Cerca

L'intervista

Ghisalbese Under 19, un Sergio Ramos al centro della nuova retroguardia: Thomas Lemma, il difensore con il vizio del gol

Il centrale classe 2004, sempre a segno dagli ottavi fino alla finalissima del Torneo Cassera e prodotto della Scuola Calcio della Calcinatese, è pronto per affrontare il prossimo campionato Regionale Fascia B

Thomas Lemma

Thomas Lemma, il difensore centrale goleador: qui l'esultanza nella semifinale del Cassera

Dopo 16 anni, 671 presenze e 101 gol segnati, questa estate Sergio Ramos ha lasciato il Real Madrid. Numeri incredibili, soprattutto quello delle reti fatte, per un calciatore che gioca al centro della difesa. Thomas Lemma, invece, non lascerà la sua Ghisalbese. Qual è il parallelo? È presto detto. Il giovane difensore classe 2004, a Sergio Ramos si ispira ma soprattutto ne condivide una qualità: quella dell'istinto da goleador, nonostante la prerogativa principale del suo ruolo sia quella di cercare di evitarli, i gol. Prodotto della Scuola Calcio della Calcinatese - club con il quale ha giocato fino agli Esordienti - Lemma è poi passato alla Ghisalbese e dopo aver fatto tutta la trafila fino all'Under 17, ora è pronto per il primo salto nel calcio dei grandi e quindi nell'Under 19 che disputerà il campionato Regionale (Fascia B). Senso della posizione - da buon centrocampista trapiantato in difesa - e grandi capacità realizzative nell'area avversaria sono le caratteristiche principali che cercherà di portare alla "nuova" Juniores, presentandosi con un record invidiabile: dagli ottavi di finale fino alla finalissima del Torneo Cassera, è andato sempre in gol. Con un gran colpo di testa (come con l'Azzano Fiorente Grassobbio) e anche su rigore (come col Mapello). Proprio come Sergio Ramos.

«Tutti i sacrifici fatti fino ad ora - le parole di Thomas - sono stati ripagati con la vittoria della fase provinciale del Torneo Cassera, e le emozioni sono state tantissime e indescrivibili. Adesso però la testa è già al prossimo campionato e quindi all'Under 19 Regionale. Non vedo l'ora di iniziare: lo stop dei campionati è stata una dura sofferenza per me e per tutti i miei compagni, ma non ho mai smesso di allenarmi. Anzi, mi sono impegnato ancora di più per farmi poi trovare pronto alla ripresa e così è stato». Lemma nasce come centrocampista-attaccante, poi l'intuizione di Dario Passoni che gli costruisce il nuovo ruolo da centrale difensivo. La fortuna poi di essere allenato per due anni da Roberto Romualdi, un "guru" del calcio bergamasco: «Romualdi mi ha trasmesso la sua esperienza professionistica, mi ha insegnato tantissime cose: come giocare nella difesa a tre e come adattarmi ai cambiamenti di modulo durante le partite». Poi il passaggio sotto la guida di Qammar Shahzad: «Con lui sto crescendo ulteriormente, sta esaltando le mie caratteristiche. Se ho fatto un grande Cassera lo devo, oltre alla mia voglia di migliorare sempre di più, soprattutto a lui».  

Sergio Ramos come esempio ma non solo, da buon tifoso dell'Inter Lemma si ispira anche a Marco Materazzi, un altro difensore che in quanto a reti segnate non ha nulla da invidiare a nessuno (il record di gol in Serie A con la maglia del Perugia e quello nella finale ai Mondiali del 2006 parlano per lui). E se per Materazzi quella con la Francia sarà una partita che non dimenticherà mai, anche Thomas ha le sue gare di riferimento: «La vittoria per 3-0 sul Caravaggio, ma soprattutto la finale provinciale del Cassera di quest'anno contro l'Azzano Fiorente Grassobbio: segnare il gol decisivo in una partita così importante è stato fantastico».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400