Cerca

Under 19

Trezzo-Cassina: biancorossi on fire, Leoni guida il poker durissimo ai danni dei rossoverdi, al primo stop stagionale

Con la partita chiusa all'intervallo, la squadra di Zaccaria pesca dal cilindro la miglior prestazione stagionale al cospetto di un Cassina mai in partita

Trezzo Under 19

Leoni e Gallo festeggiano il poker nello scontro diretto con il Cassina

Dopo il Vedano cade anche il Cassina, che perde l’imbattibilità alla decima giornata di campionato. I ragazzi di Bertolotti vengono infatti travolti 4-1 al Valfregia dal Trezzo di Zaccaria, assoluto dominatore del primo tempo. I biancorossi sono letalmente cinici e concretizzano ogni discesa verso Galimberti, prima che la ripresa scorra lenta fino al triplice fischio. Grande protagonista della sfida è Leoni, trequartista di casa, autore di due gol e di altrettanti assist non capitalizzati. L’unica consolazione per i rossoverdi è il mantenimento dello scettro del Girone C, con un punto di vantaggio sui rivali, chiamati a essere più continui anche contro avversarie sulla carta più deboli.

Leoni incontenibile. Sin dalle prime battute si intuisce che il Trezzo voglia far valere la legge del fattore campo, tuttavia, è assai difficile immaginare ciò che succederà nei minuti successivi. A onore di cronaca Sala spara sopra la traversa la chance di apertura, mandando in frantumi l’ottimo lavoro di Parlato a sinistra. Il Cassina non riesce mai a palleggiare, perdendo tanti palloni banali come quello da cui nasce la rete iniziale. Lo stesso Parlato spedisce col mancino millimetrico a Leoni, Santoro scavalcato, che beffa al secondo tentativo l’uscita disperata di Galimberti. Il montante da incassare si fa ancora più potente poco più tardi, con lo stesso portiere rossoverde che travolge di irruenza Sala in occasione di un lancio dalle retrovie di D’Adda. Dal dischetto va Gallo che indirizza nell’angolino alla destra di Galimberti, il quale aveva intuito. La verve del Trezzo è di pura trance agonistica ma anche di rara bellezza: la perla di Leoni su punizione è un gioiello da non rimuovere dalla memoria per parecchio tempo. La realtà supera ormai la fantasia, anche tra gli ultimi arrivati che domandano il risultato. C’è una sola squadra in campo e anche le rare folate offensive del Cassina, soprattutto a sinistra con i cross di Viera, vengono allontanati in maniera netta. Ripamonti pesca il poker di testa da calcio d’angolo e al rientro negli spogliatoi i volti dei giocatori in maglia verde sono davvero emblematici.

Tanto freddo e il gol della bandiera. Il secondo tempo può offrire qualcosa solo in caso di immediata reazione dei viaggianti. Bertolotti cambia l’assetto della squadra ma la confusione regna sovrana anche nella ripresa. Pochissimi duelli sulle corsie, rari palloni verso la punta e le conclusioni dalla distanza sbattono puntualmente contro un muro di gomma. Parlato si vede annullare il quinto gol per offside, poi la stessa ala si intestardisce in qualche dribbling di troppo venendo stoppato da Galbiati. La panchina rossoverde si svuota progressivamente, Zaccaria si copre leggermente e l’unico aspetto realmente tangibile è il calo di temperatura al calar della sera. Orlandi non trova la gloria personale prima della rete della bandiera a firma Ghessi: il mediano fa partire una sassata dai venti metri che sbuca solo all’ultimo beffando Pellizzari. Al triplice fischio le due squadre rientrano negli spogliatoi con due cadenze diverse, porte vicine tra loro ma stati d’animo e pensieri distanti anni luce.

IL TABELLINO

Trezzo-Cassina Calcio    4-1
RETI (4-0, 4-1): 14’ Leoni (T), 18’ rig. Gallo (T), 24’ Leoni (T), 39’ Ripamonti (T), 29’ st Ghessi (C).
TREZZO (4-2-3-1): Pellizzari 6.5, Mantegazza 6.5, De Vecchi 6.5 (16’ st Comotti 6.5), Orlandi 7.5, D'Adda 7.5, Perego 7.5, Ripamonti 7, Gallo 7, Sala 7 (32’ st Airoldi sv), Leoni 8 (24’ st Brambilla 6.5), Parlato 7.5 (44’ st Monteleone sv). A disp. Tinelli, Ouaziz, Boldorini, Fiorentini. All. Zaccaria 7.5.
CASSINA CALCIO (4-2-3-1): Galimberti 6, Zacchetti 6.5 (21’ st Brignoli 6), Viera 6.5 (1’ st Fagnani 6.5), Colombo 6, Santoro 6, Galbiati 6.5, Ghessi 7, Longo 6 (1’ st D'Addato 6.5), Peterlin 6, Petta 6.5 (17’ st Radice 6.5), Elli 6 (27’ st Vincenzi sv). A disp. Terenghi, Rossi, Moratti. All. Bertolotti 6.
ARBITRO: Nachiro di Monza 6.
ESPULSO: 20’ st Colombo (C).

