Cerca

Under 19

Football Leon-ColicoDerviese: la superNova brianzola abbatte i lecchesi, è poker dei padroni di casa

Ennesimo successo extralarge per i ragazzi di Campanaro, che si prendono la momentanea vetta della classifica

Nova Football Leon

Alessandro Nova, autore di una doppietta e un assist

Ennesima goleada - sei le gare in stagione con più di quattro reti per la Football - e vetta della classifica conquistata per Alessandro Campanaro che si gode l’ottava vittoria stagionale ed il primato in solitaria. La gara contro il Colicoderviese di Bonacina sembrava poter nascondere parecchie insidie, tutte spazzate via da un secondo tempo dominato sotto il segno di Alessandro Nova che con due gol ed un assist sancisce il 4-1 finale. Una gara dove in termini pratici è legittima la vittoria, larga, dei padroni di casa: il Colico approccia bene con il 4-3-3 di Bonacina che garantisce inizialmente un buon equilibrio generale. Ecco allora l’unica fase di gioco in cui la formazione lecchese riesce a proporsi in avanti stappando il match con il guizzo di Diakate. Da qui però è notte fonda, con la Football Leon che aumenta l’intensità del palleggio andando a chiudere il Colico nella propria metà campo per gran parte del match. Il tutto si traduce in una ripresa dove Campanaro non deve far altro che godersi lo spettacolo dei suoi che prima rimontano per poi prendere il largo. Il Biassono si ferma, il Rovagnate resta fermo ai box e la formazione lesmese può cosi godersi, almeno per una settimana, la vetta in solitaria di un campionato sempre più entusiasmante e aperto.

Diakate sblocca, Mangia risponde. La prima frazione di gioco vede premiata la fisicità del Colico di Bonacina che, come già detto, approccia meglio al match andando a tenere meglio il campo. Diakate è terminale offensivo di un attacco completato a sinistra da Spini e a destra da Biavaschi. Di contro Campanaro non molla la solita strada che porta al 4-2-3-1 con l'unica novità in mediana che vede Vergna fermo ai box con Raimondi a fianco del solito Marafante. Il palleggio dei padroni di casa è inizialmente lento e poco preciso, la distanza tra i reparti è da aggiustare in prima battuta ed è anche ciò che porta al guizzo del Colico che apre le danze. Intorno al quattordicesimo di gioco il pallone sosta sull'out di destra della Football con Mangia che si vede superare dal numero 7 di Bonacina che offre dentro a Diakate; stop e tiro centrale sull'uscita non precisa di Cara che si vede il pallone terminare alle spalle dopo una deviazione poco fortunata. Rete che alimenta una Football momentaneamente poco precisa nel palleggio, che riesce a riprendersi con il guizzo del solito Corti che impegna Sutti autore di un ottima parata. Primo squillo che fa da apri-pista per il pareggio maturato poi al 34': su un pallone oramai morto è bravo Francisco a rincorrere la sfera tenendola in vita contro Sutti che arriva in ritardo, atterrando il numero 10 di Campanaro in area per il rigore trasformato poi da Mangia che ristabilisce la parità.

Tris in progressione. La ripresa, contrariamente a quanto visto nella prima parte di gara, è a senso unico. I padroni di casa alzano il baricentro e l'intensità delle giocate. Il Colico invece spegne la luce, manca in fase offensiva e crea nei secondi 45' di gioco una sola sortita offensiva terminata però con un nulla di fatto. In tal senso ha funzionato la carica di Campanaro che nel primo tempo tira fuori quel carattere e quella qualità solita dei suoi ragazzi. Il conto delle palle gol inizia al 4' con il corner di Mangia che pesca sul primo palo la zampata di Foschini che manda di poco sopra la traversa. Passano solo due minuti ed un pallone giocato dentro è facile preda di Nova che passa e vince troppo facilmente il duello contro Mozzanica con il numero 11 che incrocia a rete per la definitiva rimonta. Conti che lo stesso Nova chiude successivamente al 25', questa volta con una conclusione dalla lunga distanza che si deposita alla destra di Sutti. Il numero 11 di Campanaro mette poi lo zampino sul definitivo 4-1 con un bello slalom sulla destra concluso con un tiro che Sutti non devia al meglio regalando il tap-in facile facile di Raimondi. Il Colico ha molto su cui riflettere per una prestazione al di sotto dell'effettivo potenziale dell'organico, Campanaro sorride per il primo scontro diretto vinto in stagione e per una vetta da gustare e conquistare nel cammino che porta all'obbiettivo dei Regionali A.

IL TABELLINO

FOOTBALL LEON-COLICODERVIESE 4-1
RETI (0-1; 4-1): 14’ Diakate (C), 34’ rig. Mangia (FL), 6’st Nova (FL), 25’st Nova (FL), 30’st Raimondi (FL).
FOOTBALL LEON (4-2-3-1): Cara 6, Vannucchi 7, Mangia 6.5, Raimondi 6.5 (34’st Andena sv), Fondaci 7, Tubiolo 7.5, Foschini M. 6.5, Marafante 6.5 (44’st Villa sv), Corti 7 (45’st Simeone sv), Francisco 6.5 (24’st Vergna 6), Nova 8 (41’st Perego sv). A disp. Conti, Houssni, Sakhi. All. Campanaro 7.5.
COLICODERVIESE (4-3-3): Sutti 6, Barilani 5.5 (16’st Bonacina 6), D'Agostini 5.5, Petazzi 6, Mozzanica 5.5, Mezzera 6, Biavaschi 5 (27’st Cofa 6), Belghiti 5.5, Diakate 6, Gambetta 5.5 (21’st Della Bitta 6), Spini M. 5. A disp. Lucia. All. Bonacina 5.5.
ARBITRO: Frigerio di Seregno 7.
AMMONITI: Campanaro (FL), Bonacina (C).

