Cerca

Under 19

Bra-Chieri: basta il solo Ruscello a dominare i giallorossi, sorpasso della squadra di Viola in classifica

Gli ospiti vincono 0-1 nel big match di giornata in virtù di una rete di Ludovico Ruscello nel primo tempo

Bra-Chieri: basta il solo Ruscello a dominare i giallorossi, sorpasso della squadra di Viola in classifica

Il migliore in campo, il numero 7 Ludovico Ruscello

É una partita d’alta classifica quella in scena a Bra fra i padroni di casa e gli ospiti del Chieri terminata 0-1 con la rete di  Ludovico Ruscello, migliore in campo, al 37’ del primo tempo. Parte subito forte il Chieri, con un forte pressing e tanta corsa sulle fasce, ma il Bra non si fa intimorire e lotta su ogni pallone fino a trovare un momento nel primo tempo in cui è anche padrone del campo, senza mai rendersi pericoloso più di tanti però. Di contro il Chieri è ben messo in campo e sul finire del primo tempo, proprio quando sembra la prima frazione di gara destinata a finire 0-0, trova il gol con Ruscello che lascia i suoi in vantaggio negli spogliatoi. Nella ripresa è solo la seconda traversa di D’Abramo a spaventare gli ospiti che si portano a casa i 3 punti che valgono il sorpasso in classifica proprio ai danni del Bra, sconfitto per la prima volta in stagione.

Ruscello travolgente. È un Bra in forma quello che va in campo oggi al comunale ‘Attilio Bravi’, reduce da una vittoria in trasferta per 0-2 su Ticino e con 25 punti in classifica, conditi da 14 gol fatti e solo 4 subiti, che hanno portato alla squadra giallorossa 6 vittorie e 2 pari, con una posizione in classifica che li vede secondi alle spalle del Sestri Levante, fermato proprio ieri sul pari dalla Pro Vercelli in trasferta nel match fuori classifica. Occasione ghiotta dunque per i padroni di casa per accorciare sulla vetta, ma sul loro cammino alla decima giornata si presenta il Chieri, reduce dal 3-1 casalingo contro l’Imperia e appena quarto in classifica, con 18 punti frutto di 6 vittorie e 2 sconfitte. Per loro le statistiche dicono 22 gol fatti e 11 subiti, e oggi vogliono scavalcare proprio il Bra battendoli per la prima volta in campionato propio a domicilio. Il match parte con 5’ di ritardo, ma subito i ritmi appaiono alti. Al 2’ di gioco abbiamo subito il primo brivido, col Chieri che ottiene un corner dal quale segna, ma l’assistente del direttore di gara ferma tutto per fuorigioco. Non tarda a rispondere il Bra, ma la punizione guadagnata finisce tra le braccia di Rissone agevolmente. Al 7’ grande chance per Masante, ma il tiro esce di poco sopra la traversa. Al 10’ è un miracolo di Coria che alza sopra la traversa un colpo di testa di un isolato Maniscalco, lasciato davvero troppo solo dalla difesa giallorossa. In questo primo quarto d’ora le emozioni non sono mancate, con il Chieri che pressa altissimo e il Bra molto bravo ad aggirare la pressione continua e costante avversaria. Di contro la formazione in maglia azzurra pare più pericolosa al contrario di un Bra con poche sortite offensive, di cui nessuna degna di nota fin qui. Ci prova poi Pecoraro al 15’, ma il suo tiro viene murato dai giocatori braidesi al limite dell’area. Un minuto più tardi è il Bra a mettere un pallone in mezzo su cui Rissone esce bene, ma nella caduta gli sfugge il pallone e colpisce involontariamente un attaccante braidese che molto platealmente si lascia cadere, ma l’arbitro El Amil di Nichelino è bravissimo a non farsi abbindolare e quindi non assegna nulla. Al 17’ è poi Ciampolillo a rendersi pericoloso con un contropiede personale fin sul fondo, ma dopo essere rientrato ed aver saltato nettamente Anqoud, trova una conclusione centrale che è facile preda in tuffo per Coria. Risponde il Bra poco dopo, dopo tre azioni consecutive sciupate per aver sbagliato l’ultimo passaggio, ma il tiro di Veneziano esce di pochissimo. Passa neanche un giro d’orologio e D’Abramo prende una traversa da oltre la trequarti, con un tiro che si è abbassato all’improvviso lasciando di sasso Rissone, graziato appunto dal legno come tutto il Chieri. Al 20’ ci prova poi Masante, uno dei più attivi in campo, ma anche la sua conclusione si alza troppo, questa volta senza scendere. Al 22’ Cervillera inventa un corridoio perfetto per Barbuto, ma Rissone è insuperabile in quest’occasione. Il Bra però prende campo, e al 24’ è di nuovo in avanti, stavolta dalla bandierina, ma per fortuna degli ospiti la palla esce a lato, anche se non di molto. Alla mezz’ora i ritmi sono scesi di molto rispetto ai primi 20’, complice si la stanchezza ma anche tanta imprecisione da parte di tutte e due le formazioni in campo. Appoggi davvero molli in certi casi rendono le manovre braidesi vane, ma di contro il Chieri, che difende bene va sottolineato, fatica a costruire a causa di passaggi talvolta troppo frettolosi verso le punte che sono comunque ben marcate. I pericoli principali fin ora li abbiamo visti infatti dagli esterni, soprattutto da Nastasa. Al 37’ arriva il momento che non t’aspetti: cross dalla destra di un Nastasa scatenato e Ruscello si inserisce bene in mezzo ed anticipa i difensori giallorossi per il gol del vantaggio ospite: 0-1 e Bra che ora è costretto ad inseguire. Insiste sin da subito il Bra che ottiene un bel corner al 40’, sul quale Rissone non riesce ad intervenire, come del resto nemmeno i giocatori braidesi. Al 41’ arriva anche il primo cartellino del match ai danni di Maniscalco che interviene in maniera dura a centrocampo, in una zona di campo comunque presidiata dai suoi compagni, e ciò gli costa un giallo davvero inutile. Ci prova poi Ciampolillo con una bella azione personale in area, ma alla fine guadagna un corner dal quale non si arriva al tiro, merito di una bella copertura difensiva dei padroni di casa. E senza recupero termina così il primo tempo, con gli ospiti più creativi in fase offensiva, mentre il Bra davanti è un po’ spento in questa prima frazione di gioco. 

