Cerca

Under 19

Virtus Ciriè-Rivoli: nella fiera del gol Drago e Pisano rimontano le reti di Colazzo e Di Meo

La squadra di Francone va in svantaggio ben due volte nel corso del primo tempo ma riesce comunque a rimontare in entrambe le occasioni

Gabriel Drago

Gabriel Drago, autore della prima rete del Rivoli

Si conclude con un bel pareggio (2-2) il match tra la Virtus Ciriè e il Rivoli. Accade praticamente tutto, o quasi, nel corso del primo tempo: Colazzo sblocca la partita al 13' su calcio di rigore, Drago pareggia i conti dopo soli otto minuti, Di Meo riporta nuovamente avanti la compagine al 35' ma gli ospiti rimontano per la seconda volta grazie alla rete di Pisano su rigore. Dopo un emozionante primo tempo, la seconda frazione di gioco vede i ritmi meno intensi a causa delle tante interruzioni accadute nel corso del match. L'episodio più significativo accade al 16' della ripresa quando Calabrese, il migliore in campo per assoluto distacco per le sue straordinarie parate, viene espulso per un intervento giudicato da ultimo uomo su Rossin. Quest'episodio non rovina però gli equilibri della partita per quanto riguarda il risultato: il match finisce infatti 2-2 ed entrambi gli allenatori si ritengono soddisfatti del punto guadagnato nella prima partita della stagione. 

Fiera dei gol.  Il ritmo della partita è intenso fin dai primi minuti del match. Al 3’ il Rivoli si rende subito pericoloso con la traversa colpita da Russo dopo il suo tiro all’interno dell’area di rigore. Nei minuti successivi le due compagini si alternano nella fase offensiva: i padroni di casa provano a condurre le trame di gioco mentre gli ospiti cercano di colpire in contropiedi. Al 13’ ecco l’episodio che svolta il match: Scalise commette fallo su Pallaria e l’arbitro fischia il calcio di rigore a favore della Virtus Ciriè. Colazzo si incarica della battuta e porta in vantaggio la propria squadra con un bel tiro nell’angolino destro della porta. Dopo quattro minuti, la compagine di Iovino va vicino al raddoppio: Rossin effettua un bel passaggio filtrante per Pallaria che prova la conclusione con un bel tiro ma Calabrese si fa trovare pronto con un bell’intervento. Al 21’ il Rivoli si porta in avanti grazie a Drago che parte in velocità, Di Meo non riesce a fermare la sua corsa e l’esterno realizza la rete dell’1-1. Trascorrono i minuti e, al 30’, Delton compie una bella progressione sulla fascia sinistra prima di calciare da fuori area: la sua conclusione finisce però alta sopra la traversa. Dopo cinque minuti Affinito frega letteralmente il pallone a Giarrattano che si rifà subito dopo deviando in scivolata in angolo la conclusione dell’avversario: dal corner Di Meo svetta di testa e porta nuovamente in vantaggio la propria squadra. Al 39’ la Virtus Ciriè si rende nuovamente pericolosa: Affinito calcia in porta a pochi metri di distanza da Calabrese ma l’estremo difensore compie una straordinaria parata. Al 42’ Di Meo commette fallo da rigore su Russo e l’arbitro concede il secondo penalty della partita: Pisano si presenta sul dischetto e pareggia nuovamente i conti. Nei minuti finali del primo tempo il gioco è spezzettato a causa del nervosismo tra i giocatori, motivo per cui non si creano azioni pericolose. La prima frazione di gioco termina così con il risultato di 2-2.

