Cerca

FC Cernusco Under 19: ottovolante Stefano Priore il leader dei rossoblù

Priore-Stefano-Cernusco
La categoria dell’Under 19 è una realtà molto delicata e difficile: sei all’ultimo step verso il calcio dei grandi, la concorrenza è tanta e diventa difficile mettersi in mostra per aspirare un futuro radioso. Lo stesso vale per Stefano Priore, attaccante del Cernusco classe 2002, capace in questa prima parte di stagione di confezionare ben 8 gol in sole 4 partite giocate. Numeri importanti se si pensa che in queste poche partite l’attaccante rossoblù ha trovato due doppiette e un poker d’autore nel mirabolante 4-3 in esterna, sul campo del Pierino Ghezzi, squadra tra le più quotate del girone. «Ho iniziato a giocare a calcio proprio nel Cernusco sin da quando ero piccolino. Poi negli anni ho avuto la fortuna e la possibilità di giocare in tante realtà. Il primo passo importante è stato quello che mi ha portato al Cimiano, una parte importante della mia carriera dato che si tratta di una società storica e molto importante dove ho imparato molto e sono cresciuto specie dal lato tecnico. Negli anni ho giocato anche nell’Ausonia al Segrate e infine nel Vignareal dove ho esordito nella categoria juniores. L’anno scorso ho chiuso il cerchio in un certo senso tornando dove tutto era iniziato e ora sono orgoglioso di essere qui». Nella passata stagione d’esordio ufficiale con l’under 19 del Cernusco Priore era riuscito ad andare a rete in tre occasioni. Numeri comunque importanti se si considera che il classe 2002 era all’esordio con la squadra e con una categoria difficile da approcciare visto l’importante salto dal punto di vista tecnico e sopratutto atletico. La nuova stagione è iniziata in maniera totalmente diversa: l’attaccante del Cernusco ha già raddoppiato il suo bottino personale dimostrandosi da subito un vero e proprio trascinatore che ha saputo portare ai suoi delle importanti vittorie in campionato. «Il fatto di aver fatto già cosi tanti gol è motivo d’orgoglio per me sopratutto perché l’attaccante vive per fare gol. Questo però non è la cosa più importante perché a calcio si gioca in 11 e per me viene prima la squadra del singolo. Sarei stato ugualmente felice anche se avessero segnato gli altri. La nostra forza forse è proprio questa: nonostante siamo un gruppo molto giovane perché, ad eccezione mia e di qualche altro 2002, gli altri sono tutti ragazzi del 2003 che esordiscono in categoria per la prima volta. L’esordio e l’avvio di stagione è stato importante e parecchio positivo. Siamo in un girone molto competitivo con tante squadre di ottimo livello. Ci sono tante squadre che possono fare e che sono fatte per vincere, noi però sappiamo il nostro valore e dobbiamo avere la consapevolezza, come visto nelle prime giornate, che possiamo dire la nostra e continuare a combattere per sognare in grande consapevoli però delle difficoltà che incontreremo». Lo stop ha rallentato la corsa del Cernusco che era attesa dal big match molto stimolante che si sarebbe dovuto disputare contro l'ottima Virtus Inzago. Priore & Co. restano al momento al 2 posto a 7 punti con un distacco di tre lunghezze dal Trezzo che comanda con 10 punti. «Al momento non penso a progetti futuri in ottica prima squadra. È un'argomento e un pensiero che preferisco pormi più in la. La mia speranza come quella di tutti penso al momento sia quella di poter ripartire e giocarci le nostre carte in un campionato cosi avvincente dove possiamo raccogliere dei risultati importanti».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400