Cerca

Under 19

Promossi, bocciati e rimandati 7ª giornata: il Ponte San Pietro vince il big match con il Real Calepina, continua la rincorsa della Virtus Ciserano Bergamo; Tritium al cardiopalma con il San Martino Speme

Ponte San Pietro e la Virtus si avvicinano alla vetta, posseduta dalla solita Tritium che vince ancora. Flop Real Calepina, due pareggi importanti per il Brusaporto e il Villa Valle

Luca Mascaro Ponte San Pietro

Luca Mascaro, tecnico del Ponte San Pietro, reduce da un grande inizio di campionato

La squadra di Mascaro dà una svolta alla sua stagione, vincendo il big match contro i ragazzi di Dondoni e lanciandosi nelle zone alte della classifica. La Virtus Bergamo trova continuità contro lo Sporting Franciacorta, mentre la Tritium di Calvi vince contro i ragazzi di Pollini con un gol del solito Scalcinati in "zona Cesarini". Nelle zone basse muovono la classifica il Villa Valle e il Brusaporto, con due pareggi che fanno filtrare un po' di ottimismo per il continuo della stagione. Continua invece il momento buio per il Caravaggio di Longaretti, sconfitto dall'Ambrosiana che raggiunge quota 11 punti, guidata da un Tinelli in grande spolvero.

PROMOSSI

PONTE SAN PIETRO

Bugini e Bassanello consegnano il big match della giornata al Ponte San Pietro, che vince 2-0 contro il Real Calepina. Vittoria secca e senza subire gol per gli uomini di Mascaro, che sembrano in grande crescita e ora guardano ai primi posti in classifica. La solidità difensiva è fondamentale per la squadra in provincia di Bergamo, che vanta la migliore difesa dell'intero girone. «Abbiamo provato per la prima volta il nuovo modulo e grazie agli allenamenti in settimana abbiamo fatto una grande partita. Guardare alla classifica non serve, dobbiamo continuare a lavorare e a migliorare partita dopo partita». Queste parole del tecnico rendono al meglio la sua mentalità e il lavoro che sta facendo con la rosa. 

VIRTUS CISERANO BERGAMO

Seconda vittoria consecutiva per la squadra di Togni, che raggiunge il terzo posto in classifica a 13 punti. La partita di sabato, soprattutto nel primo tempo, ha dimostrato la grande qualità a disposizione della squadra bergamasca, che ha dato una grande dimostrazione di forza. Il gol di Campana ha deciso la partita, ma non sono mancate le occasioni nel resto della partita per arrotondare il risultato, soprattutto con Di Nardo e Esposti. La prossima giornata con il Villa Valle sarà un ulteriore banco di prova per i rossoblù, che vogliono continuare a fare bene.

DESENZANO CALVINA

Finalmente una vittoria per la squadra di Ugolini, che vince meritatamente con il Caldiero Terme. Capone e Amidani dal dischetto decidono una partita equilibrata, dando 3 punti fondamentali ad una squadra che ne aveva estremamente bisogno, per ritrovare sicurezze e consapevolezza. Ora i ragazzi dell'ex collaboratore di Lucescu devono dare il massimo per dare continuità a questo risultato, a partire dalla prossima sfida contro il Breno, squadra decisamente ostica. 

BOCCIATI

CARAVAGGIO

Nella giornata in cui Villa Valle e Brusaporto si sbloccano, cade ancora la squadra di Longaretti nella sfida con l'Ambrosiana. La situazione ora inizia ad essere difficile, soprattutto per i cali vistosi della squadra nel primo tempo, terminato anche lo scorso sabato 3-0 in favore degli avversari. «Facciamo troppi errori banali che non ci possiamo concedere. I primi tempi stanno diventando un bel problema perché ogni partita diventa una montagna da scalare». Le parole di Longaretti rendono la sua preoccupazione ma anche la sua voglia di continuare a lavorare, per ritrovare una vittoria che manca da troppo tempo. 

BRENO

Un pareggio che non ci voleva, soprattutto guardando la classifica e i risultati delle altre. Non è di certo 1 punto da buttare per i ragazzi di Bonetti, però rimane l'amaro in gola per non aver concretizzato diverse occasioni da gol. «Abbiamo giocato contro una buona squadra e il pareggio è un risultato giusto per quello che si è visto durante la gara. Non serve continuare a guardare la classifica, dobbiamo concentrarci sulle nostre prestazioni in campo». L'allenatore del Breno sa cosa vuole dai suoi ragazzi e non sarà di certo un pareggio a fargli invertire la rotta. 

REAL CALEPINA

Cade la seconda della classe, che finisce a -6 dalla squadra di Calvi in vetta alla classifica. La sconfitta sul campo del Ponte San Pietro può rivelarsi pesante per i ragazzi di Dondoni, dato che rilancia le inseguitrici. Una partita non all'altezza del precedenti per il Real Calepina, che ha impensierito raramente Remondini nell'arco della gara. La prossima partita con il Brusaporto è già una grande occasione per rilanciarsi e per ritrovare la vittoria, dato che la Tritium riposa e quindi la classifica si può accorciare ulteriormente. 

RIMANDATI

SAN MARTINO SPEME

Peccato, perché il 2-1 finale forse è un po' troppo severo per la squadra di Pollini, che ha giocato una grande partita su un campo estremamente complicato. Nonostante il risultato negativo, resta la grande prestazione della squadra in provincia di Verona, che ha avuto una grande reazione anche dopo il gol incassato al 44' del secondo tempo. Solo la magia di Scalcinati quasi a tempo scaduto ha negato un punto alla rosa di Pollini, che però non deve assolutamente buttare via la prestazione che ha offerto la sua rosa. 

BRUSAPORTO

Finalmente si muove la classifica per la squadra di Rota, che però non riesce a portarsi a casa il bottino pieno. La prima vittoria stagionale continua ad essere rimandata, ma il pareggio può sbloccare dal punto di vista mentale i ragazzi. «Abbiamo giocato bene una partita difficile, peccato per le occasioni mancate e per il palo colpito».Il tecnico del Brusaporto è consapevole del miglioramento della sua rosa, ma vuole che i ragazzi riescano a trovare la prima vittoria per iniziare a dire la loro all'interno di un girone che fino ad ora si è rivelato molto complicato. 

SONA M. MAZZA

Il pareggio con il Villa Valle non è sicuramente un risultato del tutto negativo, ma l'occasione per fare tre punti era decisamente ghiotta e poteva essere sfruttata meglio. Ora i ragazzi di Curti devono rimboccarsi le maniche e iniziare a fare punti con più continuità, a partire dalla prossima partita contro il San Martino Speme. Il risultato è di certo giusto per quello che si è visto sul campo, ma la traversa di Caldeo nel secondo tempo lascia l'amaro in bocca ai rossoblù.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400