Cerca

Under 19

Eosrdio migliore non poteva esserci: l'Alcione inaugura il suo campionato con una vittoria

Pacifico segna una doppietta e Caremoli firma il raddoppio: Gentile la riapre ma è 3-1 al fischio finale

Alcione

Compatta e incisiva, l'Alcione vince la prima con una prestazione di squadra

Partenza convincente per l'Alcione. I padroni di casa si impongono per quasi tutta la durata della gara trovando tre gol e conquistando i primi 3 punti del campionato. La Varesina fatica sul possesso palla avversario, e le incursioni lungo le fasce faticano a sfondare la compatta difesa avversaria. Sul 2-0 Gentile rimette tutto in discussione approfittando di un'indecisione del portiere avversario palla al piede, ma al triplice fischio il punteggio di 3-1 rispecchia quanto visto in campo.

VOGLIA DI 3 PUNTI

Conferme, dubbi e speranze in questa prima di campionato per le due compagini. L'Alcione scende in campo con l'abito delle grandi occasioni, con Caremoli e Lauriola a incorniciare i due centrali di difesa Gasparetto e Ciappellano (quest'ultimo dalla prima squadra per recuperare appieno la forma fisica). Rebaudo fa squadra a centrocampo con gli esterni Notarianni e Reis Gomes a innescare la coppia d'attacco Gorla e Pacifico, supportata dal numero 10 Vecchi. Qualche nuovo nome nella formazione ospite: i centrali Perinetto e Carrino sono chiamati a dare man forte ai compagni sulle fasce Chouni e Misuriello, Dipalma davanti alla difesa con Marin, Figini e Angelini alle spalle delle punte Lischetti e Frezzato. I padroni di casa ci mettono poco a prendere il controllo del proprio campo, imponendosi nella metà avversaria con il loro possesso palla preciso e ritmato. Passano infatti solo 6' per il vantaggio orange, con l'imbucata di Gorla per Pacifico che in area calcia rasoterra a incrociare, trovando l'angolino alle spalle di Griggio. La Varesina cerca pertugi lungo le fasce con Angelini e Figini che si allargano, ma la difesa è attenta. Attorno al quarto d'ora si intravede una reazione della squadra di Ferraresi: difesa più alta a smorzare le ripartenze avversarie e provare a fare possesso palla, ma dopo qualche attimo di sbandamento l'Alcione riprende presto la bussola e raddoppia al 22', con un calcio d'angolo di Pacifico che trova la vincente stoccata di testa Caremoli dal primo palo. Gli ospiti provano a reagire, ma i tentativi in porta di Lischetti e Angelini non impensieriscono il numero 1 orange. Sul tramonto del primo tempo i padroni di casa sfiorano il terzo gol con un'azione fotocopia del primo vantaggio, ma questa volta Griggio si allunga e devia il tiro di Pacifico.

ANCORA PACIFICO

Nella ripresa, l'allenatore ospite rivoluziona la squadra per provare a rientrare in partita: dentro Yte Aiverson e Bigoni in difesa, Sofia per creare nuovi spunti in verticale e arginare le avanzate avversarie e, soprattutto, Gentile sulla fascia a sfruttare la profondità. Non cambia però il copione dei primi minuti della ripresa: Alcione ancora all'attacco e Varesina in affanno nel cercare di conquistare palla. Ma un episodio premia gli ospiti e le intuizioni del loro allenatore; in particolare Gentile, che al 16' va in pressing sul portiere avversario e gli chiude lo spazio per il disimpegno, rubando palla e imbucando il gol che riapre la gara. Da qui si inizia a giocare da una parte all'altra del campo. Non mancano ripartenze e contrasti, l'agonismo si infiamma e vola qualche cartellino ma la gara rimane tatticamente in stallo per diversi minuti. Al 29' arriva, però, la rete che smorza le speranze degli ospiti, con uno schema su punizione che mette Pacifico a tu per tu col portiere, siglando la doppietta con la complicità di una deviazione. La Varesina prova ancora a rimettersi in gara, soprattutto con qualche incursione di Eusebio lungo la fascia e con Angelini, che al 38' prova la botta al volo in area trovando però Russetti ben piazzato. Nei minuti finali è il subentrato Caimi a cercare il poker, ma Griggio è attento sulla conclusione dalla distanza e respinge in tuffo. A rispondere poco dopo è Gentile, che prova da fuori dopo una bella azione corale a bordo area, ma anche in questo caso la sfera s'infrange sui guantoni dell'estremo difensore.

