Cerca

Club Milano - Uboldese Under 19: Di Buduo raccoglie i frutti dell'estate e vola

Club Milano-Uboldese U19 mvp Cangemi
Due squadre con obiettivi opposti si affrontano nella prima giornata del girone A dell’under 19 regionale: L’uboldese si presenta sul campo del Club Milano nel quartiere Barona. I crociati al termine dei novanta minuti, nonostante qualche brivido, riescono a portare a casa i primi tre punti della stagione. I padroni di casa si schierano con il 4-3-3 caratterizzato dalla continua spinta dei terzini e la verticalità delle mezzali; gli ospiti, dalla loro, si schierano sulla carta con il 4-4-2 ma, in pratica, con la difesa a tre e mezzo –com’è consuetudine definire la difesa a quattro uomini e un terzino bloccato con i centrali nei salotti nobili del calcio- e improntata sulla ricerca del fraseggio tra i due uomini d’attacco. La prima emozione arriva su uno schema studiato da Leo e i suoi ragazzi su situazione di calcio d’inizio: Maoul, dopo essere stato lanciato in profondità, trova dalla parte opposta dell’area Rusconi, che però non riesce a centrare lo specchio della porta. Dopo lo spavento iniziale il Club Milano inizia a mostrare le sue qualità con numerose occasioni nei primi venti minuti. Al quarto Giallombardo trova in profondità Cangemi, ma spreca la ghiotta occasione calciando alto; al quindicesimo un’azione corale guidata da Gianfreda, Teta e Chafki si conclude con il diagonale mancino di quest’ultimo a lato. Tutte le occasioni create portano sempre più fiducia nel centro sportivo e al ventunesimo minuto arriva il vantaggio per i ragazzi di Di Buduo. Cangemi riesce a smarcarsi bene e a mettere in mezzo un gran pallone diretto sul secondo palo, pallone che Gianfreda fa suo per gonfiare la rete. La rottura dell’equilibrio comporta quindici minuti di riassestamento da parte di entrambe le squadre che, si sono trovate costrette a rivedere il proprio atteggiamento. Il periodo di stallo viene rotto da un vero e proprio fulmine a ciel sereno, un tiro da grande distanza di Marcillo che si stampa sulla traversa e poi viene deviato da Pandini. In pieno recupero Cangemi riesce a liberarsi ancora una volta del suo diretto avversario e, una volta messo il pallone in mezzo, questo viene deviato da Del Monaco, che cercava di impedire l’intervento degli attaccanti avversari. Il doppio vantaggio accumulato nei primi quarantacinque minuti comporta un calo del ritmo fisiologico tra le fila del Club Milano, comportando un abbassamento dei ritmi generali della partita a causa del maggior possesso palla. L’Uboldese prova, al dodicesimo, a riaprire la partita anche grazie ai subentrati: Regalia, dopo diversi metri corsi sull’out di sinistra, riesce a trovare in mezzo all’area Ghezzi, che però non riesce a trovare la giusta coordinazione e calcia a lato. Al ventiduesimo il mattatore di giornata, Cangemi, chiude definitivamente la partita. Campanati crossa dalla destra e Cangemi, con la complicità di Buffoni, trova la deviazione vincente. Nei minuti finali è sempre il Club Milano a rendersi maggiormente pericoloso, ma sia per sfortuna che per imprecisione il parziale non cambia.

IL TABELLINO

CLUB MILANO-UBOLDESE 3-0 RETI: 21’ Gianfreda (C), 46’ aut. Del Monaco (U), 22’ st Cangemi (C) CLUB MILANO (4-3-3): Pandini 6, Giallombardo 6.5 (18’ st Campanati 6.5), Redolfi 6, Sonego 6.5 (26’ st Casaburi 6), Calvio 6, Spirito 6 (21’ st D’Aviero 6), Cangemi 7.5, Ferretti 6 (27’ st Shaqiri 6) , Teta 6 (24’ st Plaku 6), Chafki 6.5, Gianfreda 7. A disp. Lodi, Grumo, Pellegrino. All. Di Buduo 7. Dir. Oggionni-Frascaro. UBOLDESE (4-4-2): Buffoni 5, Rusconi 5.5 (10’ st Regalia 6) , Maloul 6 (28’ st Ceriani 6) , Poletti 5.5, Del Monaco 5, Gambino 5, Bulzoni 5.5 (25’ st Anglani 6), Marcillo 6 (22’ st Giorgetti 6) , Ghezzi 5, Castaldo 5 (1’ st Radrizzani 5 ), Guidali 5.5. A disp. Colombo, Volpe, Culiersi. All. Leo 5.5. Dir. Besati-Castaldo

