Cerca

Under 19

Il gol nel finale non basta: niente aggancio alla vetta

Una partita colma di occasioni premia la squadra più spensierata

Vis Nova-Fanfulla

Leonardo Ciortea, MVP della gara

Si dice che chi scenda in campo con la mente più sgombra riesca a proporre meglio le proprie idee, e la partita di oggi sembra testimoniare questo assunto. Finisce per 1-2 il match tra Vis Nova Giussano e Fanfulla, dove erano i primi ad avere una posta in palio più alta giocandosi il potenziale aggancio alla vetta della classifica. Dopo un primo tempo che termina a reti bianche, nella ripresa sono però gli ospiti a premere sull’acceleratore andando prima in vantaggio con Patrignani e poi trovando anche il raddoppio con Ciortea. Con un moto d’orgoglio sul finale la Vis Nova riduce lo svantaggio con Schiavo, anche se alla fine il triplice fischio premia i ragazzi di Ruggiero

MURO CONTRO MURO 


Quando Vis Nova e Fanfulla scendono in campo, le intenzioni delle due squadre son ben chiare. I padroni di casa devono assolutamente agguantare i tre punti per restare attaccati alla testa del treno e intrufolarsi tra Castellanzese e Alcione. Ma il Fanfulla dimostra di essere arrivato a Giussano con l’obiettivo di vendere cara la pelle: il primo tentativo è proprio a tinte bianconere con il tiro dalla lunga distanza di Ravelli che scheggia la traversa. Il Vis Nova dopo un iniziale periodo di assestamento ha una buona occasione al 6’: sulla respinta di una punizione avversaria la squadra sale molto bene in contropiede e il pallone termina sui piedi di Polinori che apre il tiro. La posizione però è defilata e la sfera sfila davanti a Belitrandi. All’11’ altra buona idea del Fanfulla con Ciortea che apre per Drago, bravo a prendere il tempo alla difesa e a coordinarsi per il tiro: la traiettoria però viene sporcata dalla difesa e il pallone termina tra le braccia di Foresti. Al 13’ arriva la grande occasione per il Vis Nova: Toure commette fallo su Polinori in area e l’arbitro indica il rigore per i padroni di casa. Sul dischetto di presenta Schiavo, che però calcia basso con poca decisione e Belitrandi riesce a indovinare la traiettoria negando il vantaggio ai padroni di casa. Il Fanfulla esce galvanizzato da questa occasione e si presenta dopo soltanto un paio di minuti dalle parti di Foresti: è Siniscalchi a cercare l’iniziativa con un buon tiro, ma la pressione difensiva lo costringe ad affrettare l’esecuzione e Foresti riesce a deviare la sfera sul fondo usando la gamba. Al 22’ i padroni di casa conquistano un corner che potrebbe finalmente sbloccare la propria gara: Caggia riesce a impattare bene il pallone con la testa, ma la sfera sbatte su un difensore e Belitrandi può farla sua. Al 26’ è il Fanfulla ad avere la potenziale palla-gol del sorpasso: Lorenzato batte una buona punizione con una traiettoria tesa per il centro area dove Drago arriva a rimorchio. La sfera però sbatte sui piedi del numero 7, che non ha modo di coordinarsi, e si impenna salvando la Vis Nova. Poco dopo altra occasione ospite con Patrignani che controlla un buon pallone, rientra da sinistra e apre il tiro ma Foresti è bravo a restare vigile e a schermare il tiro sul fondo. Al 33’ buona occasione per i neroverdi con il piazzato battuto da Schiavo: il pallone si insinua tra le maglie della barriera ma Belitrandi riesce a non farsi sorprendere e a respingere il pallone. Mentre si sta impossessando della sfera gli si presenta davanti Polinori alla ricerca del tap-in vincente: l’estremo difensore è ancora più bravo a schiaffeggiare il pallone quanto basta per toglierlo dai piedi del numero 9. Al 41’ il Fanfulla prova a chiudere il primo tempo in vantaggio con una punizione potente battuta da Siniscalchi, ma la sfera termina al di sopra della traversa.

