Cerca

Under 19

Caronnese-Arconatese: Musazzi e Perani fanno impazzire Munari, vittoria rossoblù

Meglio nell'approccio i padroni di casa che mettono subito il match sul binario giusto; buona reazione di Casalati e i suoi, che non sono fortunati

Gabriele Musazzi

Gabriele Musazzi, autore di una doppietta favolosa

Vince la Caronnese in casa contro l'Arconatese con un 3-0 netto. Vittoria sicuramente meritata da Munari e i suoi, ma i gialloblù di Casalati lottano e soprattutto nella ripresa sfiorano più volte il pareggio. Il risultato rimane in bilico fino agli ultimi minuti, dove i padroni di casa dilagano e segnano due gol in tre minuti. Sensazionale Musazzi che sigla una splendida doppietta; spettacolare la punizione all'incrocio dei pali di Perani in occasione della rete del raddoppio.

Bene i rossoblù. Parte bene la Caronnese nei primi minuti con subito una bella azione sulla sinistra di Scotti che mette il cross in area e sul secondo palo calcia di prima intenzione Perani, ma la sua conclusione è strozzata e poco pericolosa, allontanata facilmente da Galimberti. Qualche minuto dopo rispondono gli ospiti con un contropiede: ottimo recupero palla di Bonasso, perfetto l’inserimento di Carbone, ma il suggerimento è troppo lungo e la chance sfuma. Al 14' un ottimo scambio tra Bartolucci e Meda porta il capitano ad arrivare sul fondo, ma non riesce a mettere il cross per l'opposizione di Scotti. Occasione ancora per l'Arconatese poco più tardi con una punizione di Meda verso il centro: la palla attraversa tutta l’area e sul secondo palo in spaccata Sosna non riesce a trovare il bersaglio grande. Al 21' i padroni di casa si rendono pericolosi con un contropiede: un lancio lungo serve Musazzi che galoppa velocissimo e punta Sosna, arrivato in area premia l’inserimento da dietro di Perani, che va di punta in anticipo, ma sfiora soltanto il palo andando a pochi centimetri dal gol del vantaggio. Serve solo un altro minuto ai rossoblù per passare in vantaggio: palla perfetta di Birolini per Musazzi che scatta in profondità: un passo dentro l’area di collo pieno calcia con il destro e segna un gol spettacolare: palla che tocca la traversa e si infila in rete; 1-0. Alla mezz'ora provano timidamente a rispondere gli ospiti con Mastore che cerca di andare via sulla fascia destra, ma Yamba lo tiene benissimo in velocità e usa il fisico per guadagnare la rimessa dal fondo con esperienza. La prima frazione si chiude con i padroni di casa ancora in attacco: Rondina riceve al limite da Moretti, si sposta la palla sul destro e calcia forte: la palla sbatte sulla traversa e torna in campo facendo tremare Gambazza; bravo poi Meda ad allontanare.

Catizione sentenza. Nella ripresa i più convinti sono ancora i rossoblù di Munari almeno in apertura con subito una chance su calcio di punizione: Birolini mette al centro, salta di testa Yamba e sfiora il palo con un’incornata perfetta. Splendida azione sulla sinistra di Boschetti che va in percussione, passa in mezzo a due avversari e calcia in porta da fuori; Gambazza blocca a terra la sfera con sicurezza. Al 10' si rendono ancora pericolosi i padroni di casa dalla bandierina: il colpo di testa di Musazzi è forte, ma bloccato ancora bene da Gambazza. Al 12' iniziano le enormi occasioni gialloblù per siglare il gol del pareggio: la prima è per Galimberti che colpisce di testa da corner e Catizione con un riflesso pazzesco salva la palla sulla linea allungandosi sulla sinistra. La lancetta dei minuti non fa neanche in tempo a fare un giro dell'orologio completo e Catizione deve intervenire nuovamente, questa volta su Malinverno salvando ancora il risultato. Perani al 17' raccoglie un pallone al limite e prova a far partire la cannonata, ma la sfera si alza troppo e termina sul fondo. Poco dopo arriva un'occasionissima per gli ospiti: Bartolucci dalla destra mette al centro un corss perfetto per Malinverno che è solissimo sul dischetto, ma la sua girata al volo è ancora respinta da un provvidenziale Catizione. Perani prova ancora al 28' ad indirizzare in porta un pallone vagante in area, ma trova un ottimo purti in allungo a dire di no. Alla mezz’ora il cross di Perani è calibrato male, ma diventa pericoloso e va verso la porta di Gambazza, costretto a mandare in angolo con la manona aperta. Ad un minuto dal novantesimo, Perani calcia direttamente in porta un calcio di punizione dal limite: palla che supera la barriera e si abbassa al momento giusto trasformandosi in una maledetta sotto l'incrocio. Al terzo minuto di recupero, proprio prima del fischio finale c'è spazio anche per il 3-0: Dalla sinistra arriva un cross basso perfetto per Musazzi che sul secondo palo deve solo infilare il pallone in porta firmando la doppietta.

