Cerca

Arconatese-Casatese Under 19: Mita in extremis regala tre punti d'oro a Borghi

lorenzo mita casatese

lorenzo mita casatese

Mita all'ultimo respiro decide una partita dai due volti. Il 4-3-1-2 di Casalati è a tratti incontenibile in fase di possesso, ma fatica a tenere nei momenti di difficoltà. I padroni di casa potrebbero dilagare nei primi 45 minuti, ma la partita rimane viva e gli uomini di Borghi escono alla lunga, riuscendo a ribaltare il risultato. Con i tre punti portati a casa, la Casatese supera in classifica proprio l'Arconatese. Che si ferma subito dopo la vittoria esterna con la Caratese di settimana scorsa, ma non senza rimpianti. L'avvio di match è subito spumeggiante, a presagio di una partita ricca di emozioni. Le squadre si affrontano a viso aperto, e nei primi minuti la partita vive di continui capovolgimenti di fronte. Sono addirittura quattro i tentativi a rete nei primi quattro minuti, tutti però effettuati con scarsa precisione, sia da una parte che dall'altra. AL 6' i padroni di casa avrebbero trovato anche il gol del vantaggio con Carbone. Ma l'assistente Marasco è bravo a segnalare un fuorigioco non facile da vedere e annullare la rete. Alla lunga sono proprio gli uomini di Casalati a prendere in mano il pallino del gioco. In particolare a salire in cattedra è Bertoli, che a metà campo sembra avere una marcia in più rispetto a tutti gli altri. Al 32', proprio in seguito a una sua azione personale, arriva il tanto atteso gol del vantaggio. Bertoli si presenta a tu per tu con il portiere. Magnani è bravo a respingere la sua conclusione, ma nulla può sul tap-in di Carbone, che dopo l'urlo strozzato in gola per il gol annullato, può finalmente esultare. La Casatese però le poche volte in cui riesce a portare palla nell'area avversaria è sempre pericolosa. Al 21' Castiglioni deve superarsi su Colombo per evitare il vantaggio ospite. Mentre al 35' non può evitare che il colpo di testa di Mita (imbeccato da un bel traversone del solito Colombo) si insacchi in rete. Nonostante i due gol in rapida successione, la partita non cambia, ed è sempre l'Arconatese ad insistere maggiormente. La pressione dei padroni di casa da finalmente i suoi frutti al 45', quando Gaino sfrutta uno scivolone di Di Martina per procurarsi un calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta, Colucci, che angola bene il tiro e porta nuovamente in vantaggio la sua squadra. Il numero 9 riesce così a trovare la gioia personale che, tra miracoli di Magnani ed errori individuali, sembrava proprio non dover arrivare. Nella ripresa i due allenatori rientrano in campo con gli stessi 22 che hanno terminato il primo tempo. Anche se dopo appena due minuti, Casalati sostituisce Manca e Grassi con Ferrando e Patruno. La partita però vive su ritmi completamente diversi rispetto alla prima frazione. L'atteggiamento delle due squadre è più compassato, soprattutto quello dell'Arconate, che forse ha speso troppo nei primi 45 minuti. Il palleggio lascia spazio ai sempre più frequenti lanci verso Gaino, che spesso è bravo a spizzare la palla per gli inserimenti dei compagni. La Casatese ha così modo e tempo per prendere le distanze agli avversari e capire come poter far male. Soprattutto passando per le corsie laterali, dove le sovrapposizioni dei terzini portano una superiorità numerica difficile da arginare per i padroni di casa. Così dopo una prima parte di tempo povera di emozioni, gli uomini Borghi imbastiscono un vero e proprio assedio nel finale di gara. Anche se Castiglioni in più occasioni è bravo a vanificare gli attacchi avversari. Il pareggio però arriva al 37'. Quando Cangemi si trova palla tra i piedi all'altezza dei 25 metri, e sorprende tutti calciando direttamente in porta. Il tiro non è fortissimo ma ben angolato. E dopo essere sbattuta sul palo interno la palla finisce in rete. Il 2-2 è l'iniezione di fiducia decisiva per gli ospiti che continuano ad attaccare, e al secondo minuto di recupero trovano anche il gol del sorpasso finale. A siglarlo è ancora una volta Mita, uno dei migliori in campo ed ultimo ad arrendersi. Il classe 2002 spinge in porta il pallone da due passi, dopo che era scivolato dalle mani di Castiglioni. Errore che rovina una prestazione più che ottima del portiere gialloblu.