CONSAPEVOLEZZA

Il secondo tempo si apre con i padroni di casa apparentemente più decisi rispetto a quanto mostrato nella prima frazione: basta poco più di un minuto per vedere la prima occasione, che ha la forma del bel colpo di testa di Schiavo che va vicino a capitalizzare un cross. La torsione però è troppo accentuata e il pallone termina fuori di un soffio. Sul corner successivo è Caggia a sfiorare la rete con un colpo di testa che colpisce il palo facendo sussultare la tribuna. Poco dopo altra punizione locale che, seppur infruttuosa, sollecita la difesa avversaria: è un vero e proprio assedio firmato Vis Nova. Al 10’ Patrignani ha l’occasione per sbloccare la gara, involandosi palla al piede verso la porta: la difesa però collassa su di lui in tempo per evitare il peggio. Questo squillo del Fanfulla però non resta fine a sé stesso: dopo soltanto un minuto è infatti proprio Patrignani a segnare il gol del vantaggio. Il numero 9 controlla il pallone e sorprende Foresti con una gran diagonale che fa terminare il pallone porta. La Vis Nova cerca di scuotersi con una buona punizione battuta al 21’, tentativo che però non conduce al risultato sperato. Poco dopo altro calcio piazzato per i neroverdi che provano ad aumentare i giri per tornare in partita: la punizione di Schiavo taglia bene l’area ma Zatti non riesce ad arrivare a rimorchio con la precisione necessaria e devia la sfera verso l’alto. I giocatori iniziano ad essere fisiologicamente stanchi e le occasioni meno vistose. Quando la situazione sembra essersi stabilizzata, ecco che il Fanfulla capitalizza la sua grande gara e trova addirittura il raddoppio: è Ciortea a siglare la rete dello 0-2 facendo valere il fisico e liberando una gran diagonale dopo essere diventato il terminale di una bella salita collettiva. I giochi sembrano essere finiti per la Vis Nova, che però al 43’ con un moto d’orgoglio trova la rete per riaprire la gara: Belitrandi risponde a un tiro diretto nello specchio e sulla respinta Schiavo riesce a coordinarsi al meglio con un colpo preciso e calibrato che permette ai suoi di tornare sotto per 1-2. I ragazzi di Rampinelli trovano nuovo vigore da questa rete e al 47’ vanno anche vicino al pareggio: Gulli libera un gran tiro e solo l’intervento eccezionale di Belitrandi, bravo a togliere la gamba per abbassarsi, gli nega la rete. Il triplice fischio segna così la sconfitta di una Vis Nova forse troppo carica di aspettative e che capitola contro un Fanfulla più spensierato e cinico. 

IL TABELLINO

VIS NOVA - FANFULLA 1-2
RETI (0-0; 0-1, 0-2, 1-2): 11’ st Patrignani (F), 36’ st Ciortea (F), 43’ st Schiavo (V).
VIS NOVA (4-3-3): Foresti 6, Pozzoli 6 (34’ st Gulli sv), Motta 6, Ravasi 6.5, Caggia 6, Pozzi 6, Ferrario 6.5 (28’ st Urbano 6), Badolli 6 (1’ st Abbiati 6), Polinori 6, (12’ st Zatti 6), Schiavo 7, Occhionero 6.5 (41’ st Viterale sv). A disp. Mauri, Biassoni, Perego, Lettiero. All. Rampinelli 6.
FANFULLA (4-3-3): Belitrandi 7, Cabri 6.5, Toure 7, Scotti 6, Siniscalchi 6.5 (26’ st Gelmi 6), Ciortea 7.5, Drago 6.5 (14’ st Bargi 6), Tasca 6, Patrignani 7, Ravelli 6.5, Lorenzato 6 (32’ st Meloni sv). A disp. Piumella, Muzzi, Anghileri. All. Ruggiero 7.
ARBITRO: Edoardo Bertin di Como 6.
ASSISTENTI: Vingani di Como e Zanetti di Como.
AMMONITI: Patrignani (F), Scotti (F), Ferrario (V), Urbano (V).

