Cerca

Caronnese-Città di Varese Under 19: Di Marco pennella, Perani illumina, rossoblù travolgenti

Caronnese Città di Varese Perani

La sconfitta con la Tritium della gara d'esordio è definitivamente alle spalle per la Caronnese che, alla seconda uscita stagionale, regola in modo netto il Città di Varese per 4-1 dopo novanta minuti praticamente dominati. Quattro reti (Zoppi, Di Marco, Perani e Boschetti), quattro legni e una superiorità netta in ogni zona del campo per oltre i due terzi di gara. La squadra si sta facendo, questa è l'impressione, e lo si è visto anche dal calo di tensione avvenuto dopo il 3-0 che avrebbe potuto rianimare il Città di Varese: Coratella, migliore in campo della squadra di Porro, si è messo in evidenza con la rete del 3-1 e poi, due minuti più tardi, è andato a pochi centimetri da riaprire clamorosamente il match.

Caronnese disegnata da Munari con il solito 4-3-1-2 che nel riscaldamento è stata costretta a rinunciare a Tavares, il migliore in campo nel debutto con la Tritium, per la mancanza del documento di riconoscimento. Musazzi e Zoppi compongono la batteria offensiva, supportata alle spalle da un sempre propositivo Perani, mentre Catizone è il tessitore di trame supportato ai lati dalle mezzali Di Marco e Birolini; la retroguardia davanti a De Cesare vede come coppia centrale il riferimento Coghetto con Yamba, con Schulz e D'Urso terzini, apparsi con maggior personalità rispetto al debutto di due settimane fa. Il Città di Varese, con una pelle diversa rispetto alla gara con la Vis Nova viste le assenze, è stato disegnato da Porro con il canonico 4-3-3 che vedeva il debutto stagionale del terzino sinistro Storti, lo spostamento di Grimaldi a destra e di Franco al centro della difesa al fianco di Vizzielli (al 35' resta a terra per un minuto dopo uno scontro di gioco in area locale, torna al suo posto e salva dal possibile 2-0 di Musazzi). In mezzo al campo, con Romano a piantare le tende davanti alla difesa spazio dall'inizio per il 2004 Esposito e Ritondale; sul fronte offensivo ad affiancare Romito c'erano Venditti e Coratella, giocatore che ancora una volta ha dimostrato di avere una grande anima e carattere, andando a portare pressione sulla retroguardia e provando la conclusione.

Caronnese che, così come nel debutto di due settimane prima, parte forte, mostrando le proprie abilità nel palleggio e dalle situazioni di palla inattiva. Musazzi e Zoppi vanno a portare pressione a Franco e Vizzielli, Coghetto ci prova sugli sviluppi di un calcio d'angolo e Catizone con un dritto per dritto dal limite dell'area (12'). La squadra di Munari, in poco più di sessanta secondi tra il 19' e 20' colpisce due legni. Prima è Franco, nel tentativo di anticipare Perani in piena area su un traversone lungo, a colpire la traversa della propria porta, poi Musazzi, dopo aver vinto il duello con Vizzielli, scocca un rasoterra a filo d'erba sul quale è decisivo quel tanto che basta Zini. Il gol, assolutamente meritato per quanto visto, arriva al 24' con Zoppi che, in piena area, dopo un rimpallo, trafigge Zini dall'altezza del dischetto. Alla mezzora è Zoppi, con una rapida velocità di gambe e pensiero, a sfiorare il raddoppio con un destro dal limite. Al 28' De Cesare corre un brivido e lo fa per mano del “fuoco amico” Yamba su un retropassaggio, poi al 38' e è Coratella a provarci con un siluro terra-aria. Unico spunto varesino nell'oceano Caronnese che al 41' trova sfogo con il pallonetto di Di Marco sul quale Zini non è perfetto nella lettura e finisce per indirizzarlo in rete. Poco dopo il 45' il Città di Varese va a un passo dal dimezzare lo svantaggio con Coratella che, pescato coi tempi giusti da Venditti, prende alle spalle Coghetto e si trova davanti a De Cesare che, però, gli sbarra la strada coi piedi.

Nella ripresa il copione non cambia, con la Caronnese ad azzannare il match fin dalle prime battute sotto il profilo dell'intensità e determinazione. Zoppi e Musazzi mettono alle strette la retroguardia ospite costringendo Franco a superarsi. Al 13' la superiorità rossoblù è completa con Perani che realizza il 3-0 sul pallone telecomandato di Birolini dai quaranta metri. Caronnese sul velluto e un minuto più tardi potrebbe arrivare addirittura il poker ad opera di Cesana che, dalla lunga distanza, colpisce il palo. Il Città di Varese accorcia alla mezzora con il talentino Coratella che, dopo aver messo nel sacco Di Bartolo con una giocata, trova la rete da posizione defilata. E quattro minuti più tardi l'ex Lainatese e Real Vanzaghese, con un'invenzione, pesca il destro dalla distanza che sbatte sotto la traversa e ritorna in campo. Grande spavento Caronnese che, due minuti più tardi, torna nuovamente a distanza di sicurezza con Boschetti al termine di un'azione in velocità che ha visto Perani prendere in mano la bacchetta del rifinitore. Nel recupero c'è ancora spazio per un altra traversa della Caronnese, questa volta a colpirla è il terzino D'Urso.