LE PAGELLE

CLUB MILANO All . Di Buduo 7 La preparazione estiva sembra essere stata eccellente: tanta benzina e qualità nella sua squadra. Pandini 6 Non viene mai realmente impegnato in grandi interventi. Giallombardo 6.5 Offre un grande contributo con il suo continuo sali e scendi sull’out di destra. (18’ st Campanati 6.5) Redolfi 6 Prestazione ordinata senza grandi squilli, ma senza alcuna sbavatura. Sonego 6.5 Si muove perfettamente e la sua tecnica è ammirevole. (26’ st Casaburi 6) Calvio 6 Gestisce bene le due punte avversarie annullandole. Spirito 6  La grande solidità mostrata da parte del reparto difensivo passa anche dalla sua prestazione. (21’ st D’Aviero 6) Cangemi 7.5 Fa il buono e il cattivo tempo -anche se si concede un paio di errori da dentro l’area evitabili- servendo un assist, comportando un autogol e siglando il gol finale. Ferretti 6 Gestisce molto bene il pallone contribuendo al bel possesso dei suoi, utile anche in fase di copertura. (27’ st Shaqiri 6) Teta 6 Il più in difficoltà del tridente, giustificabile per il diverso fisico, ma comunque si mette in mostra con qualche buona giocata. (24’ st Plaku 6) Chafki 6.5 Si mostra da subito molto elegante e voglioso di mettersi in mostra e ci riesce. Gianfreda 7 Segna il primo gol in un momento molto delicato del match, per il resto sbaglia molto poco. UBOLDESE All. Leo 5.5 I suoi giocatori erano pronti per affrontare una partita così dura, ma paga il mancato adattamento alle situazioni avversarie. Buffoni 5 Impeccabile fino all’occasione del terzo gol. Rusconi 5.5 Agisce come quinto a destra, non riesce mai a dare la giusta copertura difensiva e in attacco non incide. (10’ st Regalia 6) Maloul 6 Inizia molto bene, mostrando ottima personalità e gamba, nel secondo tempo cala con tutta la squadra. (28’ st Ceriani 6) Poletti 5.5 Soffre per tutta la partita i duelli con Cangemi e spesso commette anche errori di posizione. Del Monaco 5 Soffre le sortite avversarie, andando spesso in affanno e commettendo errori. Sull’autogol è semplicemente sfortunato. Gambino 5 Fatica a seguire i movimenti e la velocità del palleggio avversario. Bulzoni 5.5 Agisce in una posizione molto scomoda, andandosi a trovare spesso in inferiorità numerica e quindi soffrendo. (25’ st Anglani 6) Marcillo 6 Fa da schermo davanti alla sua difesa e recupera molti palloni, pur pagando qualcosa in impostazione. (22’ st Giorgetti 6) Ghezzi 5 Fatica nel fraseggio e nella finalizzazione, la marcatura asfissiante gli toglie la lucidità. Castaldo 5 Prova a mettersi in proprio troppe volte e troppe volte sbaglia. (1’ st Radrizzani 5 ) Guidali 5.5 Avrebbe anche dei compiti offensivi da svolgere, ma il gioco avversario lo costringe sempre a rincorrere.

LE INTERVISTE

DI BUDUO, ALLENATORE CLUB MILANO «Abbiamo lavorato tantissimo in preparazione, affrontando soprattutto squadre che militano in campionati maggiori rispetto ai nostri e questo ha fatto sì che i ragazzi avessero un ottimo impatto contro un avversario del nostro girone. Noi dobbiamo giocare in modo offensivo, messo al sicuro il risultato si eseguono le rotazioni degli uomini. Siamo ancora in fase di rodaggio, però penso che si sia vista la mia idea di calcio: partire da dietro e giocare palla a terra. Noi vogliamo arrivare il più in alto possibile, non penso che ci sia qualche squadra che gioca per non vincere». LEO, ALLENATORE UBOLDESE «Siamo stati contratti nel primo tempo, alcuni non avevano capito i meccanismi offensivi della squadra. Nel secondo tempo abbiamo cambiato atteggiamento, abbiamo giocato a pallone e quindi sono soddisfatto. Penso sia stato bello, dopo tutto le difficoltà, assistere a una partita così ben giocata. Il nostro obbiettivo è la salvezza».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400