Cerca

Under 19

Il Novara parte bene, ma l'Alcione cala il poker nella ripresa

Gli Orange adesso sono ad un passo dal primo posto matematico

Jacopo Lanzi

Jacopo Lanzi, uno dei migliori in campo contro il Novara

L'Alcione continua il suo percorso verso il titolo e, ad una giornata dalla fine, resta a +2 sulla Castellanzese che insegue sperando in un passo falso degli orange, che però non falliscono l'appuntamento interno con il Novara e vincono 4-1: dopo un primo tempo ben giocato e concluso in vantaggio da parte degli ospiti, passati avanti con il gol di Brucoli, la capolista ha ribaltato il risultato nella ripresa grazie alla doppietta di Femminò e ai gol di Viscusi e Leone. Adesso all'Alcione resta un ultimo ostacolo, la trasferta contro la Folgore Caratese di mercoledì.

IL VANTAGGIO OSPITE

Come da pronostico, la partita è sin da subito molto emozionante, con delle grandi difese e dei centrocampi sontuosi, che con giocate difensive superlative hanno dato grandi garanzie ai due portieri. Per i padroni di casa in avanti i più pericolosi sono Viscusi, Di Miceli e Femminò, che con qualche spunto interessante si creano buoni spazi per far male: primo guizzo del tridente arriva al 20' quando Viscusi e Di Miceli triangolano bene e quest'ultimo arriva al tiro con il destro, troppo debole però per impensierire Menegaldo. L'attacco degli ospiti è invece trascinato da Brucoli e Iannucci, che son pericolosi quando scambiano con Oliviero, sempre pronto ad inventare ottime traiettorie per i compagni. A sbloccare il punteggio è proprio il Novara con Brucoli, che al 25' sfrutta un perfetto filtrante di Mirisola e tutto solo davanti a Musitano non sbaglia e firma il suo gol numero 11 in campionato. L'1-0 dà tanta fiducia agli ospiti, che provano dunque a spingere e dopo soli due minuti hanno l'opportunità di raddoppiare: cavalcata di Barchi sulla corsia di sinistra, cross basso per Oliviero che sul primo palo è bravissimo a difendere il pallone spalle alla porta e a servire a rimorchio Iannucci, che calcia con il destro ma senza trovare la giusta forza. L'Alcione prova a rialzare la testa e al 32' ha una grandissima chance con Viscusi: punizione dalle retrovie battuta velocemente da Mocchi che con un rinvio lungo trova la corsa del numero 9, che va alla conclusione con il sinistro che però è troppo centrale per superare Menegaldo ben posizionato. La gara entra nel vivo ed entrambe le squadra costruiscono azioni offensive ripetutamente: il Novara sfiora il raddoppio ancora con Brucoli, che come un rapace d'area coglie sul primo palo un cross basso di Barchi, ma la sua zampata finisce a lato. L'Alcione invece va a centimetri dal pareggio al 39': calcio di punizione battuto da Tagliabue verso il secondo palo, dove Dragone sbuca e impatta di testa, conclusione che prende la rete esterna dando l'illusione del gol alla tribuna orange. Nonostante le tante occasioni però, il primo tempo termina senza ulteriori reti.

IL RIBALTONE

Il secondo tempo inizia subito con il botto e due episodi chiave: secondo minuto di gioco con il Novara che sfiora il raddoppio con Iannucci, che con un gran tiro dalla distanza colpisce in pieno il palo. Passano altri due minuti e Femminò salta secco Pereira in area, il quale lo stende; l'arbitro non ha dubbi e assegna il calcio di rigore agli orange. Dal dischetto si presenta proprio Femminò, che realizza con una conclusione bassa e potente alla destra di Menegaldo, che intuisce ma non può arrivarci. L'Alcione acquisisce dunque nuove forze fisiche e mentali, con la consapevolezza di poter segnare ancora e ribaltare il risultato. Non passa molto infatti e arriva il gol del sorpasso: cavalcata sulla destra di Di Miceli che mette in area una palla bassa e tesa che viene deviata da un difensore per poi finire al limite dell'area, dove Viscusi è bravo a concludere a rete di prima intenzione con il sinistro siglando il 2-1. Il Novara prova a reagire con un tiro da fuori area di Iannucci, ma il tentativo è alto e gli ospiti non riescono a creare come nella prima frazione. A 15 minuti dalla fine poi l'Alcione mette in cassaforte il risultato: Femminò trova Leone al limite dell'area, il quale dopo aver saltato secco un avversario segna il gol del 3-1 con un sinistro ad incrociare. Il terzo gol mette un'ipoteca sul risultato e il Novara non riesce più a reagire, tanto che arriva poco dopo anche il poker, firmato ancora Femminò, che segna da dentro l'area dopo aver ricevuto l'assist di Leone dalla destra. Risultato che resta invariato fino al triplice fischio, che sancisce una vittoria importantissima per gli orange, che ora sono ad un passo dal matematico primo posto.