Pericolo Migliorini. Il secondo tempo si apre subito con un calcio di punizione al limite dell’area di rigore a favore della Virtus Ciriè: Casale effettua un bel tiro potente e centrale ma Calabresi si fa trovare ancora una volta pronto e respinge con i pugni. I minuti successivi sono privi di emozioni: le due squadre si alternano nella fase offensiva ma il ritmo non è intenso e non riescono pertanto a sfondare nelle rispettive difese avversarie. Al 16’ avviene un episodio che cambia le redini delle partita: Rossin parte in contropiede, Calabrese esce dalla propria area di rigore e commette fallo e l’arbitro opta per il cartellino rosso nei confronti dell’estremo difensore per fallo da ultimo uomo. Casale si incarica della battuta della punizione ma calcia alto. Al 25’ Migliorini parte in profondità dopo un lancio lungo della propria squadra, tenta il pallonetto senza però inquadrare lo specchio della porta. Dopo tre minuti il Rivoli si porta in avanti e Costa tenta un bel tiro da fuori area ma Candusso non si lascia impensierire. Nonostante l’inferiorità numerica, gli ospiti riescono a portarsi maggiormente in avanti rispetto agli avversari che tentano di giocare in contropiede. Al 43’ Lo Russo, subentrato a Scalise, si incarica della battuta di un calcio di punizione dalla trequarti ma il suo tentativo esce non di molto sopra la traversa. Nei tre minuti di recupero la Virtus Ciriè tenta l’assalto finale per trovare la rete del vantaggio ma senza riuscirci. Il match termina così con il risultato di 2-2 per la soddisfazione di entrambi gli allenatori.

IL TABELLINO

VIRTUS CIRIÈ-RIVOLI 2-2
RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-2): 13' rig. Colazzo (V), 21' Drago (R), 35' Di Meo (V), 42' st rig. Pisano (R).
VIRTUS CIRIÈ (4-4-2): Candusso 6.5, Modaffari 6.5 (1' st Amorese M. 6), Marrocco 6, Rossin 7 (30' st Infede Simone 6), Casale 6.5 (39' st Meta sv), Di Meo 5.5, Patellaro 6 (1' st Migliorini 6.5), Castellano 7, Pallaria 7.5, Colazzo 7, Affinito 7 (13' st Morganti 6). A disp. Vendrame, Sanua, Chiodo, Infede Fabio. All. Iovino 6.5.
RIVOLI (4-5-1): Calabrese 7, Scalise 5.5 (12' st Lo Russo 6.5), Delton 6.5, Giarratano 6.5, Guidi 6.5 (16' st Orsini 6), Pisano 6.5, Costa 7, Drago 7.5, Russo 7, Valenza 6 (34' st Guarraia sv), Oddone 6. A disp. Marchisio, Musolino, N'Gom. All. Valerio Francone 6.5
ARBITRO: Nepote di Collegno 5.5.
AMMONITI: 5' Guidi (R), 42' Di Meo (V), 18' st Orsini (R), 36' st Oddone (R).
ESPULSI: 16' st Calabrese (R).

LE PAGELLE

VIRTUS CIRIE' 

