Cerca

Coppa Lombardia Under 19

Olimpic Trezzanese-Pozzo: sestina vincente per i ragazzi di Mornata. Gasparetti apre e chiude i giochi per i padroni di casa

Partita a senso unico, la Trezzanese strappa un risultato da set tennistico. Nella ripresa il Pozzo è più propositivo, ma non basta

Olimpic Trezzanese

La squadra di casa in maglia nera in posa per la foto di rito con il tecnico Mornata.

È stata una partita a senso unico la sfida di Coppa Italia Lombardia tra l’Under 19 dell’Olimpic Trezzanese e i 2004 del Pozzo che ha visto la vittoria per i padroni di casa con un risultato da set per 6-2. Entrambe le rose delle rispettive squadre non erano al completo, ma se da una parte le soluzioni alle assenze non mancano, con la Trezzanese prodiga di gol, dall’altra sono state in parte proprio le stesse assenze a pesare nello schieramento iniziale e quindi sul risultato finale, con il tecnico Guarino, ex Olimpic, che ha rischiato dal primo minuto Brambilla, il quale poi ha dovuto alzare bandiera bianca per problemi fisici. I ragazzi di Mornata non hanno avuto difficoltà a gestire la partita per tutti i novanta minuti, anche se nel secondo tempo si è visto qualcosa in più da parte del Pozzo, che ha preso più coraggio e ha superato, segnando ben due reti la propria metà campo.

Olimpic Trezzanese travolgente. Neanche il tempo del fischio d’inizio da parte del direttore di gara, il signor Di Roberto della sezione di Monza, che già al terzo minuto i ragazzi in maglia nera sono subito in vantaggio. Ad aprire le danze ci pensa Gasparetti, che grazie all’assist di Barbin segna la prima rete di giornata con la difesa ospite un po’ addormentata nella circostanza. Gli assalti della squadra di casa non si fermano qui e prima con Barberin e poi con Mapelli i ragazzi di Mornata cercano subito il raddoppio. Le iniziative del Pozzo si fermano ai calci piazzati di Riva e Corneo, il quale alla mezz’ora deve abbandonare il campo, così come, poco prima è toccato al suo compagno Brambilla. Proprio in questo frangente a difesa rivoluzionata arrivano nell’arco di due minuti altri due gol da parte della Trezzanese: a mettere a segno il colpo sono rispettivamente Barbin al 31’, che da dentro l’area insacca la rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo e poi Generoso al 33’ con un tiro a giro che si staglia sotto il sette e a Dedona battuto. Dedona che, nel corso di tutta la gara, si rende protagonista di tante parate, alcune delle quali molto belle, evitando così ai suoi un passivo ben peggiore.

Spiragli di ripresa per il Pozzo. Nel secondo tempo il leitmotiv è sempre lo stesso e difatti al quinto minuto nuovamente Generoso segna il quarto gol, andando ad arrotondare ulteriormente il parziale. I ragazzi di Guarino però tentano la reazione con Kourouma che al 7’ trova un calcio di punizione da posizione insidiosa. Al tiro va Tcheutchoua che segna una rete da applausi insaccando la palla anche lui sotto il sette e con Dodi che non può far altro che raccogliere la sfera in porta. Gli ospiti insistono e provano anche combinazioni interessanti con Testa per Tcheutchoua a sua volta per Teruzzi, il quale conclude sfiorando di poco la rete del raddoppio. Nuovamente è Tcheutchoua al 14’ su calcio piazzato a impensierire Dodi, il quale però non ha problemi a far sua la palla. La Trezzanese comunque insiste e proprio come nel primo tempo, nell’arco di due minuti sforna altre due reti con Barbieri al 35’ che segna praticamente a porta vuota e ancora Gasparetti al 37’ con la difesa ospite completamente disorientata. A siglare però l’ultimo gol ci pensa Kourouma al 39’ sfruttando un errore di Forlani, che si tiene la palla tra i piedi quel secondo di troppo, tanto quanto basta a Kourouma per arpionarla e indirizzarla nell’angolino in basso alla destra di Dodi. Passeggiata di salute per i ragazzi di Mornata, che si portano a casa un risultato tondo. Palestra d’esperienza per il Pozzo, che può crescere e farsi il callo anche attraverso questo tipo di partite.

IL TABELLINO

O. TREZZANESE-POZZO 6-2
RETI (4-0, 4-1, 6-2):
3’ Gasparetti (T), 31’ Barbin (T), 33’ Generoso (T), 5’ st Generoso (T), 7’ st Tcheutchoua (P), 35’ st Barbieri (T), 37’ st Gasparetti (T), 39’ st Kourouma (P).
O.TREZZANESE (4-1-3-2): Dodi 6, Medda 6 (26’ st Olla 6), Fumagalli 7, Francesconi 6.5, Cortesi 6.5, Mapelli 6, Manno 6.5 (13’ st Barbieri 6.5), Cara 6.5 (17’ st Forlani 6), Barbin 7 (26’ st Carella 6), Gasparetti 8, Generoso 7 (23’ st Papeo 6.5). A disp.: Manfredi. All. Mornata 6.5.
POZZO (4-4-3): Dedona 6, Testa 5.5, Riva 6 (30’ st Lavaroni 6), Quadri 6.5, Brambilla 6 (29’ Teruzzi 6), Brivio 5.5, Brusamolino 6.5 (1’ st Kourouma 6.5), Corneo 6 (32’ Tcheutchoua 7), Albani 6.5, Gamba 6.5 (16’ st Monzani 6), Peverada 6.5. All. Guarino 6. 
AMMONITI: Brambilla (P), Cara (T), Gasparetti (T), Generoso (T).
ARBITRO: Di Roberto di Monza 6.5.