IL TABELLINO

CARONNESE-ARCONATESE 3-0
RETI: 11' Musazzi (C), 44' st Perani (C), 48' st Musazzi (C).
CARONNESE (4-3-1-2): Catizone R. 7.5, Moretti 6.5 (25' st Uboldi 6), Scotti 7 (15' st Silvestre 6.5), Birolini 7, Yamba 7.5, Medici 7, Di Marco 6.5, Rondina 6.5 (1' st Catizone E. 7), Boschetti 6.5 (40' st D'Urso sv), Perani 7.5, Musazzi 8. A disp. Golinger, Merli, Schulz, Di Bartolo, Rimoldi. All. Munari 7. Dir. Bellorini.
ARCONATESE (3-4-3): Gambazza 6.5, Galimberti 6, Trasforini 6, Ricca 6.5, Buono 5.5 (27' st Gaino 6), Sosna 5, Bartolucci 6.5 (30' st Garavaglia 6), Meda 7 (40' st Attici sv), Mastore 6 (1' st Longo 6), Carbone 6, Bonasso 5.5 (10' st Malinverno 6.5). A disp. Maldifassi, Gizdov, Pasku, Ferrando. All. Casalati 6. Dir. Andriolo.
ARBITRO: Cavallo di Milano 7.
COLLABORATORI: Benevento e Gallotti.
AMMONITI: Trasforini (A), Boschetti (C).

LE PAGELLE

Caronnese:
Catizone R. 7.5
Nel primo tempo non ha praticamente alcun pericolo a cui badare, ma nella ripresa si rende protagonista di due interventi importantissimi e che salvano la squadra; provvidenziale.
Moretti 6.5 Da quella parte arrivano pochi pericoli, ma lui si fa sempre vedere per dare una mano al disimpegno ed è bravo a seguire sempre l’azione in fase offensiva.
25' st Uboldi 6 Entra e prosegue l'ottimo lavoro del compagno, soffre un po' di più, ma fa un'ottima figura sfruttando la sua fisicità.
Scotti 7 Copre benissimo le falcate di Mastore ed è sempre propositivo davanti quando si tratta di sovrapporsi e andare al cross.
15' st Silvestre 6.5 Sostituire un compagno così in fiducia non è facile, ma lui entra bene in partita e riesce anche a rendersi pericoloso davanti.
Birolini 7 Si mette davanti alla difesa e fa il Brozovic, ogni azione passa per i suoi piedi e sono le sue idee a mettere in moto i movimenti dei compagni; regista vero.
Yamba 7.5 Sempre velocissimo quando deve coprire sui lanci lunghi avversari. Anticipa sempre tutti ed è anche molto preciso in fase di impostazione; sfiora anche il gol di testa su palla inattiva.
Medici 7 Con a fianco uno perfetto come Yamba è facile giocare bene, ma lui esce palla al piede con personalità quando gli avversari pressano e fa a sportellate facendo la voce grossa con le punte gialloblù senza paura.
Di Marco 6.5 Da quella parte vola e crea più di un pericolo, i compagni lo servono spesso e lo coinvolgono.
Rondina 6.5 Gioca soltanto il primo tempo, ma è sicuramente uno dei migliori dei suoi: lotta su ogni pallone e sfiora anche il gol con una botta da lontano.
1' st Catizone E. 7 Prende il posto di Rondina e si dimostra dominante a centrocampo. Molto meno fisico del compagno che sostituisce, ma più tecnico: si fa sempre vedere tra le linee ed è bravo a trovare le punte con i suoi lanci.
Boschetti 6.5 Nel primo tempo lotta, ma è un po' impreciso nelle giocate. Nella ripresa cresce e la squadra gioca bene anche per merito suo (40' st D'Urso sv).
Perani 7.5 Non c'è azione offensiva che non lo coinvolga. Sempre palla tra i piedi, sempre pericoloso quando calcia in porta. Il suo calcio di punizione sotto il sette è un autentico gioiello.
Musazzi 8 Uomo ovunque; cercato sempre dai lanci dei centrocampisti si lancia in profondità. Punta sempre l'uomo e salta avversari con una facilità disarmante. Grande senso del gol: doppietta fenomenale.
All. Munari 7 Per i suoi la partita si mette nel verso giusto già nel primo tempo, ma la squadra gioca un gran calcio ed è brava a gestire il vantaggio e colpire nel finale per chiudere il discorso.