LE PAGELLE

VIS NOVA

Foresti 6 Tendenzialmente incolpevole sui gol, si fa trovare pronto quando è necessario. 
Pozzoli 6 Buon lavoro sulla propria corsia, dove cerca di proteggere la zona di competenza. (34’ st Gulli sv).
Motta 6 Ha idee e grinta da vendere. Quando sale lungo la fascia sinistra è pericoloso, anche se ogni tanto pecca di irruenza. 
Ravasi 6.5 Buon palleggiatore in mezzo al campo e cerca di mantenere la leadership sino al fischio finale. 
Caggia 6 Quasi sempre attento, si fa notare schermando bene diverse incursioni avversarie. 
Pozzi 6 Continua a collaborare con il compagno di reparto anche nei momenti più caotici. 
Ferrario 6.5 Cerca di farsi valere con i giusti inserimenti operando sempre in maniera pericolosa per gli avversari. 
28’ st Urbano 6 Entra in un momento difficile e non ha molti minuti a disposizione per esprimersi.
Badolli 6 Non riesce a farsi notare quanto potrebbe, alternando buone idee a iniziative meno brillanti. 
1’ st Abbiati 6 Entra con un buon piglio regalando forze fresche. 
Polinori 6 Abbina tecnica e buon passo lavorando al servizio della squadra, anche se nel secondo tempo cala leggermente.
12’ st Zatti 6 Prova a proporsi come terminale offensivo lavorando bene alcuni palloni. 
Schiavo 7 Si avvilisce un po’ dopo il rigore sbagliato ma cerca subito di tornare a contribuire alla gara, operando con coraggio e siglando la rete che accorcia lo svantaggio.  
Occhionero 6.5 Bravo a scendere e ad aiutare la squadra agevolando la manovra. (41’ st Viterale sv).
All. Rampinelli 6 La partita è difficile sulla carta e i suoi non riescono a concretizzare le buone intenzioni pre-match. La prestazione collettiva è comunque positiva. 

FANFULLA

Belitrandi 7 Sigla diversi interventi di grande qualità, compresa la parata sul rigore nel primo tempo è la respinta nel finale di partita. 
Cabri 6.5 La sua performance passa inizialmente sotto i radar, poi cresce dando mostra delle proprie potenzialità. 
Toure 7 Molto bravo nelle letture difensive, sigla diversi interventi di spessore per fermare le incursioni della Vis Nova.
Scotti 6 Lavora bene nella linea difensiva: qualche défaillance nella ripresa ma niente che comprometta il risultato. 
Siniscalchi 6.5 Grande spirito combattivo grazie al quale riesce anche a presentarsi più volte dalle parti del portiere avversario.
26’ st Gelmi 6 Entra con il giusto piglio regalando freschezza e concentrazione. 
Ciortea 7.5 Suo il gol del raddoppio, ma non solo questo. Molti palloni interessanti passano dai suoi piedi: bravo ad innescare sempre l’attaccante di riferimento per sorprendere la difesa. 
Drago 6.5 Uno dei più determinati dei suoi: corre, sportella e va alla ricerca continua del gol.
14’ st Bargi 6 Entra in un momento in cui è richiesta energia e si attiene bene ai compiti impartitigli. 
Tasca 6 Coadiuva bene i compagni di reparto, anche se sul finale paga leggermente il lungo utilizzo. 
Patrignani 7 Punta di spessore, oltre al gol del vantaggio sigla una grande gara lottando sia con il pallone tra i piedi che senza.
Ravelli 6.5 Molto bravo ad equilibrare il ritmo a centrocampo, gestendo i palloni giusti e servendo bene i compagni. 
Lorenzato 6 La performance è positiva, gioca cercando di aiutare la squadra e mettendosi in proprio ogni volta che può. (32’ st Meloni sv).
All. Ruggiero 7 Resta fedele al proprio piano gara e i suoi gli regalano una grande prestazione. 

ARBITRO
Bertin di Como 6
Arbitra in maniera molto chiara e con fermezza cercando di evitare che gli animi in campo si scaldino. 

LE INTERVISTE

Estremamente soddisfatto il tecnico del Fanfulla Ruggiero: «Noi giochiamo sempre così e posso considerare la gara di oggi come l’ennesima buona prestazione. Abbiamo disputato un gran primo tempo contro una squadra forte, preparata e ben allenata. Nella ripresa loro sono entrati più aggressivi, noi siamo stati bravi a reggere l’urto e a passare in vantaggio. Il secondo gol in particolare lo definirei “da PlayStation”, realizzato da una squadra che sa giocare a calcio. Io ho iniziato con questi ragazzi a gennaio e sono contentissimo dei risultati ottenuti e del gruppo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400