Cerca

Under 19

Parola alla difesa! Gli attacchi di Chieri e Bra non pungono e finisce con un pari senza reti

Match giocato a buoni ritmi, leggera prevalenza per i collinari sul piano delle occasioni, ma il Bra sfiora il colpaccio nel finale

Parola alla difesa! Gli attacchi di Chieri e Bra non pungono e finisce con un pari senza reti

Alessandro Capra ('04), uno dei migliori in campo

Una vecchia regola del calcio dice che se proprio non puoi vincere la partita, cerca almeno di non perderla. E sia Chieri che Bra si sono attenute a questo principio, cercando sì la vittoria, ma senza mai perdere gli equilibri difensivi. Ne è venuto fuori un match combattuto, giocato a ritmi alti, ma con poche occasioni da rete. I ragazzi di casa sanno attaccare bene gli spazi, sono bravi a sfruttare il campo in tutta la sua ampiezza, mancano di un po' di precisione e killing istinct sotto porta. I giallorossi attuano un pressing feroce, anche se poi alla lunga fatica a mantenere la concentrazione per tutti i 90 minuti.

Battaglia in mezzo al campo. Sul sintetico di via Andezeno il gioco scorre veloce fin dai primi minuti, il Bra non vuol far respirare il Chieri con il pressing, ma quando gli azzurri riescono a far girare palla velocemente e con precisione, riescono ad arrivare sempre dalle parti di Coria. Al 7' il colpo di testa di Ciampolillo è out, mentre al 12' Maniscalco solo in area tira alto. Il problema è proprio trasformare queste potenziali occasioni in palle gol. Sul piano tattico, si fa un po' fatica a capire moduli e posizioni: Boetti dice di giocare con un 3-5-2, ma tutto è molto fluido sul piano dei ruoli: il 2005 Mawete, ad esempio, gioca un po' da seconda punta, un po' da laterale destro, mentre Cartarrasa e De Pasquale nel corso del primo tempo modificheranno il loro ruolo tra centrocampo e attacco. Anche il centrocampo chierese si muove con molta libertà: certamente Maniscalco è il giocatore che maggiormente supporta gli attaccanti, mentre Ruscello e Castelmaro impostano in mezzo al campo. Quest'ultimo esce per infortunio al 25', al suo posto Pecoraro, senza che la squadra perda equilibrio. Il Bra ci prova con un paio di calci piazzati, di Di Benedetto e del fuoriquota Masawoud, senza creare particolari problemi a Bianco. L'occasione migliore arriva al 32': geniale l'assist di Ruscello, debole il sinistro di Masante da buona posizione in area. Nel finale cresce il Bra, approfittando anche di un Chieri che perde la misura nei passaggi: lo stesso Fioccardi, punto di riferimento non solo della difesa, sbaglia un paio di palloni che danno fiducia alla spinta braidese.

Per poco la beffa. Sul pian del gioco non cambia molto nella ripresa, pian piano però cambiano gli interpreti, visti i cambi attuati nei primi 20 minuti. Il Chieri guadagna campo, mentre il Bra si affida sempre più spesso alle ripartenze e alle giocate personali di Masawoud. Maniscalco ci prova al 17' con il tiro a giro, palla fuori di un soffio, mentre Filoni, entrato da pochi minuti per Masante, ha un'occasione d'oro al 29', ma il tiro è da dimenticare. L'unica volta in cui il Chieri perde l'equilibrio difensivo, per poco non rischia la beffa: Mawete, che ha giocato tutto il tempo praticamente da terzino, riesce a trovare un varco sulla destra, giunto in area, tira con forza, Bianco respinge, la palla balla pericolosamente in area piccola, prima che David riesca a spazzare via, anticipando l'arrivo di Benrhouzle. Non succede più nulla: Cristian Viola, alla fine, è soddisfatto per il carattere e la prestazione dei suoi, ma soprattutto perché a poche giornate dalla fine ha tenuto a distanza il Bra, l'unica squadra che può ancora impensierirla per il secondo posto.

