Cerca

Under 19

All Soccer-Leo Team: una sola squadra in campo a Brugherio, la tripletta di Giglioni ispira la goleada dei suoi

Partita a senso unico fin dalle prime battute, una All Soccer ridotta all'osso crolla sotto i colpi degli spietati ragazzi di Galimberti

All Soccer-Leo Team

Giglioni della Leo Team, suo il pallone dopo una tripletta da urlo.

Ogni partita ha la sua storia, comprese quelle che non hanno storia: lo 0-7 con cui la Leo Team ha dominato sul campo dell’All Soccer è una di queste, un risultato che parla da solo e racconta di un assolo degli uomini di Galimberti, rapaci e cinici nel punire un avversario che sicuramente ha le sue attenuanti (in 14 in distinta e con molti giocatori fuori ruolo), ma che non ha trovato le risorse mentali per reggere l’impatto degli ospiti, sembrando la totale antitesi della squadra che solo una settimana fa si era imposta per 1-5 sul campo del Città di Monza.  

Tutto chiaro da subito. L’inizio è tutto di marca ospite: gli uomini di Galimberti sono più reattivi, veloci nel pensiero e nell’esecuzione, mentre l’All Soccer esce dagli spogliatoi soltanto tra virgolette, timoroso e subito messo alle strette dalla pressione ospite. Cardinale deve ergersi fin da subito a grande protagonista anticipando Teruzzi solo in area al 3’, ma non può nulla all’8’, quando un pallone deviato da corner capita quasi per caso sui piedi di Marchetti, che quasi sorpreso della sua fortuna non si fa pregare e di sinistro mette in rete da pochi passi. Piove dunque sul bagnato per i padroni di casa, che già si presentavano alla gara ridotti ai minimi termini, con la cortissima panchina di Sita composta da soli tre elementi. La squadra cerca di riorganizzarsi come può, andando anche un paio di volte al tiro con Fedeli, ma soffre molto la pressione di una Leo Team spietato, che anche dopo il vantaggio continua a spingere come se si fosse ancora sullo 0-0. Cardinale salva su Gaspari, Teruzzi sbaglia un paio di nitide occasioni, ma al 26’ il traballante muro dei padroni di casa viene trafitto di nuovo: Consonni sfonda sulla sinistra e crossa in mezzo per la corrente Giglioni, sinistro secco e Cardinale battuto. Lo 0-2 è un colpo durissimo, che affossa ancora di più il già compromesso morale dei padroni di casa: la Leo Team d’altro canto gioca sul velluto, dando la chiara impressione di poter far male ogni volta che si spinge in avanti. La sensazione è confermata al 33’: cross dalla sinistra di El Fathi, la difesa respinge ma sui piedi di Giglioni, che di sinistro al volo bacia il palo lontano per la doppietta che vale lo 0-3. Un minuto dopo è ancora Cardinale a dover fare gli straordinari sia su Giglione che su Teruzzi, mentre solo al 42’ l’All Soccer si affaccia per la prima volta nei pressi dell’area avversaria: Cortelazzi salta un uomo e rientra sul destro, ma la sua conclusione finisce docile tra i guantoni di Brambilla. 

Addormentata ma non troppo. La furia ospite sembra placarsi un po' a inizio ripresa, dando un po' di coraggio all’All Soccer, che se non altro inizia a produrre un giropalla più convinto e prolungato, che tuttavia non riesce a produrre grandi occasioni: gli ospiti possono così chiudere senza problemi e gestire il vantaggio, con la partita che inizia ad addormentarsi sempre di più, svegliata solo da qualche contropiede. Proprio da una ripartenza arriva al 22’ lo 0-4: Marano arriva bene sul fondo e mette al centro per El Fathi, che da mezzo metro mette in rete il più facile dei gol. Mancherebbe ancora metà ripresa, ma è come se la gara finisse qua: l’All Soccer va avanti per inerzia, ma l’encefalogramma è piatto e le idee latitano, la Leo Team si limita all’accademia più pura, spingendo solo a sprazzi e senza più la cattiveria agonistica del primo tempo. Ma non serve spingere tanto se la resistenza che si trova davanti è quasi nulla, come quella di un All Soccer davvero in giornata no: al 39’ arriva lo 0-5, un autogol di Pardo su cross di Marano, e un minuto dopo lo 0-6 con Teruzzi, che dopo una serie di errori aggiunge anche la propria firma con un bel diagonale. In pieno recupero arriva anche lo 0-7: Giglioni si porta il pallone a casa con un tocco ravvicinato su assist di Marano. Finisce così una partita mai davvero iniziata: un incubo per un'All Soccer al netto delle assenze che ha reso il compito troppo facile a una Leo Team protagonista comunque di una prova di forza da ricordare.  

IL TABELLINO

All Soccer-Leo Team 0-7
RETI: 8' Marchetti (L), 26' Giglioni (L), 33' Giglioni (L), 22' st El Fathi (L), 39' st aut. Pardo (A), 40' st Teruzzi (L), 45' st Giglioni (L).
ALL SOCCER (4-3-3): Cardinale 7.5, Stancari 5.5, Balbo 5.5, Sahlian 6, Zardoni 5.5 (36' Natali 5.5), Lombardo 6, Fedeli 6, Sita 6 (15' st Pardo 5), Zardoni 6, Milone 5.5 (1' st Troccoli 6), Cortelazzi 6.5. All. Meoni 5.5.
LEO TEAM (4-4-2): Brambilla 6 (1' st Grena 6), Esposito Filippo 7, Tolotta 6.5 (5' st Marano 7), Consonni 7, Cecotti 6.5, Gatti 7, Gaspari 6.5 (12' st Sangermano 6.5), Marchetti 6.5 (5' st Cavenaghi 6.5), Teruzzi 6.5, Giglioni 9, El Fathi 7 (29' st Pisanzio 6). A disp. Giovanardi, Giacoia, Bambara. All. Galimberti 7.
ARBITRO: Zanta di Seregno 6.
AMMONITI: Stancari (A), Marano (L).

