Cerca

Under 19

Academy Brianza Olginatese-Pozzuolo: i padroni di casa seminano il Panico con Macorig, un super Di Cianno non basta per riaprire il match

A sorridere i bianconeri di Piseddu che riscattano il ko di Cisano Bergamasco di sabato scorso, terza sconfitta invece per i milanesi

academy brianza olginatese pozzuolo under 19 regionali - macorig e panico

Da sinistra l'esterno Riccardo Macorig e l'attaccante Agostino Panico: la loro prova è stata costante e positiva anche nella seconda frazione

Vittoria importante dell'Academy Brianza Olginatese in quel di Cernusco Lombardone. I ragazzi di Piseddu (squalificato dopo settimana scorsa, oggi al suo posto il vice Dondoni) hanno avuto la meglio sui milanesi del Pozzuolo di Sottocorno per 4-2. Un punteggio che la dice tutta su una gara godibile e giocata ad alta intensità anche se piena di errori tecnici da ambo le due difese, protagoniste in negativo della giornata. Le reti locali portano la firma di Monaca (per lui doppietta al 5' e al 44' del primo tempo), di Carrettiero (8' su rigore) e Panico a inizio ripresa (2') che fissano il parziale del 4-0. Per la formazione ospite non è bastata la doppietta del giovanissimo Di Cianno (3' e 20' del secondo tempo), per una rimonta che avrebbe avuto dell'incredibile.

Questione di episodi. Avvio sprint dei padroni di casa che imbastiscono gioco e aggrediscono sulle fasce laterali, relegando il Pozzuolo di Sottocorno a un atteggiamento remissivo. Al 4' occasione per Gilardi che in piena area di rigore manca il giusto impatto con la sfera spedendo alto da due passi. E' il preludio al vantaggio locale (5') con l'attaccante Federico Monaca che sfrutta una topica dell'estremo difensore Alzani (fatale un rimbalzo di troppo sulla zolla del terreno) e appoggio in rete. Il vantaggio della squadra bianconera non scuote gli ospiti che subiscono anche il secondo gol (8'), questa volta su rigore.
Panico scende sulla fascia sinistra attaccando la profondità, entra in area di rigore e si sposta con un bel movimento la palla sul destro per calciare: il contatto con l'avversario Castro è giudicato dall'arbitro meritevole della massima punizione, nonostante le proteste della squadra di Sottocorno. Dal dischetto va il capitano Carrettiero che spiazza con un piattone preciso ed efficace Alzani. La svolta in casa Pozzuolo manca e l'Academy ringrazia, mirando a gestire palla allargando il gioco sulle fasce: per gli ospiti la prima occasione degna di nota da registrare è al 21' quando da palla inattiva ci prova Vitali, spegnendo di poco alto sopra la traversa la sua sortita. Il gioco corale premia la squadra di Dondoni che macina gioco e amministra legittimando il vantaggio, al netto di un Pozzuolo troppo compassato e schiacciato da un schieramento a dir poco difensivo (5-3-2 nella parte centrale del match). Al 32' azione avvolgente dell'Academy e conclusione del terzino Oujedani che termina poco sopra la traversa. Il Pozzuolo torna a ruggire e lo fa tre minuti più tardi con Di Cianno che è bravo ad avventarsi su una topica difensiva, l'attaccante manca l'impatto con la sfera per concludere a rete e sulla seconda palla è Raschi a provarci, trovando poca fortuna con il tiro che viene ribattuto al limite dell'area dalla difesa. Al 43' altra grande occasione di marca ospite con la difesa locale che si salva grazie a un prodigioso intervento di Sottocornola, che risponde reattivo su una ribattuta ospite. Quando sembra avviarsi alla conclusione il primo tempo, ecco il tris con Monaca (44') che sfrutta l'errore di Castro, che su una palla innocua in disimpegno scarica corto ad Alzani: l'attaccante si intromette e bruciando tutti sul tempo smarca Alzani e deposita per il gol del 3-0.