IL TABELLINO

ALCIONE-NOVARA FC 4-1
RETI (0-1, 4-1): 25' Brucoli (N), 4' st rig. Femminò (A), 11' st Viscusi (A), 31' st Leone (A), 34' st Femminò (A).
ALCIONE (4-3-1-2): Musitano 6, Federici 7, Giosuè 6.5 (36' st Bacis sv), Lanzi 7.5, Dragone 7, Mocchi 7, Tagliabue 6 (1' st Bianco 6.5), Pasello 7, Viscusi 7.5 (22' st Leone 7.5), Femminò 8 (36' st Colombo sv), Di Miceli 6.5 (22' st Reis Gomes 6). A disp. Catania, Artusa, Conte. All. Campisi 7.5.
NOVARA FC (4-4-2): Menegaldo 6, Pereira Magnone 6, Barchi 7, Maggioni 6.5, Migliavacca 6.5, De Dona 6.5, Sartor 6 (32' st Piazza sv), Mirisola 6.5 (22' st Hadjilari 6), Brucoli 7 (32' st Bottazzi sv), Oliviero 6.5, Iannucci 6.5 (32' st Pistola sv). A disp. Maruncheddu, Valenti, Piccinelli, Pellegrini, Calò. All. Enrico 6.
ARBITRO: Gibbin di Voghera  7.
COLLABORATORI: Bonfanti  eMastropieri.
AMMONITI: Barchi (N), Hadjilari (N), Iannucci (N).

Gabriel Viscusi, centravanti dell'Alcione autore del gol del 2-1

LE PAGELLE

ALCIONE

Musitano 6 Viene chiamato in causa poche volte, sul gol da conclusione ravvicinata può ben poco.
Federici 7
Grandissima prova del solido terzino destro che compie grandi interventi in fase difensiva.
Giosuè 6.5
Attento e preciso in ogni situazione, intelligente in fase difensiva e ordinato.
Lanzi 7.5
Dominante in mezzo al campo: primo tempo ottimo e secondo ancora meglio se possibile. Recupera una marea di palloni e non si fa mai superare.
Dragone 7
Grande prestazione del muro difensivo della squadra di casa. Ogni pallone che arriva nelle retrovie è suo.
Mocchi 7
Ottima partita anche per lui che con Dragone forma un duo difensivo insuperabile. Un muro in difesa con i suoi contrasti perfetti.
Tagliabue 6
Partita a lampi non costanti la sua: qualche buono spunto in avanti ma non entra mai del tutto nel vivo del match.
1' st Bianco 6.5
Un attaccante che fa del fisico il suo punto forte e grazie alle sue sponde la squadra ha trovato diverse occasioni.
Pasello 7
Anche lui come Lanzi una garanzia a centrocampo: tocca tantissimi palloni ed è il collante perfetto tra il reparto offensivo e quello difensivo.
Viscusi 7.5
Si muove tantissimo tra le linee e va più volte vicino al gol, prima di trovarlo poi nel momento più opportuno. La sua rete indirizza la gara per l'Alcione.
22' st Leone 7.5
Entra ed è letteralmente scatenato: corre tantissimo e duetta bene con i compagni. Mette a referto un gol e un assist. Supersub.
Femminò 8
Nel primo tempo ci prova ma trova i giusti spazi, nella ripresa però entra con un altro piglio e il suo guizzo che porta al rigore cambia la partita. Dopo il gol migliora sempre di più e nessuno riesce a fermarlo. Nel finale mette il suo nome nel tabellino per la seconda volta e serve un assist a Leone.
Di Miceli 6.5
Tanta corsa e tanta grinta. Non si ferma un attimo e offre buone linee di passaggio ai compagni.
22' st Reis Gomes 6
Entra e fa il suo, deve aiutare a gestire il risultato e lo fa bene.
All. Campisi 7.5
Grande partita dei suoi giocatori e ottime intuizioni con i cambi che cambiano la gara.

NOVARA FC

Menegaldo 6 Nel primo tempo si fa trovare pronto quando chiamato in causa, nella ripresa prende quattro gol ma senza grandi colpe.
Pereira 6
Nel primo tempo argina bene Femminò, ma nella ripresa il 10 dell'Alcione lo sovrasta.
Barchi 7
Un tuttofare sulla fascia sinistra: corre, crossa, attacca e difende. Una grande prova la sua, tra i migliori del Novara senza dubbio.
Maggioni 6.5
Ottima prova davanti alla difesa, solido e compatto in fase di ripiegamento e bravo a far ripartire le azioni con i suoi passaggi.
Migliavacca 6.5
Un primo tempo da urlo dei due centrali del Novara: solidi e sempre precisi, nella ripresa leggero calo dopo il gol subito a freddo.
De Dona 6.5
Stesso discorso di Migliavacca, gran primo tempo poi i subentrati dell'Alcione hanno cambiato il modo d'agire dell'attacco Orange.
Sartor 6
Si vede a tratti: quando si accende è molto prezioso per la squadra, ma non è costante nel rendimento e ogni tanto lo si perde di vista.
Mirisola 6.5
Un gran primo tempo condito da un assist al bacio. Cala un po' nella ripresa.
22' st Hadjilari 6
Non tocca troppi palloni, entra in un momento difficile per la sua squadra. Fa il possibile.
Brucoli 7
Segna il gol del momentaneo vantaggio dopo un grandissimo movimento alle spalle dei difensori. Va vicino alla doppietta in un paio di occasioni.
Oliviero 6.5
Tanto movimento dietro le punte. Offre palloni di ottima qualità anche se a volte forse è un po' troppo lezioso.
Iannucci 6.5 U
no di quelli che ci ha provato di più e che non ha smesso di crederci neanche nel secondo tempo. Tanto rammarico per il legno colpito a inizio secondo tempo, se avesse avuto un pizzico di fortuna in più avremmo assistito ad un'altra partita.
All. Enrico 6
La prepara bene e i suoi fanno un gran primo tempo, ma pian piano la squadra si è sgretolata.

ARBITRO

Gibbin di Voghera 7 Una gestione perfetta del direttore di gara che non sbaglia neanche una scelta. Menzione anche per i due guardalinee sempre molto attenti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400