IL TABELLINO

ARCONATESE-CASATESE: 2-3 RETI: 32' Carbone (A), 35' Mita (C), 45' Coluccio (A), 37' st Cangemi (C), 47' st Mita (C). ARCONATESE (4-3-1-2): Castiglioni 6, Vera 6, Fosco 6.5, Romano 6.5, Pagliari 6, Grassi 6 (2' st Patruno 6), Manca 6.5 (2' st Ferrando 6), Bertoli 7 (20' st Medici 6.5), Coluccio 7 ( 13' st Mastore 6), Carbone 7 (40' st Meneghin s.v.), Gaino 6.5 A Disp. Di Maio, Gorla, Bettini  All. Casalati 6.5 CASATESE (4-4-2): Magnani 7, Colombo 7 (24' st Maggi 6.5) Martinez 6.5, Manganaro 6, (42' Cangemi 7), Leone 6, Di Palma 6 (40' Di Martina 6.5), Morganti 6.5 (17' st Lamperti 6.5), Pace 6.5, Saracino 6 (27' st Bocchin 6), Lena 6.5, Mita 7.5  A Disp. Castelli, Riboldi, Ruscelli  All Borghi  7 ARBITRO: Zamagna della sezione di Saronno 6.5 AMMONITI: Manca (A), Patruno (A), Fosco (A), Vera (A), Mita (C)

LE PAGELLE

PAGELLE ARCONATESE Castiglioni 6 L'errore sul gol del 3-2 è una brutta macchia che rovina 90 minuti di ottimo livello. Vera 6 Bene nel primo tempo come tutto il resto della squadra, ma nella ripresa subisce gli attacchi di Lena. Fosco 6.5 Un po' più attivo rispetto al suo opposto, provvidenziale al 23' della ripresa nel stoppare la conclusione di Lamperti, anche se alla fine a poco è servito. Romano 6.5 Bene nel primo tempo quando c'è da impostare il gioco da dietro, nella ripresa però si vede meno. Pagliari 6 Nel primo tempo il lavoro non è molto, ma quando aumenta riesce a contenere gli attaccanti avversari a fasi alterne. Grassi 6 Gioca praticamente solo i primi 45 minuti quando la Casatese arriva raramente dalle sue parti, però tra lui e Pagliari qualcosa in più sul primo gol forse l'avrebbero potuta fare. 2' st Patruno 6 Soffre nel finale come tutta la squadra, però entra per dare più fisicità e la da. Di testa è difficile sovrastarlo. Manca 6.5 Fin quando è in campo è uno dei migliori, la sua rapidità e le sue accelerazioni in fase offensiva mettono spesso in difficoltà la linea difensiva avversaria. Fuori lui la squadra perde un pizzico di imprevedibilità. 2' st Ferrando 6 Inizia bene, si posiziona davanti alla difesa e amministra il gioco, cala però nel finale. Bertoli 7 Nei primi 45 minuti è per distacco il migliore in campo. A centrocampo fa il bello e il cattivo gioco. Corre ovunque e imbecca sempre gli attaccanti che troppe volte non riescono a finalizzare le sue invenzioni. Nei minuti giocati nella ripresa è apparso un po' meno brillante ma non cambia il livello della sua gara. 20' st Medici 6.5 Deve sostituire probabilmente il migliore in campo fino a quel momento e lo fa bene. Coluccio 7 Tanta corsa e sacrificio a disposizione della squadra. Il rigore è perfetto, anche se senza qualche occasione sprecata di troppo, la partita sarebbe potuta andare diversamente. 13' st Mastore 6 I palloni giocabili sono pochi, e lui si arrangia con quello che ha a disposizione. Carbone 7 Un gol, un gol annullato e tanta tanta quialità. Purtroppo non bastano per portare a casa i tre punti ma la sua partita è ottima. Gaino 6.5 Più lavoro sporco per i compagni che per se stesso. Fondamentali le sue spizzate di testa per dare respiro alla squadra, e bravo e sveglio nel procurarsi il rigore del 2-1. 40' st Meneghin s.v. All. Casalati 6.5 Quando la sua squadra ha la palla è a tratti inarrestabile. I problemi sorgono più quando bisogna soffrire. Forse qualche cambio è arrivato troppo presto. PAGELLE CASATESE Magnani 7 La rimonta finale non avrebbe avuto ragione di esistere se prima non ci fossero stati i suoi miracoli. Colombo 7 L'unica cosa che lo ha potuto fermare oggi è stato un problema fisico. Quantità e qualità in entrambe le fase, mette sulla testa di Mita il pallone dell' 1-1 e rischia anche di andare in gol. 24' st Maggi 6.5 Nuova linfa sulla fascia destra, soprattutto quando viene spostato sulla linea dei centrocampisti. Martinez 6.5 Meno presente in fase offensiva rispetto a Colombo, ma impeccabile in difesa, contro avversari non facili da tenere. Manganaro 6 Gioca i primi 42 minuti quando la squadra subisce molto, probabilmente non la prestazione migliore della sua carriera ma nemmeno la peggiore. 42' Cangemi 7 Nei minuti finali quando la squadra prova l'ultimo assalto è lui a guidarla con il telecomando. Bellissimo il gol del 2-2 che da il via alla rimonta finale. Leone 6 Soffre la velocità degli attaccanti avversari e non sempre riesce a contenerli. Di Palma 6 Prestazione simile a quella del compagno di reparto. Anche se c'è da dire per entrambi che nei primi 45 minuti gli attacchi arrivavano da tutte le parti. 40' Di Martina 6.5 Lo scivolone che permette agli avversari di guadagnare il rigore del 2-1 poteva condizionare in negativo la sua prestazione, soprattutto perchè arrivato su uno dei primi palloni toccati. Lui però è bravo a riprendersi nella ripresa, e risollevare una gara nata male. Morganti 6.5 La sua velocità è una delle poche cose che mette in difficoltà l'Arconatese nei primi 45 minuti. Preciso anche nel battere i calci piazzati. 17' st Lamperti 6.5 Entra per fare a sportellate con la difesa avversaria e lo fa. La sua è una presenza ingombrante per gli avversari negli ultimi minuti. Pace 6.5 Il più costante nella mediana ospite. Bene in entrambi i tempi, ma soprattutto nel secondo quando riesce a giocare un maggior numero di palloni. Saracino 6 Tanta corsa e sacrificio per permettere a Mita di giocare più vicino alla porta. Forse quando ha il pallone è troppo affannato e a volte pecca in precisone. 27' st Bocchin 6 Entra per l'ultimo quarto d'ora e fa il suo. Avrebbe anche l'occasione per la gioia personale ma la difesa avversaria è brava a respingere. Lena 6.5 Un po' in ombra nella prima parte, esce alla grande alla distanza. Mette qualità davanti e tanto spirito di sacrificio a disposizione della squadra. È sempre presente in entrambe le metà campo. Mita 7.5 È il match winner, l'ultimo a gettare la spugna. Non si vede sempre ma quando la palla è tra i suoi piedi gli avversari tremano. Bravo anche a tenere il duello fisico con avversari ben piazzati. All. Borghi 7 La sua squadra inizia male, ma quando riesce a prendere le giuste distanze rovescia la partita. Se tra primo e secondo tempo si è vista una Casatese completamente diversa sarà anche merito suo. PAGELLA ARBITRI Zamagna 6.5 Direzione decisa e sicura. Entrambe le squadre provano spesso a cercare il rigore ma lui fischia solo quello giusto. Forse qualche cartellino in più poteva starci ma per sua fortuna la partita non si è innervosita comunque.