A senso unico. La ripresa sembra viaggiare sullo stesso canovaccio tecnico del primo tempo. Pronti via ed è 4-0 Olginatese, che segna grazie a Panico, caparbio nel recuperare un passaggio corto tra i difensori Simone e Maestroni e concludere con il destro sotto il sette. Dopo il 4-0 e complice il calo fisiologico della squadra di casa, i ragazzi di Sottocorno trovano la giusta reazione provando quantomeno a limitare i danni. Al 3' è gioia per Di Cianno che è lesto a bucare Sottocornola nell'area piccola di rigore, sfruttando la spizzata di Maestroni su palla inattiva. Gli ingressi di Migliore e Sottocorno consegnano uno spartito più offensivo per il Pozzuolo che attacca con convinzione; di contro l'Academy gestisce il largo vantaggio giocando palla lunga con Panico e Macorig, generosi nel sacrificarsi per la squadra. Al 20' è però nuovo gol per i milanesi grazie al dinamismo di Di Cianno che sfrutta uno svarione difensivo dei locali, si invola verso la porta avversaria e dopo aver smarcato il portiere infila in rete. La nuova rete galvanizza il Pozzuolo mentre crea confusione e poca lucidità nella manovra locale, spegnendo iniziative degne di nota. Al 27' episodio chiave in area di rigore: Di Cianno conquista palla, arriva sul fondo e invece di mettere in mezzo tenta di superare in bello stile Sottocornola, l'estremo difensore interviene in maniera energica sul numero 11 ma per il direttore di gara non ci sono gli estremi per il calcio di rigore, nonostante le veementi proteste della panchina milanese (per l'occasione espulso il dirigente Giussani). Al 36' è ancora Di Cianno a rendersi pericoloso con un colpo di testa che non trova fortuna mancando di coordinazione. Due minuti più tardi esce fuori l'Academy che ci prova con un pallonetto di Panico, imbeccato dalle retrovie: la sua conclusione termina poco alta sopra la traversa. Nel finale il Pozzuolo cerca di trovare il pertugio per riaprire definitivamente la gara ma la poca lucidità genera l'espulsione di Bustreo (49') per un intervento in ritardo su un avversario. Non c'è più tempo, a sorridere è l'Olginatese. 

IL TABELLINO

AC.BR. OLGINATESE-POZZUOLO 4-2
RETI (3-0, 4-2): 5' e 44' pt Monaca (AC), 8' pt rig. Carrettiero (AC), 2' st Panico (AC), 3' e 20' st Di Cianno (P).
AC.BR. OLGINATESE (4-3-3): Sottocornola 7, Macorig 7.5, Oujedani 7, Gilardi 6.5 (42' st Pezzano sv), Vecerina 6, Di Martino 6.5, Panzeri 6.5 (25' st Fumagalli 6), Carrettiero 6.5, Panico 8, Monaca 7.5 (1' st Plebani 7), Vitale 6.5 (37' pt Lanzalacco 6). A disp: Spreafico, Fumagalli, Ndoka, Bergamo, Galbusera. All. Dondoni 6.5.
POZZUOLO (4-3-1-2): Alzani 6, Simone 6, Lesmo 6, Vitali 6 (31' st Conti 6), Bustreo 5.5, Maestroni 5.5 (9' st Baioni 6), Castro 5.5 (5' st Migliore 6), Sozzi 6.5 (5' st Pasquariello 6), Raschi 6, Gadda 6 (37' st Giuliani sv), Di Cianno 7.5. A disp.: Cereda, Citelli, Caldana, Carbonara. All. Sottocorno 6.5.
ARBITRO: Bonacina di Lecco 5.5.
AMMONITO: Conti (P).
ESPULSI: 27' st Dir. Giussani (P), 49' st Bustreo (P).