Arconatese:
Gambazza 6.5 Nelle poce occasioni in cui è chiamato ad intervenire lo fa discretamente; nulla può sui tre gol avversari.
Galimberti 6 Da quella parte le sovrapposizioni di Scotti lo mettono in evidente difficoltà; in crescita nel secondo tempo e sfiora il gol di testa.
Trasforini 6 Crea poco in fase offensiva e non copre benissimo quando deve rientrare da tezino; il ruolo che gli fa coprire tutta la fascia non gli si addice.
Ricca 6.5 Dominato nel primo tempo dalla fisicità di Rondina; nel secondo cresce e prova a rendersi propositivo.
Buono 5.5 Da quella parte Perani lo fa impazzire; difficile marcare uno come lui. Rimedia con discreta precisione in fase di impostazione.
27' st Gaino 6 Non facile entrare in un momento così; va anche lui in difficoltà come i compagni: appena sufficiente.
Sosna 5 Musazzi lo punta e lo salta con troppa facilità, non riesce quasi mai a tenerlo se non commettendo fallo; sovrastato.
Bartolucci 6.5 Crea qualche pericolo che impensierisce la retroguardia rossoblù, da quella parte arrivano le minacce più evidenti.
30' st Garavaglia 6 Entra bene in partita, ma si limita al compitino, non rischia la giocata e passa inosservato.
Meda 7 Il migliore dei suoi; è un punto di riferimento lì in mezzo per tutti i compagni. Recupera palloni, gestisce il possesso e quando può lancia le punte; centrocampista completo (40' st Attici sv).
Mastore 6 Non si rende quasi mai pericoloso, fa troppo poco per essere il centravanti di riferimento; rimandato.
1' st Longo 6 Non fa niente più e niente meno di Mastore; poco efficiente e non aiuta i centrocampisti giocando spalle alla porta quando la palla non arriva davanti. 
Carbone 6 Si sbatte per tutto il primo tempo ed è uno dei più vivaci, poi si spegne nella ripresa facendosi trascinare dal mood non particolarmente sereno di tutta la squadra.
Bonasso 5.5 In attacco cerca di creare qualche pericolo, ma non ci riesce più di tanto; ci prova, ma la difesa rossoblù è invalicabile e risulta innocuo.
10' st Malinverno 6.5 Uno dei più pericolosi dei suoi: sua la più grande occasione di tutta la partita con una girata al volo da dentro l'area che costringe Gambazza al miracolo.
All. Casalati 6 Risultato bugiardo; nella ripresa i suoi danno tutto per provare a pareggiare, ma il muro rossoblù non permette loro di rientrare in partita. Un po' sfortunati, ma la vittoria di Munari è meritata.

LE INTERVISTE

Contento sia del risultato che della prestazione dei suoi Munari, che commenta così la vittoria: «Siamo una squadra che gioca sempre bene, costruiamo tanto. La cosa bella è che arriviamo lì davanti con delle belle trame ed è importante per i ragazzi che si avvicinano al calcio vero imparare a giocare bene la palla. I ragazzi hanno fame e voglia di migliorare. Siamo uniti e compatti. Quest'anno non sempre sono arrivati i risultati, ma ce la giochiamo sempre alla pari con tutti. Anche in difficoltà ci siamo comportati bene». Casalati amareggiato per la sconfitta, non certo da 3-0 per quello che si è visto in campo: «La partita l'hanno fatta loro nei primi minuti e ci hanno messo in grande difficoltà nei primi 20 minuti, loro ci hanno messo più energia di noi. Loro sono poi un po’ calati e il match è stato più equilibrato. Gli ultimi due gol sono arrivati a tempo scaduto; siamo stati un po’ sfortunati, ma non abbiamo mai avuto la forza per pareggiarla».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400