LE PAGELLE

O. TREZZANESE
Dodi 6 Sempre vigile quando serve, ma nel complesso i suoi interventi sono pochi nel corso della gara.
Medda 6 Piccolo torello che non molla un colpo. Rende difficile la vita agli ospiti. 
26’ st Olla 6 Anche lui punta sulla fisicità.
Fumagalli 7 I suoi scatti sulla sinistra impensieriscono gli avversari. Buoni anche gli anticipi.
Francesconi 6.5 Si posiziona davanti alla difesa e non si scosta dalla sua zona di campo. Guardia inglese.
Cortesi 6.5 Anche sotto pressione si comporta bene. La sua prestazione è più che buona.
Mapelli 6 Capitano che fa da pendolo tra difesa e centrocampo. Non disdegna la conclusione personale.
Manno 6.5 Va più volte vicino alla rete. Nonostante il gol mancato la sua partita rimane positiva.
13’ st Barbieri 6.5 Riesce dove non arriva il suo compagno, segna, ma il gol è un regalo della difesa.
Cara 6.5 Tanta sostanza in mezzo al campo. Si mette al servizio dei suoi e non si sottrae alla battaglia.
Barbin 7 Bravo in versione assist man. Prova anche lui a mettersi in proprio e alla fine segna. 
26’ st Carella 6 Sostituisce bene il suo compagno ed entra subito in clima gara.
Gasparetti 8 Si fa trovare al posto giusto e al momento giusto. Apre e chiude i giochi.
Generoso 7 Tenta il tiro a giro più volte e alla fine, come Insigne, sigla la terza rete di giornata.
23’ st Papeo 6.5 Fa bene il suo dovere e si destreggia bene in mezzo agli avversari.
All. Mornata 6.5 Anche senza la squadra al completo ha più frecce a disposizione. Maggiori soluzioni maggiori probabilità di vittoria.

POZZO
Dedona 6 Sei reti sono tante, ma sarebbero potute essere molte di più se non ci avesse messo i suoi guantoni.
Testa 5.5 Lo scatto c’è, ma è sulla breve distanza. A fine gara esce spompato. Manca un po’ di carburante.
Riva 6.5 Si dà da fare come un dannato per arginare gli assalti avversari.
30’ st Lavaroni 6 Prova a dare una mano ai suoi compagni con la sua freschezza.
Quadri 6.5 Si arrangia in qualche modo, è chiamato agli straordinari soprattutto nella marcatura a Gasparetti.
Brambilla 6 La sua partita finisce presto causa indurimento muscolare.
29’ Teruzzi 6 Esegue il compito che gli viene richiesto senza sfigurare.
Brivio 5.5 Prestazione un po’ sottotono, fatica a filtrare giocate e palloni dei padroni di casa.
Brusamolino 6.5 Prova a inventare qualcosa in mezzo al campo.
1’ st Kourouma 6.5 Fa valere la sua forza muscolare e il suo fisico. I duelli sono ardui.
Corneo 6 Anche per lui la partita volge al termine anzitempo per problemi fisici.
32’ Tcheutchoua 7 Ci mette tanta fantasia, disorienta gli avversari e segna anche un supergol da calcio piazzato.
Albani 6.5 Rimane il terminale offensivo. Nei minuti finali deve stringere i denti per alcuni crampi.
Gamba 6.5 Resta isolato in attacco, lotta contro i difensori, ma non è servito a sufficienza dai suoi compagni.
16’ st Monzani 6 Prestazione senza lode e senza infamia. Si muove bene nella sua zona di campo.
Peverada 6.5 Un po’ troppo precipitoso nelle conclusioni. Manca un po’ di grinta nell’uno contro uno. Meglio nella ripresa.
All: Guarino 6 Sa che i suoi ragazzi avrebbero potuto dare di più nel corso del primo tempo.

ARBITRO
Di Roberto di Monza 6.5
 Dirige bene la partita, se deve ammonire non si risparmia. I cartellini riportano subito l’ordine in campo.

LE INTERVISTE

A fine gara il tecnico della Trezzanese Mornata parla così della partita: «L’approccio è stato buono, la squadra è rimasta concentrata per questa prima partita ufficiale. Manca qualche giocatore, vedremo poi a ranghi completi cosa riusciremo a fare. Ci siamo rilassati un attimino in occasione dei loro due gol, ma nel complesso penso di avere a disposizione un’ottima rosa».


Guarino, del Pozzo, commenta invece la gara dei suoi: «Non vuole essere una scusante, ma la mai squadra è del 2004 e il deficit è di uno, due anni. La squadra inoltre è tutta nuova e abbiamo alle spalle solo venti giorni di allenamento. Qualche concetto provato in settimana lo si è visto nel secondo tempo, mentre nel primo ci siamo abbassati troppo ed è prevalsa un po’ di paura. Questa partita ci deve far imparare che il campionato sarà questo. Dovremo lavorare per affrontare queste squadre così come in allenamento dovremo lavorare sulle palle coperte e scoperte. Fra qualche mese sono sicuro che i ragazzi daranno i loro frutti. Meglio passare adesso per questo tipo di sconfitte che dopo; inoltre abbiamo affrontato una squadra che conoscevo molto bene essendo stato qui proprio alla Trezzanese. Con il Pozzo ho un progetto di tre anni e sono sicuro che questa squadra e questa società si faranno sentire. Un ultimo ringraziamento lo rivolgo a Cristian Brambilla, che nonostante l’indurimento muscolare oggi era ugualmente in campo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400