LE PAGELLE

ACADEMY BRIANZA OLGINATESE
Sottocornola 7 Si supera sul finire della prima frazione e nel secondo tempo con un paio di interventi in uscita davvero importanti. Se l'Academy non subisce la rimonta è anche merito suo.  
Macorig 7.5 Duttilità e senso della posizione in campo fanno di lui un giocatore interessante. Nella prima frazione rimane basso mentre nel secondo tempo Dondoni lo sposta davanti e crea grande apprensione ai difensori avversari. Essenziale.
Oujedani 7 Prestazione convincente dell'esterno basso meratese che disputa una prova di grande attenzione sia nelle marcature preventive che in fase di disimpegno. Non disdegna la fase offensiva e se la cava egregiamente.
Gilardi 6.5 Gara di sacrificio ma anche di intelligenza tattica: a centrocampo dà un contributo importante nonostante la comprensibile stanchezza nel secondo tempo si faccia sentire.
Vecerina 6 Sufficienza per il centrale, senza infamia e senza lode la sua prestazione. A volte perde le misure su Di Cianno.
Di Martino 6.5 Primo tempo sontuoso, con Oujedani marca bene le insidie laterali del Pozzuolo. Nella ripresa si lascia condizionare dalla reazione avversaria. 
Panzeri 6.5 Partenza incisiva dell'esterno che attacca lo spazio con disinvoltura, dando una mano anche in fase di ripiegamento difensivo. Nella ripresa quasi impalpabile. 
25' st Fumagalli 6 Si inserisce sulla linea mediana ma senza contribuire a smuovere qualcosa, anzi. L'atteggiamento troppo rinunciatario dei suoi compagni finisce per influenzarlo.
Carrettiero 6.5 Altro penalty e altra trasformazione dopo quello di settimana scorsa per il capitano. Prova di spessore in mezzo al campo, c'è anche quando non si vede.
Panico 8 Ci perdonerà la banalità del titolo ma il numero nove è davvero letale sia nel primo che nel secondo tempo. Il contatto in occasione del penalty appare forse troppo leggero ma è nella ripresa che l'attaccante fa vedere tutte le sue doti, dimostrando malizia e caparbietà, facendo salire i suoi quando c'è bisogno.
Monaca 7.5 Una doppietta facile facile per lui ma essere attaccante significa anche questo. Il numero dieci si muove bene in fase di profondità dando pochi riferimenti ai difensori avversari, in area è una sentenza.
1' st Plebani 7 Prestazione convincente, sfrutta a dovere l'opportunità che gli dà Dondoni. Si colloca sulla fascia dando la possibilità a Macorig di alzarsi in attacco, per il resto è sempre presente e ci mette una pezza in un paio di sortite ospiti.
Vitale 6.5 Su lui manca forse un rigore nel primo tempo quando è bravo a recuperare la palla a Maestroni, un infortunio pregiudica la possibilità di vederlo ancora in campo. 
37' Lanzalacco 6 Non brilla come nella trasferta di Cisano ma cerca comunque di impensierire Sottocorno con alcune conclusioni dalla distanza, purtroppo per lui velleitarie.
All. Dondoni 6.5 La  squadra è cinica quanto basta per sfruttare gli errori del Pozzuolo, ma si perde via nel secondo tempo, rischiando di dilapidare il largo vantaggio acquisito. 

