Cerca

Under 19

Il Cassina sa come riconquistare la vetta della classifica

Dopo un girone d'andata esaltante ma terminato in calando, l'allenatore rossoverde ha bene in mente su quali aspetti lavorare per tornare in cima al Girone C

Il Cassina sa come riconquistare la vetta della classifica

Il Cassina Calcio festeggia negli spogliatoi dopo la vittoria in campionato col Vaprio

Un cammino quasi perfetto quello del Cassina Calcio Under 19 nel girone d'andata. I punti collezionati - con merito - sono 26, frutto di otto vittorie, due pareggi e appena una sconfitta. Sconfitta che è arrivato con il Trezzo che grazie a questi tre punti ha conquistato la vetta, laureandosi campione d'inverno. «Primi fino allo scontro diretto», ha sottolineato il tecnico Andrea Bertolotti, che ha poi così continuato: «Durante quella gara qualcosa è andato storto. Il campo non era quello a cui siamo solitamente abituati, in termini di dimensioni, e poi ci abbiamo aggiunto il carico con alcuni errori individuali. Nella prima mezz'ora gli avversari avevano già chiuso il match perché sono stati più bravi di noi in quell'occasione, poco da dire».

Nonostante il risultato e la vetta concessa però, Bertolotti non ha nulla da contestare alla sua squadra, anzi. Per i suoi ragazzi il tecnico spende soltanto ottime parole«Hanno fatto benissimo in tutto il girone d'andata. Nelle ultime due siamo calati un po' e abbiamo dovuto abbandonare la vetta della classifica. Il cammino però è lungo e niente è stato ancora deciso. Possiamo tornare dove siamo già stati per tanto tempo e dove abbiamo meritato di stare. Bisognerà solo continuare a crescere». Per farlo Bertolotti dovrà dunque limare i dettagli del suo 4-2-3-1 di partenza che, come ha spietato l'allenatore, in fase offensiva può diventare anche un 4-3-3. Tatticamente, dunque, bisognerà solo andare a perfezionare ciò che già è ottimo. Quello che servirà veramente per riconquistare il primo posto in classifica sarà un importante step mentale«La squadra gioca molto bene in condizioni ottimali. Quando poi ci ritroviamo davanti ad alcune difficoltà perdiamo un po' la bussola. Ma è un aspetto sul quale possiamo lavorare e così facendo riusciremo a tornare al comando della classifica».

Clicca sulla classifica per accedere al calendario e alla classifica marcatori del Girone C di Under 19

Bertolotti ha poi così continuato: «Ciò che mi preme è far capire ai ragazzi quanto sono forti. Non si ottengono determinati risultati per caso e loro devono acquisire consapevolezza della loro forza. Solo così impareranno a giocarsela a viso aperto con tutti e, soprattutto senza paura». Adesso, però, bisognerà andare per gradi, perché la prima cosa da fare per l'allenatore del Cassina sarà quella di recuperare tutti gli effettivi, perché tra COVID, visite mediche e altre problematiche gli allenamenti sono a ranghi ridotti. Ma una volta recuperati tutti quanti, l'allenatore potrà lavorare in special modo sulla testa dei ragazzi«Dobbiamo restare concentrati sempre e comunque, anche quando le cose si mettono male. Restando nella partita avremo sempre modo di rimettere le cose nel migliore dei modi».

Andrea Bertolotti, tecnico del Cassina Under 19

Per recuperare la cima perduta, Bertolotti potrà fare affidamento su Paolo Peterlin, capocannoniere della squadra che è già a quota 7 gol in stagione, dimostrandosi il perfetto finalizzatore del mosaico Cassina. Ovviamente, i numeri di Peterlin sono frutto di un lavoro di squadra, che viene in qualche modo potenziato dalla forza dello spogliatoio, presente soprattutto grazie allo zoccolo duro di ragazzi che vivono - questo il termine più giusto - da sempre, interpretando la maglia del club come una seconda pelle«Alcuni hanno giocato qui sin da quando erano nella pre-agonistica. Ci tengono molto al progetto e questo è certamente un plus. Il gruppo poi è veramente affiatato, sono amici in campo, in allenamento ma anche fuori dal centro sportivo. Quando stanno insieme si divertono e anche per me allenarli è molto bello»

Non solo la squadra, perché anche Bertolotti ci tiene molto ai colori rossoverdi. L'allenatore ha un passato da calciatore e, infatti, è sempre sceso in campo per difende il Cassina«Dai Primi Calci fino alla Promozione, ho sempre giocato per questo club. Poi da allenatore ho iniziato nel 2011 sempre qui, con anche due anni a Bussero e uno alla Giana Erminio con l'Under 17 Nazionale. Adesso son qui da quattro anni e sono contento del progetto che sto portando avanti con questi ragazzi». E visto il suo passato da giocatore, Bertolotti ha anche parlato del membro della sua rosa in cui si rivede: «Io ero un centrocampista e penso che il più vicino a me, della squadra, sia Tommaso Colombo. Ricopre il mio stesso ruolo, "da numero 4" e conosco bene le dinamiche del ruolo in quella zona del campo. Su di lui punto molto e, onestamente, sono anche pretenzioso su ciò che lui deve fare in partita. Però so che Tommaso è un giocatore all'altezza delle mie richieste e che può interpretare il ruolo nel migliore dei modi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400