Cerca

Under 19

Garibaldina-Leone XIII: debutto amaro per gli arancioblu, cinici i padroni di casa che impartiscono una sonora lezione alla formazione di Rossiello

Parte in quinta la squadra ospite ma fonde presto il motore; i ragazzi di Antonino sono più bravi a sfruttare le occasioni

Alessio Abate Under 19 Garibaldina

Alessio Abate, esultanza in lingua dei segni per il padre sordomuto: "Ti amo"

Finisce 4-1 la prima di campionato tra Garibaldina e Leone XIII. A iniziare meglio è la squadra ospite, che impone fin da subito un ritmo altissimo alla gara. Nei primi venti minuti sono praticamente solo loro a giocare, creando tante occasioni pericolose - ma sempre sprecate - e togliendo il respiro agli avversari. I padroni di casa si trovano così alle strette: le prime ripartenze sono subito schermate dal centro campo arancioblu e il giro palla a due tocchi degli avversari li costringe a rincorrere passivi il pallone. Il reparto difensivo regge però bene l'urto iniziale e grazie a una palla lunga partita proprio da lì, la Garibaldina conquista un utile rimessa laterale che rivoluzionerà la gara. Da quel momento in poi la squadra guidata da Antonino sarà sempre più arrembante  e prenderà la meglio sui loro antagonisti.

Nizzola apre le danze. I ritmi altissimi imposti dal Leone XIII si rivelano già nella seconda metà del primo tempo un'arma a doppio taglio: se avevano permesso di chiudere nel proprio fortino difensivo i rivali, ecco che, di contro, tolgono importanti risorse sul piano mentale a loro stessi. Già al minuto 16' vengono infatti mostrati i primi segni di cedimento: in uscita viene regalata palla al fantasista di casa Piccardi, che sbaglia però la misura del passaggio per Carvelli e restituisce il favore. Ma è al minuto 21' che si complicano definitivamente le cose. Da una rimessa laterale arriva il pasticcio del difensore ospite Imbasciati che cicca il pallone e colpisce di braccio: rigore. Sul dischetto va il numero sei Nizzola che manda pallone da una parte e portiere dall'altra: 1-0. Ora la partita è decisamente più equilibrata e arrivano episodi da una parte e dall'altra. Al minuto 24 un moto d'orgoglio porta in attacco gli arancioblu che conquistano il calcio d'angolo. Batte morbido e preciso Nowbut: trova in mezzo all'area proprio Imbasciati che decide di farsi perdonare svettando più in alto di tutti e schiacciando il pallone in rete per l'1-1. Sembra essere ristabilita la parità, ma quattro minuti dopo un'incomprensione tra portiere e difesa dona la sfera del 2-1 al numero 9 della Garibaldina che è veloce a ribadire in porta. Da questo momento i padroni di casa crescono sempre di più e ci prendono gusto: Abate decide di mettersi in proprio e dopo essersi liberato dalla marcatura fucila da fuori area il portiere. È 3-1 e su questo risultato si conclude il primo tempo.

Ripresa in gestione. Nel secondo tempo il Leone XIII prova a riprendere coraggio e a inserire forze fresche per ribaltare la gara. Continuano però le occasione sprecate e arriva un'altra traversa. Un po' per imprecisione, un po' per sfortuna e un po' perché la difesa e portiere della Garibaldina hanno dimostrato di saper gestire con lucidità i tentativi d'attacco degli arancioblu, non è arrivato nessun altro gol dalla squadra ospite. I padroni di casa, invece, con l'attaccante subentrato Di Bennardo sono sempre più pericolosi e costruiscono meglio la manovra offensiva. Il numero 19 diventa infatti il punto di riferimento della squadra e proprio da lui arriva l'assist per Arigo che chiude i conti e sigla il definitivo 4-1.

IL TABELLINO

Garibaldina-Leone XIII 4-1
Reti: 21' rig. Nizzola (G), 24' Imbasciati (L), 27' Carvelli (G), 33' Abate (G), 38' st Arigo (G).
Garibaldina (4-3-3): Paoletti 7, Laino 7, Fantacci 7, Mugnaini 7, Abate 7.5 (25' st Volpe 6), Nizzola 7.5, Longobardi 6.5, Allieri 6.5 (9' st Arigo 7), Carvelli 7 (9' st Di Bennardo 7), Piccardi 6.5 (40' st Tarantino sv), Brambilla 6.5. A disp. Martini, Seveso, Di Giorgio, D'Agnone. All. Antonino 7. Dir. Tassone.
Leone XIII (4-4-2): Grossi 6, Alieri 5.5, Dotti 5.5, Lombardi 5.5, Imbasciati 6, Tranchida 5 (1' st Sapienza 5.5), Lavagnini 6 (18' st Negri 5), Rizzolini 6 (28' st Milano 5), Bolzoni 6, Curreri 6.5, Nowbut 6 (1' st Cairo 5.5). A disp. Lotto, Percudani, Piazza, Mandelli. All. Rossiello 6.
Arbitro: Bonetti di Cinisello Balsamo 6.5.
Ammoniti: Curreri (L), Allieri (G), D'Agnone (G), Bolzoni (L).