IL TABELLINO

ALCIONE-VARESINA 3-1
RETI (2-0, 2-1, 3-1): 6' Pacifico (A), 22' Caremoli (A), 16' st Gentile (V), 29' st Pacifico (A).
ALCIONE (4-3-1-2): Russetti 6.5, Lauriola 7.5 (42' st Gabba sv), Caremoli 7, Rebaudo 6.5, Ciappellano 7, Gasparetto 7 (33' st Lombardo sv), Notarianni 6.5 (33' st Di Munno sv), Reis Gomes 6.5 (15' st Caimi 6.5), Gorla 7.5, Vecchi 7, Pacifico 8. A disp. Mazzola, Ciceri, Tesoro, Cenetti. All. Campisi 7.5.
VARESINA (4-4-2): Griggio 6.5, Chouni 7.5 (1' st Bigoni 6.5), Misuriello 6 (1' st Sofia 6.5), Dipalma 6 (1' st Gentile 7), Perinetto 6.5, Carrino 6.5, Marin 6, Figini 6, Lischetti 6.5 (1' st Yte 7), Angelini 7, Frezzato 6.5 (25' st Eusebio sv). A disp. Leoni, Maddalena, Reale, Chiarelli. All. Ferraresi 6.
ARBITRO: Pina di Como 7.
ASSISTENTI: Brioschi e Mursia.
AMMONITI: Rebaudo (A), Marin (V), Eusebio (V), Sofia (V).

LE INTERVISTE

Soddisfatto della prestazione, Matteo Campisi si esprime anche sul progetto di squadra: «Vogliamo lavorare col settore giovanile per mettere la prima squadra in condizione di poter pescare. Abbiamo tanti giocatori importanti, quest'anno abbiamo scelto di lavorare con tutti 2005 a parte Gomes, che ha fatto poche partite l'anno scorso e abbiamo scelto di tenerlo ancora noi. Alcune squadre di questo campionato sono le stesse, ma ogni anno i giocatori cambiano quindi non possiamo basarci su quello che era l'anno scorso. Per me l'importante è che l'Alcione possa creare giocatori». Non mancano, però, anche le dichiarazioni dell'allenatore in merito alla partita: «Lavoro molto sia sulla tattica di reparto che del singolo, e quando le metti insieme questo porta inevitabilmente benefici. Questo è un gruppo in cui già si conoscono e che ha giocato molto bene l'anno scorso, ed è rimasto quasi completamente lo stesso. È quindi un gruppo già coeso e compatto, e se c'è qualità viene tutto più facile».

Nonostante la sconfitta, la prestazione della Varesina non è da buttare via secondo il suo allenatore Alessandro Ferraresi: «Abbiamo preso due gol in un momento di difficoltà iniziale, poi abbiamo preso le misure e abbiamo accorciato, ma in quello che forse era il nostro momento migliore abbiamo preso il 3-1. Loro sono, secondo me, più pronti, però due gol li abbiamo presi su palle inattive e anche questo racconta molto. Io sono nuovo, come tanti ragazzi della squadra, quindi c'è molto tempo per costruire qualcosa. Penso sia nella normalità delle cose e ci vorrà del tempo. Quest'anno abbiamo anche dei 2006 nel gruppo, la società li ha ritenuti pronti. Ci tengo a insegnare ai giovani qualcosa, e nel tempo vedremo quale sarà il gioco che più ci si addice».

LE PAGELLE

 

ALCIONE

Russetti 6.5 L'errore sul gol subito è compensato da una serie di parate decisive, qualcuna anche capace di dare spettacolo. Conferma la sua affidabilità anche nelle uscite alte.
Lauriola 7.5 Stella polare della difesa orange: i compagni si affidano spesso a lui per le ripartenze. Corre, verticalizza, fraseggia, torna in difesa a recuperare palloni e parte ancora all'attacco. (42' st Gabba sv).
Caremoli 7 Non sfugge nulla alla sua lettura di gioco, motivo per cui gli avversari raramente superano la trequarti.
Rebaudo 6.5 Col suo posizionamento fa buona guardia della retrovia, costringendo spesso gli avversari a ripiegare sulle fasce nelle ripartenze. Si prende qualche scena da protagonista anche in fase di costruzione.
Ciappellano 7 La prestanza fisica lo agevola, ma la sua è un'ottima prestazione a 360 gradi. Dialoga coi compagni di reparto, fa muro sulle incursioni avversarie e smista con invidiabile lucidità.
Gasparetto 7 Sempre al posto giusto al momento giusto. Va in raddoppio in chiusura quando necessario e non teme l'uno contro uno. Buona anche la sua fase di possesso palla. (33' st Lombardo sv).
Notarianni 6.5 Crea diversi grattacapi in velocità lungo la fascia, ma è nel fraseggio coi compagni che riesce a lasciare il suo marchio in positivo. (33' st Di Munno sv).
Reis Gomes 6.5 È una prestazione d'intensità la sua. Lotta su ogni pallone, argina le ripartenze avversarie e tiene alto il baricentro della squadra.
15' st Caimi 6.5 Si ambienta presto in campo e olia subito i meccanismi orange che, col passare dei minuti, iniziano ad arrugginire. Si propone in attacco, portandosi dietro tutto il reparto.
Gorla 7.5 Non è una punta, non è un trequartista: è il metronomo dell'intero reparto offensivo. Fraseggia a bordo area con visione e rapidità, arretra per ricevere palla e costruire creando pericoli nei 16 metri.
Vecchi 7 Trasfoma in oro ogni pallone che tocca, anche quando lascia la scena ai compagni mettendosi a disposizione della squadra. Sa come farsi trovarsi dai compagni e mette ordine in fase offensiva. Bravo anche nel neutralizzare qualche ripartenza avversaria.
Pacifico 8 I suoi movimenti danno il mal di mare alla difesa avversaria, tanto che arriva in porta diverse volte e ci porta i compagni altrettante. La doppietta corona una prestazione eccellente.
All. Campisi 7.5 Nuovo giro nuova corsa, ma nella prima di campionato l'allenatore non delude le aspettative e mette in campo una squadra compatta e ispirata in tutti i reparti e per tutta la durata della gara.

