Cerca

Under 19

Lascaris-Sanmauro: Gentileschi-Giordanino danno spettacolo e alimentano la valanga bianconera

Roboante 7-0 per i padroni di casa. Giordanino apre su rigore, poi le doppiette di Tietto, Gentileschi e Montabone firmano la goleada

Lascaris-Sanmauro: Gentileschi-Giordanino danno spettacolo e alimentano la valanga bianconera

Il Lascaris parte con il piede giusto e coglie i primi tre punti stagionali. Un roboante 7-0 rifilato al Sanmauro aperto dal rigore di Giordanino e sigillato dalle doppiette di Gentileschi, Tietto e Montabone. C’è ancora tanta strada da fare per i gialloblù di Massimiliano Albicenti, che non sono riusciti a festeggiare degnamente i 72 anni dalla nascita della societá. Attimi di paura, poi rientrati, per il portiere sanmaurese Raddi, costretto ad abbandonare il campo in ambulanza a causa di una brutta caduta. Gli auguriamo una pronta guarigione dall’infortunio.

Gentileschi dominante. Il Lascaris si presenta con tanti 2004 e due soli 2003: Marchetti e Tietto. Il Sanmauro invece risponde con una formazione leggermente più esperta, complice la presenza di ben tre 2002 in campo: Elia, Tudose e Gambino. Solito 4-2-3-1 per i bianconeri, con Tietto libero di svariare sul fronte d’attacco e di dialogare con Gentileschi, che si abbassa spesso e volentieri per giocare di sponda e liberare spazio per gli inserimenti dei trequartisti. 3-5-2 invece il modulo scelto da Albicenti, che però in fase offensiva si trasforma in 4-4-2, con il capitano Milazzo a dirigere l’orchestra in cabina di regia. Dopo neanche cinque minuti Raddi deve già superarsi su un tentativo a giro di Giordanino, bravo ad approfittare di uno svarione della difesa gialloblù. Una situazione molto simile si ripete poco dopo: stavolta è Tietto a provare a punire il Sanmauro, ma la sua conclusione termina di poco alta sopra la traversa. È sempre Giordanino uno dei più attivi nei primi quindici minuti, con Campanelli che non riesce quasi mai a spingere per poter contenere le folate del numero 10 bianconero. La costante spinta dei padroni di casa porta i suoi frutti subito dopo il primo quarto d’ora. Cross di Sottil, Gentileschi in area anticipa Elia che commette fallo ed è calcio di rigore: dal dischetto va Giordanino, che non sbaglia e porta in vantaggio il Lascaris. La difesa del Sanmauro continua a non trovare i giusti automatismi, e al 22’ arriva inevitabile il raddoppio bianconero: Gentileschi lavora bene un pallone al limite dell’area, per poi servire Tietto che a tu per tu con Raddi non sbaglia. Il gruppo di Albicenti non fa neanche in tempo a raccapezzarsi, che l’asse Giordanino-Gentileschi confeziona immediatamente il terzo gol: assist splendido di tacco di Giordanino per Gentileschi, che scarta Raddi e deposita a porta vuota il gol del 3-0, quando ancora non è passata la prima mezz’ora di gioco. Albicenti sostituisce un acciaccato Elia con Ragazzi, ma se si esclude un tentativo piuttosto velleitario del comunque propositivo Campanelli, i suoi non trovano mai il modo di impensierire la retroguardia del Lascaris, che anzi al 40’ firma il poker. I protagonisti sono sempre loro: cross di Giordanino ed incornata vincente di Gentileschi.