Candusso 6.5 L'estremo difensore nerazzurro non è mai veramente troppo impensierito nel corso del match. Gestisce con estrema sicurezza le uscite alte in occasione dei calci d'angolo e i tiri effettuati verso la sua porta.
Modaffari 6.5 Il terzino destro si fa notare per la sua buona spinta sulla propria fascia di competenza. 
1' st Amorese 6 Subentrato all'inizio della ripresa, gestisce senza particolari difficoltà le azioni offensive degli avversari. 
Marrocco 6 Non si fa particolarmente notare nel corso del match ma non commette neanche particolari errori.
Rossin 7 Si guadagna il calcio di rigore, con cui la propria squadra è andata in vantaggio, oltre ad essere una mina vagante per tutta la partita.
30' st Infede Simone Negli ultimi quindi minuti di gioco mette una buona sostanza a centrocampo nel tentativo di impedire agli avversari di trovare la via del gol. 
Casale 6.5 E' autore di diversi bei interventi sugli attaccanti avversari con cui impedisce loro di andare a rete (39' st Meta sv). 
Di Meo 5.5 Ha realizzato il secondo gol della propria squadra ma si fa notare negativamente in occasione delle due reti subito che penalizzano la sua prestazione.
Patellaro 6 Ci mette tanta buona volontà sulla fascia destra per fare male agli avversari senza però riuscirci.
1' st Migliorini 6.5 In confronto al compagno sostituito, si fa notare maggiormente nella metà campo avversaria.
Castellano 7 Il centrocampista gestisce molto bene il proprio reparto sia in fase difensiva che in fase d'impostazione.
Pallaria 7.5 E' il migliore dei suoi in campo pur non avendo segnato per merito dei suoi tanti pericoli creati durante la partita. Si dimostra così essere un bel punto di riferimento in attacco.
Colazzo 7 E' l'autore del primo vantaggio della propria squadra grazie al suo bel rigore piazzato nell'angolino destro della porta avversaria. 
Affinito 7 E' una vera e propria mina vagante nel corso del match. Va vicino al gol in un paio di occasioni ma Calabrese si è dimostrato essere insuperabile.
13' st Morganti 6 Prova a lasciare il segno in più occasioni dimostrando di avere tanta buona volontà di fare male.
All. Iovine 6.5 La sua squadra gioca molto bene, in particolar modo nel primo tempo, ma non riesce a sfruttare la superiorità numerica nel corso della seconda frazione di gioco.

RIVOLI 

Calabrese 7 Grazie alle sue straordinarie parate, tiene in piedi la propria squadra finché non viene espulso per un fallo su Rossin giudicato da ultimo uomo.
5.5 Scalise E' l'autore del fallo da rigore nel corso del primo tempo macchiando così la propria prestazione.
12' st Lo Russo 6.5 Si vede spesso nel vivo del gioco nel tentativo di trovare la giocata giusta per sbloccare nuovamente la partita.
Delton 6.5 Sulla fascia sinistra offre una buona prestazione grazie alla propria velocità con cui mette in difficoltà gli avversari.
Giarratano 6.5 Il difensore centrale è uno dei protagonisti positivi della partita per merito dei suoi tanti interventi con cui ha neutralizzato diverse offensive avversarie.
Guidi 6.5 Gestisce molto bene i ritmi di gioco nel corso di tutto il match. Talvolta va però in difficoltà fisicamente contro gli avversari.
16' st Orsini 6 Entrato al posto di Guidi per sostituire in porta Calabrese, è praticamente uno spettatore non pagante del match. 
Pisano 6.5 E' l'autore del definitivo pareggio grazie al suo rigore ben calciato. Proprio come il compagno di reparto, si fa poi notare per i suoi bei interventi in difesa.
Costa 7 Offre una bella prestazione a centrocampo grazie alle sue tante incursioni nella metà campo avversaria. 
Drago 7.5 E' un vero e proprio motorino sulla fascia destra grazie alla sua velocità con la quale riesce a realizzare la rete dell'1-1. 
Russo 7 Si guadagna il calcio di rigore con il quale la propria squadra riesce a pareggiare per la seconda volta i conti.
Valenza 6 Il numero dieci prova più volte la giocata nel tentativo di trovare la via del gol senza però andare veramente a segno. (34' st Guarraia sv)
Oddone 6 Sulla fascia sinistra tenta più volte a fare male agli avversari senza riuscirci. La sua volontà è però da premiare.
All. Francone 6.5 La sua squadra offre una buona prestazione, soprattutto di carattere: proprio con la personalità dei propri giocatori, il Rivoli riesce a rimontare due volte lo svantaggio subito. Nonostante l'inferiorità numerica, gli ospiti riescono comunque a mettere in difficoltà i padroni di casa. 

ARBITRO

Nepote di Collegno 5.5 Il suo arbitraggio è decisamente confusionario nel corso di quasi tutto il match: ha infatti adottato un metro di giudizio poco chiaro. Giusto concedere il primo rigore ma il secondo sembra non esserci. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400