LE INTERVISTE

Partita dai due volti per l'Arconatese di Casalati: «Nel primo tempo potevamo anche finire 3-1 in nostro favore. Chiudevamo bene gli spazi e quando ripartivamo eravamo sempre pericolosi. Infatti oltre ai due gol abbiamo sprecato altre 2/3 occasioni a tu per tu con il portiere. Nel secondo tempo loro hanno messo più centimetri davanti e i palloni lunghi hanno iniziato a darci fastidio, inoltre noi non siamo più riusciti ad essere precisi nel ripartire. Alla fine per qualche mischia e qualche errore di troppo abbiamo pagato oltremisura una partita che se finisce 2-2, forse il risultato è più giusto. Bravi comunque i miei ragazzi, però bisogna imparare a gestire meglio i momenti importanti della partita». Il rimpianto del tecnico gialloblu è diviso tra gli sprechi del primo tempo e il calo finale: «Certo all'inizio abbiamo sprecato occasioni, però fa anche squadra portare a casa il pareggio soffrendo. Perciò il rammarico è stato anche di vedere la squadra soffrire e non portare a casa il risultato. Poi purtroppo il portiere ha commesso un'ingenuità ma ci sta, ha fatto una buona partita in generale». «Nel momento in cui c'è giocare -conclude Casalati- sappiamo fare la nostra partita, e l'abbiamo visto anche settimana scorsa contro la Folgore Caratese. Quando l'avversario invece comincia a metterla sull'agonismo e sulla palla verticale soffriamo di più perchè siamo più portati a giocare in velocità con trame palla a terra». [caption id="attachment_235811" align="aligncenter" width="900"] Casalati Marco Arconatese Casalati Arconatese[/caption] Gioia immensa nel finale invece per Borghi, anche se nel primo tempo la sua squadra a rischiato più del dovuto: «All'inizio siamo stati un po' timorosi, anche perchè abbiamo giocato con due ragazzi degli allievi del 2004. Era la prima volta che giocavano con noi e hanno avuto un po' di difficoltà sulle distanze. Poi nel secondo tempo siamo andati meglio perchè la squadra si è accorciata un po'. Quindi direi veramente bene, e sono contento della reazione». «Nel primo tempo abbiamo fatto fatica anche perchè loro erano molto aggressivi e non ci lasciavano giocare -continua il tecnico- nella ripresa invece abbiamo alzato il baricentro mettendo anche una punta in più e la squadra ha reagito bene. Non era facile su questo campo perchè loro lottano su tutti i palloni, quindi per la ripresa do grande merito ai ragazzi». Seconda parte di gara dove la Casatese ha pareggiato un po' anche il gap dal punto di vista fisico: «L'ingresso di Lamperti ci ha dato una mano, lui purtroppo arriva da un brutto infortunio ma è l'unico piazzato in squadra. Comuque quello che mi è piaciuto di più è stato l'atteggiamento in generale». «Ora pensiamo partita dopo partita -chiosa Borghi- adesso ci godiamo questo risultato, poi in settimana avremo tempo per preparare la prossima sfida. Anche perchè abbiamo tanti ragazzi fermi per infortunio o per varie necesitudini». [caption id="attachment_235812" align="aligncenter" width="900"] Borghi Luigi Casatese Borghi Casatese[/caption]  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400