 

VARESINA

Griggio 6.5 Ha poche colpe sui gol subiti, riuscendo invece a prendersi la scena in positivo con alcuni interventi tempestivi quanto scenografici.
Chouni 7.5 Si propone lungo la fascia e prova imperterrito a portare i suoi in avanti, sia palla al piede che verticalizzando. Viene spesso chiuso, ma in un primo tempo spento è lui l'unica fievole luce della Varesina.
1' st Bigoni 6.5 Entra per provare a sorprendere la compatta squadra avversaria. Si rende protagonista di una prestazione intensa in cui recupera diversi palloni e alza il baricentro.
Misuriello 6 Costretto agli straordinari sulla fascia, prova comunque a rubare il tempo agli avversari e a ripartire palla al piede.
1' st Sofia 6.5 Dà sostanza al centrocampo, riuscendo a neutralizzare qualche ripartenza avversaria e cercando di verticalizzare coi palloni recuperati.
Dipalma 6 Il suon buon senso della posizione costringe gli avversari, in qualche frangente, a ripiegare lungo le fasce, nonostante la fatica nel gestire un reparto aggredito su tutti i fronti.
1' st Gentile 7 È lui la scintilla che serve ad accendere la miccia della Varesina. Lungo la fascia si dimostra un incubo per gli avversari, grazie alla sua velocità, qualità palla al piede e alla capacità di approfittare di varchi e distrazioni.
Perinetto 6.5 Con la squadra compressa, prova qualche volta a lanciare i compagni. Altre volte è lui stesso, palla al piede, a farsi carico dell'avanzata. Non sempre trova varchi o compagni liberi, ma è da lodare l'intraprendenza.
Carrino 6.5 Qualche svista in copertura è compensata da una buona visione di gioco con cui smista in costruzione dal basso e, soprattutto, da un eroico salvataggio sulla linea di porta che evita uno svantaggio maggiore.
Marin 6 Cerca di evadere dalla marcatura avversaria che lo costringe a una partita in sordina. Non manca però qualche guizzo, con cui fa salire la squadra con le sue giocate.
Figini 6 Fatica a trovare spazi lungo la fascia, ma non demorde e rende difficile il lavoro di chiusura agli avversari.
Lischetti 6.5 Quando vede che la squadra non trova spunti, prende palla e prova a inventare in solitaria, qualche volta con discreti risultati che lo portano anche al tiro.
1' st Yte 7 Avanti e indietro lungo la fascia, recupera un buon numero di palloni con cui si propone in avanti alla ricerca dell'imbucata vincente.
Angelini 7 Cerca di tenere alta la squadra, soprattutto dialogando con Chouni nel primo tempo con cui, lungo la fascia, prova a sorprendere gli avversari.
Frezzato 6.5 Smista bene palla e si propone in profondità. I suoi movimenti senza palla mettono spesso in allerta la difesa avversaria. (25' st Eusebio sv).
All. Ferraresi 6 La sua squadra fatica a far sentire la propria voce, ma la qualità dei singoli non manca così come non manca qualche bella giocata corale. La Varesina ha un grosso margine di crescita facilmente colmabile partita dopo partita


ARBITRO

Pina di Como 7 Fischia il giusto e mantiene un parametro di giudizio costante. Bravo soprattutto nel mantenere corretta una gara che rischia di innervosirsi in qualche frangente.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400