POZZUOLO
Alzani 6 Il primo gol gli è fatale per via di un rimbalzo di troppo a causa del terreno non in perfette condizioni mentre sul rigore può farci poco. Non la migliore giornata, nonostante provi a limitare i danni.
Simone 6 Il terzino parte bene, dimostrando capacità di ricoprire anche la zona centrale della difesa. L'errore del quarto gol di Panico compromette qualcosa di più della sufficienza. 
Lesmo 6 Dimostra senso tattico e duttilità, dando una mano sia sulla fascia che come mezzala di centrocampo. Tuttavia non mancano gli errori in fase di disimpegno anche da parte sua.
Vitali 6 Al 21' ci prova con una bella punizione, poi il resto non fa testo. Finisce per schiacciarsi sulla linea difensiva e manca di coraggio, per cercare di far salire i suoi compagni e guidare la manovra. 
31' st Conti 6 Rimedia un cartellino giallo speso bene, entra per alzare il contenuto agonistico ma non sempre riesce a farlo.
Bustreo 5.5 L'espulsione lo condanna sotto gli spogliatoi praticamente allo scadere della partita. Se l'inizio era stato rassicurante, manca anche lui di caparbietà nel gestire certe situazioni difensive. 
Maestroni 5.5 Il capitano va in bambola sbagliando diverse letture difensive. Peccato perché il suo temperamento poteva aiutare diversamente la squadra. Una giornata storta.
9' st Baioni 6 Si colloca sulla fascia destra ma senza attaccare in maniera costante. Dalla sua fascia arrivano sempre pericoli, è bravo comunque a reggere l'urto.
Castro 5.5 Imperdonabile l'errore sul retropassaggio al portiere che permette a Monaca di segnare il 3-0. Nell'economia della gara offre spunti interessanti sulla fascia ma non è mai incisivo.
5' st Migliore 6 Sufficienza piena per il mediano, che prende il posto di Sozzi. Amministra in maniera semplice i palloni anche se manca in lui l'essere dirompente. 
Sozzi 6.5 Gara di sacrificio per lui, esce per un affaticamento muscolare accorso già nel primo tempo. In mediana si fa sentire in maniera energica. 
5' st Pasquariello 6 Non sfrutta a pieno l'opportunità di Sottocorno, sembra adagiarsi sul centro-destra del centrocampo ma senza mai rilanciare per i compagni. Con il tempo siamo sicuri che imparerà a farlo.
Raschi 6 Ci prova nel primo tempo ma trova poca fortuna, per il resto forma la coppia d'attacco con Di Cianno ma non è molto pericoloso.
Gadda 6 Dovrebbe far salire di più compagni e dimostrare maggiore tecnica nelle ripartenze. Lo fa con intermittenza.
Di Cianno 7.5 Semplicemente magnifico. La doppietta gli sta stretta, lotta e corre per i suoi. Si carica sulle spalle la squadra nel momento di maggiore difficoltà. E pensare che è un classe 2005. 
All. Sottocorno 6.5 Raddrizza una partita compromessa da errori tecnici a livello individuale dei suoi ragazzi. Qualche cambio intorno alla mezz'ora avrebbe forse giovato e anticipato la reazione, ma il senso del gruppo lo porta a cambiare solo nella ripresa.

ARBITRO
Bonacina di Lecco 5.5. Non è stata una prestazione del tutto positiva per il direttore di gara. Alcune sue scelte lasciano diversi dubbi, come il penalty per l'Academy e un presunto rigore non assegnato al Pozzuolo nella ripresa. Gestione approssimativa dei cartellini, spesi bene nel caso delle espulsioni mentre meno dal lato ammonizioni.

LE INTERVISTE

Torna a vincere l'Academy Brianza Olginatese ma l'atteggiamento del secondo tempo non ha soddisfatto il vice allenatore Giuseppe Dondoni. «Abbiamo rimesso in piedi una partita già vinta - dichiara - con errori individuali in difesa e poteva finire anche peggio perché forse il rigore loro c'era (si riferisce all'episodio su Di Cianno, ndr). Questi sono errori che facciamo ogni sabato, bene l'atteggiamento nel primo tempo ma non nel secondo. Tutte le settimane continuiamo a lavorare su questi difetti: le partite facili non possiamo farle diventare difficili». 

In casa Pozzuolo il tecnico Andrea Sottocorno elogia i suoi per la reazione del secondo tempo. «Il rigore? A un quarto d'ora l'avremmo magari potuta pareggiare - dice - Primo tempo? Siamo abituati a giocare sempre palla a terra ma oggi giocavamo indietro e non capisco perché, dovevamo trovare i giusti equilibri. I ragazzi sono molto giovani, ma hanno dimostrato carattere: certo, ci manca esperienza, ma gli faccio i complimenti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400