LE PAGELLE

FOOTBALL LEON
Cara 6
Tolto il colpo di Diakate sono rare le occasioni in cui è veramente impegnato. Attento e puntuale nelle uscite fa il suo dovere.
Vannucchi 7 Oggi fa la differenza specie in fase di contenimento dove non viene mai superato. Attento e intelligente nel non sbilanciarsi troppo e trovare un buon equilibrio.
Mangia 6.5 Cresce nel lungo trovando il gol da rigore ed una serie di giocate sempre utili. Nella ripresa è apprezzabile il continuo apporto alla fase offensiva.
Raimondi 6.5 Tap-in facile facile per una gara dove si sacrifica tanto per la squadra. Li in mezzo domina nel palleggio prendendo in mano il pallino del gioco.
Fondaci 7 Tanta personalità per una gara dove va a fare la voce grossa contro Diakate. Quantità e qualità messa in mostra specie nel palleggio e nel giro palla li dietro.
Tubiolo 7.5 Qualità da vero leader morale e tecnico. Dietro non soffre quasi mai la fisicità di Diakate che alla fine è ben neutralizzato. Tecnica sempre utile specie quando si tratta di giocare palla nello stretto.
Foschini M. 6.5 Oggi è meno brillante rispetto ad altre occasioni: tocca pochi palloni e fa vedere raramente i suoi strappi poderosi. Nel complesso però il suo lo fa bene.
Marafante 6.5 Prestazione di sostanza che certifica il suo ritorno sui suoi soliti ritmi. Prende confidenza con il campo e si riesce subito ad imporre.
Corti 7 Manca solo il gol a stappare un momento poco fortunato. Anche oggi si sacrifica tanto per la squadra creando spazi e occasioni da gol.
Francisco 6.5 La giocata del match la fa andando a tenere vivo un pallone destinato al fondo del campo, qui conquista poi il rigore del pari. Nel complesso prestazione positiva, anche se discontinua.
Nova 8 Nella ripresa si prende la scena con un lampo figlio di grande agonismo ed una conclusione di prestigio da distanza importante. A chiudere lo slalom gigante che vale il poker finale.
All. Campanaro 7.5 Vetta della classifica e prima vittoria in uno scontro diretto in stagione. Gara dominata in lungo e in largo con personalità e qualità.

COLICODERVIESE
Sutti 6 Tolta l'ingenuità che porta al rigore del pari regge nel complesso bene al tiro al bersaglio della Football trovando anche qualche buon intervento.
Barilani 5.5 Gara dalle due facce: la prima quella concreta che lo vede fare bene nel duello contro Nova, la seconda poco attenta con una ripresa dove è messo in difficoltà.
D'Agostini 5.5 Nonostante abbia lo spazio per proporsi manca nelle sovrapposizioni a supporto di un attacco sterile. Dietro regge bene soffrendo il giusto.
Petazzi 6 Prova di carattere difensivo dove cerca di arginare nel migliore dei modi la densità del centrocampo dei padroni di casa. Nel complesso la sua prestazione è positiva.
Mozzanica 5.5 Corti è cliente scomodo contro il quale fatica, specie nei duelli fisici. È in difficoltà nei movimenti sia di Nova che di Francisco dove spesso arriva in ritardo.
Mezzera 6 Difficoltà uguali a quelle di Mozzanica. Lui però fa meglio nella gestione del pallone quando si tratta di ripartire del basso e dare il via alle sortite offensive dei suoi.
Biavaschi 5 Elemento non identificato per lunghi tratti del match. In avanti lo si vede molto raramente, dietro il supporto offerto è scarso e poco utile alla causa dei suoi.
Belghiti 5.5 Ha qualità importanti che però non riesce a far prevalere. Manca di personalità in certi frangenti dove non riesce a farsi valere il giusto in un centrocampo oggi disunito.
Diakate 6 Suo l'unico tiro verso lo specchio che vale anche il gol dell'1-4 finale. Ci prova dando lotta su ogni pallone che passa dalla linea difensiva di Campanaro.
Gambetta 5.5 Dopo un primo tempo poco concreto, nella ripresa si perde totalmente per 20' minuti dove è spesso ai margini del gioco e difficile da servire.
Spini M. 5 Vale lo stesso discorso fatto per Biavaschi: Diakate è lasciato spesso solo e il suo pressing è vano, in avanti si prende pochi palloni per cercare il guizzo vincente. Giornata no.
All. Bonacina 5.5 Gara da dimenticare dove manca totalmente il centrocampo e il supporto degli esterni offensivi. Le qualità ci sono, oggi paga la poca personalità messa in mostra specie nella ripresa.

ARBITRO
Frigerio di Seregno 7 Conduce la gara con grande personalità usando i cartellini solo per calmare gli animi sulle due panchine. Ottima la gestione del match.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400