IL TABELLINO

Caronnese-Città di Varese 4-1 RETI (3-0, 3-1, 4-1): 24' Zoppi (Ca), 41' Di Marco (Ca), 13' st Perani (Ca), 31' st Coratella (Ci), 36' st Boschetti (Ca). CARONNESE (4-3-1-2): De Cesare 6, Schulz 7 (26' st Di Bartolo 6.5), D'Urso 6.5, Catizone 6.5 (1' st Cesana 7), Coghetto 7, Yamba 6.5, Di Marco 7 (18' st Diana 6.5), Birolini 7 (37' st Rondina sv), Musazzi 6.5, Perani 8, Zoppi 7 (16' st Boschetti 7). A disp. Rossi, Cicogna, Scotti. All. Munari 7. CITTÀ DI VARESE (4-3-3): Zini 5, Grimaldi 5.5 (42' Del Bene 5.5), Storti 6 (37' st Cosenza sv), Romano 5.5, Franco 5.5, Vizzielli 6.5, Coratella 7, Esposito 5 (14' st Marangoni 5.5), Romito 5 (1' st Aiolfi 6), Ritondale 5.5, Venditti 5.5 (23' st Volpi 5.5). A disp. Bavutti, Fierza, Sofio. All. Porro 5.5. ARBITRO: Pasquariello di Novi Ligure 5.5. AMMONITI: Romano (Ci), Aiolfi (Ci), Schulz (Ca).

LE PAGELLE

CARONNESE De Cesare 6 Pomeriggio di tranquillità. Attento quando il “fuoco amico” di Yamba stava per complicargli la vita. Graziato dalla traversa sull'1-3. Schulz 7 Prova poderosa dell'esterno, apparso di tutt'altra pasta rispetto alla Tritium. Puntello dietro, stantuffo quando si tratta di avanzare. (26' st Di Bartolo 6.5 Venti minuti di qualità). D'Urso 6.5 Presidia con ordine la corsia e quando ne ha l'occasione prova a sgasare. Catizone 6.5 Riferimento davanti alla difesa. Fa il suo con grande disciplina. (1' st Cesana 7 Entra col piglio giusto e si fa subito notare. Gli manca solo il gol). Coghetto 7 Là dietro sono tutte tue. Ha pochi rivali e svetta su tutti. Quel ruolo è un affare di famiglia. Yamba 6.5 Magari un po' precipitoso in alcune occasioni ma la giornata è sicuramente postiiva. Di Marco 7 Agonismo e giocate nella zona cruciale. Trova il 2-0 con una grande conclusione e la complicità di Zini. (18' st Diana 6.5 Uno spezzone di match per iniziare a prendere confidenza col campo dopo tanto). Birolini 7 Chiavi in mano e vai sul sicuro. Giocate sempre di qualità e quel pallone al bacio per il 3-0. (37' st Rondina sv) Musazzi 6.5 Grande carattere. È il primo a portare pressione e dar fastidio alla difesa ospite. Perani 8 Piccolo genio. Fa quasi quello che vuole: inventa, pennella e segna. Zoppi 7 Si ritrova titolare “per caso” ma dimostra tutto il suo valore. Va ovunque senza timore e lascia il segno. (16' st Boschetti 7 Mezzora per il classe 2004 che si prende il lusso di segnare). All. Munari 7 La squadra ha la sua identità. E non era quella vista contro la Tritium.

CITTÀ DI VARESE Zini 5 Magari aleggia ancora il fantasma dello Stadio della settimana precedente. Incerto nell'occasione del 2-0 e non al suo posto sul palo colpito da Cesana. Decisivo una sola volta. Grimaldi 5.5 Serviva forse più determinazione ma non era al meglio e ha alzato presto bandiera bianca. (42' Del Bene 5.5 Entra che la barca già imbarcava acqua. Può fare poco per cambiare il corso degli eventi). Storti 6 Al debutto stagionale in biancorosso. Cerca di restare a galla con la determinazione. Romano 5.5 In quella posizione serve qualcosa in più. C'è l'ardore, ma non è nemmeno quello solito. Franco 5.5 Gioca in una posizione non sua e comunque stringe i denti. Non molla fino alla fine. Vizzielli 6.5 Se non ci fosse stato lui chissà come sarebbe finita. Pilastro della difesa, fa spaventare tutti dopo la mezzora ma si rialza e torna subito a lottare. Coratella 7 Si potesse clonare, almeno per quanto riguarda lo spirito, sarebbe da fare in seduta stante. Confeziona l'1-3 e va a un passo dal riaprirla. Esposito 5 L'attenuante generica è l'età: 2004. In mezzo al campo trotta senza meta e manca di passo. (14' st Marangoni 5.5 Era assente da tanto, si rivede ed è già qualcosa di incoraggiante). Romito 5 Non riesce proprio a lasciare il segno. (1' st Aiolfi 6 Entra con lo spirito giusto, pronto a lottare senza pensarci troppo). Ritondale 5.5 Mezzala non è proprio il suo ruolo. Qualche spunto ma è troppo poco. Venditti 5.5 Le idee non gli mancano ma serve più costanza e determinazione. (23' st Volpi 5.5). All. Porro 5.5 Ci fosse stato un Porro giocatore in squadra il tracollo non sarebbe arrivato.

LE INTERVISTE

Alessandro Munari (Caronnese): «Due settimane fa abbiamo pagato l'approccio e a novità della categoria. Questa volta abbiamo fatto bene anche se sul 3-0 si è notato il gap di concentrazione e su quello c'è da lavorare. È un gruppo importante formato da ragazzi con un grande spirito e tutti predisposti al lavoro». Gianluca Porro (Città di Varese): «Abbiamo dato una mano alla Caronnese nel far apparire tutti loro dei fenomeni. Le assenze non devono essere una scusante. Fare un'analisi di questa partita è difficile: sono mancate tensione e agonismo. Una sconfitta così me l'aspettavo ma magari non così presto».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400