IL TABELLINO

CHIERI-BRA 0-0
CHIERI (3-5-2): Bianco 7, David 7, Nastasa 6.5, Ruscello 7 (23' st D'Urzo 6.5), Capra 7.5, Fioccardi 7, Spadafora 6, Castelmaro 6.5 (25' Pecoraro 6.5), Masante 6.5 (22' st Filoni 6), Ciampolillo 6.5 (16' st Garello 6), Maniscalco 7. A disp. Bellucci, Cercel, Luzzati, Franco, Barbero. All. Viola 7.
BRA (3-5-2): Coria 6.5, Sapia 7, Anqoud 6.5 (29' st Druda 6), D'Abramo 6.5, Di Benedetto 6.5, Manissero 6, De Pasquale 6.5 (18' st Di Federico 5.5), Barbuto 6.5, Masawoud 6.5, Cartarrasa 5.5 (10' st Benrhouzile 6), Mawete 6.5 (41' st Bardo sv). A disp. Giaccardi, Ciancitto, Colantuono A., Cucco. All. Boetti 6.5.
ARBITRO: Sacco di Novara 6.
COLLABORATORI: Cerniglia e Gardini.
AMMONITI: Maniscalco (C), Fioccardi (C), Di Benedetto[04] (B), Manissero (B), Barbuto (B).

LE PAGELLE

CHIERI

Bianco 7 Un paio di parate tranquille nel primo tempo, un intervento decisivo nella ripresa.

David 7 Il suo salvataggio nel finale vale come un gol, e pensare che poco prima era stato preso dai crampi.

Nastasa 6.5 Sulla fascia mancina si propone quando può, anche se Mawese gli crea qualche grattacapo.

Ruscello 7 Assist fantastico nel primo tempo, cerca sempre di creare qualcosa.

23' st D'Urzo 6.5 Dà il suo contributo in mezzo al campo.

Capra 7.5 Un paio di anticipi nella ripresa sono da applausi, riduce al minimo la pericolosità di Masawoud.

Fioccardi 7 Chiude, imposta il gioco, si propone... unico difetto, ogni tanto rischia qualcosa tenendo troppo palla.

Spadafora 6 Nel primo tempo gode di una certa libertà sulla destra, ma su 4 cross ne avesse azzeccato uno... meglio nella ripresa.

Castelmaro 6.5 Poco più di venti minuti mantenendo gli equilibri in mezzo al campo.

25' Pecoraro 6.5 Entra subito nel cuore del gioco, garantendo soprattutto copertura.

Masante 6.5 Bene nel gioco di sponda in appoggio ai compagni, poco incisivo in area.

22' st Filoni 6 L'impegno c'è, ma in area non punge.

Ciampolillo 6.5 Si muove su tutto il fronte offensivo, non riesce a trovare la giocata vincente.

16' st Garello 6 Dinamico in attacco.

Maniscalco 7 Alla fine il più pericoloso è lui, con una palla gol per tempo. 

All. Viola 7 La squadra ha gioco, idee e velocità, deve solo migliorare sotto porta.

BRA

Coria 6.5 L'imprecisione degli attaccanti di casa gli consente di non dover mai cercare miracoli.

Sapia 7 Emblema di una difesa coriacea su cui vanno a sbattere spesso gli attaccanti del Chieri.

Anqoud 6.5 Marcatore tosto, sempre difficile da superare.

29' st Druda 6 Pochi minuti a respingere tutto ciò che passava dalle sue parti.

D'Abramo 6.5 Si vede poco, ma in mezzo al campo si fa sentire, incrocia spesso le lame con Ruscello.

Di Benedetto 6.5 Difensore con licenza d'avanzare, ma poco.

Manissero 6 In teoria sarebbe il laterale sinistro, ma la metà campo la supera poco, finendo per diventare un terzino sinistro.

De Pasquale 6.5 Un po' a centrocampo, un po' in attacco, ci mette grinta e coraggio.

18' st Di Federico 5.5 In mezzo al campo non lascia tracce.

Barbuto 6.5 Altro centrocampista da battaglia, pronto a usare sempre le maniere forti, pur di non farsi superare.

Masawoud 6.5 Nella ripresa, spesso prende palla e prova a far da solo, utile per far rifiatare la difesa.

Cartarrasa 5.5 Sia dietro le punte che in attacco non riesce mai a trovare spazi e i tempi giusti.

10'st Benrhouzile 6 Ci mette corsa e buona volontà.

Mawete 6.5 Forse era meglio lasciarlo di punta a dialogare con Masawoud, in ogni caso si crea la migliore occasione da gol per il Bra.

All. Boetti 6.5 La squadra ha le idee chiare e con l'arrivo di una punta come Masawoud potrà migliorare anche come incisività.

ARBITRO: Sacco di Novara 6 Nessun errore clamoroso, ma ci sembra arbitri con un po' di approssimazione, sia in alcune chiamate che in alcuni gialli assegnati.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400