Altro giro altro legno. Il secondo tempo si apre al 5’ con una seconda traversa di D’Abramo, più o meno della stessa zolla del primo tempo ma dalla parte opposta, col pallone che scende di nuovo ma non abbastanza. Quel che è sicuro è che il Bra ha iniziato la seconda frazione di gioco con un altro piglio rispetto al primo, e si è già riversato in avanti con 2 tiri, usciti fuori, ma comunque pericolosi. D’Abramo si ripeterà anche al 10’ con un bel tiro da fuori sul quale Rissone neutralizza tutto, prima di trovarsi nuovamente a tu per tu con Di Federico che non calcia di prima e si fa neutralizzare da Guariento. Su punizione è poi di nuovo D’Abramo a rendersi pericoloso, ma stavolta la palla non scende affatto. Il Bra è poi molto propositivo in questa seconda frazione, e lo si nota molto bene dal numero di azioni create, come se l’allenatore Carena abbia messo in campo un’altra squadra, affamata e vogliosa di ottenere un pari. Di contro il Chieri non ha rischiato troppo, salvo qualche calcio da fermo e tranne nell’occasione della traversa, anche perchè gestisce molto bene le folate offensive che la formazione di casa sta portando. Al 33’ ha dell’incredibile qunto succede: cade il centrale dei padroni di casa e Filoni è totalmente solo contro Coria ma il suo tiro è debole e centrale e il portiere giallorossi para tenendo in vita i suoi. Dal corner seguente è ancora un errore della difesa di casa a concedere il tiro a Castelmaro, sfortunato nel non trovare di un soffio la porta con la palla che sibila alla sinistra del secondo palo. Dalla seconda metà del secondo tempo le squadre sono molto lunghe, con il Chieri che si vede neutralizzato un contropiede da Coria, mentre De Pasquale si riversa in attacco annullato da Rissone. E mentre il tempo scorre, il Bra le prova tutte per trovare la rete del pari, ma il Chieri dietro sta ben attento perchè sa di poter trovare 3 punti visto il tempo che inizia a mancare ai padroni di casa. Filoni sciupa pi al 3’ di recupero un altro contropiede, che anziché passare la palla in mezzo al compagno solo, decide di tenerla per sé e guadagnare un corner, comunque prezioso anche se verrà sprecato malamente dagli azzurri. Alla fine, con 4’ di recupero, è l’arbitro a sancire il primo KO in campionato per la formazione giallorossa, con annesso sorpasso in classifica. Adesso per il Bra ci sarà la trasferta di Sanremo, sul fondo della classifica, mentre per il Chieri ci sarà lo scontro con il PDHAE. 

IL TABELLINO

BRA-CHIERI 0-1
RETI: 37' Ruscello (C)
BRA (4-3-3): Coria 6.5, Ternavasio 6.5, Anqoud 5.5, Di Benedetto 5.5, D'Abramo 7, Morra 5.5 (32' st Saad sv), Todisco 6, Barbuto 6.5, Di Federico 5.5, Veneziano 6.5 (14' st De Pasquale 6.5), Cervillera 6.5 (25' st Ciancitto 6). A disp. Tchokokam, Daga, Druda, Manfredi, Zanon, Massara. All. Carena 5.5. Dir. Quaranta.
CHIERI (4-3-3): Rissone 6, Spadafora 6.5, Nastasa 7 (32' st D'Urzo sv), Guariento 6.5, Capra 6, Fioccardi 6, Ruscello 8 (18' st Peretto 6), Pecoraro 6.5, Masante 7 (18' st Filoni 5.5), Maniscalco 5.5 (14' st Castelmaro 6.5), Ciampolillo 6.5 (40' st Luzzati). A disp. Bellucci, Cimino, Bertotto, Franco. All. Viola 6.5. Dir. Siviero.
ARBITRO: El Amil di Nichelino 6.5.
COLLABORATORI: Kelmend Meta e Demis Flavio Commis.
AMMONITI: 15' Spadafora (C), 41' Maniscalco (C).


