlone 6.5), Marini 6.5, Sotgiu 6.5, Fulco 6, D’Elia 6 (1’ st Paris 6.5), Guzzetto 6, Ravaglia 6.5 (23’ st Castellaneta 6), Saccani 7, Peresin 6.5 (17’st Brambilla 6). A disp: Fagnani, Gianelli, Vescovi, Galbiati. All. Miniussi 6.5. CASATI ARCORE (4-4-2): Ventura 6.5, Belloli 6 (1’ st Plano 7), Capone 7.5, Doti 7, Magni 6.5, Refano 6.5. (14’ st Sciolette 6), Mauri 7, Ciserchia 7 (25’ st Paino 6), Perego 7, Marchesi 6 (8’ st Carrubba 7), Guerrisi 6.5 (17’ st Daloiso 6.5). A disp: Bugatti, Palmieri, Armiero. All. Frosio 7. AMMONITI: 9’ st Doti (A), 30’ st Sotgiu (C). ARBITRO: Cortinovis di Bergamo 7 Dirige la gara in modo autorevole senza commettere sbavature. [caption id="attachment_224828" align="aligncenter" width="900"] Cavenago-Casati Arcore, Saccani Saccani del Cavenago[/caption] PAGELLE CAVENAGO All. Miniussi 6.5 I suoi ragazzi partono alla grande e disputano un ottimo primo tempo; calano però fortemente nel secondo. Balconi 7 Compie due grandi interventi che salvano temporaneamente la squadra; sui gol subiti può fare poco. Selvaggio 6.5 Riesce a contenere abbastanza le avanzate offensive dal suo lato. Talvolta si concede qualche lancio discreto ( 29’ st Carrieri 6). Corti 5.5 Va parecchio in difficoltà quando viene puntato dagli esterni avversari ( 12’ st Carlone 6.5). Marini 6.5 Agisce da schermo davanti alla difesa ed esegue le sue mansioni senza commettere gravi errori. Sotgiu 6.5 Rischia l’autogol, tuttavia risulta molto complicato superarlo in dribbling. Fulco 6 Si occupa dell’impostazione da dietro senza prendersi grossi rischi. D’Elia 6 Parte forte correndo come un matto su e giù per il campo; cala gradualmente fino a spegnersi ( 1’ st Paris 6.5). Guzzetto 6 Mostra un’ottima aggressività quando è chiamato al pressing, oltre che un buon controllo di palla; tuttavia non riesce ad incidere. Ravaglia 6.5 Molto propositivo sulla corsia di sinistra, in aggiunta si sacrifica molto anche in fase difensiva ( 23’ st Castellaneta 6). Saccani 7 Realizza un gran gol da bomber di razza, inoltre lotta contro i difensori avversari come un leone senza mollare un centimetro. Peresin 6.5 Dimostra di saper gestire molto bene il pallone quando lo ha tra i piedi ( 17’ st Brambilla 6). PAGELLE CASATI ARCORE All. Frosio 7 Alla lunga i suoi hanno la meglio, ottiene una vittoria meritata esprimendo a tratti anche un buon gioco. Ventura 6.5 Effettua una buona parata su una punizione, per il resto deve compiere ordinaria amministrazione. Belloli 6 Prestazione sufficiente, senza infamia e senza lode ( 1’ st Plano 7). Capone 7.5 Sulla fascia destra è un martello continuo, oltre che impeccabile in copertura. Inoltre dimostra di avere anche una gran classe. Doti 7 Il capitano trascina la squadra con la sua personalità. Esegue alcuni interventi essenziali. Magni 6.5 Assiste il compagno di reparto con chiusure difensive sempre puntuali. Refano 6.5 Gioca da metronomo della squadra dettando i tempi di gioco con qualità ( 14’ st Sciolette 6). Mauri 7 Devastante quando parte in progressione. Nel primo gol c’è il suo zampino. Ciserchia 7 Dominante a centrocampo, effettua dei lanci lunghi magistrali ( 25’ st Paino 6). Perego 7 Oltre a segnare il gol del 2-1, gioca al servizio della squadra utilizzando il fisico possente. Marchesi 6 L’impegno non manca di certo, tuttavia non riesce ad essere incisivo ( 8’ st Carrubba 7). Guerrisi 6.5 Prova a rendersi pericoloso più volte con le sue conclusioni insidiose da fuori area ( 17’ st Dalosio 6.5).

ASCOLTA L'INTERVISTA A FROSIO DEL CASATI ARCORE

ASCOLTA L'INTERVISTA A MINIUSSI DEL CAVENAGO

Vivi Sprint e Sport al 100%, scarica l’applicazione e scopri tutte le sue funzioni.

L’APP PER ANDROID

L’APP PER IPHONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400