Cerca

Under 19

Castellanzese-Legnano: Dovera basta e avanza ai neroverdi che fanno loro il "derby"

I lilla escono a testa altissima, consapevoli delle proprie capacità, mentre i ragazzi di Colombo mantengono la vetta. Bortolato dovrà lavorare specie sotto porta

Castellanzese-Legnano

Castellanzese e Legnano in campo prima del fischio d'inizio

Ci sono partite, e poi ci sono i derby. Per la Castellanzese lo è a tutti gli effetti, per il Legnano un po' meno, ma questa sfida ha un sapore diverso dalle altre; il Bellini si tinge di neroverde grazie alla rete di Dovera giunta al 9' della ripresa. Un primo tempo combattuto, con il Legnano che ha il pallino del gioco e si rende insidioso in diverse circostanze, ma l'attacco lilla trova un Ferè in gran rispolvero; la ripresa sembra lo specchio della prima frazione, ma al 9' la giocata di Lorenzo porta Dovera a segnare il gol che si rivelerà determinante. Castellanzese che mantiene la vetta e stacca di altri punti le dirette rivali, Legnano che regge e che si dimostra squadra in crescita netta.


Equilibrio e regge il pari. Parte forte il Legnano che dopo pochi istanti prova il tap-in con Bettini, Ferè risponde subito presente. Al 13' si fa vedere la Castellanzese dalle parti di Tamma, Parrotta offre l'assist al bacio per Ghilardi che però si appoggia dietro perdendo il momento del tiro. La gara appare abbastanza equilibrata, ma scevra di occasioni. Bisogna aspettare il 25': doppia chance lilla, prima con Bettini poi con Rizzini ma Ferè è un muro invalicabile e mantiene inviolata la propria porta. Al 33' anche Eboa prova la botta da fuori, ma il tiro non è angolato e si spegne sul fondo. Al 39' la Castellanzese prova a sbloccare la gara: Gatti piazza il traversone, Lorenzo prova il tiro a giro, ma Tamma non ha problemi. Due giri di orologio dopo Parrotta impegna e non poco Tamma da calcio piazzato, l'estremo difensore lilla devia in angolo.

Dovera, neroverdi avanti. L'inizio della ripresa è lo specchio del primo tempo: squadre che sbagliano diversi passaggi e faticano nell'arrivare nell'area avversaria. Al 9' però passa in vantaggio la Castellanzese: azione solitaria di Lorenzo che innesca Dovera e il numero 9 insacca. La Castellanzese cresce e continua a pressare alto, il Legnano però si difende bene. La gara continua in un batti e ribatti, specie in mezzo al campo: il Legnano cerca di agguantare il pari, la Castellanzese vuole il raddoppio, ma è un nulla di fatto per entrambe. La gara diventa un po' nervosa, complice la direzione arbitrale che fatica un po' nel tenere a freno gli entusiasmi. È al 47' che il Legnano ha una ghiotta, ghiottissima occasione: rimessa laterale di Zama, la sfera attraversa tutta l'area di rigore ed è bravo Ferè nel bloccarla prima che i lilla si avventino. Non c'è più tempo, al triplice fischio passa la Castellanzese, che mantiene la vetta della classifica.

IL TABELLINO

CASTELLANZESE-LEGNANO 1-0

RETE: 9' st Dovera (C)

CASTELLANZESE (4-3-3): Ferè 7, Signorella 6.5, Peloni 6, Praderio 7, Della Vedova 6, Carlevaro 6.5 (12' st Maggioni 6.5), Lorenzo 7 (37' st Poretti 6), Ghilardi 6 (49' st Galbiati sv),  Dovera 6.5 (20' st Giancane 6), Parrotta 6.5, Gatti 6. A disp. Nisi, Moschetto, Valerio, Zotaj, Coletta. All. Colombo 7.

LEGNANO (4-3-3): Tamma 6, Eboa 6 (14' st Bertolli 5.5), Scanu 6.5, Mangieri 6 (31' st Focone 6), Bagnasco 5.5, Hasanaj 6, Di Benedetto 6.5, Grosso 6 (24' st Gioia 6), Bettini 6 (40' st Recchia sv) Todaj 5.5, Rizzini 6 (17' st Zana 5.5). A disp. Stevenazzi, Moscatiello, Shtyllaj, Kola. All. Bortolato 6.5.

ARBITRO: Bonetto di Como 6

ASSISTENTI: Fantini e Asfaq di Busto Arsizio

AMMONITI: Eboa (L), Parrotta (C), Mangieri (L), Di Benedetto (L), Gatti (C)


LE PAGELLE

CASTELLANZESE

Ferè 7 Provvidenziali quelle due parate nella prima frazione. Risponde presente se chiamato in causa, e salva il risultato, mantenendo la propria porta inviolata.

Signorella 6.5 Duella a più non posso sulla destra, fascia dove il Legnano spinge. Vince innumerevoli duelli e anche verso lo scadere mantiene la giusta lucidità.

Peloni 6 Fatica più del previsto sulla sinistra, ma regge bene gli urti avversari. Qualche svista c'è, ma sono tanti i recuperi che passano dai suoi piedi.