LE PAGELLE 

BRA 

Coria 6.5 Incolpevole sul gol, è molto attento sulle diverse occasioni degli avversari, tranne una piccola incertezza iniziale su chi passar la palla. 
Ternavasio 6.5 Capitano della squadra, incita molto i suoi e si fa vedere, ma più che altro dà man forte dietro dove soffre nel primo tempo il Bra. 
Anqoud 5.5 Dal suo lato scappano più volte gli esterni e lui soffre davvero tanto nel primo tempo. 
Di Benedetto 5.5 Il gol è responsabilità senz’altro dei due centrali di difesa che lasciano troppo solo Ruscello. 
D’Abramo 7 Una traversa per tempo, tutte e due da una discreta distanza e tutte e due che si sarebbero potute trasformare in eurogol, ma la dea bendata non è dello stesso avviso. 
Morra 5.5 Come per il compagno di reparto sul gol la marcatura è davvero debole e anche in altre occasioni non sembrano insuperabili oggi. (32’st Saad sv)
Todisco 6 C’è tanto da dire perchè offensivamente lavora bene, per quanto la squadra non giri nel primo tempo, ma difensivamente è lui che si fa scappare a ripetizione Nastasa, anche nell’occasione del gol quindi la media è appena sufficiente. 
Barbuto 6.5 Uno dei più creativi nella metacampo offensiva, ottimo ad intercettare diverse linee di passaggio avversarie. 
Di Federico 5.5 Non ci siamo, anche in apertura di secondo tempo non calcia subito e gestisce un pallone che gli viene sradicato dai piedi. 
Veneziano 6.5 Il più pericoloso dei tre davanti dove gioca sponde, scatta e prova dribblare gli avversari anche se l’ultimo passaggio oggi manca. 
14’ st De Pasquale 6.5 Entra col piglio giusto in campo, un paio di buone discese ma non bastano a trovare il pari.
Cervillera 6.5 Anche per lui vale il discorso del compagno, in più c’è da sottolineare che ha due begli spunti pericolosi. 
25’st Ciancitto 6 Si vede poco ma fa due chiusure fondamentali per tenere i suoi su ed evitare ripartenze spiacevoli, però poco altro.
All. Carena 5.5 Nel primo tempo i suoi mancano tanto davanti, nel secondo escono col coltello fra i denti ma non basta ad ottenere il pari ed evitare il primo ko stagionale dal quale bisogna riprendersi in fretta.

CHIERI 

Rissone 6 Nel primo tempo chiamato poco in causa, un paio di ottime uscite ma in una rischia l’errore. 
Spadafora 6.5 Mezzo voto in meno per un giallo sciocco su un giocatore già chiuso, per il resto partitona nel primo tempo dove le sue discese sono una spina nel fianco per il Bra. 
Nastasa 7 Vedi il compagno ma senza giallo, gioca un partitone anche difensivamente parlando dove è molto attento, poi l’assist è perfetto. (32’st D’Urzo sv)
Guariento 6.5 Capitano che compie un mezzo miracolo su Di Federico in apertura di secondo tempo chiudendolo in area senza rischiare nulla. 
Capra 6 Gioca bene, non sbaglia nulla e non prende rischi, buona partita. 
Fioccardi 6 Nel primo tempo deve lavorare solo su palloni alti e lo fa bene, nel secondo soffre di più. 
Ruscello 8 Il gol è fondamentale per sbloccare un match che sembrava inchiodato, per il resto gran corsa e smista spesso i palloni verso le punte. 
18’st Peretto 6 Un paio di palloni recuperati e qualche buon passaggio, ingresso positivo.
Pecoraro 6.5 Lo vediamo al tiro in un paio di occasioni e di sicuro è potente, manca un po’ di precisione che avrebbe aiutato. 
Masante 7 Onnipresente davanti, usa il fisico e si fa strada anche in situazioni in cui non sembra poter arrivare sulla palla, quando esce si sente la mancanza. 
18’st Filoni 5.5 Horror l’errore con cui non chiude il match, un tiro debole e centrale senza pressione dei difensori in uno scontro col portiere che lo ipnotizza.
Maniscalco 5.5 Il giallo è davvero brutto brutto, perchè è un fallo inutile a metacarpo, tolto per evitare di restare in 10. 
14’st Castelmaro 6.5 Si rende pericolosissimo con un’occasione in cui la palla sfiora il palo, ma entra col piede giusto in partita.
Ciampolillo 6.5 Pericoloso in un paio di occasioni che si crea peraltro da solo. (40’st Luzzati sv)
All. Viola 6.5 I suoi giocano un bel calcio, molto ricco nel primo tempo di occasioni, nel secondo calano e tocca gestire il Bra che è più propositivo.

Arbitro
El Amil Hamza di Nichelino 6.5
Non sbaglia praticamente nulla, non si fa fregare dal tuffo in area nel primo tempo e la gestione cartellini è impeccabile.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400