Lascaris in controllo. Ad inizio ripresa Meschieri sostituisce Giordanino con Sesa, mentre Albicenti risponde con l’ingresso di Fouan al posto di Gambino. La prima occasione è per Tietto, il cui tiro però viene fermato sulla linea da un attento Vadanescu. Sicilia e Carastro, forse eccessivamente “rilassati” dal risultato, commettono qualche leggerezza in fase di impostazione, e al 6’ Saverino rischia di approfittarne con un tiro da trenta metri che per poco non beffa Bergonzi. Attorno al decimo minuto la gara subisce un’interruzione: un violento, ma ovviamente fortuito, scontro tra compagni di squadra, porta Raddi a cadere male sulla testa. Arrivano immediatamente i soccorsi per il numero 1 gialloblù, che è cosciente ma per cui viene comunque richiesto l’intervento di un’ambulanza. Una volta intervenuta quest’ultima, con tempi di attesa fin troppo lunghi, si può riprendere a giocare, con Albicenti che è costretto a mandare in porta Vadanescu, non avendo portieri di riserva a disposizione. Se già il Sanmauro aveva fatto fatica fin lì, l’infortunio e del proprio numero 1 e la conseguente preoccupazione dei compagni sicuramente non aiuta a tenere la squadra sul pezzo. Dopo qualche minuto infatti, Tietto sigilla la gara siglando il 5-0 e la sua doppietta personale. Purtroppo per gli ospiti, c’è ancora tempo per un’altra doppietta bianconera: nel giro di tre minuti (dal 60’ al 63’) Montabone si aggiunge ai protagonisti dell’incontro, siglando due gol in rapida successione. Il match si trascina così fino al termine, con mezz’ora abbondante di ritardo sulla tabella di marcia, con il Lascaris che, totalmente in controllo, porta a casa i primi tre punti stagionali.

IL TABELLINO

LASCARIS-SANMAURO 7-0 RETI: 17' rig. Giordanino (L), 22' Tietto (L), 24' Gentileschi (L), 40' Gentileschi (L), 8' st Tietto (L), 15' st Montabone (L), 18' st Montabone (L).
LASCARIS (4-2-3-1): Bergonzi 6, Sottil 6.5, Marchetti 6.5 (33' st Esposito sv), Pasquale 7.5, Carastro 6.5, Sicilia 6.5 (38' st Napolitano sv), Tietto 7.5 (16' st Montabone 7), Sapone 6.5, Gentileschi 8.5, Giordanino 8 (1' st Sesa 6.5), Giusiano 6.5 (20' st Casallas Cabrera 6). A disp. Costantino, Ballacchino. All. Meschieri 7.
SANMAURO (3-5-2): Raddi 6.5 (10' st Ragazzi 5.5), Campanelli 6.5, Nitais 5.5, Elia 5 (24' Cerrone 5.5, 10' st Lo Pomo 6.5), Frisoli 6, Tudose 5.5, Vadanescu 7, Milazzo 5.5, Gambino 5.5 (4' st Acocella 5.5), Chiera 5 (17' st Fella 5.5), Saverino 5.5. A disp. Miano, Fouah, Siluè. All. Albicenti 5.5.
ARBITRO: Ndoungue di Torino 6.5.
AMMONITI: 6' Frisoli (S), 16' Elia (S).

LE PAGELLE

LASCARIS
1 Bergonzi 6 Il Sanmauro davanti risulta nullo, cosa che gli permette di passare un pomeriggio in completa serenità.
2 Sottil 6.5 Spinge con costanza sulla fascia destra: dai suoi piedi parte il cross che porta al rigore procurato da Elia.
3 Marchetti 6.5 Dalle sue parti non arrivano praticamente mai pericoli. Le poche volte che il Sanmauro gli presenta qualche grattacapo, controlla senza problemi. (33’ st Esposito sv)
4 Pasquale 7.5 Recupera un’infinità di palloni, spezzando in due la manovra avversaria e consentendo alla squadra di ribaltare subitamente l’azione.
5 Carastro 6.5 Ordinaria amministrazione su Saverino, che non trova mai il modo di impensierirlo.
6 Sicilia 6.5 Il capitano gestisce i suoi da dietro, portando a casa una gara di totale gestione e zero patimenti. (38’ st Napolitano sv)
7 Tietto 7.5 Movimento perpetuo sulla trequarti e doppietta perfetta: un gol di destro ed uno di sinistro, come solo i migliori sanno fare.
16’ st Montabone 7 Si dimostra lucido davanti alla porta, entrando nel tabellino dei marcatori siglando una doppietta importante per il morale.
8 Sapone 6.5 Si sdoppia e si rende utile sia in fase difensiva che in fase di appoggio.
9 Gentileschi 8.5 Letteralmente dominante. Si guadagna il rigore che scardina le resistenze del Sanmauro, per poi banchettare al cospetto della disattenta difesa gialloblù: prima firma l’assist per Tietto, poi timbra il cartellino con una doppietta coronando una prestazione momumentale.
10 Giordanino 8 Subito attivo sin dai primissimi minuti. Trasforma il rigore che stappa la partita, per poi regalare a Gentileschi il pallone del 3-0 con un assist di tacco da manuale del calcio ed il cross pennellato per il poker.
1’ st Sesa 6.5 Tanti buoni spunti sul fronte d’attacco, buon ingresso.
11 Giusiano 6.5 Dialoga bene con Sottil, loberandogli spazi in cui il terzino può affondare o crossare in mezzo.
20’ st Casallas 6 Dentro per tenere sotto controllo la gestione della palla a centrocampo.
All. Meschieri 7 Esordio comodo per i suoi, che sono comunque bravi a gestire la gara senza patemi ed a portare a casa i primi tre punti stagionali.

