Cerca

Argentia-Melzo Under 19: Bombini scatenato, la decide Ben Khaled

Bombini Manuel

Manuel Bombini, il migliore del match

Pioggia di gol tra Argentia e Melzo, otto totali in una partita divertente, combattuta anche se non eccelsa dal punto di vista prettamente tecnico. Il risultato non mente, meglio il Melzo nell'arco dei novanta minuti, nonostante le occasioni siano fioccate da una parte e dell'altra con il beneplacito di difese piuttosto allegrotte, almeno nella prima frazione. Non c'è neanche il tempo di sedersi che gli ospiti sono già in vantaggio: al primo minuto la palla spiove in area per De Lorenzo, che da posizione defilata scavalca con un lob di piatto destro il portiere Gamelalden, incerto in questa occasione. Al nono il Melzo raddoppia: Nenna recupera palla in scivolata, la sfera giunge a Caponigro che dal limite anziché tentare la conclusione serve in area Bombini, che realizza. Sembra un uno-due mortifero, ma i padroni di casa riaprono immediatamente l'incontro: su un calcio di punizione dalla trequarti Mrejreu viene servito in mezzo all'area dalla torre di Sarcina, accorciando le distanze all'undicesimo. Dieci minuti dopo di nuovo Melzo in attacco, De Lorenzo serve in profondità Palokaj che da solo in area scocca il tiro col sinistro, questa volta il portiere è bravo e respinge. Sul capovolgimento di fronte palla lunga a servire Bianchi, che supera sulla corsa il proprio marcatore ma tira debolmente tra le braccia di Bassi. Al ventottesimo Mrejreu fa tutto bene, supera un nugolo di avversari entra in area e con un colpo di biliardo d'esterno indirizza all'angolino, ma Bassi si allunga e devia sul fondo. Al trentunesimo terzo gol ospite: Colombo sulla destra crossa bene dal fondo, la palla è di nuovo tra i piedi di Bombini che da vero uomo d'area anticipa difensore e portiere, depositando nel sacco. L'Argentia soffre le incursioni in velocità dei biancoblù, eppure resta attaccata alla partita: a sette minuti dalla pausa Mangolini raccoglie un pallone sporco e appena entrato da lato sinistro dell'area trafigge nuovamente Bassi. A inizio ripresa i padroni di casa usufruiscono di ben tre calci di punizione dal limite dell'area nell'arco di pochi minuti, uno di questi finisce sul palo su tiro scagliato da Mrejreu. Il Melzo tra il sessantottesimo e il settantunesimo ha ben quattro occasioni per chiudere la partita, ma prima Fenani, poi Nenna, infine De Lorenzo due volte, sprecano. Al settantasettesimo Argentia vicino al pareggio: il capitano Rossi recupera un pallone rinviato malamente dalla difesa avversaria, gran tiro da fuori, palla di nuovo sul palo. Due minuti più tardi Cereda, allenatore degli ospiti fa uscire una punta, De Lorenzo, per un difensore, Boffelli, schierandosi a cinque dietro. Mossa a protezione del risultato, se non fosse che proprio Boffelli a sei minuti dal termine, nel tentativo di rinviare il pallone svirgola e batte il proprio portiere. Tre a tre. A questo punto la partita sembra finita, ma il Melzo non ci sta e nei minuti di recupero prima torna in vantaggio con Ben Khaled, che al novantaduesimo su azione d'angolo scaraventa in rete da distanza ravvicinata, poi chiude l'incontro al novantaquattresimo Caponigro, con un bel tiro a giro che il portiere tocca, senza riuscire a respingere. Negli spogliai mister Cambiago è evidentemente deluso: «Più che per il risultato, sono amareggiato per l'atteggiamento della mia squadra, che non mi è proprio piaciuto, il risultato è giusto». Felice invece mister Cereda: «Partita difficile, non era facile giocare la palla. La mia squadra ha avuto una bella reazione sul 3-3, stiamo lavorando molto, siamo ancora indietro di condizione ma oggi ho visto cose buone».