LE PAGELLE

Garibaldina
Paoletti 7 Sicuro e deciso nelle uscite, plastico nelle parate: chiude a chiave la porta e salva più di una volta il risultato.
Laino 7 Infiamma la fascia e gioca a testa alta: quando riparte è infermabile; in difesa preciso e attento.
Fantacci 7 Resiste all'assedio iniziale e cerca sempre il compagno per la ripartenza.
Mugnaini 7 Leader della difesa. Da lui non passa nessuno: ottimo negli anticipi e decisivo in scivolata.
Abate 7.5 Cerca sempre l'anticipo e la ripartenza palla al piede. Sua la rete più bella della gara.(25' st Volpe 6) 
Nizzola 7.5 Calcia il pallone più pesante della partita e fa ritornare la fiducia ai compagni.
Longobardi 6.5 Fatica molto nei primi minuti della partita, poi cresce insieme alla squadra.
33' st D'Agnone 6 
Allieri 6.5 Non riesce a partire sulla fascia e sbaglia un gol solo davanti al portiere.
9' st Arigo 7 Impeccabile davanti al portiere: batte e sigla la rete conclusiva della gara
Carvelli 7 In difficoltà nei primi minuti perché la squadra non riesce a giocare palla al piede, ma quando gli arriva mette in luce tutta la sua qualità. Si fa trovare nel posto giusto al momento giusto: non sbaglia davanti alla porta.
9' st Di Bennardo 7 Fornisce centimetri alla squadra e fa alzare il baricentro. È sempre generoso e cerca sempre i compagni: suo l'ultimo assist
Piccardi 6.5 Da lui ci si aspetta sempre una grande prestazione. Nonostante i tanti passaggi sbagliati si rivela sempre fondamentale per la squadra: è lui che detta i ritmi.
40' st Tarantino sv
Brambilla 6.5 Tenta spesso la giocata e il dribling intestardendosi nell'azione solitaria; quando dialoga con i compagni regala spettacolo.
All. Antonino 7 Dirige dalla panchina la squadra. Dà loro coraggio e fa rendere al meglio i suoi ragazzi

Leone XIII
Grossi 6 Comunica poco con i compagni e questo li mette in difficoltà. È invece bravo nelle parate e preciso nelle uscite. Non è sua la colpa nei gol subiti.
Alieri 5.5 Inizia bene, cerca di costruire in uscita e pressa alto, ma dopo i primi minuti perde precisione e subisce le ripartenze avversarie.
Dotti 5.5 Legge male alcuni palloni e concede qualche occasione di troppo. 
Lombardi 5.5 Come tutto il suo reparto, soffre eccessivamente i contropiedi avversari.
Imbasciati 6 Concede il primo gol ma si fa subito perdonare pareggiando i conti.
Tranchida 5 Si fa vedere poco quando i suoi compagni portano avanti palla e sbaglia i passaggi.
1' st Sapienza 5.5 Dà quantità alla squadra ma ha molte difficoltà in impostazione
Lavagnini 6 È uno dei migliori dei suoi, abbina velocità e qualità. Salta spesso l'uomo ma non riesce ad essere incisivo.
18' st Negri 5 
Rizzolini 6 Prova a sorprendere il portiere da fuori area ma prende la traversa. È sempre pericoloso ma è poco preciso negli ultimi metri
28' st Milano 5
Bolzoni 6 Corre per tutta la partita e non si stanca mai. È mordace nel pressing sui difensori e bravo a smarcarsi. Sfiora il gol nei primi minuti facendo uscire di pochissimo al lato del palo.
Curreri 6.5 È il migliore della squadra. Riesce a fare entrambe le fasi senza stancarsi mai. Palla al piede nessuno riesce a stargli dietro.
Nowbut 6 Suo l'assist del pareggio. Inventa e tocca di prima; sguscia più di una volta ma non trova la rete.
1' st Cairo 5.5 
All. Rossiello 6. Cerca di fare giocare palla a terra la propria squadra e impone un ritmo altissimo ai suoi, ma i giocatori faticano a seguirlo.

Arbitro
Bonetti di Cinisello Balsamo 6.5. Sempre sicuro nelle sue scelte, gestisce bene le polemiche e vede il tocco di mano che scaturisce il calcio di rigore.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400