Cerca

Casale - Sestri Levante Under 19: Benabbi strega i nerostellati

Casale Sestri Bajramaj
Il Sestri scappa in vetta, il Casale rimanda la prima gioia. La formazione nerostellata formato 2020 non riesce a sorridere all'esordio e cede il passo ai corsari liguri che nel primo tempo ottengono vantaggio e superiorità numerica per l'espulsione di Vicini a 5' dall'intervallo. Espulsione che castra sul nascere una reazione monferrina nel secondo tempo che in ogni caso arriva, ma che non riesce a produrre quelle occasioni da gol appropriate per imbastire una rimonta sempre più improbabile. Luongo si affida a un 4-3-3 con Giusio e Pasquinelli sugli esterni e la coppia fisica Messina- Mulla a guardia della corsia centrale. Davanti alla difesa Vicini che si dà il cambio in cabina di regia con Esposito (mezzosinistro) e Sula (mezzodestro). Cavigiola riferimento centrale affiancato da Bracco e Bajramaj. A specchio i liguri che puntano su due tridenti: quello davanti (Farina, Marzi e Quarta) e quello di mediana Canovi, Ambrosi, Benabbi). Le prime battute vedono un buon approccio fisico e agonistico in mezzo al campo con i rossoblù che col passare dei minuti riescono a prendere sempre più campo basando il loro gioco su scambi eleganti di qualità sulla mediana finalizzati a liberare gli esterni in velocità. I nerostellati faticano di più in impostazione e preferiscono maggiormente la corsia centrale dove Sula prova a giocare di prima in favore di un Cavigiola arrugginito. Intorno al 10' i liguri prendono coraggio e suonano per la prima volta il campanello in casa Tamburelli. Marzi, da vera boa, protegge e allarga per il sempre presente Farina che allunga sul fondo, prova a rientrare verso l'area piccola, ma poco prima di battere a rete viene neutralizzato dal rinvenimento di Mulla. Il Casale soffre sull'out di sinistra dove Farina e Marzi duettano bene anche al 13' quando viene annullato per fuorigioco dello stesso Marzi. Il Casale non sta a guardare e man mano riesce a rialzare il baricentro trovando anche il vantaggio al 19': punizione dalla sinistra battuta a spiovere da Bajramaj. Sul pallone si avventa male Nicolò Ferrari che ti testa beffa il suo portiere Di Stasio e porta in vantaggio suo malgrado i nerostellati. 1-0. La reazione ospite è immediata e furiosa: Farina in ripartenza impegna Tamburelli a tupertu, col portiere casalese che riesce a impedire il pareggio immediato col piedone, ma nulla può 4' dopo sul colpo da biliardo imparabile di Benabbi da fuori area sugli sviluppi di un angolo. 1-1. I padroni del Bianchi accusano il colpo e scoprono il fianco a numerose incursioni corsare che però non riescono a completare la rimonta né ad arrivarci eccessivamente vicino. Tutto cambia al 39' quando Collier di Gallarate estrae il cartellino rosso diretto (un po' in contraddizione col metro inglese adottato fin lì) a Vicini per un intervento a gamba tesa sulla caviglia di Benabbi. Cambia non tanto nell'immediato (con il Sestri che al 45' trova il pari grazie al solito Farina che sguscia tra gli errori di Pasquinelli e Mulla per servire un assist al bacio sulla riga a Quarta), ma più nella ripresa quando il Casale proverà con orgoglio a rimettere in piedi una partita apparentemente compromessa, senza però riuscire a rendersi effettivamente pericoloso dalle parti di Di Stasio. Baricentro più alto, poche conclusioni nello specchio. L'orgoglio nerostellato non viene leso neanche da un altro eurogol di Benabbi al 5' quando da fuori area lascia fare tutto al suo piede magico: mirino laser all'incrocio opposto, tiro a effetto e ciaone. I cambi di Luongo servono a dare maggior freschezza e più rapidità in profondità e, complice una mancata gestione della palla e del ritmo di un Sestri troppo ingordo e precipitoso, la mossa sembra funzionare. Cavigiola, Ascé, Daka e Roncarolo vengono spesso imbeccati nello spazio alle spalle della retroguardia ligure, ma dopo il primo strappo non riescono mai a rendere la palla velenosa all'interno dell'area di rigore. Come detto, il Sestri si abbassa ed è troppo precipitoso nel cercare i riferimenti offensivi. Il tempio di Di Stasio non viene più intaccato e con un Benabbi che vaga in campo aperto il quarto marchio ligure è pronosticabile e puntualmente arriva ancora dai piedi dell'8 di Barilari, che pesca col suo destro cantante sul secondo palo Noceti, che ringrazia e si iscrive all'albo dei marcatori.   