IL TABELLINO

Argentia 3 Melzo 5 RETI: 1' De Lorenzo (M) 9' e 31' Bombini (M), 10' Mrejreu (A), 38' Mangolini (A), 39' st aut. Boffelli (M), 47' st Ben Khaled (M), 49' Caponigro (M). ARGENTIA (3-5-2): Gamalelden, Giani, Ottavi, Colombo (36' Branca), Cassara, Sarcina, Rossi, Mangolini (23' st Crespi), Damiano, Bianchi (40' st Fiorini), Mrejreu. A disp. Santoemma, Cremonesi, Cambiago, Parolini, Sottocorno, Zucchella. All. Cambiago. Dir. Ripamonti. MELZO (4-4-2): Bassi, Fenani, Del Baglivo, Stroppa, Vertua (23' st Preda), Colombo (17' st Ben Khaled), Caponigro, Nenna, Bombini, Palokaj, De Lorenzo M. (34' st Boffelli). A disp. Sala, Randoni, El Bouchikhi, Padella, De Lorenzo D. All. Cereda. Dir. Lomazzo. ARBITRO: D'Aspromonte di Treviglio 6.5 Arbitra con carattere. Decisionista.  

LE PAGELLE

ARGENTIA Gamalelden 6 Incerto sul primo gol, non ha responsabilità sugli altri quattro. Giani 6 Dalla sua parte c’è Bombini, il migliore in campo, non è una giornata facile per lui. Damiano 6.5 Inizia come esterno di centrocampo, dopo l’infortunio di Colombo va in difesa e se la cava meglio. Rossi 7 Qualità e quantità, il migliore probabilmente dei suoi. Ottavi 6 Soffre le incursioni degli avanti ospiti. Colombo 6 Come il suo compagno di reparto, va in crisi sulle palle in profondità servite alle sue spalle. Esce per infortunio. Cassara 6 Resta molto largo, Bombini lo costringe a guardarsi alle spalle. Sarcina 6.5 Offre la sponda per il primo gol dei suoi, poi lotta in mezzo al campo. Bianchi 6 Sciupa troppo, stavolta non è abbastanza cattivo davanti alla porta. Mrejreu 6.5 Ha grandi qualità, meriterebbe un voto più alto, ma in alcune occasioni si rivela eccessivamente lezioso. Mangolini 7 Trova un bel gol, poi lavora molto in mezzo al campo. All. Cambiago 6 La sua squadra resta in partita fino alla fine, ma nel complesso il Melzo ha fatto meglio.   MELZO Bassi 6.5 Una bella parata nel primo tempo, non ha colpe sui gol. Fenani 6 Più che altro tiene la posizione, si sgancia un paio di volte Vertua 6 Come il suo compagno di fascia opposta, pensa più alla fase difensiva. Del Baglivo 6 Per i centrali difensivi non è una grande giornata, comunque fa il suo. Caponigro 7 Galleggia tra le due trequarti, propositivo per tutta la partita, realizza il gol che chiude l’incontro. Stroppa 6 Come Del Baglivo, alti e bassi. Colombo 6.5 Offre una bella palla che Bombini trasforma, si muove molto sulla fascia. 17' st Ben Khaled 7 Suo il gol che decide la partita. Bombini 8 Il migliore, partendo da sinistra si accentra e gli avversari non lo trovano mai dove pensano sia. Realizza due gol di ottima fattura. Palokaj 6 Non in giornata splendente, prova a far male al tiro con scarso successo. Nenna 7 Dirige l’orchestra a centrocampo, recupera un paio di palloni molto importanti. De Lorenzo 7 Sblocca la partita. È una spina nel fianco per i centrali avversar. All. Cereda 6.5 Forse sbaglia l’ultimo cambio? In ogni caso la sua squadra gioca una buona partita, pur con qualche sbavatura, sia in attacco che in difesa.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400