LE PAGELLE


ALL SOCCER
Cardinale 7.5 Prende 7 gol, ma non è un’esagerazione dire che ne evita altrettanti: l’ultimo ad arrendersi.  
Stancari 5.5 Fatica molto ad arginare le folate di El Fathi & co., cede alla distanza nel finale.  
Balbo 5.5 Pochissime opportunità per spingere, è sempre in apnea per cercare di chiudere le avanzate ospiti.  
Sahlian 6 Fin troppo ordinato in regia, si limita troppo spesso a un giropalla lento e povero di genialità. 
Zardoni D. 5.5 In balia degli attaccanti ospiti, si batte con coraggio ma ha alcune amnesie importanti.  
36’ Natali 5.5 Gli tocca un ruolo da punta che non conosce, vaga alla ricerca della posizione.  
Lombardo 6 Uno degli adattati in un ruolo non suo, non sfigura con un paio di iniziative interessanti.  
Fedeli 6 Nel primo tempo è l’unico che prova a calciare un paio di volte, nella ripresa si spegne anche lui.  
Sita 6 Si fa apprezzare di più in fase di interdizione, ma non riesce a dare qualità alla manovra dei suoi.  
15’ st Pardo 5 Ingresso timido, macchiato anche dall’autogol dello 0-5.  
Zardoni R. 6 Nell’emergenza fa almeno tre ruoli diversi, grande impegno ma risultati modesti.  
Milone 5.5 Davanti ci si aspetta una sua invenzione, ma il suo impatto sulla gara è praticamente nullo.  
1’ st Troccoli 6 Anche lui in un ruolo non suo, poca efficacia ma buona abnegazione.  
Cortelazzi 6.5 Il più attivo in fase offensiva, l’unico che salta l’uomo un paio di volte e cerca di creare.  
All. Sita 5.5 Gli alibi ci sono, ma la squadra non entra mai davvero in partita e crolla di nervi nel finale.  

LEO TEAM  
Brambilla 6 Sostanzialmente non impegnato, spettatore non pagante per 45 minuti.  
1’ st Grena 6 Idem come sopra. 
Esposito 7 Sullo 0-6 a un minuto dalla fine ha ancora le energie per uno scatto di 70 metri a tutta fascia, è la migliore fotografia della sua gara.  
Tolotta 6.5 Spinta limitata ma pungente, in difesa è diligente anche se non gli tocca sudare sette camicie.  
5’ st Marano 7 Ingresso a mille all’ora, un paio di assist nel finale.  
Consonni 7 Prova autoritaria in retroguardia, annulla Milone nel primo tempo e aiuta anche nel far ripartire l’azione.  
Cecotti 6.5 Non viene molto infastidito dagli attaccanti avversari, ma quando serve è sempre presente.  
Gatti 7 In mezzo alterna bello stile e giocate ruvide, ma tenendo sempre alto il tasso di efficienza.  
Gaspari 6.5 Perfetto nel ruolo di filtro tra i reparti, niente magie ma tante giocate giuste al momento giusto.  
12’ st Sangermano 6.5 Collabora alla goleada finale con grande corsa e intelligenza.  
Marchetti 6.5 Gran dinamismo in mezzo al campo, sul gol è freddo a mettere in rete un gol che non si poteva sbagliare.  
5’ st Cavenaghi 6.5 Senza strafare, gestisce con lucidità molti palloni.  
Teruzzi 6.5 85 minuti da partita maledetta per lui, sbaglia almeno tre occasioni nitide, si riscatta con un gran diagonale per lo 0-6.  
Giglioni 9 Elargisce calcio dai suoi piedi fatati: eleganza e freddezza per una tripletta da sogno.  
El Fathi 7 Sulla fascia fa vivere Halloween ai difensori con due settimane di anticipo, prestazione premiata con il guizzo sul gol. 
29’ st Pisanzio 6 Un quarto d’ora senza acuti a risultato acquisito.  
All. Galimberti 7 Gara debordante dei suoi, che come le grandi squadre spingono e corrono fino al 90’ in qualsiasi situazione di punteggio. 

LE INTERVISTE 


Lapidario e sincero nella sua analisi, il tecnico dell’All Soccer Sita: «Dopo una partita del genere c’è poco da dire, il risultato parla da solo. La mia squadra oggi è stata assente ingiustificata, contro una squadra che invece ha giocato alla grande e ha ampiamente meritato anche un risultato così rotondo. Ora c’è da vedere insieme gli errori commessi e far sì che serate del genere non capitino più».

Sprizza soddisfazione da tutti i pori invece Galimberti, l’allenatore della Leo Team: «Risultato rotondo, i ragazzi hanno giocato una grandissima gara, facendo emergere le loro qualità e mostrando chiaramente la differenza tra le due squadre. Mi è piaciuta soprattutto la risposta a livello di atteggiamento da parte della squadra: dopo aver rallentato un po’ troppo nei primi venti minuti della ripresa, in cui abbiamo subito il loro palleggio, siamo ritornati ad attaccare con la convinzione e la fame giusta». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400