LE PAGELLE

TREZZO
Pellizzari 6.5 Inesauribile chiacchierone, non smette un istante di telecomandare i compagni e anche da questo si vede la leadership. Peccato veniale il gol subìto.
Mantegazza 6.5 Una partita onesta da terzino sia sinistro che destro, ben aiutato dal centrocampista di fascia.
De Vecchi 6.5 Partenza un po’ a rilento con qualche sbavatura, più concentrato nello spezzone giocato nella ripresa. (16’ st Comotti 6.5).
Orlandi 7.5 Eccellente partita box-to-box specialmente in occasione dei contropiedi ma è nel primo tempo che stronca sul nascere tutte le iniziative rossoverdi.
D'Adda 7.5 Difensore col vizietto dell’uscita, che questa volta non paga dazio. Perfetto e puntuale su Peterlin, coppia collaudata con l’amico Perego.
Perego 7.5 Usa bene la testa nel senso più letterale, cruciale per liberare l’area in occasione delle rimesse. Aiuta De Vecchi in copertura ed è sempre sicuro negli interventi.
Ripamonti 7 Lui deve bilanciare l’estro offensivo di Parlato, garantendo la copertura e il baricentro. Nonostante ciò trova la rete e sfrutta a dovere le sue doti da ex-difensore.
Gallo 7 Gara abbastanza oscura per lui che è soprattutto eleganza palla al piede. Entra nell’azione dei primi due gol e poi gestisce la diga in mezzo al campo.
Sala 7 Riesce a mettere subito in difficoltà i centrali avversari, sprecando sotto porta. Ripresa con qualche occasione in ripartenza. (32’ st Airoldi sv).
Leoni 8 Difficile descrivere la bellezza della punizione a parole, è comunque innegabile che la sua qualità sposti subito l’ago della bilancia. Si sacrifica con generosità. (24’ st Brambilla 6.5).
Parlato 7.5 Prima da altruista cerca la rete per i compagni, poi però la gola prende sopravvento senza riuscire a essere sfamata. (44’ st Monteleone sv).
All. Zaccaria 7.5 Lascia giocare i ragazzi in tranquillità e il campo premia l’applicazione mostrata in settimana. Grande con le grandi, ma con le altre come la mettiamo?

CASSINA CALCIO
Galimberti 6 Sulle prime due reti incassate paga un mix tra errori di valutazione singoli e collettive, poi evita il tracollo nel secondo tempo.
Zacchetti 6.5 Buoni propositi uniti a una rivedibile esecuzione, anche perché palla al piede mostra buona qualità. Meglio su campi larghi. (21’ st Brignoli 6).
Viera 6.5 Abbastanza sacrificato sull’altare dei cambi dopo aver scodellato diversi traccianti insidiosi
1’ st Fagnani 6.5 Entra per dare un po’ di brio in fascia e ci riesce anche, manca tuttavia la giocata giusta in verticale.
Colombo 6 Già nervoso al duplice fischio decide di farsi giustizia da solo con un rosso per proteste che non pesa sull’economia globale della sfida.
Santoro 6 Sul primo gol si fa bucare troppo facilmente e in generale l’intero reparto manifesta diversi inediti scricchiolii.
Galbiati 6.5 Rischia qualcosa in uscita nelle primissime battute, migliora nella ripresa a giochi ormai compromessi.
Ghessi 7 Nettamente il migliore gol a parte, anche se non è rapidissimo nello smistare l’azione da una parte all’altra. Ottima tenuta mentale.
Longo 6 I pochi filtranti vincenti vengono gettati alle ortiche dai compagni e lo puniscono col cambio.
1’ st D'Addato 6.5 Buona proposizione, anche con uno sguardo alla porta che non fa mai male.
Peterlin 6 Prova ad allargarsi ed è un’idea vincente, eppure la marcatura strettissima gli fa vedere palloni col binocolo.
Petta 6.5 Un guizzo e poi basta, si adegua all’atteggiamento remissivo di tutta la squadra. Ripresa da mediano basso. (17’ st Radice 6.5).
Elli 6 Fa i giusti movimenti per consentire al terzino di salire, poi però non sfrutta alcuni palloni a campo aperto se non con un tiro sgonfio. (27’ st Vincenzi sv).
All. Bertolotti 6 La più classica delle giornate storte arriva nel momento meno propizio. I suoi ragazzi patiscono il campo stretto e non trovano mai il pertugio giusto.

ARBITRO
Nachiro di Monza 6
Dopo aver condotto una gara tranquilla si fa intimorire da alcuni commenti della tribuna comminando i provvedimenti alle panchine e ai giocatori, rendendo elettrico il clima.

LE INTERVISTE

Zaccaria, all. Trezzo: «Abbiamo passato una settimana difficile tra ammalati e infortunati ma i ragazzi sono stati bravissimi, una prima mezz’ora giocata veramente con grande qualità». «Le palle inattive sono fondamentali e avevamo preparato la gara su queste situazioni e le abbiamo capitalizzate, anche perché di gioco puro se ne è visto poco».

Bertolotti, all. Cassina: «La magra consolazione è che rimaniamo comunque primi in classifica. Per il resto siamo partiti malissimo e il Trezzo ha meritato assolutamente. Noi comunque siamo pronti a rialzarci».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400