SANMAURO
1 Raddi 6.5 Risponde subito presente con un difficile intervento su Giordanino. Da lì in poi però può solo raccogliere il pallone dal fondo della rete, complici gli enormi buchi lasciati dai difensori gialloblù. Sfortunatissimo poi quando cade male dopo uno scontro per un compagno, che lo costringe ad abbandonare il campo in ambulanza.
10’ st Ragazzi 5.5 Si sbatte parecchio ma finisce con il correre molto spesso a vuoto, sprecando più che altro fiato ed energie.
2 Campanelli 6.5 Uno dei pochi a non mollare: fa quello che può per contenere Giordanino ed è l’unico dei suoi ad arrivare al tiro nel primo tempo.
3 Nitais 5.5 Partecipa anche lui alla giornata da horror della retroguardia, senza riuscire ad opporre un’adeguata resistenza.
4 Elia 5 Da subito si ha l’impressione che non sia sul pezzo: perde palloni sanguinosi al limite dell’area che per poco non si trasformano in gol per gli avversari. Completa la giornata no commettendo ingenuamente fallo su Gentileschi e procurando il rigore che dà il via all’incubo.
24’ Cerrone 5.5 Gentileschi lo sovrasta in occasione del gol del 4-0 a fine primo tempo.
10’ st Lo Pomo 6.5 Ottima chiusura appena entrato a negare la gioia della tripletta a Tietto.
5 Frisoli 6 Cerca di rattoppare dove può badando giustamente al sodo. Non a caso non commette errori pericolosi in fase di impostazione, a differenza dei suoi compagni.
6 Tudose 5.5 Giornata ovviamente tutt’altro che facile. Prova qualche inserimento senza palla, senza però avere successo.
7 Vadanescu 7 Salvataggio provvidenziale ad inizio secondo tempo su conclusione a botta sicura di Tietto, con la porta lasciata sguarnita da Raddi. Chiude poi da portiere con l’uscita per infortunio di Raddi, compiendo anche due belle parate.
8 Milazzo 5.5 La squadra non riesce a far girare la palla come vorrebbe, asfissiata dal pressing bianconero. Chiude da centrale difensivo cercando di limitare i danni.
9 Gambino 5.5 Viene soffocato dall’atletismo di Sapone e Pasquale, che non gli danno mai tregua.
4’ st Acocella 5.5 Non porta il brio necessario per dare una scossa ai compagni, anche se c’è da dire che la partita, al momento del suo ingresso, è ormai ampiamente compromessa.
10 Chiera 5 Mai nel vivo della partita, fa enormemente fatica a farsi notare e finisce con l’eclissarsi con il passare dei minuti.
17’ st Fella 5.5 Contenuto senza troppa fatica da Carastro e Sicilia.
11 Saverino 6 Se non altro ha il merito di andare vicino al gol con un tiro da trenta metri che per poco non sorprende Bergonzi fuori dai pali.
All. Albicenti 5.5 Troppa la differenza tra le due squadre per poter pensare di portare a casa punti. La fase difensiva però va assolutamente risistemata: troppi gli errori che hanno spalancato le porte agli attacchi bianconeri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400