CASALE-SESTRI LEVANTE 1-4 RETI (1-0, 1-4): 19' aut. Ferrari (S), 23' Benabbi (S), 45' Quarta (S), 5' st Benabbi (S), 32' st Noceti (S). CASALE (4-3-3): Tamburelli 6, Giusio 6, Pasquinelli 6, Esposito 5.5, Mulla 5.5 (42' st Tacchino sv), Messina 5.5 (29' st Ferrari 5.5), Bracco 6 (1' st Roncarolo 5.5), Vicini Giovanni 5.5, Cavigiola 6, Sula 5.5 (24' st Daka 6), Bajramaj 6 (10' st Ascè 6.5). A disp. Civiero, Fethau, Ferrari, Passannante. All. Luongo. SESTRI LEVANTE (4-3-3): Di Stasio 6.5, Ferrari 6, Massini 6, Ambrosi 6.5 (11' st Linale 6.5), Catena 6.5 (31' st Garibaldi 6.5), Mutti 6.5, Farina 7 (23' st Noceti 7), Benabbi 7.5, Marzi 7 (34' st Placido sv), Canovi 6.5, Quarta 6.5 (15' st Marrale 6.5). A disp. Cavallazzi, Scotto Busato, Bizzarri, Parlanti. All. Barilari. ARBITRO: Collier di Gallarate 6.5. Gestione ordinata della partita. Unica pecca il cambio improvviso di metro su Vicini. Rosso ci stava, ma rispetto ad una gestione all'inglese... AMMONITI: Mutti (S), Catena[03] (S), Messina (C). ESPULSI: 39' Vicini Giovanni (C). PAGELLE CASALE All. Luongo 6 Come dimostrato l'anno scorso il suo lavoro è sul lungo. I principi si vedono, manca cattiveria dalla trequarti in avanti. Tamburelli 6 Non è che possa granché sul poker subito. Nelle uscite è un po' titubante, ma tutto sommato mette a referto parate importanti. Giusio 6 Quarta è un pericolo, ma anche per merito suo diventa quello minore nell'arsenale ligure. Pasquinelli 6 Farina ha il diavolo in corpo. Comincia benissimo nei primi minuti, poi perde gamba. Nel finale suda ancora con Noceti ma strappa la sufficienza. Esposito 5.5 Non imponente né in fase di interdizione, né in fase di costruzione. Spesso sballottato. Mulla 5.5 Il compito più difficile di giornata: marcare Marzi. Inizialmente vince qualcosa di fisico, ma a lungo andare non riesce più a trattenere lo strapotere del 9 rossoblù. Inseguitore. Messina 5.5 Tre o quattro svarioni che non provocano altri gol solo per demeriti liguri. Deconcentrato. 29' st Ferrari 5.5 Va a fare la torre davanti. Poche sponde utili. Bracco 6 Cerca di alzare il braccio e farsi trovare largo dove qualche occasione la crea. Sacrificato. 1' st Roncarolo 5.5 Entra con l'uomo in meno, ma non riesce mai a strappare in modo deciso sull'out di destra. Vicini 5.5 In mediana era un po' la musa del gioco nerostellato. Appunto per questo la sua espulsione vale il doppio dei punti negativi. Cavigiola 6 Prima frazione in cui non vince un contrasto aereo. Nella ripresa anche non diventa decisivo, ma con dedizione suda sette camicie per aprire qualche pertugio e cavalcare fino alla linea di fondo. Sula 5.5 Non riesce a usare efficacemente il fisico e palla tra i piedi è spesso timoroso, perdendo tempi di gioco importanti. 24' st Daka 6 Subito un paio di affondi sfortunati. Riesce anche ad arrivare al tiro centrando l'incrocio esterno allo scadere. Bajramaj 6 La firma sull'autogol è sua. Qualche accelerazione la prova. 10' st Ascè 6.5 Ingresso positivo in quanto dà fastidio a più riprese sulla destra a Nicolò Ferrari. [embed]https://youtu.be/rGXYPr6lIP0[/embed] PAGELLE SESTRI LEVANTE All. Barilari 7 Due su due e fuga in vetta. La sua squadra gioca un bel calcio e sa punire. Pecca nella gestione. Di Stasio 6.5 Pochi tiri ben gestiti. Nient'altro. Ferrari 6 Sfortunato in occasione dell'autogol. Il resto della partita fa bene la guardia alla sua fascia di competenza. Massini 6 Con le buone o con le cattive, rimane guardingo e attento in fase di copertura. Più bloccato rispetto a Ferrari. Ambrosi 6.5 Destra, sinistra, verticale. Fa girare bena il pallone in ogni direzione, abbassandosi anche sapientemente tra i due centrali per partire dal basso. leader carismatico. 11' st Linale 6.5 Vispo e mobile. Sopperisce bene in regia ad Ambrosi e ogni tanto gli piace anche svariare in avanti. Catena 6.5 Insieme a Mutti domina in fase aerea. Mai in affanno, sempre in controllo. 31' st Garibaldi 6.5 Entra a giochi fatti e non altera gli equilibri. Pulito. Mutti 6.5 Preciso in fase di marcatura a uomo e in fase di aiuto sulla corsia esterna destra. Farina 7 Diavolo in corpo e partenza a razzo. Semplicemente imprendibile in campo aperto e nello stretto. 23' st Noceti 7 Degno erede di Farina. La sua vivacità lo porta a imbastire numerosi contropiedi e a farsi trovare pronto per il colpo del ko. Benabbi 7.5 Al suo piede destro bisognerebbe rivolgersi con un bel: "sua altezza". Due gol capolavoro da fuori area e un assist non da meno. Nella ripresa perde a tratti la testa distraendosi, ma poca roba. Marzi 7 Boa di mestiere che apre una valanga di spazi a Farina e Quarta. Perfetto per il gioco ligure.  34' st Placido sv Canovi 6.5 Perfetta sinergia di reparto. È quello che fa più lavoro sporco in mediana, ma si distingue anche per qualche buon duetto in spazi angusti. Quarta 6.5 Il meno velenoso, ma pur sempre una spina nel fianco. 15' st Marrale 6.5 Brioso per quante palle gli arrivano. [embed]https://youtu.be/rJ09SatG_cM[/embed]   [galleria td_gallery_title_input="Casale Setri Levante Under 19" ids="234453,234451,234450,234448,234454"]
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400