Cerca

Under 19

Un posticipo da non perdere: manita e 7 reti nel colpo lilla

Todaj e Di Benedetto guidano gli ospiti alla vittoria, i padroni di casa sfiorano due volte la rimonta

Di Benedetto Legnano

Maicol Di Benedetto, decisivo il suo ingresso per il Legnano

Partita bellissima e ricca di emozioni nel posticipo del lunedì tra Arconatese e Legnano, con gli ospiti che si impongono segnando 5 gol e ottenendo tre punti fondamentali per uscire dalle zone medio-basse della classifica. Una partita ben preparata da entrambi gli allenatori, ma che ha visto prevalere la forza fisica dei ragazzi di Bortolato, bravi ad adattarsi alle difficili condizioni del terreno di gioco e conservare le energie per un finale di alto livello.

Todaj domina la prima frazione. L'Arconatese comincia il match in salita, subendo gol dopo appena 30 secondi grazie ad una palla servita sui piedi di Tondi nella trequarti dei padroni di casa, il quale dopo averlo controllato, calcia il porta con veemenza e trova il gol che porta in vantaggio gli ospiti infilando Rago nell'angolino basso alla sua destra. I ragazzi di Casalati accusano il colpo e subiscono il possesso palla del Legnano fino al 10', quando Chavez Ramirez riparte in velocità e serve al meglio Bonasso a centro area, il quale salta un avversario e conclude col mancino trovandosi di fronte un prontissimo Ferragina, che devia in calcio d'angolo e salva il risultato. Sugli sviluppi dello stesso angolo, al termine di un fraseggio vicino alla bandierina, Ricca viene servito e calcia improvvisamente dai venti metri, ma la sua conclusione si stampa sulla traversa e non trova nessuno pronto per ribattere a rete. I padroni di casa iniziano dunque a prendere metri e fraseggiare all'interno della metà campo avversaria, cercando con la qualità dei centrocampisti di trovare l'imbucata giusta per i rapidi attaccanti; la giocata chiave arriva al minuto 23, quando Chavez Ramirez viene pescato sul filo del fuorigioco e dalla destra si incunea verso la porta avversaria; l'intervento di Bagnasco per fermare l'attaccante avversario viene giudicato falloso dal direttore di gara che indica il dischetto: lo stesso Chavez Ramirez si presenta sul dischetto e segna il gol del pareggio, nonostante Ferragina avesse intuito l'angolo giusto. Dopo aver trovato il gol del pareggio i ragazzi di Casalati si abbassano leggermente, ma senza rinunciare a produrre azioni offensive. L'equilibrio regna sovrano e senza particolari occasioni degne di nota fino al 42', quando, al termine di una splendida azione personale sulla sinistra, Mangieri mette il pallone al centro dell'area per Todaj, che col mancino incrocia benissimo infilando ancora nello stesso angolo Rago, nuovamente incolpevole.

CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA PARTITA

Il Legnano dilaga nel finale. Il secondo tempo vede i ragazzi di Bortolato legittimare il vantaggio ottenuto nella prima frazione. La formazione ospite, infatti, gestisce maggiormente il pallone rispetto ai precedenti 45 minuti e non disdegna ad attaccare a pieno organico per creare occasioni da gol, nonostante il vantaggio minimo. Al 15' uno splendido cross di Rizzini vede arrivare in corsa un indemoniato Todaj, il quale in spaccata riesce solamente a colpire il palo. L'ingresso in campo di Di Benedetto da una spinta ancor più forte alle azioni in velocità del Legnano; il numero 14 si fa vedere inizialmente scaldando i guantoni di Rago con un bel tiro da fuori area, a seguito di un bel passaggio di Gioia. Il gol arriva solo pochi minuti più tardi con lo stesso Di Benedetto che si inserisce con tempi perfetti sul primo palo in occasioni di un calcio d'angolo e con un gran colpo di testa trafigge Rago. L'Arconatese reagisce immediatamente e accorcia le distanze appena un minuto più tardi, grazie ad una grande girata di Branduardi, che carica i suoi compagni in vista del forcing finale. Lo stesso Branduardi pochi minuti dopo è protagonista di uno sfortunatissimo autogol: al termine di una carambola è il suo ginocchio ad impattare per ultimo il pallone e a infilarsi alle spalle di Rago, chiudendo di fatto la partita. Nel recupero c'è il tempo per assistere a un'ultima perla, in questo caso di Bettini, bravo a recuperare il pallone nella trequarti avversaria e a scaraventarlo in porta col destro, fissando il risultato finale sul 2-5.

IL TABELLINO

ARCONATESE-LEGNANO 2-5
RETI: 1' Tondi (L), 23' rig. Chavez (A), 42' Todaj (L), 33' st Di Benedetto (L), 34' st Branduardi (A), 45' st aut. Branduardi (A), 47' st Bettini (L).
ARCONATESE (4-3-3): Rago 6, Galimberti 6 (15' st Malinverno 6), Scieghi 6.5, Ricca 7, Trasforini 6, Sosna 6, Bartolucci 6 (8' st Buono 6) , Garavaglia 6.5 (29' st Branduardi 6.5), Chavez Ramirez 6.5, Pasku 6 (3' st Carbone 6), Bonasso 6 (10' st Malerba 6). A disp. Caprioli, Buono, Meda, Branduardi, Carbone, Attici, Geamana. All. Casalati 6.5.
LEGNANO (4-3-3): Ferragina 6.5, Eboa Ako 6, Scanu 6.5, Mangieri 7, Shtyllaj 6.5, Bagnasco 6, Rizzini 6.5 (17' st Di Benedetto 7), Tondi 7, Piccone 6.5 (41' st Bettini 6.5), Todaj 7.5, Gioia 6.5 (29' st Guardavalle 6). A disp. Lazzaroni, Mikhinini, Stevenazzi, Hasanay, Focone, Zana. All. Bortolato 7.5.
ARBITRO: El Bakkali di Milano 6.5. Autoritario e fermo nelle decisioni di una gara molto tesa. Usa bene i cartellini 
ASSISTENTI: Fusco e Tampu.
AMMONITI: Eboa Ako (L), Piccone (L), Trasforini (A), Rizzini (L), Tondi (L).

L'INTERVISTA

Al termine della gara, il tecnico del Legnano Bortolato, si è dichiarato estremamente soddisfatto per l'interpretazione e l'abnegazione dimostrata dai suoi ragazzi durante tutto l'arco della partita: «Abbiamo interpretato bene e ci siamo adattati al contesto della gara, sapevamo che oggi sarebbero state importanti le seconde palle. I ragazzi sono stati bravi e siamo arrivati anche molte volte alla conclusione. Mi è piaciuta la concretezza e abbiamo fatto vedere anche ottime giocate individuali contro un avversario molto forte»·

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400