Praderio 7 Solito grande faro della retroguardia neroverde. Nel miglior momento del Legnano lui e Ferè si dimostrano ostici, bravo nel frenare a dovere la corsa di Bettini e Todaj nella prima frazione. Nella ripresa porta in profondità la squadra. Garanzia.

Della Vedova 6 Letture efficaci in fase difensiva. Non si rende insidioso come suo solito, ma la prestazione è ordinata e attenta.

Carlevaro 6.5 Lotta come un leone su ogni pallone e vince anche diversi contrasti. Ha grande visione di gioco.

12' st Maggioni 6.5 Se il Legnano fatica ad arrivare dalle parti di Ferè, parte del merito è sua. Chiusure tempisticamente perfette.

Lorenzo 7 Sua l'invenzione che porta Dovera al gol. Ha tecnica e velocità impressionante; sempre pronto ad offrire una soluzione alternativa. (37' st Poretti 6)

Ghilardi 6 Sottotono rispetto il suo solito. Macina un sacco di chilometri, ma sotto porta fatica un po'. Esce con il naso mezzo rotto, buona guarigione! (49' st Galbiati sv)

Dovera 6.5 La firma nel derby la mette lui, dimostrando l'ottimo feeling con Lorenzo. Nel posto giusto al momento giusto. (20' st Giancane 6)

Parrotta 6.5 Solita prestazione di sacrificio e di grande lavoro sporco. Buona lettura fra le linee e grande sprint che porta la squadra dalle parti di Tamma.

Gatti 6 La sua qualità di gioco è indiscutibile, ma ogni tanto si tiene stretto il pallone e lo perde, non vedendo i compagni liberi. Poco generoso, ma la performance è decisamente sufficiente.

All. Colombo 7 Ennesimo big match, ennesima vittoria. I suoi soffrono, forse più del previsto, ma i cambi azzeccati e lo spirito di squadra li portano a mettere in saccoccia altri tre punti. La vetta resta sua.

LEGNANO

Tamma 6 Uscite e rinvii precisi. Sul gol può poco o nulla; richiama all'attenzione i compagni in tante circostanze.

Eboa 6 Un po' nervoso, tanto che prende un'ammonizione evitabile nei primi minuti. Ha qualità e grinta da vendere.

14' st Bertolli 5.5 Non riesce a incidere.

Scanu 6.5 Senza dubbio il migliore in campo dei lilla. È ex di turno e sente la sfida in maniera importante. Riesce a frenare uno come Gatti in diverse occasioni. Chapeau!

Mangieri 6 Amministrazione per tutto il corso della prima frazione. Nella ripresa appare un po' in calo, ma la prova c'è tutta. (31' st Focone 6)

Bagnasco 5.5 Dovera e Parrotta gli fanno vedere i sorci verdi, e non sempre riesce a bloccare le sgaloppate avversarie.

Hasanaj 6 Mette una pezza anche sulle sviste di Bagnasco. Buona la fase di copertura, anche se Doveragli dà qualche noia in più.

Di Benedetto 6.5 Rapidità supersonica; spesso e volentieri è lui a innescare Bettini. Ha buona visione di gioco e degli spazi.

Grosso 6 Parte a spron battuto, poi si perde un po' via. Gara ordinata e pulita, ma può certamente fare di più. Sufficienza piena. (24' st Gioia 6)

Bettini 6 Fra i lilla è quello ad avere le occasioni più nitide, ma gli manca un po' di freddezza là davanti. Ha la fisicità del bomber, serve un pizzico di cattiveria in più. (40' st Recchia sv)

Todaj 5.5 In palese affanno. Da un giocatore come lui ci si aspetta molto di più. Praderio lo chiude spesso e volentieri, seguendolo come un'ombra e lui non riesce mai a girarsi. Poco insidioso.

Rizzini 6 Un tempo di grande sostanza, ma come Bettini sotto porta non è glaciale. Buone intuizioni.

17' st Zana 5.5 Non riesce a dare la svolta necessaria.

All. Bortolato 6.5 La squadra c'è, e probabilmente non merita quella posizione in classifica. C'è da lavorare nel reparto offensivo, troppe occasioni sprecate.

ARBITRO: Bonetto di Como 6 Prima frazione dove mette in campo personalità, nella ripresa fomenta un po' le polemiche. Non sempre la comunicazione con gli assistenti è efficiente. Sufficienza stiracchiata.


LE INTERVISTE


Matteo Colombo, allenatore della Castellanzese, commenta così la vittoria dei suoi: «Per noi è derby ed è una partita sentita. Nel primo tempo eravamo forse un po' contratti, mentre nel secondo tempo siamo entrati bene. Sicuramente è importante non aver preso gol e aver portato a casa il risultato».

Dall'altra parte è rammaricato Gabriele Bortolato, tecnico del Legnano: «Io credo che noi siamo una squadra acerba, ma oggi forse meritavamo di vincere. Nel primo tempo abbiamo avuto tre occasioni, e sul gol ci siamo un po' disuniti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400